Giugno 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Giugno 2017  
  Archivio riviste    
Dimissioni dei comandanti di GOM e NIC? … Cosa sta succedendo al DAP?


Polizia Penitenziaria - Dimissioni dei comandanti di GOM e NIC? … Cosa sta succedendo al DAP?

Notizia del 12/06/2017

in Dal buco della serratura

(Letto 25704 volte)

Scritto da: Giulio Raimondo Mazzarino

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Cosa sta succedendo al Dap?

Pare che sia il Generale Mauro D’Amico che il Commissario Augusto Zaccariello abbiano presentato le dimissioni dall’incarico.

Due delle strutture di eccellenza del Corpo resteranno senza direzione?

Proprio in questo momento?

Il GOM si occupa della gestione dei detenuti in regime di 41 bis (mafia e terrorismo) e il NIC si occupa delle indagini sulla criminalità organizzata.

Ci sono indagini che stanno dando fastidio? Quali scelte di GOM e NIC preoccupano il DAP?

Cosa può aver costretto due personaggi stimati e conosciuti sia all’interno che all’esterno dell’amministrazione, con curricula molto importanti, a chiedere di andar via?

E’ ipotizzabile una manovra, più o meno occulta, intesa a smantellare i due reparti speciali?

Forse qualcuno ha volutamente indotto i vertici di GOM e NIC a fare questa scelta?

Un altro segnale sull’insofferenza del DAP verso la Polizia Penitenziaria? … i nostri dirigenti vogliono un Corpo “servente” … “solo servente”.

Del resto il comunicato del SIDIPE (quello che canta vittoria sul nostro riordino delle carriere) lo dice chiaro e tondo: “… finalmente anche la legge riconosce la supremazia dei direttori penitenziari … senza se e senza ma”.

E, dunque, spirito d’iniziativa di certi reparti non c’ha da essere …

Verificheremo …

Nei prossimi giorni sapremo qualcosa di più.

 

 


Scritto da: Giulio Raimondo Mazzarino
(Leggi tutti gli articoli di Giulio Raimondo Mazzarino)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Rissa con spranghe tra detenuti italiani e tunisini nella sezione a custodia attenuata del carcere di Larino
Braccialetti insufficienti, Sappe: ce ne accorgiamo solo ora per il caso dell''attore Domenico Diele?
Pacco esplosivo indirizzato a Santi Consolo: il mittente è indicato provocatoriamente come Giacinto Siciliano, il direttore del carcere di Milano Opera
Procuratore antimafia Franco Roberti: salute di Totò Riina compatibile con il carcere
Serve sangue per la figlia di un collega: coinvolta in un incidente a Cosenza è in coma
Rientra in carcere da permesso premio con la droga in bocca: scoperto e denunciato dalla Polizia Penitenziaria
Detenuto gestiva traffico di droga dal carcere utilizzandone un altro in permesso premio: 15mila euro al mese di guadagno
Nucleo Investigativo Centrale della Polizia Penitenziaria: convegno per il decennale del NIC


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 25


Voglio dire il mio umile pensiero da ex poliziotto penitenziario,arruolatomi nel disciolto CORPO degli AGENTI DI CUSTODIA.Signori la polizia penitenziaria la vogliono da inserviente, come divisa daranno un pantalone nero con una giacca bianca al posto del berretto un tovagliolo sul braccio.La polizia penitenziaria non ha niente meno degli altri corpi di polizia,sono solo uomini che non avendo conoscenze non superano le visite o i test in altri corpi e si ripiegano nella penitenziaria,uomini che hanno coraggio e (palle ) che svolgono un compito che nessuno può disminuire per le grande capacità che si richiedono, siatene fieri orgoglioso, un abbraccio un ex collega

Di  Aurelio  (inviato il 14/06/2017 @ 00:11:01)


n. 24


X ANONIMO
Ribadisco che a mio avviso l' unica salvezza per i POLIZIOTTI PENITENZIARI sia l' accorpamento nella POLIZIA DI STATO!
Gli unici non favorevoli all' accorpamento sono coloro i quali lavorano al dap, prap e altri uffici diversi dalle patrie galere, nonché i sindacalisti per ovvie ragioni...
Ergo, il 90% di quelli che buttano il sangue nelle patrie galere accetterebbero di buon grado l' accorpamento, come mai???
Perché non si propone un sondaggio tra tutto il personale e vediamo cosa ne pensano i colleghi?
Qui nessuno parla di andare sulle volanti, ecc,ecc; bensì si tratterebbe di continuare ad assolvere alcuni dei compiti attuali, oltre che il controllo su tutta l' esecuzione penale esterna (attualmente di competenza di cc e p.s.) tranne il trattamento, che nulla dovrebbe avere a che vedere con un CORPO DI POLIZIA DELLO STATO.
Inoltre, ti ricordo che:
-Secondo la Raccomandazione R (2006)2 del Comitato dei Ministri agli Stati membri del Consiglio d’Europa sulle Regole penitenziarie europee PARTE V “Direzione e Personale - Il servizio penitenziario come servizio pubblico” n.71 ( “Gli Istituti Penitenziari devono essere posti sotto la responsabilità di autorità pubbliche ed essere separati dall’Esercito, dalla Polizia e dai servizi di indagine penale”);
-Secondo la Raccomandazione (2001) 10 Adottata dal Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa del 19 Settembre 2001 e al paragrafo III punto 11 dispone che “La polizia non deve assumere il ruolo del personale penitenziario, tranne in casi di emergenza”;
in altre parole, i corpi di polizia dello stato devono stare fuori dalle galere!
SCIOGLIERE SUBITO LA POLIZIA PENITENZIARIA ED ACCORPARLA ALLA POLIZIA DI STATO PER DARLE UNA STRUTTURA GERARCHICA ADEGUATA E CONSONA AD UN CORPO DI POLIZIA DELLO STATO!!!

Di  POLIZIOTTO PENITENZIARIO  (inviato il 13/06/2017 @ 10:59:15)


n. 23


Per il commento 15
In verità ti dirò l'opposto del tuo commento , quelli che vogliono l'accorpamento sono quelli che cercano il tornaconto personale .
Abbiamo partecipato al concorso in polizia penitenziaria per fare da poliziotto penitenziario e lavorare come poliziotto penitenziario , l'accorpamento non è contemplato e chi vuole l'accorpamento in polizia di stato avrebbe dovuto partecipare al concorso in polizia di stato

Di  Anonimo  (inviato il 13/06/2017 @ 09:56:31)


n. 22


FERMIAMOLI FINCHE' SIAMO IN TEMPO!!

Di  Poliziotto Penitenziario  (inviato il 13/06/2017 @ 09:26:02)


n. 21


Un caro saluto al Comandante Zaccariello.
Qualsiasi siano i motivi, anche quelli più reconditi, sono e sarò sempre dalla sua parte.
Del resto se oggi sono ciò che sono il larga parte è opera sua e ne vado fiero ed orgoglioso.
Molti mollano semplicemente per sfinimento. Come non capirli.
Buona giornata

Di  Ispettore Capo  (inviato il 13/06/2017 @ 09:25:38)


n. 20


Pietro Bleffa Impera..........

Di  Anonimo2  (inviato il 13/06/2017 @ 07:48:09)


n. 19


Sarebbe utile informare l'opinione pubblica che la sicurezza del bel paese dipende dalle decisioni del tavolo nr. 15.
La sicurezza nostra e dei nostri figli in mano ai radicali e non solo.
Che Nostro Signore ci assista
Cari sindacati non fateci morire da inservienti.

Di  Utopie  (inviato il 13/06/2017 @ 00:11:58)


n. 18


Prima di parlare di accorpamento informatevi con gli ex della polizia forestale , parlate parlate straparlate di accorpamento senza sapere nulla, ma fatemi il favore smettete di dire cose di cui non sapete di cosa significhi .
La polizia penitenziaria resti polizia penitenziaria , molti preferirebbero andare in polizia di stato per stare sulla volante della stradale

Di  Anonimo  (inviato il 12/06/2017 @ 22:23:25)


n. 17


Mentre i direttori prendono 3500 senza fare nulla

Di  Mah  (inviato il 12/06/2017 @ 22:05:34)


n. 16


Si è pure vero quello che dice omonimo.
Anch'io sono convinto che a fine anno tutti i sindaci polizia penitenziaria avranno una sorpresa sul tesseramento.
Si pensa solo ed esclusivamente a continuare a fumare contro a chi cerca di fare cambiamenti in positivo.
Vero anche ,che spesso si sbaglia o si commette qualche errore nel goverment.
È poi si cerca di dare colpe ai Sindacati dei civili Dirigenti che non hanno affatto colpe

Di  Giulio  (inviato il 12/06/2017 @ 20:25:50)


n. 15


L' unica via di salvezza si chiama: ACCORPAMENTO CON LA POLIZIA DI STATO!
Altre strade non ce ne sono!
Coloro i quali non vogliono l' accorpamento lo fanno per tornaconti personali!
TUTTI NELLA POLIZIA DI STATO QUANTO PRIMA!!!

Di  POLIZIOTTO  (inviato il 12/06/2017 @ 20:17:15)


n. 14


Forse bisogna dimettersi in massa... sarebbe interessante che sviscerassero il Gen. E il Comm. I motivi perche' si rischia di costruire favole...
Anche perche' tra un comandante e un direttore che spesso in caso di evasioni cadono assieme ma a livello contributivo il direttote prwnde il doppio dello stipwndio del funzionario... quando un mio amico comandante mi ha detto del suo atipwndio.mi sono vwegognato perche' io da ass. Te con le notti etc. Prendo quanto se non piu' di lui ..
Per non parlare del fesi idem prendo piu' io che lui... graIe ai sindacati che hanno acconsentito cio' un appiattimento per.prwndere piu' consensi e basta...

Di  Tullio  (inviato il 12/06/2017 @ 19:01:35)


n. 13


X solidariertà dovrebbero dimettersi anche altri al di là di ogni sigla sindacale vedremo il tempo è galantuomo, oramai è tempo di prendere una decisione ma solo noi della Pol.Pen. possiamo decidere. Intanto un saluto al Gen. Mauro D'amico e il Comm. Zaccariello forza e onore

Di  Anonimo  (inviato il 12/06/2017 @ 16:51:29)


n. 12


Ma. Comunque sembra tutto strano. Ce qualcosa che non mi torna.
E poi cosa c'entra il sidipe?
Qualcuno non sta dando le informazioni giuste?
Dove si vuole arrivare?
Sotto ce qualche strategia di dare informazioni sbagliate e inescare un sistema per arrivare a qualche obiettivo che purtroppo non ci sarà mai....

Di  Giulio  (inviato il 12/06/2017 @ 16:06:18)


n. 11


Non conosco nessuno dei due se non per fama di grandi personaggi della Polizia penitenziaria e dico che avranno avuto buoni motivi per farlo. Il DAP non è il Dipartimento di PS.

Di  Anonimo  (inviato il 12/06/2017 @ 15:02:26)


n. 10


Era ora, hanno capito finalmente !!!, comunque meglio tardi che mai, lo dovrebbero fare anche altri bei signorotti. (Commissari).

Di  antonio  (inviato il 12/06/2017 @ 14:47:10)


n. 9


ACCORPAMENTO, PASSARE IN PS CON LE NOSTRE FUNZIONI MA IN UNA AMMINISTARZIONE CHE CI RISPETTI

Di  DINGO  (inviato il 12/06/2017 @ 14:37:02)


n. 8


Conoscendo il Generale Mauro D’Amico per il suo carisma e lealtà nonché per la sua abnegazione al miglioramento del Corpo di Polizia Penitenziaria, le sue dimissioni dall’incarico destano una vera è propria preoccupazione per il futuro del Corpo. Generale non se ne vada, ci ripensi, non gli la da vinta a qualcuno resti, tanto noi della Polizia Penitenziaria siamo tutti con Lei.
Cordialmente Crispino da Napoli

Di  Rosario  (inviato il 12/06/2017 @ 14:33:40)


n. 7


Qualcosa già si era capito x la festa del 2 giugno

Di  Ultimo dei 50 rimasti  (inviato il 12/06/2017 @ 13:20:48)


n. 6


Questa Amministrazione matrigna indegna, supportata dai vertici politici, sta mandando allo sfacelo l'intero Corpo di Polizia Penitenziaria, materialmente, con le aggressioni fisiche ormai pressoché quotidiane perpetrate dalle persone diversamente libere, ai danni del Personale del Corpo, grazie alle inesistenti misure di sicurezza e di tutela interne agli Istituti Penitenziari e all'adozione della c.d. vigilanza dinamica, stratagemma sciagurato, avviato dai vertici Nazionali inadempienti, in risposta ai ripetutti richiami della C.E.D.U. espediente peraltro ritenuto inaccettabile è pericoloso anche da una parte delle persone diversamente libere, per la loro stessa incolumità, che consente ai soggetti inclini a redimersi, di muoversi liberamente senza vincoli o barriere per almeno 12 ore al giorno, in sostanza di poter continuare ad esercitare impunemente, quello che generalmente fanno i delinquenti nella quotidianità della vita esterna, ma non solo, stanno distruggendo il Corpo anche moralmente, smobilitando colpo su colpo, tutte quelle strutture di eccellenza, appiatendone le professionalità acquisite con fatica, umiliando donne e uomini appartenenti al Corpo ogni giorno sempre di più, fino allo svilimento! Inaccettabile!

Di  L'ultimo degli Agenti  (inviato il 12/06/2017 @ 13:10:40)


n. 5


Delusione è Tristezza....

Di  Anonimo  (inviato il 12/06/2017 @ 13:06:01)


n. 4


L'accorpamento sarebbe l'ultima pagina del Corpo. Farebbe comodo a tanti che la Polizia Penitenziaria svanisse nel nulla e sarebbe proprio quello che succederebbe con un eventuale accorpamento in Polizia di Stato. Sarebbe annullato tutto quel bagaglio di conoscenze che solo il nostro Corpo possiede. Chi continua a commentare e proporre un accorpamento, per me, o è un traditore o più semplicemente uno interessato allo scioglimento del Corpo di Polizia Penitenziaria.

Di  Viva la Polizia Penitenziaria!  (inviato il 12/06/2017 @ 11:55:12)


n. 3


l'unica soluzione è l'accorpamento in polizia

Di  accorpamento  (inviato il 12/06/2017 @ 11:37:23)


n. 2


C'è poco da verificare. I nodi sono già da tempo arrivati al pettine. Se dimissioni saranno, è una bella notizia per il Corpo. Grave, ma finalmente la prima presa di posizione del Corpo. E sono contentissimo che l'abbiamo presa un Commissario e un Generale ai vertici. Era ora.

Di  Federico  (inviato il 12/06/2017 @ 11:12:30)


n. 1


Una delle più brutte notizie che un appartenente al Corpo di Polizia Penitenziaria può leggere. Non è mai capitato che un Comandante chiede di essere dimesso dall'incarico, in particolar modo dagli incarichi più importanti e con più lustro per l'Amministrazione. Conoscendo entrambi i Comandanti in questione non credo che vogliano gettare la spugna, ma se sono arrivati a questa estrema decisione, sicuramente non è dovuto a una loro volontà, ma ad una costrinzione ben studiata dall'altro. Infatti i vertici del DAP stanno cercando in ogni modo di azzerare il GOM riducendogli Personale giorno dopo giorno. Se oggi ancora qualche poliziotto penitenziario fa parte del GOM e subisce una difficile gestione dei detenuti 41 Bis con turni di servizio massacranti stile anni 60/70 è sicuramente solo grazie al loro Comandante. Stesso discorso vale per il NIC ove i notevoli carichi di lavoro sono aggravati da una responsabilità personale, anche al di sopra delle proprio funzioni, che spesso sfiora l'interesse dell'A.G.. Entrambi i Comandanti sono sicuro che non sono dei bravi serventi per l'Amministrazione ma sono altrettanto sicuro che sono dei veri "SERVI DELLO STATO", del vero Stato, quello dei Falcone e Borsellino, e per questo sono scomodi a questo Stato di Diritto dove bisogna rinnserire e assicurare morti dignotose. Nella speranza che qualche lustre personaggio si accorga dell'attuale disfattismo dell'Amministrazione Penitenziaria auguro a questi Comandanti di continuare nei loro incarichi il già brillante lavoro che giornalmente assicurano a chi non li merita rassicurandoli che i Poliziotti Penitenziari, quelli veri, sono dalla loro parte.

Di  Anselmo  (inviato il 12/06/2017 @ 10:52:10)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.80.42.144


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 C’erano una volta due reparti speciali chiamati GOM e NIC …

2 Ci ha lasciati Veronica Bizzi, educatrice in servizio presso la Casa Circondariale di Trapani

3 Con la riforma della giustizia la Polizia Penitenziaria espleterà i controlli anche sul territorio per legge

4 Dipendenti statali: attenzione alle assenze per malattie, fissato il tetto massimo

5 Forze di Polizia e Forze Armate: uso consapevole dei social network. Guarda il Video con i consigli utili

6 Ormai è un Bollettino di Guerra … San Basilide salvaci tu

7 Commissione Antimafia: relazione del Presidente Rosy Bindi sullo stato di salute di Salvatore Riina

8 Lotta al terrorismo: maggior contributo della Polizia Penitenziaria e partecipazione ai Comitati provinciali ordine e sicurezza

9 La "famiglia di caserma" e l''attesa del trasferimento vicino casa

10 Le nuove prospettive dell’Esecuzione Penale Esterna





Tutti gli Articoli
1 Riparte il Concorso Allievi Agenti di Polizia Penitenziaria 100 donne e 300 uomini

2 Si incendia furgone della Polizia Penitenziaria: salvi ma intossicati gli Agenti e il detenuto

3 Serve sangue per la figlia di un collega: coinvolta in un incidente a Cosenza è in coma

4 Imboscata ad Agente penitenziario: c''è un problema in bagno e quando arriva i detenuti lo aggrediscono

5 DAP avvia procedimento disciplinare ai sindacalisti che contestarono il sistema premiale che ha permesso la liberazione anticipata dell''omicida Igor il russo

6 Ruba il borsello ad un poliziotto penitenziario in pizzeria, lo nasconde in auto e poi torna a mangiare. Scoperto e arrestato

7 Detenuto cerca di accoltellare Poliziotto penitenziario nel carcere di Novara: Agente schiva il colpo ma rimane ferito al braccio

8 Detenuti magrebini in sorveglianza dinamica aggrediscono con lamette gli Agenti penitenziari nel carcere di Padova

9 Bombe molotov contro le auto della Polizia Penitenziaria: gravissimo atto intimidatorio nel carcere di Pisa

10 Pacco esplosivo indirizzato a Santi Consolo: il mittente è indicato provocatoriamente come Giacinto Siciliano, il direttore del carcere di Milano Opera


  Cerca per Regione