Maggio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Maggio 2018  
  Archivio riviste    
Che fine ha fatto la mobilità dei Commissari?


Polizia Penitenziaria - Che fine ha fatto la mobilità dei Commissari?

Notizia del 12/10/2017

in Interventi Ricevuti

(Letto 2479 volte)

Scritto da: Interventi ricevuti

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Tutti a chiedersi a che punto sia la procedura di mobilità dei direttori d'istituto, conclusa ormai da tempo e non ancora attuata, verosimilmente a cause già note agli addetti ai lavori, trascurando che, ferma nel solito meccanismo di "empasse" dipartimentale, è anche la mobilità dei ruoli direttivi del Corpo di Polizia Penitenziaria, disposta a seguito della nota 21 febbraio 2017, allo stato sfociata nella sola pubblicazione della graduatoria provvisoria ...

Ebbene, da più parti, si invoca la sospensione di detta procedura in nome dei nuovi assetti delineatesi in seguito al D.Lgs 95/2017 che ha attuato il riordino delle carriere, aprendo la strada verso la tanto agognata dirigenza per i commissari coordinatori.

Senza indugiare sui tempi inspiegabilmente dilatati di questa mobilità che, peraltro, giunge con un ritardo di un anno rispetto al termine di 3 anni fissato dal p.c.d. 2013, appare doveroso chiarire che se è vero che la modifica legislativa impone inevitabilmente il conferimento degli incarichi in base alle nuove funzioni, è altrettanto vero che una sospensione dell'attuale procedura in corso vedrebbe frustrate le aspettative di quanti  vi hanno partecipato e che auspicano il concretizzarsi di legittime aspettative (il riferimento è a coloro che, per lavoro, sono distanti dalle famiglie e, nel contempo a chi, ha intravisto nella mobilità, la possibilità di sperimentare nuove sfide professionali).

Ci si chiede, invece, se non sia, in questa fase, più opportuno e logico, prevedere una procedura di mobilità "straordinaria", destinata a coloro che accedono ad incarichi dirigenziali (commissari coordinatori), che viaggi anche parallelamente a quella già in corso, aspetto questo che agevolerebbe anche la ricognizione delle piante organiche per i ruoli apicali degli istituti, nella misura in cui individuerebbe, da subito, le sedi naturali dei commissari coordinatori.

Di converso, si fisserebbe altresì la collocazione dei commissari e dei commissari coordinatori la cui sorte è ancora avvolta nel mistero ed imbrigliata nel paradosso, atteso che nello scenario post riordino, anche istituti di media grandezza, secondo livello, sono previsti commissari coordinatori e sono, invece, affidati per le funzioni di comando, vice comando e coordinamento dei nuclei t.p. a commissari capo che al più, potrebbero coordinare unità operative ...

 


Scritto da: Interventi ricevuti
(Leggi tutti gli articoli di Interventi ricevuti)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Venezia, sesso in carcere con le detenute: medico patteggia 18 mesi di reclusione
Turi:Non vuole terminare il colloquio e aggredisce due Poliziotti
Evaso dall ospedale di Chieti, arrestato dopo un anno di latitanza
Sabato 23 Giugno a Ostia la Notte Bianca dello Sport con tanti Campioni della Boxe sul ring
Il ministro della Giustizia propone Basentini a capo del Dap
Aggressione Mammagialla: Proietti, da Forza Italia interrogazione al Ministro della Giustizia
Trovati ancora telefonini nell''istituto di Nisida
Ancora un episodio di aggressione contro gli Agenti di Polizia Penitenziaria all’interno delle carceri abruzzesi. La cronaca ci porta al supercarcere di Sulmona


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 17


E già che fine ha fatto la mobilità commissari , come per gli arretrati febbraio spariti senza lasciare traccia Ahahah

Di  Anonimo  (inviato il 21/02/2018 @ 20:03:05)


n. 16


E nato il nuovo sindacato dirigenti della polizia penitenziaria

Di  Anonimo  (inviato il 21/01/2018 @ 16:03:31)


n. 15


Tanto per rinfrescare la discussione che fine ha fatto la mobilità dei signori

Di  Anonimo  (inviato il 07/01/2018 @ 14:29:01)


n. 14


Perché la mobilità per i soli commissari sarebbe da proporre la mobilità per tutti anche per allievi agenti

Di  Anonimo  (inviato il 13/10/2017 @ 20:50:10)


n. 13


La mobilità sarebbe un bene se fosse per tutti agenti assistenti sovrintendenti ispettori sarebbe un bene per l'intera amministrazione, e sarebbe un bene che questo corpo di polizia lavori solo all'interno dell'istituto soprattutto tutti inpiegati ai soli compiti istituzionali.
Del resto gli agenti di custodia non si lamentavano del proprio lavoro si arruola per questo lavoro non per fare motociclisti postini ragionieri

Di  Anonimo  (inviato il 13/10/2017 @ 11:33:55)


n. 12


Rispondo a tutti i colleghi che parlano della mobilità che causa spostamenti anche per la famiglia,, allora io prima di entrare nel nostro amatissimo corpo ho fatto cinque anni a Roma nel ministero della difesa a fare le scorte per l'esercito e parlano con una caterba di ufficiali tutti non si lamentavano dei loro spostamenti, perché già sapevano che loro avevano intrapreso questa strada.
Loro era contenti di fare questo lavoro ed erano tutti preparati nel loro lavoro, alcuni avevano solo la paura di sbagliare quando comandavano i loro uomini, ma la loro paura era che per errore proprio portavano i loro uomini a fare errori fatali, facendo come ho detto nel mio primo commento così loro sono portati a fare sempre del meglio e migliorarsi ed ambire sempre al meglio della loro carriera.
Comunque ribadisco a noi manca un nostro comando generale con divise e non civili.

Di  Davide  (inviato il 13/10/2017 @ 10:07:10)


n. 11


Caro collega del commento n. 8
Ripeto non è questione di scrivania , umanamente ti chiedo mettiti nei panni di chi viene posto in mobilità deve spostare la famiglia cambiare scuola ai figli .
Che io sia un agente un assistente un sovrintendente un ispettore un commissario non è importante e non mi cambia nulla .

Di  Anonimo  (inviato il 13/10/2017 @ 09:13:23)


n. 10


Hai visto che è cambiato l'ufficiale dei carabinieri e della finanza? Ih ih ih e giù a ridere.
E noi a commentare pensa se prima o poi la trasferiscono come la prenderebbe ih ih ih.
Bisogna dire però ad onor del vero che da noi sarebbe una grave perdita.
Cambiare la vecchia per il nuovo non ha mai portato nulla di buono.

Di  Salina  (inviato il 13/10/2017 @ 08:12:10)


n. 9


Imprechiamo ai quattro venti quando c'è da allinearsi alle altre forze dell'ordine, urliamo quando un diritto soggettivo viene riconosciuto agli altri e a noi no. Gli ufficiali delle altre forze di polizia hanno l'obbligo di essere spostati ogni 2/4 anni e mi pare che chi accetta questa scelta di vita è ben conscio delle responsabilità a cui va incontro. Sarebbe ora di cominciare a comportarci con razionalità e abnegazione, sarebbe ora di smettere di piangerci addosso e cercare sempre la strada più corta, sarebbe ora di smettere di fare i furbetti del quartierino e di prenderci solo quello che ci conviene. Onori e oneri vanno di pari passo. Per non parlare della vergognosa situazione di stallo dei direttori, alcuni sono 30 anni che stanno nella stessa sede oramai il carcere è diventata una masseria di proprietà con i vassalli di fiducia ai soliti posti. Buona fortuna a tutti noi.

Di  Pasquale  (inviato il 13/10/2017 @ 06:26:29)


n. 8


Per il post. n.5 facciamo cambio io ti do il mio stipendio e tu il tuo con gli accessori da commissario sempre che tu lo sia ............

Di  Anonimo  (inviato il 12/10/2017 @ 21:24:41)


n. 7


Ci sono colleghi fuori da una vita fuori dalle loro regioni,loro che devono dire ,lontani ,purtroppo hanno accettato per il lavoro.
Se e' prevista la mobilita' si deve accettare tutto.
Certo dispiace per le famiglie.
L'uomo che porta la divisa deve sapere che si deve accettare la lontananza dai propri affetti.
Per alcuni cambiare nido non sarebbe male.
Bisogna rispettare le direttive dettate dall'Amministrazione,se c'e' da preparare la valigia si prepara.

Di  Anonimo  (inviato il 12/10/2017 @ 21:01:25)


n. 6


Commento 5
Fosse solo un cambio di scrivania non ci sarebbe problema , immagina un commissario con moglie e figli come possa sentirsi sballotato continuamente dalle una regione all'altra.

Di  Anonimo  (inviato il 12/10/2017 @ 20:40:14)


n. 5


Senti chi parla .
Anonimo chi ha la responsabilita' piu' grande?
Ci siamo arruolati nello stesso periodo?
Sempre a parlare della truppa ,la truppa caro sciabola ha sempre portato avanti la carretta,altro che cambio sede a noi ci cambiavano di sentinella.
Se e' prevista la mobilita' si deve attuare,tanto si tratta solo di un cambio di scrivania .

Di  Rispetto per la truppa  (inviato il 12/10/2017 @ 17:57:07)


n. 4


Vorrei vedere voi del ruolo agenti assistenti sovrintendenti ispettori al posto dei commissari in mobilità.
Perché forse voi una volta seduti vi schiodate dalla sede .

Di  Anonimo  (inviato il 12/10/2017 @ 15:18:56)


n. 3


Finalmente un timido accenno su questo argomento. Vorrei capire come mai i vertici delle altre ff.pp. sono soggetti a rotazioni molto rigide e brevi mentre i nostri funzionari, una volta insediati, non si schiodano piu'!!!! Qualcuno si e'accorto per caso che periodi prolungati di comando fanno nascere interessi, apparentamenti, simpatie ed antipatie a tutto discapito......di quelli che non sono nelle grazie dei sovrani con potere temporale illimitato.

Di  Rassegnato  (inviato il 12/10/2017 @ 14:29:10)


n. 2


Ci sono comandanti che si trovano nello stesso istituto da dieci anni... spostateli!

Di  afs  (inviato il 12/10/2017 @ 14:11:18)


n. 1


Penso che un commissario non debba avere la mobilità, non perché non ha una famiglia come tutti noi, ma penso che come l'esercito debbano rimanere solo cinque anni in un reparto e poi spostarli per fargli avere sempre più esperienza di comando e dopo aver ottenuto un grado dirigenziale, si dovrebbe far fare loro una corso dirigenziale (vedi esempio la scuola di applicazione di Torino per l'esercito), e nel periodo di non comando e di assegnazione farli lavorare nel nostro dipartimento (no dap) ma proprio nel nostro comando generale (che è una cosa che manca nella nostra gerarchia).

Di  Davide  (inviato il 12/10/2017 @ 13:10:35)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.166.233.99


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Salvate il Gruppo Operativo Mobile (e gli altri servizi della Polizia Penitenziaria)

2 Col Ministro Bonafede avrà finalmente fine il paradosso dei direttori che esercitano funzioni di polizia, tolte alla Polizia Penitenziaria?

3 Carceri: procuratore aggiunto Potenza Basentini verso guida Dap

4 Ma col Ministro Orlando c’era un progetto, a tavolino, per depotenziare la Polizia Penitenziaria?

5 Alcune considerazioni sull’esonero, per motivi sanitari, da alcuni posti di servizio

6 Il Dap si riorganizza ... ma si dimentica sempre dell''Appuntato Caputo

7 In sezione comme a la guerre

8 Tempo di bilanci per il Ministero della Giustizia

9 Firenze Sollicciano: bubbole, fandonie e fanfaluche

10 La favoletta dell’autoconsegna di Siracusa e le fake news di certe paginette facebook





Tutti gli Articoli
1 Supermercato in caserma, i Carabinieri ne Aprono uno per tutti i Militari di Firenze

2 Non gradisce la sistemazione in cella, detenuto aggredisce agente della Penitenziaria

3 Noipa: nel cedolino di giugno al via gli incrementi stipendiali. Tutte le date degli accrediti

4 Carceri:Ariano Irpino,sequestrato agente

5 Carceri, SAPPE a Bonafede: “Ecco la situazione degli agenti penitenziari

6 Disordini Ariano Irpino: Bonafede, a chi lavora in carcere il sostegno concreto dello Stato

7 Accoltellamento a Trezzano, un poliziotto penitenziario salva la vita all’anziana aggredita

8 Grand Hotel Poggioreale, cellulari e 100mila euro: la “stanza” d’oro di Genny ‘a carogna

9 Rivolta in carcere ad Ariano Irpino, feriti due agenti della penitenziaria

10 Ariano Irpino:Si sono offerti in ostaggio per salvare i loro colleghi


  Cerca per Regione