Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
C’è una campagna contro il 41bis o una manovra contro il GOM?


Polizia Penitenziaria - C’è una campagna contro il 41bis o una manovra contro il GOM?

Notizia del 19/07/2016

in Primo Piano

(Letto 4004 volte)

Scritto da: Interventi ricevuti

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Da più giorni leggo articoli su ipotesi di “alleggerimento” del regime 41bis ed oggi, 15.07.2016, quello con il quale, in forma interrogativa, viene ipotizzato lo scioglimento del GOM.

Inevitabilmente, leggere tutto ciò mi riporta alla memoria i tempi andati ...

Erano gli anni della telefonata, di quando ti chiamava il Comandante, il Maresciallo, e ti diceva “ragazzo mi hanno chiamato da Roma, preparati devi partire”.

Non esisteva la telefonia mobile, l’e-mail, il fax, un fonogramma dettato a voce “….attese riservate esigenze servizio e fine al termine di esse………et alla dipendenze dell’Ufficiale Coordinatore….si dispone l’invio…..presso……”.

Poi i vili attentati agli Eroi Falcone prima e Borsellino dopo, il 41bis, l’isola di Pianosa…..l’Asinara.

Poi ancora le stragi, l’uccisione dell’amico e collega, anch’esso Eroe, Montalto, la IX Sezione dell’Ucciardone ed il Bunker colà costruito per detenere nella Nostra, e non sua, Palermo, Riina Salvatore.

I primi pentimenti eccellenti dopo quello di Buscetta, Brusca Giovanni…..l’uccisione del Giudice Scopelliti……

E quel ragazzo era lì……forte, coraggioso, motivato, orgoglioso di sentire la Magistratura, il Cons. Caselli, il Dr. Motta, e l’Amministrazione Penitenziaria, Ragosa, il capo, il Pres. Amato, il Cons. Falcone, il Cons. Fazzioli, ecc., che ti davano una pacca sulla spalla e ti dicevano, dividendo con te una piatto di pasta, “dai ragazzo, forza è il momento giusto…..”.

Il momento giusto per far si che la mafia perda il cordone ombelicale che fino ad oggi gli ha dato la possibilità di comandare pure dal carcere “ …il 41 bis …restituisce al mafioso in carcere lo 'status' di detenuto. Mentre prima (dell’introduzione del 41 bis) manteneva quello di boss operativo (anche sul versante delle stragi criminali). Col 41 bis (una norma intrisa del sangue e dell’intelligenza di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, che fortemente l’avevano voluta da vivi) il carcere diventa una cosa seria anche per i mafiosi e la lotta alla mafia acquista un nuovo vigore che porta (in termini investigativo-giudiziari) a risultati di eccezionale rilievo”. [Procuratore Caselli]

E quel ragazzo cresceva, diventava più uomo ed iniziava a capire, perché l’Amministrazione lo aveva già capito, che la pura e mera custodia doveva essere ampliata a nuovi orizzonti, a quelli investigativi ed a quelli dell’ascolto, dello studio di ogni segnale, accadimento, banale episodio, per avviare attività di analisi, di confronto, di approfondimento amministrativo, di “intelligence”.

Il tempo passava attraverso ulteriori maxi processi, Caltanissetta, Palermo, Catania, Firenze, Lecce, Reggio Calabria, Locri, Roma Rebibbia……attraverso altre denominazioni, lo SCOPP e poi il GOM.

Quante ore trascorse nelle sezioni, sotto le finestre delle celle, nascosti in quelle vuote, per ascoltare, capire i commenti, captare conversazioni non consentite tra detenuti 41bis tutto finalizzato a “capire ancor più”. Quanti “appunti” inviati……quanti metodi di comunicazione non consentita sconfitti….quanto eravamo uniti, forti e bravi……. Tanto bravi da inziare pure a gestire le videoconferenze….

Eravamo in tanti…..tanto da poterci permettere pure un contingente di pronto intervento e l’Amministrazione era li, con noi, e la politica ci guardava, ci considerava ed irrigidiva ancora il 41bis……. I capelli iniziavano a cadere…..l’Amministrazione forse presa da altre emergenze, non era, anzi non è, più la stessa….

Altre emergenze o forse altri interessi!

Il detenuto 41bis inziava, però, ad essere non più un pensiero dell’Amministrazione e di riflesso della politica….ma del GOM si. Dell’Ufficio Detenuti pure…..

Ma dell’altra Amministrazione no!

Amici, vecchi colleghi, oggi che non sono più con Voi, riflettete bene…..ma il 41bis lo vuole cambiare la politica oppure è l’Amministrazione che vuole questo? Ma oggi, in questa Amministrazione, c’è gente, che conta, che ha ricordo del passato?

Che comprende quanto siano “dal contenuto altamente trattamentale e moderne” le parole all’epoca pronunciate dal Procuratore Caselli. Il boss detenuto non più boss….il 41bis….. Un concetto moderno e di una profondità unica…..

Volete concedervi più ore d’aria, si fatelo pure! Volete concedervi più ore di socialità, perché no! 

Volete far corrispondere in via epistolare detenuti 41bis anche se non familiari, fatelo pure……ma dateci la possibilità di organizzarci, dateci più uomini, strutture adeguate e soprattutto riconoscete che oggi i 41bis sono solo del GOM…….

Vedete, amici e vecchi colleghi, per quanto mi raccontate, oggi quando ti presenti nell’ufficio del Direttore per rappresentargli delle novità eclatanti in termini di “intelligence” o di buona riuscita del permesso con scorta assicurato a detenuto 41bis nel quartiere da egli gestito per anni nel profondo sud, ti trovi poi a rapportarti con un dirigente che glissando ti chiede del perché non è possibile distribuire in orari diversi i gelati ai 41bis…..ed il Comandante del Reparto dov’è?...

E’ lì che è pronto a riempire le pagine delle relazioni con la oramai nota dicitura…”al Direttore per i provvedimenti di competenza….”.

Ed il detenuto 41bis è sempre e solo del GOM. In fondo, però, deve essere del GOM…..ma il GOM deve essere il primo interlocutore, come Amministrazione, nei confronti con la politica…..

L’Amministrazione, quella nuova, deve ascoltare il GOM…..

I numeri odierni, per quanto si legge, sono così impari che è facile comprendere che il sistema è al collasso, che il personale è impegnato su più fronti e sempre con un numero minore costretto pure a “giustificare il proprio legittimo operare” difronte alle innumerevoli richieste di notizie da parte della Magistratura di Sorveglianza.

Ho chiesto, ad un mio amico, uno delle vecchie missioni, ma come fai ancora a rimanere al GOM, chi te lo fa fare, chi ti da la forza ancora di combattere…. E lui mi ha detto…..”rimango ancora a combattere, oggi con altri nemici, perché non posso arrendermi, non posso non tentare di ricordare a tutti, Dirigenti, Politici, Superiori, che io, in quel passato c’ero, e che oggi devo fare di tutto per far comprendere che le parole ed il valore di quegli Eroi non possono morire perché la mafia è sempre viva, la mafia è sempre lì, la mafia ancora deve essere sconfitta, ed il carcere deve continuare a contenere il boss che diventa detenuto, 41bis……..”

Che il ricordo ci dia la forza di superare questo momento e che la coscienza degli uomini non si fonda con la ipocrisia dei giorni nostri…..

 

Anonimo ... poliziotto penitenziario, 15.07.2016

 

 


Scritto da: Interventi ricevuti
(Leggi tutti gli articoli di Interventi ricevuti)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata
Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma
Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni
Indagini nel carcere di Padova per capire chi ne ha disposto il declassamento da detenuti alta sicurezza a detenuti comuni
La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie
In arrivo un bando di gara per la fornitura di circa diecimila braccialetti elettronici
Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini
Comune di Catanzaro denuncia il DAP per 242 mila euro di risarcimento


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 7


Tutte considerazioni giuste..tutte costruttive anche se discordanti.
Non mi spiego però perchè il commento n. 4, di tale ispettore superiore, sia farcito da offese gratuite e punte di presunzione.
Si rilassi isp. sup. ...dia anche agli altri la possibilità di parlare o replicare, seppur con pensieri diversi dal suo.
ps......ma lei un reparto lo ha mai gestito da "uomo"? risponda alla sua coscienza, qui può anche scriverci che era nel commando che ha fatto fuori "bin laden".
;)

Di  pino  (inviato il 29/07/2016 @ 08:41:31)


n. 6


Tutto vero caro anonimo del 15.07.2016 ..... purtroppo a differenza degli anni passati non esiste una Amministrazone Penitenziaria, o almeno se esite per i "detenuti socialmente pericoli" e non esiste per il Perosnale di Polizia Penitenziaria. Tutti abbandonati a se stessi tutti presi da pseudo decisoni date con la consapevolezza di non decidere e/o di mentire.
Tutti presi dalle norme Europee, tutti presi dalla rieducazione del condannato sia esso anche 41 bis. Tutti presi dalla distribuzione dei gelati ai detenuti 41 bis ... ahahahahah ......
Che fine abbiamo fatto!!!!!!!! Ma il problema non è la fine che abbiamo fatto perchè ormai quel che è fatto è fatto e perchè in questa Amministrazione ancora c'e qualche UOMO VERO E ONESTO e QUALCHE VERO SERVITORE DELLO STATO e quindi i "danni" possono essere anche limitati ... Il problema vero è la fine che faremo ...
Il problema GOM é uno dei problemi più gravi di questa Amministrazione, ma penso che è stato proprio creato ad arte per "allegerire" le dinamiche penitenziarie e quindi non verrà per il momento risolto, almeno fino a quando non verrà versato ancora sangue da qualche vero EROE ..... non "bollettaro" di turno ...... Purtoppo al GOM solo "verginelli giovani" perchè gli anziani non vengono motivati a fare uno dei servizi più duri del Personale di P.P., perchè i giovani ancora possono credere alle favole a differenza degl anziani e pertanto .....
Comunque non essendo mai stato al GOM ma avendone vissuto tutte le sue negative metamorfosi, deve affermare che per fortuna ancora qulache UOMO VERO lascaito in balia dell'Amministrazione politicizzata c'è ....... Buon lavoro a tutti , agli EROI passati (se ancora sono a lavoro) e agli EROI presenti, e ricordatevi che tutti tutti portiamo la stessa divisa e come dice il grande De Gregori ... LA STORIA SIAMO NOI ...... in tuti i casi .....

Di  Quadro permanente  (inviato il 20/07/2016 @ 10:00:55)


n. 5


Ma chi siete voi che non vi firmate! Parlate perché l'avete vissuto oppure per sentito dire? Ho fatto, conosco e sto ancora facendo la storia del Gom!

Di  Imbimbo giuseppe  (inviato il 19/07/2016 @ 23:09:31)


n. 4


In risposta al commento N.1
Gentile anonimo, pur nel rispetto del suo commento, forse la scelta di uomini per tale compito, è sta improntata sul principio della c.d. "verginità professionale".
Certamente non a discapito di altri o per mancanza di fiducia nel personale ritenuto già anziano.
Il più delle volte sono considerati eroi coloro che muoiono (oggi ad esempio si ricorda il sacrificio del dott. Paolo Borsellino).
Quelli che ancora vivono (e che fanno questo ed altri mestieri) il più delle volte sono considerati uomini, veri uomini o semplici abitanti di questa terra, giusto per non fare l'esempio siculo.
Mi auguro che Lei, nell'ambito del suo servizio sia considerato un vero uomo.
Ma dalla polemica sterile, che ha deciso di intraprendere, posso capire a quale categoria possa ascriverla.
Per cui, per favore taccia se non ha mai masticato un reparto de quo.
Cordialmente,
Ispettorre Superore. Sost. Commissario

Di  Ispettore Sup.  (inviato il 19/07/2016 @ 21:09:43)


n. 3


Siamo un popolo senza memoria. Il problema è che la perdiamo anche quando andiamo a votare.

Di  Anonimo  (inviato il 19/07/2016 @ 19:19:49)


n. 2


Tutto giusto, tutto vero ... Però mi spiegate come mai negli ultimi 15 i colleghi del gom venivo presi da allievi e messi senza esperienza in reparti che, esperienza Esperinza serviva!!!
Molto se ne può parlare, il passato è stato costruito da EROI MA NON SIETE VOI.

Di  Anonimo  (inviato il 19/07/2016 @ 17:08:52)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.158.167.137


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 In ricordo di Roberto Pelati, ex atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre colpito da una grave malattia e scomparso prematuramente

3 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

4 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

5 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Poliziotti penitenziari che lavorano negli uffici: pochi, troppi o adeguati?

8 La protesta dei poliziotti di Rebibbia e gli starnuti del RE

9 Razionalizzazione del personale: pure quello informatico però

10 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

4 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

5 Polizia Penitenziaria e Carabinieri arrestano due persone pronti a sparare e con targhe contraffatte

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

9 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali

10 Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini


  Cerca per Regione