Gennaio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2017  
  Archivio riviste    
C’era una volta il piantone


Polizia Penitenziaria - C’era una volta il piantone

Notizia del 09/11/2016

in Eravamo così...

(Letto 2330 volte)

Scritto da: Nuvola Rossa

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Cari vecchi AA.CC., voi che vi siete arruolati tanti anni fa e ora che siete in pensione non fate altro che dire: …ai miei tempi……. Ricordando con nostalgia quelli che sembravano tempi migliori di oggi ma in realtà forse lo erano perché eravate giovani e nel pieno vigore fisico.

Voi che avete conosciuto antichi  mestieri e creato lo “slang” penitenziario attribuendo un simpatico diminutivo alle qualifiche dei detenuti lavoranti: spesino, rattoppino, scopino o parole che sono entrate a forza nel linguaggio di tutti i giorni come: camoscio, liberante, partente……. Oggi non vi raccapezzereste più se in Sezione anziché sentire la parola “piantone” sentireste un dialogo di questo genere: Collega, questo detenuto disabile ha bisogno di un “care givers” c’è tra i detenuti della Sezione chi ha fatto il corso?

Non sono più i bei tempi di una volta, quando il detenuto che accudiva un altro detenuto disabile o comunque bisognoso di sostegno veniva chiamato semplicemente “piantone”. E il piantone era sempre quel detenuto derelitto, morto di fame, ignorante, talvolta un po’ ritardato che, non potendo fare altri mestieri magari lo si sceglieva per accudire questo o quel detenuto che ne aveva bisogno, talvolta anche per pulirlo dai suoi stessi escrementi visto che non era autosufficiente. Questo gli AA.CC. lo sapevano bene. Ma chi è il  caregiver familiare? ll termine anglosassone “caregiver“, indica “colui che si prende cura” e si riferisce naturalmente a tutti i familiari che assistono un loro congiunto ammalato e/o disabile.

Oggi, cari agenti di custodia  che quando sentite una notizia negativa sul carcere ripetete sempre con malcelato orgoglio:…..ai miei tempi gliel’avrei fatta vedere io……..Sappiate che il nostro Dipartimento ci comunica che i piantoni, da oggi si chiamano: care givers e che la vecchia dicitura di Piantone è da abbandonare; oggi il piantone deve essere un detenuto con una certa cultura che deve frequentare un apposito corso di formazione e prendere un attestato per svolgere questo umile e talvolta disgustoso compito che una volta era riservato a particolari detenuti reietti.

E’ proprio vero…..non ci sono più i piantoni di una volta.

 


Scritto da: Nuvola Rossa
(Leggi tutti gli articoli di Nuvola Rossa)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Il Consiglio dei Ministri approva il Decreto Legislativo del Riordino delle Carriere
Poliziotti e detenuti ripareranno insieme le auto della Polizia Penitenziaria
Caso Cucchi: Poliziotti penitenziari chiederanno risarcimenti milionari ai Carabinieri
Detenuti di Poggioreale rifiutano le celle aperte: vissute come una minaccia alla propria incolumità
Fino a 6 mesi di carcere e 1000 euro di multa per chi sporca edifici e mezzi di trasporto, sia pubblici che privati
Dal carcere di Milano alla Siria: così si è radicalizzato il giovane foreign fighter
Sanremo, rissa tra detenuti sedata dalla Polizia Penitenziaria
Poliziotti Penitenziari aggrediti da un detenuto nel carcere di Busto Arsizio


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 5


Chiamalo come vuoi sempre camoscio è!

Di  Poeta  (inviato il 10/11/2016 @ 00:15:17)


n. 4


Non li potevano chiamare "camosc care givers?"

Di  Fra Cristoforo da Volterra  (inviato il 09/11/2016 @ 15:32:01)


n. 3


Ma chi sa dove andrete a finire .....................ai miei tempi il Dap non esisteva, sarei curioso di sapere come lo chiamano gli angolosassoni il "camoscio piantone"

Di  un vecchio AA.CC  (inviato il 09/11/2016 @ 14:11:31)


n. 2


Io me ne sto andando, perciò chiamatali come vi pare. Per me resteranno sempre camosci, chi piantona e chi viene piantonato. Concludo dicendo, povero chi rimane.

Di  Piermattia  (inviato il 09/11/2016 @ 13:38:27)


n. 1


Poveri noi. Si salvi chi può. Beato chi sta in pensione

Di  remo  (inviato il 09/11/2016 @ 12:07:40)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.159.255.164


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le foto dei tre detenuti evasi dal carcere di Firenze Sollicciano

2 Catturato dalla Polizia Penitenziaria uno degli evasi dal carcere di Rebibbia: indagini in corso sui complici della latitanza

3 Ufficiali medici nel Corpo di Polizia Penitenziaria?

4 Foibe, il martirio degli Agenti di Custodia

5 La sospensione delle ordinarie regole di trattamento penitenziario (art. 41-bis)

6 Rapporto Eurispes: la Polizia Penitenziaria sgradita a un italiano su due

7 Diventa anche tu Capo del DAP!

8 Il Ministro Orlando dichiara cessata l''emergenza sovraffollamento delle carceri, ma i dati lo smentiscono

9 C’era una volta la sentinella

10 Clamorosa evasione dall''istituto … dal carcere ... insomma quello lì, come si chiama?





Tutti gli Articoli
1 Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria

2 Caso Cucchi: Poliziotti penitenziari chiederanno risarcimenti milionari ai Carabinieri

3 Blitz della Polizia Penitenziaria: tre arresti per spaccio di droga a Napoli nelle prime ore della mattinata

4 Detenuti di Poggioreale rifiutano le celle aperte: vissute come una minaccia alla propria incolumità

5 Tre detenuti evadono dal carcere di Firenze Sollicciano, Sappe: la responsabilità è dei colletti bianchi, evasione annunciata

6 Agente Penitenziario sorprende i ladri in casa che lo aggrediscono: ricoverato al pronto soccorso

7 La latitanza dorata del detenuto evaso da Rebibbia catturato dal NIC della Polizia Penitenziaria

8 Bonus 80 euro: quando e come saranno stanziati dopo ennesimo slittamento

9 Due Poliziotti feriti nel carcere di Regina Coeli: aggrediti da detenuti magrebini infastiditi dalle perquisizioni

10 Il Consiglio dei Ministri approva il Decreto Legislativo del Riordino delle Carriere


  Cerca per Regione