Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Disinvolte Evasioni


Polizia Penitenziaria - Disinvolte Evasioni

Notizia del 23/06/2010

in Memoria del Corpo

(Letto 2799 volte)

Scritto da: Aldo Maturo

 Stampa questo articolo


Alzi la mano chi non si è mai sentito dire «..con ricevuta o senza?».
Rispondendo «senza» noi pagheremo forse di meno ma il nostro disinvolto interlocutore non pagherà una lira di tasse sulla somma che gli abbiamo appena dato e saremo anche complici della sua evasione fiscale.
Contenti di aver risparmiato qualcosa,  ci dimentichiamo anche che se chiedessimo la fattura potremmo indicare quella somma nelle spese detraibili dal reddito, come avviene per quelle sanitarie e specialistiche.  Si tratta di vedere se la spesa è detraibile e se la somma risparmiata con il pagamento senza ricevuta o fattura è inferiore o superiore alla somma che il fisco ci rimborserà (il 19% della somma pagata e documentata).
Ricordiamoci che tre sono i documenti fiscali che accompagnano l'acquisto di merci o una prestazione di servizio:
• lo scontrino fiscale;
• la ricevuta fiscale;
• la fattura.
Chi ci ha venduto un prodotto (es. negozio, bar, pizzeria, bancarella al mercato,etc.) o ci ha fatto una prestazione professionale (es. medico, avvocato, commercialista, idraulico, muratore, ristorante, parrucchiere, artigiani vari, etc..) ha l’obbligo di rilasciare, a secondo dell’attività svolta, lo scontrino o la ricevuta fiscale (se non la fattura) a documentazione del bene che ci ha ceduto o del servizio che ci ha prestato, a meno che non ha optato con altre modalità di pagamento ai suoi obblighi fiscali (che non deve essere un  escamotage per non rilasciare niente)
Attenzione: la somma riportata deve essere la stessa che abbiamo pagato e invece capita spesso che ci sia indicata una somma inferiore, giusto per evitare il rischio connesso al mancato rilascio.
Lo scontrino fiscale,poi, per essere tale deve riportare alcuni dati essenziali che sono il nome dell’esercizio commerciale, il suo indirizzo e partita iva, ove possibile l’elenco  dei prodotti acquistati, il prezzo unitario, eventuale sconti per promozione, il totale, la data e l’ora del rilascio.
Non è un caso se  può essere emesso solo da apparecchi abilitati, periodicamente testati, quali
a) registratori di cassa;
b) terminali elettronici o P.O.S.;
c) bilance elettroniche munite di stampante;
d) apparecchi per ambulanti dotati di autonoma alimentazione.
Qualche volta capita che qualcuno  rilascia uno scontrino che è poco più di una striscia di carta ricavata da una normale calcolatrice.
L’obbligo ricade anche su chi esercita il commercio ambulante e in tal caso invece dell’indirizzo del negozio, non compatibile con lo stato di ambulante, sullo scontrino insieme agli altri dati sarà riportato il numero di iscrizione  nell’apposito Registro esistente per il tipo di commercio che si esercita.
Ma lo scontrino ha anche un’altra funzione.
Per alcuni prodotti (elettrodomestici, apparecchi hi-fi, computer, cellulari,vestiti, scarpe, occhiali, etc..)   costituisce l'unico documento utile per far valere il diritto di garanzia su quello che abbiamo acquistato e perciò risulta indispensabile se sarà necessario ripararlo o chiederne la sostituzione.
La garanzia dura due anni e perciò bisogna ricordarsi di fare una fotocopia dello scontrino che, per essere stampato su carta chimica, dopo un po’ diventa illeggibile e quindi inutilizzabile se dobbiamo far valere i nostri diritti.
Dal 2 ottobre 2003 se, come clienti, ci dimentichiamo di ritirare lo scontrino o la ricevuta fiscale non siamo più soggetti a sanzione pecuniaria.
La Guardia di Finanza ci potrà aspettare fuori del negozio ma solo per chiederci se il negoziante ci ha rilasciato o meno lo scontrino. Il seguito non ci appartiene.
Fin qui la norma ma, dato il persistere degli evasori,  il Governo ha creato un ulteriore deterrente con la L.24.11.2006 n.286 che ha inasprito  le sanzioni per chi, avendone l’obbligo, non rilascia lo scontrino fiscale.
Per lui, fermo restando altre multe salate, scatta anche la sanzione accessoria della chiusura del negozio in caso di mancato rilascio di tre scontrini o tre ricevute fiscali nell’arco di cinque anni.
In verità ci sono già stati   casi di chiusura del negozio per mancato rilascio di tre scontrini in un solo giorno perchè la chiusura - da tre giorni a un mese - scatta automaticamente alla terza infrazione rilevata ed è disposta dalla Direzione Regionale dell’Agenzia delle Entrate, con effetto esecutivo immediato anche se si presenta ricorso.
La chiusura sarà da uno a sei mesi se il corrispettivo evaso oggetto di contestazione supera la somma di 50.000 euro.
La ricevuta fiscale unificata, introdotta da circa 14 anni,  utilizzabile anche come fattura, deve contenere la data, il numero progressivo, i dati identificativi dell'esercente o del professionista e quelli del cliente, la quantità, natura e qualità dei beni o servizi ricevuti, la somma pagata ripartita per imponibile, aliquota iva e totale. Il prezzo dei beni o servizi, se non diversamente specificato, deve intendersi sempre comprensivo di I.V.A. per cui non sempre è credibile la frase-tranello: «se vuole la fattura bisogna aggiungere l’I.V.A.».
La violazione di queste norme fa parte delle esperienze  che tutti sperimentiamo  più o meno quotidianamente e spesso neppure ci poniamo il problema se non ci danno lo  scontrino o la ricevuta fiscale per la somma pagata in cambio di quanto abbiamo acquistato o della prestazione che ci è stata fatta. Se poi si vive in una piccola comunità diventa una materia che scotta.
Difficile contestare la dimenticanza a chi si conosce da una vita o a chi si incontra tutti i giorni.
Si lascia andare, per quieto vivere,per evitare discussioni.
Così il portafogli dei furbetti si gonfia e chi ha il reddito fisso resta a guardare.
* Avvocato, già Dirigente
dell’Amministrazione Penitenziaria


Scritto da: Aldo Maturo
(Leggi tutti gli articoli di Aldo Maturo)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone
Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti
Giornata della legalità: nel carcere di Arienzo i detenuti leggono i nomi di tutte le vittime di mafia e minuto di raccoglimento per Don Peppino Diana
Detenuto girava video dal carcere: arrestato con arsenale in casa, torna ai domiciliari con il braccialetto elettronico
Delega al Governo per dare Skype anche ai mafiosi? Insorge l''Associazione Vittime del Dovere
Tentata evasione dal carcere di Ivrea: detenuto fermato prima che arrivasse al muro di cinta
Detenuto ricoverato, esponente di spicco di un clan di Messina, libero di girare per l''ospedale di Parma
Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori
Nessun commento trovato.



Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.145.198.123


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente della Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza in casa davanti ai familiari

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

4 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

5 Riordino vuol dire mettere ordine

6 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

7 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

8 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?

9 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

10 Cos''è e come funziona la Banca dati nazionale del Dna





Tutti gli Articoli
1 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

2 Agente penitenziario suicida: non riusciva a mantenere i tre figli disoccupati

3 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

4 Consiglio dei Ministri: Santi consolo NON confermato nel ruolo di Capo DAP?

5 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

6 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

7 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

8 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

9 Evasione da Sollicciano: probabile rimozione Direttore e Comandante, ma il Sappe chiama in causa il DAP e Gennaro Migliore

10 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone


  Cerca per Regione