Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
C’era una volta il piantone


Polizia Penitenziaria - C’era una volta il piantone

Notizia del 09/11/2016

in Eravamo così...

(Letto 2409 volte)

Scritto da: Nuvola Rossa

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Cari vecchi AA.CC., voi che vi siete arruolati tanti anni fa e ora che siete in pensione non fate altro che dire: …ai miei tempi……. Ricordando con nostalgia quelli che sembravano tempi migliori di oggi ma in realtà forse lo erano perché eravate giovani e nel pieno vigore fisico.

Voi che avete conosciuto antichi  mestieri e creato lo “slang” penitenziario attribuendo un simpatico diminutivo alle qualifiche dei detenuti lavoranti: spesino, rattoppino, scopino o parole che sono entrate a forza nel linguaggio di tutti i giorni come: camoscio, liberante, partente……. Oggi non vi raccapezzereste più se in Sezione anziché sentire la parola “piantone” sentireste un dialogo di questo genere: Collega, questo detenuto disabile ha bisogno di un “care givers” c’è tra i detenuti della Sezione chi ha fatto il corso?

Non sono più i bei tempi di una volta, quando il detenuto che accudiva un altro detenuto disabile o comunque bisognoso di sostegno veniva chiamato semplicemente “piantone”. E il piantone era sempre quel detenuto derelitto, morto di fame, ignorante, talvolta un po’ ritardato che, non potendo fare altri mestieri magari lo si sceglieva per accudire questo o quel detenuto che ne aveva bisogno, talvolta anche per pulirlo dai suoi stessi escrementi visto che non era autosufficiente. Questo gli AA.CC. lo sapevano bene. Ma chi è il  caregiver familiare? ll termine anglosassone “caregiver“, indica “colui che si prende cura” e si riferisce naturalmente a tutti i familiari che assistono un loro congiunto ammalato e/o disabile.

Oggi, cari agenti di custodia  che quando sentite una notizia negativa sul carcere ripetete sempre con malcelato orgoglio:…..ai miei tempi gliel’avrei fatta vedere io……..Sappiate che il nostro Dipartimento ci comunica che i piantoni, da oggi si chiamano: care givers e che la vecchia dicitura di Piantone è da abbandonare; oggi il piantone deve essere un detenuto con una certa cultura che deve frequentare un apposito corso di formazione e prendere un attestato per svolgere questo umile e talvolta disgustoso compito che una volta era riservato a particolari detenuti reietti.

E’ proprio vero…..non ci sono più i piantoni di una volta.

 


Scritto da: Nuvola Rossa
(Leggi tutti gli articoli di Nuvola Rossa)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone
Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti
Giornata della legalità: nel carcere di Arienzo i detenuti leggono i nomi di tutte le vittime di mafia e minuto di raccoglimento per Don Peppino Diana
Detenuto girava video dal carcere: arrestato con arsenale in casa, torna ai domiciliari con il braccialetto elettronico
Delega al Governo per dare Skype anche ai mafiosi? Insorge l''Associazione Vittime del Dovere
Tentata evasione dal carcere di Ivrea: detenuto fermato prima che arrivasse al muro di cinta
Detenuto ricoverato, esponente di spicco di un clan di Messina, libero di girare per l''ospedale di Parma
Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 5


Chiamalo come vuoi sempre camoscio è!

Di  Poeta  (inviato il 10/11/2016 @ 00:15:17)


n. 4


Non li potevano chiamare "camosc care givers?"

Di  Fra Cristoforo da Volterra  (inviato il 09/11/2016 @ 15:32:01)


n. 3


Ma chi sa dove andrete a finire .....................ai miei tempi il Dap non esisteva, sarei curioso di sapere come lo chiamano gli angolosassoni il "camoscio piantone"

Di  un vecchio AA.CC  (inviato il 09/11/2016 @ 14:11:31)


n. 2


Io me ne sto andando, perciò chiamatali come vi pare. Per me resteranno sempre camosci, chi piantona e chi viene piantonato. Concludo dicendo, povero chi rimane.

Di  Piermattia  (inviato il 09/11/2016 @ 13:38:27)


n. 1


Poveri noi. Si salvi chi può. Beato chi sta in pensione

Di  remo  (inviato il 09/11/2016 @ 12:07:40)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

184.73.55.221


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente della Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza in casa davanti ai familiari

2 Riordino: tra formiche e grilli lamentosi

3 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

4 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

5 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

6 Riordino vuol dire mettere ordine

7 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

8 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

9 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?

10 Cos''è e come funziona la Banca dati nazionale del Dna





Tutti gli Articoli
1 Concorso imminente per 540 Agenti di Polizia Penitenziaria riservato ai VFP1 e VFP4

2 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

3 Agente penitenziario suicida: non riusciva a mantenere i tre figli disoccupati

4 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

5 Consiglio dei Ministri: Santi consolo NON confermato nel ruolo di Capo DAP?

6 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

7 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

8 Evasione da Sollicciano: probabile rimozione Direttore e Comandante, ma il Sappe chiama in causa il DAP e Gennaro Migliore

9 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone

10 Detenuto evade dal carcere di Alessandria: era addetto alla pulizia delle aree esterne del penitenziario


  Cerca per Regione