Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Complimenti alla Uil per aver infangato anche il nome di Carolina Kostner


Polizia Penitenziaria - Complimenti alla Uil per aver infangato anche il nome di Carolina Kostner

Notizia del 11/02/2012

in Ma mi faccia il piacere ...

(Letto 7220 volte)

Scritto da: Ironside

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Carolina Kostner è una collega sui generis. Probabilmente non ha fatto un giorno di servizio effettivo all’interno di alcun carcere o sede dell’Amministrazione penitenziaria, ma attraverso i sui successi sportivi sta contribuendo a far conoscere le Fiamme Azzurre e il Corpo di Polizia Penitenziaria.

Si può essere d’accordo o meno sull’efficacia e l’opportunità di avere nei Corpi di Polizia e militari tutti gli atleti italiani di levatura internazionale costituendo, di fatto, l’unico possibilità che hanno questi atleti di “guadagnarsi da vivere” attraverso lo sport. Ma è innegabile che poi, quando li vediamo sul gradino più alto del podio e ascoltiamo l’inno nazionale, tutta la Nazione deve essere grata a queste persone “speciali”.

Carolina qualche giorno fa ha fatto suonare l’inno di Mameli ai campionati europei di pattinaggio artistico. Carolina ieri è su parecchie testate giornalistiche e web per essere stata accostata a presunti pestaggi nel carcere di Bolzano. A diffondere la notizia è l’organizzazione sindacale del “un colpo al cerchio e uno alla botte” la Uil penitenziari, che ha la pretesa di tutelare sia la Polizia Penitenziaria che il personale del comparto ministeri dell’amministrazione penitenziaria.

Un successo mediatico eccezionale, non c’è dubbio. Al collega sindacalista Eugenio Sarno vanno tutti i nostri complimenti per essere finalmente riuscito a far uscire una notizia con la sua sigla sindacale.

Ci chiediamo solo se la ricerca spasmodica di un po’ di visibilità debba essere portata avanti anche sulla pelle di Carolina Kostner e sulla pelle delle Fiamme Azzurre e quindi Polizia Penitenziaria…

Grazie Eugenio Sarno!

Leggi anche: L'immagine del Corpo di Polizia Penitenziaria e l'apprendista stregone della Uil

Leggi anche: Emergenza carceri: Uil e altri a braccetto sotto la neve, smentiti dal Ministro

 


Scritto da: Ironside
(Leggi tutti gli articoli di Ironside)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata
Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma
Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni
Indagini nel carcere di Padova per capire chi ne ha disposto il declassamento da detenuti alta sicurezza a detenuti comuni
La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie
In arrivo un bando di gara per la fornitura di circa diecimila braccialetti elettronici
Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 27


a grillo-parlante
Sei sicuro che fioccano le disdette in casa U.I.L.?
Mi sa che ti conviene guardare nel tuo orticello si vocifera che ....
Comunque non pensarci ciao.

Di  ROMERO63  (inviato il 16/02/2012 @ 15:29:50)


n. 26


Cari Colleghi ci sono molte ingiustizie la UILe gli altri confederali non hanno mai tutelato gli uomini e le donne della P.P perche non gli interessa tutelare i diritti e mi domando come mai a coloro che lavorano al Nord, promettono trasferimenti sulla graduatoria Nazionale e poi ai distaccati che stanno al sud, promettono sanatorie, allora vorrei domandare soprattutto alla UIL, come tutela tutti quelli che hanno maturato tanti anni di servizio e che non saranno mai trasferiti perche spinge per fare sanatorie per coloro che stanno al sud e che magari non hanno neanche la meta degli anni di servizio di quei colleghi che sono al nord, non sarebbe forse ora di stabilire la legalità poiché questa sigla si fa sempre sfoggio di proteggere i diritti ma forse sarebbe meglio dire gli interessi.

PS spero che qualcuno mi sappia dare una risposta a me viene da dire solo viva la legalità.

Di  Francesco  (inviato il 13/02/2012 @ 21:15:48)


n. 25


Ma chi è questo gio gio a Bari diciamo ( ciò ciò)...non so se lei è un collega, mi auguro di no...la Polizia Penitenziaria non è solo apri e chiudi cancelli, non si PERMETTA più.....chiedo agli Amministratori di non pubblicare più i commenti (19) di questo ciò ciò....Grazie.

Di  Antonio  (inviato il 13/02/2012 @ 18:16:00)


n. 24



@ n. 22
"Chiediamo agli amministratori di questo giornale di eliminare il commento n. 6. Grazie
Di Maria (inviato il 13/02/2012 @ 10:04:00)"

Quale commento e perchè ?




Di  La Redazione  (inviato il 13/02/2012 @ 10:24:32)


n. 23


Chiediamo agli amministratori di questo giornale di eliminare il commento n. 6. Grazie

Di  Maria  (inviato il 13/02/2012 @ 10:04:00)


n. 22


E meno male che i colleghi hanno sedato una rivolta, che dovevano fare andare da " questi" poverini e regalargli un mazzo di rose? Ma fatemi il piacere e se anche vero che abbiano fatto le foto segnaletiche siamo proprio alla frutta , che Dio c'è la mandi buona

Di  Marco Surdi  (inviato il 13/02/2012 @ 09:42:17)


n. 21


Invitati dal Direttore ad andare dai Carabinieri per fare le foto segnaletiche ! Segnalati per cosa? per aver fatto il proprio dovere, ma chi ci COMANDA ?.
Signori Stiamo assistendo ad una escalation di ignoranza totale,ma ancor più grave allo sbando totale del Corpo della Polizia Penitenziaria.
Massima solidarietà ai colleghi di Bolzano.

Di  Il Proff.  (inviato il 13/02/2012 @ 08:14:06)


n. 20


Ma pensate a lavorare e a fare quello x cui siete pagati, voi aprite e chiudete cancelli mentre il sindacalista fa il suo.

Di  Gio gio  (inviato il 13/02/2012 @ 02:43:17)


n. 19


Io credo che la base della UIL penitenziari (la UIL è un sindacato serio visto dalla parte dei pensionati e dei CAF che funzionano) debba immediatamente chiedere un congresso straordinario per cacciare questo individuo assurto a segretario generale che a mio parere se facesse servizio in sezione non potrebbe fare nemmeno il capoposto, figurarsi portare avanti un sindacato di polizia!!! E' un parere mio personale che deriva anche dalla lettura dei vari commenti fatti dai suoi pochi accoliti nei diversi profili facebook dove si contesta tutto e tutti e si fa bassa demagogia, il tutto con la benedizione del grande capo (lui si crede di esserlo); richiedete il congresso e mandatelo in sezione a lavorare!!! Ma come si fa a dare una notizia del genere quando persino i bambini sanno che gli atleti della fiamme azzurre non prestano servizio nelle carceri. Non è la prima volta poi che la Procura procede alla acquisizione di foto di colleghi dopo le denunce di detenuti su presunti pestaggi o altre cazzate inventate, pertanto non vedo lo scandalo. Sono convinto che i miei colleghi di Bolzano abbiano agito entro i termini di legge. La giustizia farà il suo corso. Però da sappista vi chiedo, amici della UIL (pochissimi) abbiate il coraggio di farlo dimettere!!!!!!!!!

Di  Miguel Cervantes  (inviato il 12/02/2012 @ 21:17:36)


n. 18


è dovere dei sindacati tutelare il Personale di Polizia Penitenziaria quando una qualsiasi attività di P.G. e/o amministrativa venga eseguita non in conformità alla norma di procedura, come per i colleghi di Bolzano (invitati verbalmente dal Direttore a recarsi dai Carabinieri per sottoporsi alle fotosegnalazioni, come riportato sul sito dal segretario generale uil). pubblicare la foto della collega Carolina Kostner sul sito sindacale (anche se ripresa da un articolo di un quotidiano locale) ritengo che sia una bassa strategia sindacale.
non serve far conoscere a tutto il mondo penitenziario che anche la Kostner è effettiva al Carcere di Bolzano, sappiamo tutti che gli atleti (sia quelli dell'Astrea che delle Fiamme Azzure) a stento conoscono gli uffici della segreteria di P.P. di un carcere........
al sig. sarno dico: difendi i colleghi non la tua chiesa.......
sms

Di  Anonimo  (inviato il 12/02/2012 @ 20:50:20)


n. 17


Se non altro Ironside ha risvegliato il blog della Uil: era dal 1 febbraio che non scriveva nulla. E poi siete andati a stuzzicarlo in una giornata così tragica, nello stesso giorno della scomparsa di Whitney Houston..... Non si fa!

Di  Poliziotto nauseato  (inviato il 12/02/2012 @ 20:44:33)


n. 16


la cosa gravissima è che bastano le chiacchere di un detenuto qualsiasi perchè si venga fotosegnalati. Ad ogni starnuto veniamo additati come aguzzini, come se la mattina si uscisce di casa per picchiare qualcuno e non per cercare, in tutto questo schifo, di portare a termine il mostro servizio nel migliore dei modi. Non siamo quello che vorrebbero far apparire. Tutti i giorni ci versano addosso un sacco di M...A .

Di  antonio  (inviato il 12/02/2012 @ 19:00:18)


n. 15


Ironside, pare che il buon (???) Sarno se la sia presa davvero tanto per questo articolo...
Minaccia addirittura querele.... e ha scritto a Donato Capece!
Mi sa che rischi qualche sculacciata.
La prossima volta che dice qualcosa contro di me lo dico alla mia mamma!
Che amarezza....

Di  Marione  (inviato il 12/02/2012 @ 18:39:02)


n. 14


La Uil prima ha criticato le pensioni dei poliziotti con il segretario Angeletti, dicendo che siamo dei privilegiati. Ora critica la Kostner.... Rita Rita, ma quale provocazione... Sarno lo conosciamo bene, in prima fila davanti a tv e radio durante le manifestazioni congiunte, ma poca sostanza... Aveva bisogno di attaccare Karolina per avere visibilita'... Ma la cosa gli si ritorcera' contro e le disdette in casa Uil Penitenziaria gia' fioccano!

Di  grillo-parlante  (inviato il 12/02/2012 @ 16:07:38)


n. 13


Carissimi colleghi, il problema che tutti questi cespuglietti soffrono la grande rappresentativita' del sappe.

Di  anonimo  (inviato il 12/02/2012 @ 14:40:36)


n. 12


Che i colleghi di Bolzano siano intervenuti per sedare la rivolta, come dice RITA, è a mio avviso, indiscutibile (anche se ignoro i fatti). Che i quotidiani fanno a gara per travisare i fatti, sempre ed esclusivamente a discapito della Polizia Penitenziaria, è altrettanto indubbio.
Se si vuole sfruttare la notorietà di Carolina Kostner, invece, per dare più peso alla notizia affinchè venga pubblicata, è ripugnante.
Ma, purtroppo, c'è chi, pur di apparire, venderebbe l'anima al diavolo... E così, forse inconsapevolmente (è questione di intelligenza) la Polizia Penitenziaria vine data ulteriorlmente in pasto alle strumentalizzazioni dei giornalisti.
D'altro canto, l'avido apparitore, non è nuovo a cavalcare tragedie per avere visibilità... Debbo riconoscere che in questo è un vero leader... Un augurio ai colleghi di Bolzano, affinchè questa infamante situazione si definisca a favore della Polizia Penitenziaria. Così certamente sarà...

Di  Giovanni Altomare  (inviato il 12/02/2012 @ 13:15:02)


n. 11


E' una vergogna infangare il nome di Carolina,..chiedo al Dap di STRAPPARE di dosso la DIVISA a questo individuo,se di collega stiamo parlando....Altrimenti rimuoverlo SUBITO come sindacalista...Questi cari elettori, sono i sindacalisti confederali...........VERGOGNA...e si vergognino tutti quelli che gli vanno dietro.....

Di  Antonio  (inviato il 12/02/2012 @ 12:16:54)


n. 10


WOW che cosa avranno fatto mai quelli della UIL...........hanno osato dire a tutti che la Kostner non dovrebbe essere fotosegnalata........un vero e proprio attentato!!!!ma fatemi il piacere

Di  DGR  (inviato il 12/02/2012 @ 11:59:08)


n. 9



Qunando ieri ho letto questo articolo sul web , son rimsto senza parole ,

A volte mi chiedo : ma se non ci fosse il SAPPE , ma a noi chi ci tutela ???



Pestaggi in carcere a Bolzano: Carolina Kostner presunta indagata
Aperta un'inchiesta per gli agenti del carcere di Bolzano. Sono state segnalati per una inchiesta su dei presunti pestaggi dopo una rivolta di fine gennaio. Secondo la Uil penitenziari, tra gli agenti segnalati ci sarebbe anche la pattinatrice Carolina Kostner. La pattinatrice gardenese però nega. di Massimiliano Dramis 11 febbraio 2012 18:59
---------------------------------



C’è anche il nome della famosa pattinatrice Carolina Kostner tra gli indagati per dei presunti pestaggi avvenuti nel carcere di Bolzano operati da alcuni agenti ai danni di detenuti “ribelli”. A riportare la notizia è il quotidiano Leggo, che però ha anche tenuto a precisare che la gardenese sebbene faccia parte del gruppo sportivo delle Fiamme Azzurre, non opera da tempo nell’istituto di pena. Difatti la pattinatrice ha già negato l’accaduto.

I pestaggi sarebbero avvenuti durante una rivolta nel carcere nel mese di gennaio. L’indagine è stata avviata in seguito alla denuncia di un detenuto, che dichiara di esser stato malmenato dagli agenti in quanto ritenuto il capo rivolta dell’agitazione. L’apertura dell’indagine ha già scatenato numerose polemiche tra i vertici che coordinano l’istituto penitenziario di Bolzano e la Uil penitenziari. Il procuratore Guido Rispoli: “Abbiamo aperto un fascicolo per verificare la fondatezza delle accuse”.


Ma la vera polemica è per l’appunto quella che si sta delineando tra i vertici della Uil penitenziari e la direzione del carcere in cui ci sarebbe stata la presunta rivolta. Queste le accuse del sindacato: “Si sono preoccupati soltanto di invitare verbalmente il personale a recarsi nella caserma dei carabinieri per effettuare le foto, semmai anche in attività di servizio, senza alcuna disposizione formale. Questa generalizzazione, che ha portato anche alla fotosegnalazione della Carolina Kostner, che notoriamente non è impegnata in compiti operativi e non è presente a Bolzano, nuoce gravemente all’immagine del Corpo ma anche alla professionalità di chi è deputato ad accertare i fatti per cui si procede”.

Oltre alle polemiche, è per l’appunto arrivata la presa di distanza da quanto accaduto della pattinatrice gardenese, per voce del suo portavoce Giulia Mancini: “Carolina attualmente è in Germania per gli allenamenti in vista dei mondiali di fine marzo, non opera nel carcere di Bolzano, ma fa parte del gruppo sportivo”.



Di  sappone  (inviato il 12/02/2012 @ 11:38:37)


n. 8


SARNO SEI UNO DI NOI OPS MI SONO SBAGLIATO .

Di  O FRA  (inviato il 12/02/2012 @ 10:41:33)


n. 7


chiedo ai nostri dirigenti ai vertici del Dap rimuovete subito il signor Eugenio Sarno! come sindacalista , non riescie a contare fino a 10 ; vi ringrazio Anticipatamente ,

Di  anristide  (inviato il 12/02/2012 @ 09:32:02)


n. 6


L'ARTICOLO E' MOLTO IRONICO, COMUNQUE EUGENIO HA FATTO BENE, PERCHE' E' POSSIBILE OGNI GIORNO CE' UNA NOTIZIA CONTRO DI NOI, COSI' SI SA LA VERITÀ' CHE LE NOTIZIE SONO FALSE, LA KOSTNER AVRA' LA SUA PUBBLICITÀ' NON VI PREOCCUPATE, SONO I MIEI COLLEGHI CHE SONO INTERVENUTI PER CALMARE UNA RIVOLTA, SI TROVANO SU TUTTI I GIORNALI COME PICCHIATORI......

Di  RITA  (inviato il 12/02/2012 @ 08:55:47)


n. 5


Non a caso ti definisci "secondino" qualsiasi... Grazie anche a te!

Di  Poliziotto penitenziario qualsiasi  (inviato il 11/02/2012 @ 22:01:20)


n. 4


polizia penitenziaria = sezioni. PUNTO.

Di  secondino qualsiasi.  (inviato il 11/02/2012 @ 21:54:02)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.197.66.254


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

3 In ricordo di Roberto Pelati, ex atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre colpito da una grave malattia e scomparso prematuramente

4 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

5 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Poliziotti penitenziari che lavorano negli uffici: pochi, troppi o adeguati?

8 La protesta dei poliziotti di Rebibbia e gli starnuti del RE

9 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

10 Razionalizzazione del personale: pure quello informatico però





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

4 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

5 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

6 Polizia Penitenziaria e Carabinieri arrestano due persone pronti a sparare e con targhe contraffatte

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

9 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

10 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali


  Cerca per Regione