Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Concorsi nelle Forze di Polizie. Interpellanza al Senato


Polizia Penitenziaria - Concorsi nelle Forze di Polizie. Interpellanza al Senato

Notizia del 05/07/2016

in Interrogazioni parlamentari

(Letto 625 volte)

Scritto da: Redazione

 Stampa questo articolo


Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-06058
presentata da
FELICE CASSON 
martedì 5 luglio 2016, seduta n.653

CASSON - Al Ministro dell'interno - Premesso che:

con l'articolo 14, comma 1, del decreto legislativo n. 334 del 2000 fu istituito il ruolo direttivo speciale della Polizia di Stato al pari di Carabinieri, Guardia di finanza e Polizia Penitenziaria, il quale avrebbe dovuto essere costituito con 5 concorsi annuali, a partire dal 2001 e fino al 2005, per un totale di 1.300 posti riservati agli ispettori della Polizia di Stato, con precisi requisiti e anzianità di servizio, secondo le previsioni di cui agli articoli 24 e 25 del medesimo decreto;

tali disposizioni di legge sono rimaste inattuate, tant'è che l'organico del ruolo è pari a zero, con una carenza pari al 100 per cento, a differenza della Guardia di finanza, che ha in organico circa 690 ufficiali del ruolo speciale e i Carabinieri circa 1.500;

ciò ha determinato un grave danno di chance ed economico per gli ispettori superiori apicali della Polizia di Stato (sostituti commissari) i quali erano già tali, ben prima del riordino delle carriere, di cui al decreto legislativo n.197 del 1995 (ispettori della Polizia di Stato già collocati, nella Tabella allegata alla legge n. 121 del 1981, in posizione gerarchica, funzionale ed economica sovraordinata ai sottufficiali e ai sovrintendenti dei Carabinieri, Guardia di finanza e Polizia Penitenziaria);

nel 2005, ad aggravare la situazione di disparità con i Carabinieri, Guardia di finanza e Polizia Penitenziaria, si è aggiunto l'articolo 1, comma 261, della legge 23 dicembre 2005, n. 266 (legge finanziaria 2006), con il quale fu sospesa l'applicazione dell'art. 24 del decreto legislativo n. 334 del 2000 e fu prevista una disciplina transitoria (previa emanazione di appositi decreti a cura del Capo della Polizia) che attribuiva le funzioni di vice dirigenza a tali sostituti commissari nelle more dell'imminente emanazione delle nuove norme di riordino dei ruoli del personale delle forze di polizia ad ordinamento sia civile che militare, dopo 11 anni non ancora intervenuto;

dal 2006 in molti uffici, in cui, oltre al funzionario preposto, non vi sono altri appartenenti al ruolo dei commissari, tali sostituti commissari, di fatto e in maniera non occasionale, hanno svolto come previsto dalla legge, non soltanto le funzioni proprie del ruolo direttivo ma, nei casi di assenza o impedimento del titolare dell'ufficio, anche quelle di vice-dirigente o di dirigente pro tempore;

a seguito di un contenzioso amministrativo collettivo contro l'amministrazione dell'Interno, nonostante la pronuncia del Consiglio di Stato (sentenza 22 ottobre 2015, n. 5251) che spiega che l'amministrazione dell'Interno non può "sine die" rimanere inerte ed esimersi dal disciplinare gli adempimenti stabiliti dalla legge, gli invocati provvedimenti (art. 1, comma 261, lettera a), della legge n. 266 del 2005) non sono ancora stati adottati;

a seguito di plurime interrogazioni parlamentari sulla mancata attuazione del ruolo direttivo speciale della Polizia di Stato, avanzate all'inizio del 2016 al Ministro in indirizzo, il viceministro Filippo Bubbico, richiamando la legge 7 agosto 2015, n.124, risponde: «È evidente che le problematiche di natura ordinamentale e gestionale connesse alla mancata attivazione del ruolo direttivo speciale devono essere coordinate con l'attuazione della predetta delega (…) la procedura di approvazione del decreto legislativo di riordino delle carriere del personale dei Corpi di polizia prevede l'acquisizione del parere delle Commissioni parlamentari competenti in materia, che potranno, in tale sede, fornire il loro prezioso contributo di analisi e di proposta»;

nel 2015, oltre 1.600 ispettori della Polizia di Stato hanno presentato un secondo ricorso innanzi al TAR Lazio, N.R.G. 7489, chiedendo "di dare attuazione alle disposizioni transitorie per l'accesso al ruolo direttivo speciale della Polizia di Stato di cui all'articolo 25 del decreto legislativo 5 ottobre 2000, n. 334" al fine di 'costituire' il ruolo direttivo speciale e il TAR adito con sentenza n.01439/2016 del 2 febbraio 2016, ha accolto la richiesta, dichiarando sussistente l'obbligo per l'amministrazione della pubblica sicurezza di provvedere nel termine di 90 giorni. Sentenza impugnata dal Ministero dell'interno costituitosi, il quale ne ha chiesto la misura cautelare sospensiva (art. 27, comma 2, codice del processo amministrativo), spiegando al Consiglio di Stato che è intendimento dell'amministrazione sanare la questione in seno all'attuazione dell'art. 8 della legge 7 agosto 2015 n. 124 (riordino delle carriere delle forze di polizia);

la bozza di decreto legislativo licenziata dal Dipartimento della pubblica sicurezza in data 21 giugno 2016 non contiene però alcuna sanatoria per i destinatari del ruolo direttivo speciale ex art. 25 del decreto legislativo n. 334 del 2000 né una previsione di copertura per i 1.300 posti già previsti 16 anni fa, quando invece, la stessa legge 7 agosto 2015 n. 124 spiega che l'attuazione dell'art. 8 va fatta: «tenendo conto del merito e delle professionalità, nell'ottica della semplificazione delle relative procedure, prevedendo l'eventuale unificazione, soppressione ovvero istituzione di ruoli, gradi e qualifiche (…) assicurando il mantenimento della sostanziale equiordinazione del personale delle Forze di polizia e dei connessi trattamenti economici, anche in relazione alle occorrenti disposizioni transitorie»;

i circa 2.000 destinatari delle norma inapplicata da 16 anni rivestono la qualifica di sostituto commissario e rappresentano la quasi totalità dei comandanti degli uffici od aree delle specialità della Polizia di Stato, ossia della Polizia stradale, ferroviaria e postale, dei responsabili delle sezioni della Direzione investigativa antimafia, delle squadre mobili, della Polizia scientifica, della Digos, dei commissariati e delle sezioni di Polizia giudiziaria presso le procure della Repubblica, i quali da 21 anni, per effetto del decreto legislativo n. 197 del 1995, subiscono una grave disparità di trattamento, sia sul piano economico che professionale, rispetto agli omologhi delle altre forze di polizia (tutti già loro subordinati gerarchicamente e funzionalmente prima del 1995) e tali disparità sono state alimentate dal 1995 ad oggi da un'amministrazione dell'Interno che ha eluso una legge;

in data 28 giugno 2016, in sede di conversione del decreto sulle missioni internazionali, le commissioni Esteri e Difesa del Senato hanno approvato una proroga di 6 mesi, con cui vengono modificati i tempi per l'attuazione dell'art. 8 della riforma Madia (di cui alla legge n. 125 del 2015), introducendo quindi un nuovo slittamento in avanti fino a metà febbraio 2017,

si chiede di sapere se il Ministro in indirizzo non ritenga opportuno porre fine allo stato di inerzia che si protrae da ben 16 anni (ex art. 25, del decreto legislativo n. 334 del 2000), previo immediato bando di un unico concorso straordinario, per titoli, con inquadramento giuridico, anche in soprannumero riassorbibile alle 1.300 unità già previste nel 2000, il quale, procedendo all'inquadramento nel parametro stipendiale 144,5, sarebbe un'operazione quasi a costo zero.

(4-06058)


Scritto da: Redazione
(Leggi tutti gli articoli di Redazione)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Arrestato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone da una settimana
Riordino Polizia Penitenziaria: nuove qualifiche e nuovi errori
Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione
Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone
Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti
Giornata della legalità: nel carcere di Arienzo i detenuti leggono i nomi di tutte le vittime di mafia e minuto di raccoglimento per Don Peppino Diana
Detenuto girava video dal carcere: arrestato con arsenale in casa, torna ai domiciliari con il braccialetto elettronico
Delega al Governo per dare Skype anche ai mafiosi? Insorge l''Associazione Vittime del Dovere


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori
Nessun commento trovato.



Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.161.227.32


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente della Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza in casa davanti ai familiari

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

4 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

5 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

6 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

7 Riordino vuol dire mettere ordine

8 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

9 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

10 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?





Tutti gli Articoli
1 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

2 Agente penitenziario suicida: non riusciva a mantenere i tre figli disoccupati

3 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

4 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

5 Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione

6 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

7 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

8 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

9 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone

10 Detenuto evade dal carcere di Alessandria: era addetto alla pulizia delle aree esterne del penitenziario


  Cerca per Regione