Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Caso Cucchi: perchè il Ministro Cancellieri ha espresso solidarietà a Ilaria Cucchi ?


Polizia Penitenziaria - Caso Cucchi: perchè il  Ministro Cancellieri ha espresso solidarietà a Ilaria Cucchi ?

Notizia del 24/06/2013

in Houston abbiamo un problema

(Letto 36312 volte)

Scritto da: Araba Fenice

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Organi di stampa hanno pubblicato la notizia che il Ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri, a seguito della sentenza della Corte d’Assise di Roma, ha manifestato solidarietà alla sorella di Stefano Cucchi.

Tale dichiarazione di vicinanza non può non destare sorpresa ma anche disappunto per due ordini di motivi:
- il primo perché sembrerebbe prendere le distanze dal pronunciamento dell’organo giudicante a composizione mista (giudici togati e giudici popolari, la cui previsione trova diretta legittimazione nel principio che vuole la giustizia amministrata in nome del popolo italiano), proprio nel momento in cui afferma di non voler entrare nell’operato dei giudici;

- il secondo perché trasparirebbe, sia pure in modo velato, il convincimento di una colpevolezza di tutti gli imputati e segnatamente del personale del Corpo di Polizia Penitenziaria coinvolto.

La verità è che in questi casi affiorano quegli stereotipi sociali, culturali, categoriali, quei pregiudizi, quelle credenze personali e quei condizionamenti pubblici che, latenti, sono sempre pronti ad emergere prepotentemente e di cui nessuno appare essere esente, neanche le cariche istituzionali, tanto che se una sentenza condanna un poliziotto la sentenza va rispettata ma se un poliziotto viene assolto allora si grida allo scandalo, giacché infrange l’archetipo radicato del poliziotto corrotto, violento, ignorante, rozzo, che si nutre di forza propria, ancor più marcato per il personale di Polizia Penitenziaria, aldilà di qualsiasi supporto probatorio.

Invece, la sentenza in questione riteniamo che vada apprezzata proprio perché, anche nella sua componente laica, non si è abbandonata a facili e suggestive tentazioni, ma rimanendo saldamente ancorata alle risultanze processuali ha svolto il proprio compito con la dovuta prudenza e scienza: rifuggendo da ascendenze di processi mediatici, tanto in auge in questa epoca, che consegnano all’opinione pubblica innocenti e colpevoli con una superficialità e facilità estremamente preoccupanti e talvolta imbarazzanti.

Dunque, al termine di un processo meticoloso si è giunti ad una assoluzione che restituisce l’onore agli uomini della Polizia Penitenziaria, sulla base di indagini minuziose e scrupolose, che di certo non hanno fatto sconti al Corpo di Polizia Penitenziaria.

Sul punto, appaiono quanto mai condivisibili le parole del Capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria pronunciate in occasione della Festa del Corpo tenutasi il 7 giugno 2013 alla Scuola di Formazione ed Aggiornamento “G. Falcone” di Roma che, pertanto, si riportano: “le sentenze non sono infallibili, beninteso. Men che meno le sentenze non ancora definitive. Ma vanno rispettate e nessuno, in un ordinamento che voglia definirsi civile, può sovrapporsi al giudice nella decisione del caso concreto e nessuno può dire, se non ha partecipato al tormento della camera di consiglio, se non ha letto tutte le carte, se non conosce le regole del giusto processo, se nemmeno sa la motivazione della decisione, nessuno ha diritto di affermare che il giudice ha sbagliato. Ripugnano ad ogni ordine civile i processi di piazza, i processi televisivi, i processi sommari: essi colpiscono sempre gli innocenti”.

Nell’auspicio che i familiari di Cucchi devolvano, in tutto o in parte, le provvisionali riconosciute per scopi umanitari, magari a qualche associazione onlus per il recupero dei tossicodipendenti, si rassegnano i sensi di viva considerazione.

 

 


Scritto da: Araba Fenice
(Leggi tutti gli articoli di Araba Fenice)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone
Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti
Giornata della legalità: nel carcere di Arienzo i detenuti leggono i nomi di tutte le vittime di mafia e minuto di raccoglimento per Don Peppino Diana
Detenuto girava video dal carcere: arrestato con arsenale in casa, torna ai domiciliari con il braccialetto elettronico
Delega al Governo per dare Skype anche ai mafiosi? Insorge l''Associazione Vittime del Dovere
Tentata evasione dal carcere di Ivrea: detenuto fermato prima che arrivasse al muro di cinta
Detenuto ricoverato, esponente di spicco di un clan di Messina, libero di girare per l''ospedale di Parma
Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 4


Scusate se mi intrometto.
Ma vi stupite dei commenti del ministro Cancellieri, quando a Montecitorio hanno intitolato una sala a Carlo Giuliani.
Carlo Giuliani, il ragazzo che durante il G8 fu ucciso da un carabiniere, aggredito all'interno di una Jeep da circa 5 o 6 no global.
Giuliani era il ragazzo con l'estintore in mano, ripreso nell'atto di lanciarlo verso la camionetta.
Giuliani è quello che compare in numerosi video su youtube ripreso in attività durante il G8.
Ecco ciò che lo stato pensa di voi.
Ecco di chi si è curato lo stato.
Mentre un vostro collega ha dovuto ricorrere al TAR per farsi riconoscere i suoi diritti di vittima del terrorismo/dovere, perché la CMO di La Spezia tra le altre cose gli aveva assegnato o% di danno morale......(ho letto la sentenza qui nel vostro blog)
Quanti Agenti di polizia Penitenziaria ci vogliono per fare un Cucchi?

Di  foxtrot22  (inviato il 27/06/2013 @ 19:45:52)


n. 3


PERCHE? Perche della Polizia Penitenzaria non gli è ne frega un ca....o.

Di  antonio  (inviato il 24/06/2013 @ 21:38:25)


n. 2


Solidarizzare con lei non significa stare dalla sua parte. Proprio per questo motivo però avrebbe dovuto solidarizzare anche con i colleghi, coinvolti più che in una inchiesta giudiziaria , a cui sono risultati estranei, in una campagna denigratoria.
P.S. è proprio necessario ogni volta pubblicare la foto di questa signora?

Di  cairo74°  (inviato il 24/06/2013 @ 18:12:00)


n. 1


Se l'ultima parte dell'articolo venisse messa in atto dalla famiglia Cucchi crederei che vogliano veramente giustizia e NON UN colpevole (DEI colpevoli nel caso specifico)

Di  Alessandro  (inviato il 24/06/2013 @ 14:18:27)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.158.183.188


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente della Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza in casa davanti ai familiari

2 Riordino: tra formiche e grilli lamentosi

3 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

4 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

5 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

6 Riordino vuol dire mettere ordine

7 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

8 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

9 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?

10 Cos''è e come funziona la Banca dati nazionale del Dna





Tutti gli Articoli
1 Concorso imminente per 540 Agenti di Polizia Penitenziaria riservato ai VFP1 e VFP4

2 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

3 Agente penitenziario suicida: non riusciva a mantenere i tre figli disoccupati

4 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

5 Consiglio dei Ministri: Santi consolo NON confermato nel ruolo di Capo DAP?

6 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

7 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

8 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

9 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

10 Evasione da Sollicciano: probabile rimozione Direttore e Comandante, ma il Sappe chiama in causa il DAP e Gennaro Migliore


  Cerca per Regione