Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Elezioni amministrative: il qualunquismo elettorale di alcuni poliziotti penitenziari


Polizia Penitenziaria - Elezioni amministrative: il qualunquismo elettorale di alcuni poliziotti penitenziari

Notizia del 28/04/2012

in Chiacchiere da Bar

(Letto 12889 volte)

Scritto da: Uomo Qualunque

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Noi Poliziotti Penitenziari, salvo qualche rara eccezione, non ci siamo mai dimostrati interessati alla politica. La politica, i politici in genere, ci interessano nella misura in cui  li possiamo insultare a seguito delle notizie di cronaca che ci rimandano una classe politica corrotta, ladra, dove si investono i soldi pubblici in diamanti e lingotti d’oro, mentre la gente normale sbarca il lunario con poco più di mille euro al mese. Ci interessa nella misura in cui possiamo insultare chi ci ha ingannato ancora una volta promettendoci un’attenzione particolare per le forze dell’ordine, rivelatasi poi con il blocco del contratto di lavoro, con la sparizione degli aumenti di stipendio, con l’insabbiamento di un diritto acquisito quale l’assegno di funzione (a proposito: che fine ha fatto?)

Ma accade però un fatto strano che stravolge tutte le teorie sul qualunquismo dei Poliziotti Penitenziari: infatti, quando si avvicinano le elezioni amministrative, comunali o provinciali, i poliziotti penitenziari vengono presi da sacro furore politico e si candidano in massa in partiti, partitini, liste civiche, arrivando persino, in taluni casi, a presentare intere liste di poliziotti penitenziari (sic!!).

Il sacro fuoco della politica, l’interesse per la collettività, il mettersi a disposizione dei propri concittadini pervade l’animo dei nostri, dei miei, colleghi e loro, con spirito di sacrificio e abnegazione, si pongono al servizio dei partiti fornendo alla politica un esercito di candidati.

In realtà è ben altro a spingere questo esercito silenzioso alla candidatura: sono i quasi 30 giorni di ferie retribuite che spettano all’appartenente al Corpo della Polizia penitenziaria, ovvero quel periodo che va dall’accettazione della candidatura al giorno precedente la chiusura della campagna elettorale.

30 giorni di ferie retribuite. 30 giorni di viaggio, da casa all’Istituto, risparmiati. 30 giorni di benzina risparmiata (che di questi tempi non è poco). 30 giorni  (vedi le amministrative di quest’anno) che ti permettono di beccare in unico sol colpo Pasqua, pasquetta, 25 aprile e 1° Maggio: che colpaccio!

Le carceri si svuotano, tanti sindacalisti o pseudo tali si candidano, facendo stravolgere proprio quel servizio programmato per il quale hanno tanto lottato e insultato direttori e comandanti. I Comandanti di reparto che devono prendersi responsabilità come quella di togliere le sentinelle per tamponare il vuoto profondo causato dalle decine di assenze politiche.

Non voglio prendere le difese dei Comandanti, assolutamente. Voglio prendere le difese di quei poveri colleghi che in questo momento, con le carceri vuote, sopperiscono alle assenze di loro colleghi che non hanno nessuna velleità politica ma solo il bisogno di starsene a casa a spese degli altri che si dovranno sobbarcare due e tre posti di servizio, con riposi saltati e licenze revocate.

Questi stessi colleghi alla fine dell’agone politico prenderanno 0 (zero voti) qualcuno con la famiglia più numerosa 6 – 7 voti, qualche pseudo sindacalista andrà oltre i 20 voti. Mi chiedo cosa aspetti ancora il Ministro Severino a cancellare con un colpo di spugna questa norma che permette a centinaia di agenti di Polizia Penitenziaria, in un momento come questo in cui tutti ci lamentiamo per la carenza di personale, di assentarsi per trenta giorni dal servizio; che si assentino con il loro congedo, visto che abbiamo ancora congedo ordinario arretrato del 2009 – 2010. In un momento in cui il Governo cancella piccoli aumenti di stipendio, talvolta vitali per le nostre famiglie, come si può permettere ancora oggi un tale spreco di denaro, mettendo in seria difficoltà l’organizzazione degli Istituti?

Grazie colleghi candidati. Grazie per l’impegno che mettete nella vostra campagna elettorale, per le belle “santine” elettorali con slogan carichi di promesse che non verranno mai mantenute. Siamo sicuri che quando ritornerete in servizio sarete più rilassati e con le idee più chiare sul futuro della Polizia Penitenziaria che attualmente, anche grazie a voi, è sempre più NERO.

 


Scritto da: Uomo Qualunque
(Leggi tutti gli articoli di Uomo Qualunque)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma
Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni
Indagini nel carcere di Padova per capire chi ne ha disposto il declassamento da detenuti alta sicurezza a detenuti comuni
La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie
In arrivo un bando di gara per la fornitura di circa diecimila braccialetti elettronici
Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini
Comune di Catanzaro denuncia il DAP per 242 mila euro di risarcimento
Intimidazione ad Agente penitenziario: incendiata la sua auto a Rosolini


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 59


Purtroppo passano anni, arrivano nuove elezioni ma le cose non cambiano, la febbre per la politica si riaccende tra alcuni membri della Polizia Penitenziaria, in genere nei piccoli comuni sotto i 1000 abitanti, dove per presentare le liste non serve nemmeno raccogliere le firme. Possibile che nessuno segnali la cosa al Governo?

Di  Gianluigi  (inviato il 18/05/2014 @ 23:26:49)


n. 58


sono la moglie di un assistente capo che presta servizio da 22 anni a Milano in attesa di trasferimento da sempre con famiglia residente al sud (e non diteci trasferite la famiglia al nord perché non si vive con lo stipendio che si percepisce tutta la famiglia in sede) per cui se mio marito esercita un suo diritto non vedo dove ci sia il qualunquismo. In quanto a qualunquismo sono a conoscenza che i sindacalisti che usufruiscono di giorni di permesso per fare cosa? Spero che questo commento venga pubblicato visto che ci sono solo commenti a vostro favore. Grazie in anticipo.

Di  Anonimo  (inviato il 19/03/2014 @ 12:13:00)


n. 57


è PROPRIO VERO I POLIZIOTTI PENITENZIARI NON SONO GENTE NORMALI NON HANNO ALCUN DIRITTO, SOLO SEMPRE ED ESCUSIVAMENTE CARCERE,NON è VERO CARO SIND. CHICO? POVERINO HAI FATTO IL TUO SERVIZIO PROPRIO ORA CHE DOVEVI ANDARE IN PERMESSO SINDACALE

Di  IL VECCIO  (inviato il 09/05/2012 @ 22:44:59)


n. 56


Ascolta, parlo di invidia Perche purtroppo vedo troppa gente morire di invidia per le fortune o interessi altrui.... Parlo della nostra amministrazione Perche è quella che Piu di tutti ha colpa su molte scelte sbagliate e che continua imperterrita nel commetterli. Nella mia realtà, siamo stati in 2 a candidarci... Io ci ho credito e continuerò a farlo, mi da molto fastidio essere messo nella mischia da colleghi che nn amano la politica o pensano che tutti lo facciamo x stare a casa.... Mi sono candidato nel veneto a sono campano.... Prendetevela con chi fa un abuso improprio di detta legge nn chi ci crede su quello che fa... E ripeto, Piu di 1000 colleghi al Dap che nn conoscono i carceri, io tra le sezioni e muro ho fatto 20 anni di servizio e ho visto ragazzini con un anno di servizio essere distaccati al gom o al Dap solo Perche conoscevano i pezzi da 90... Su su ragazzi....

Di  Dragstar  (inviato il 09/05/2012 @ 22:41:51)


n. 55


dragstar, forse sei uno dei pochissimi che crede di poter dare un fattivo contributo alla società civile, in quanto tale, ma la situazione già cagionevole di scarsa carenza di personale,che vede degli egoismi soggettivi,che portano a delle giuste lamentele di chi rimane in servizio ,io non so nella tua realtà in quanti si sono assentati dal lavoro per aspettativa per candidatura elettorale ? ma in determinate realtà ci sono state delle valanghe di candidature che quasii hanno messo in ginocchio le gia carenti risorse. pertanto non prendertela come un attacco personale poichè sicuramente chi scrive lo fà solo per rabbia , magari perchè non gli sono stati garantiti i diritti soggettivi , a questi colleghi cosa rispondi ? e per favore non mettere in mezzo la nostra amministrazione che sicuramente in questo caso non ha colpe, non parlare d'invidia ti prego ma mettiti nei panni di quelli rimasti che magari alla fine hanno visto gemte con zero,1,2 voti , quindi che campagna elettorale hanno fatto? . se la hanno fatta.
ass.c. di periferia del profondo sud. mike,

Di  Anonimo  (inviato il 09/05/2012 @ 18:02:38)


n. 54


Chiamasi guerra dei poveri... Insomma se ho capito bene, dovrei rinunciare ai miei diritti civici e alle mie passioni Perchè il ministero nn è in grado di garantire negli istituti un numero inadeguato di uomini e Perche presso il Dap ed il ministero ci sono mugliaia di colleghe a grattarsi i maroni... Che volete che vi dica, bravi continuate a puntare i dito contro quelle persone che all'apparenza diventa molto Piu facile, continuate a fare tutta un era un fascio e mi raccomando nn mollate, Perche l'icidia deve essere sempre presente altrimenti corriamo il rischio di diventare poliziotti penitenziari... Buon lavoro a tutti

Di  Dragstar  (inviato il 09/05/2012 @ 16:09:41)


n. 53


Il proprio diritto termina quando a causa dell'esercizio di esso, si va ad intaccare il diritto altrui di pari importanza.

Di  marrox  (inviato il 09/05/2012 @ 15:51:34)


n. 52


Caro Dragstar, io non so dove tu fai servizio ma ti assicuro che io durante il periodo in cui i miei colleghi si godevano i 30 gg. (che qui in Sicilia si poteva andare al mare viste le temperature) loro li ho visti in giro rilassati, fare footing, prendere il sole al mare, arrostire la carne durante le feste (pasquetta, 25 aprile 1° maggio). Io ero in servizio e facevo tre piani oppure il capoposto di quattro sezioni, oppure la sorveglianza generale da assistente capo. E' normale che per garantire un tuo diritto io mi sia spaccato il c.... e loro si siano rilassati? Le chiacchere stanno a zero. vai a raccontarlo agli altri che avete lo spirito elettorale. Piuttosto arrossite se non volete vergognarvi.

Di  Chico  (inviato il 09/05/2012 @ 14:44:52)


n. 51


Altro che di invidia ne ha da vendere.... Complimenti chico, continua così... Tanto ormai lo sappiamo bene... Questa è vera carceraria, di polizia penitenziaria noi nn meritiamo neanche le mostrine..

Di  Dragstar74  (inviato il 08/05/2012 @ 23:22:00)


n. 50


Oggi ho visto i risultati elettorali di colleghi che fanno servizio a Palermo e si sono candidati a Trapani, Erice e Marsala. vergogna: si parte da zero voti, per arrivare ad un massimo di 37 (che fulmine di guerra!) passanso per 1, 2, 6, voti ecc. Nessun collega si è messo seriamente a cercare voti o non ne ha presi perchè la gente ha scoperto le vere motivazioni della discesa in campo. Avete solo fatto i vostri comodi alle spalle dei colleghi dell'Ucciardone e Pagliarelli!!!

Di  chico  (inviato il 08/05/2012 @ 23:02:15)


n. 49


Come promesso posto i miei risultati.... Sono andato oltre le mie aspettative, avevo calcolato 100 voti ed invece ne sono arrivati 109, sono felice, l'unico rammarico e che proprio chi indossa lamia stessa divisa ha preferito votare estranei, grazie anche a chi la pensa cone uomo qualunque... Saluti a tutti

Di  Dragstar74  (inviato il 08/05/2012 @ 20:42:26)


n. 48


prprio in questo istante sono state pubblicate le risultanze delle amministrative in una città del profondo sud, ho sbucciato bene le liste e controllando i nominativi dei nostri amici e colleghi ho notato che su sedici candidati c'è stato un sorpresissimo 10 voti , un 4 voti, poi altri 1.ed anche 0 voti , ma la cosa strana che nemmeno le moglie ho atrii famigliari li hanno votati ? cmq sono" davvero" dispiaciuto che nemmeno un nostro rappresentante non ci possa dare lustro rappresentandoci ma almeno si sono riposati hahaha.
ass.c. di periferia del profondo sud


Di  Anonimo  (inviato il 08/05/2012 @ 19:43:56)


n. 47


alcuni dopo 30 giorni estenuante attività elettorale guarda caso si è pure ammalato , al rientro in servizio. ma guarda un pò! ma guarda un pò !.
che gli elefanti volano oppure che esiste babbo natale e da un pò che non ci crediamo un piu'. pertanto tranne in limitati casi dove la persona crede in quello per quello che sta facendo, il restante ??????????? senza invidia , poi ci lamentiamo che siamo in pochi . la nave alla deriva non si abbandona mai, meditate . questo il mio personale pensiero.

Di  Anonimo  (inviato il 06/05/2012 @ 18:21:42)


n. 46


Ribadisco: 3 gg. di congedo ordinario tanto hanno gli altri impiegati. Concordo con te solo in una cosa ovvero l'assurdità del trasferimento se uno si candida nel comune ove rientra il carcere. La legge va modificata in entrambe le direzioni se non vogliamo colare a picco, nei periodi pre elettorali!!!

Di  uomo qualunque  (inviato il 06/05/2012 @ 15:02:16)


n. 45


Povera Italia....

Di  Antonio Loi da Piacenza  (inviato il 06/05/2012 @ 10:48:30)


n. 44


Uomo qualunque.... Rifletti su quello che scrivi.... Mi spieghi Perche dovrei prendermi le mie ferie??? Sono d'accordo sul fatto di nn concedere i 30 giorni... Basta che cambiano la legge 121 del 1981 e tutti potrebbero far politica anche lavorando... Ti ripeto la polizia penitenziaria vive di invidia..... Gli appartenenti al corpo di polizia penitenziaria SONO CITTADINI ITALIANI... E come tali devono e sottolineo, devono, avere lo stesso diritto civico, Perche se nn lo avete ancora capito, i 30 giorni che concedono nn è un diritto ma lo impone la legge sopra menzionatae nn l'ha scritta la polizia penitenziaria, ma il legislatore... Nn puntate il dito contro chi legalmente esercita un proprio diritto, prendetevela con chi usa inpropri poteri x contro gli agenti negadogli anche i diritti fondamentali....

Di  Dragstar  (inviato il 06/05/2012 @ 00:58:19)


n. 43


Giusto! Diritto a candidarsi con il proprio congedo ordinario e .....vedrete quanti se ne candideranno. Comunque lancio un gioco da lunedì sera quando sarete in possesso dei risultati elettorali divertiamoci a scrivere quanti voti ha questo o quel collega, e così ci faremo quattro sane risate, dopo tutti i "nervi" che abbiamo fatto perchè grazie a questi piccoli politici in erba abbiamo dovuto accorpare un sacco di posti di servizio e lavorare da cani, ancora grazie.

Di  uomo qualunque  (inviato il 05/05/2012 @ 21:33:24)


n. 42


nessuno mette in dubbio il diritto a potersi candidare , ma come uomo qualunque dice , ben diverso e usufruire di 30 giorni di aspettativa elettorale , ho visto gente che nemmeno sapeva come si chiamasse la propria lista che ha dovuto telefonare al proprio referente e/o altro.
e siccome viviamo in comunità dove tutti reclamiamo per tutti gli stessi diritti, ma nell' usufruire di tale beneficio i rimanenti colleghi che non possono assicurarsi il loro soggettivi diritti ,come la mettiamo ? io personalmente avrei un desiderio , cioè quello di conoscere qunati colleghi candidati, quanti voti presi, quanti saranno eletti, e quanti sono coloro che si sono candidati nel comune dove si presta servizio .? e li casca l'asino!. ma come disse qualcuno , la frase " ma mi faccia il piacere " si adatta benissimo . cmq , ripeto a scanso di equivoci che il diritto a candidarsi e leggittimo e va rispettato per chiunque. (in bocca al lupo a chi verrà eletto)
ass.c. di periferia del profondo sud. mike.

Di  Anonimo  (inviato il 05/05/2012 @ 14:14:22)


n. 41


Sicuramente, te lo faró sapere e ti premetto anche che come familiare ho solo mia moglie..... Lunedi sera posteri il risultato

Di  Dragstar  (inviato il 05/05/2012 @ 13:12:29)


n. 40


Come al solito.... Parliamo di polizia penitenzia e purtropo questo succcede solo nella nostra amministrazione, vuoi x invidia, vuoi X altri motivi che nn oso postare.... Caro uomo qualunque, nn sono in servizio, sono in ferie, le mie ferie... Orgoglioso di fare ciò che sto facendo, mi spiace di tutta l'invidia che tra i miei colleghi ormai prevale su tutto e su tutti.... Al posto tuo mi preoccuperei di postare argomenti molto Piu interessanti come ad esempio il mancato inquadramento economico degli assistenti capo e l'assegno di funzione....
P.S. Sono della campania ma candidato nel veneto e lavoro in veneto....

Di  Dragstar  (inviato il 05/05/2012 @ 12:55:49)


n. 39


Oscuro argomento? Se così fosse non ci sarebbero stati tanti commenti. E comunque un saluto a tutti da parte di coloro che sono rimasti a lavorare nelle carceri a pasqua, pasquetta, 25 aprile e 1° maggio. Poverini vi siete scandalizzati contro un uomo qualunque che non conta niente ma che però interpreta il malessere dei vostri colleghi. Ah, a proposito colleha tu che speri di prendere 100 voti, ne prenderai 20....fammi sapere.

Di  uomo qualunque  (inviato il 05/05/2012 @ 11:54:33)


n. 38


Insisto dicendo che altro è il diritto alla competizione politica, altro è il prendersi 30 giorni per andarsene al mare. Sono per l'abolizione di questo privilegio che come al solito è degenerato grazie alla negligenza di tutti, ai mancati trasferimenti, ai distacchi previe raccomandazioni di altri: su questo sono d'accordo, come dico anche che bisogna rivedere la normativa in quanto è assurdo trasferire per tre anni dalla propria sede chi si candida nella circoscrizione elettorale in cui appartiene il carcere. I politici fanno di tutto e di più, alcuni hanno contatti con la mafia e la ndrangheta, comprano oro con i soldi pubblici dei finanziamenti ai partiti....e però se si candida un pol pennitenziario deve essere trasferito perchè potrebbe.......che? Per il colleha che spera di prendere 100 voti e che si è sacrificato (poverino) e starà 12 ore al giorno al seggio gli dico che se lui è stato scelto per fare servizio di ordine pubblico nei seggi ed è candidato c'è una incompatibilità e potrebbe essere denunciato, così come chi ce l'ha messo.

Di  uomo qualunque  (inviato il 05/05/2012 @ 11:52:18)


n. 37


Secondo il mio modesto parere.... Tutti gli interventi hanno un senso logico, compresa la lettera di Uomo qualunque... Ma dimentichiamo che come in ogni cosa, c'è chi se ne approfitta e chi sacrifica il proprio tempo libero per dedicarsi ad una passione. Oggi domani e Lunedi sarò impegnato ai seggi, ho preso 3 gioni di ferie, farò circa 12 ore di presenza al giorno sacrificando anche gli affetti familiari.... Datemi un "in bocca al lupo" Perche spero di prendere almeno 100 voti

Di  Dragstar  (inviato il 05/05/2012 @ 10:01:57)


n. 36


che bello vedere tante "menti" criticare un diritto ed anzi sperare che venga soppresso. Tutti questi signori meriterebbero di vivere in un altro mondo.... magari in cina.

Di  Anonimo  (inviato il 05/05/2012 @ 00:52:15)


n. 35


... se davvero si insiste per far togliere i trenta giorni di aspettativa speciale (riservata alle forze dell'ordine) prendendo ad esempio chi ne fruisce di soli tre (comparto ministero), di contro, si deve sopprimere anche la normativa che impone alla pol.pen di allontanarsi (per ben tre anni) dalla sede di servizio ricadente nel collegio elettorale dove ha presentato istanza di candidatura. Ancora in molti dimenticano che l'unità di Polizia Penitenziaria appartiene al COMPARTO SICUERZZA ... anche se siam Diretti da gente senza divisa ... ed è proprio questo il nostro male.

Di  Calabrese  (inviato il 04/05/2012 @ 20:52:58)


n. 34


Concordo con Drag...Per la politica ci vuole un pochino di senso civico e una certa preparazione culturale. Cultura che per trovarla nel nostro Corpo bisogna scavare...

Di  Rico  (inviato il 04/05/2012 @ 19:12:22)


n. 33


fare politica è un diritto civico.. un dirtitto di tutti i cittadini, gli appartenenti al corpo di polizia penitenziaria sono cittadini Italiani ed hanno gli stessi diritti di tutti. che sia giusto o sbagliato l'aspettativa elettorale non posso giudicarlo, posso solo dire che il conflitto tra politica e lavoro c'è. personalmente farei entrambe le cose, lavorerei e farei politica, ma i grandi non c'è lo permettono.... la mia esperienza??? mi sono candidato, ci credo e voglio fare qualcosa per il mio paese al di la delle critice, se per qualcuno questo è utopia, per me è realtà e la vivo con gran passione... buon lavoro a tutti

Di  dragstar  (inviato il 04/05/2012 @ 17:38:31)


n. 32


antonio loi da piacenza, hai perfettamente ragione, infatti siamo sempre noi "a fare il bello e cattivo tempo"-
ass.c. di periferia del profondo sud.mike.

Di  Anonimo  (inviato il 04/05/2012 @ 14:58:25)


n. 31


Non c'è niente da fare: Il nostro cancro siamo noi stessi....

Di  Antonio Loi da Piacenza  (inviato il 04/05/2012 @ 14:08:22)


n. 30


complimenti all'egoismo di qualcuno.

Di  Anonimo  (inviato il 04/05/2012 @ 13:47:27)


n. 29


Chi è senza peccato scagli la prima pietra.
Mi dispiace sin da ora per quei poveri colleghi che tra pochissimo andranno fuori di testa e quindi per curarsi dovranno per forza di cose stare in convalescenza fino a ottobre (TUTTA L'ESTATE) per poi riprendersi completamente e riandare fuori di testa dai primi di Dicembre fino a marzo (NATALE CAPODANNO);dispiace tutto questo perchè non è altro che l'esternazione del malessere che vive chi lavora nelle carceri, invierei piuttostocolui che ha intrapreso questo oscuro argomento a sollecitare il DAP nonchè i ministri interessati per un reale piano di assunzione di pol pen.
Scusate ma per me chi ha più cartucce spara.

Di  danko  (inviato il 04/05/2012 @ 13:21:28)


n. 28


caro collega ,non ti sei chiesto chi ha creato questa situazione,
forse quelli come te che i trasferimenti li fanno avere agli agenti appena arruolati che hanno le amicizie tra i sindacati.
fanno bene a cercare le scorciatoie.

Di  anonimo  (inviato il 04/05/2012 @ 13:19:20)


n. 27


Vanno bene tutti i commenti e tutti i punti di vista, però io vi chiedo ancora: è normale che un appartenente alla Pol Pen usufruisca di 30 gg. di congedo pagato mentre gli altri impiegati solo di 3 gg.? E' vero che il diritto che ci da la legge, come tutti gli altri diritti alla fine vengono usati male e danneggiano chi non usufruisce dei diritti? Faccio un esempio: donazione sangue alla domenica, art.42 della Legge 104 sempre e solo d'estate, da giugno a settembre, permessi Legge 104 sempre e solo di sabato, permessi sindacali sempre e solo di sabato..... E non rispondetemi con le solite cazzate dei diritti bla bla bla , andatelo a spiegare a quelli che non godno di nessun diritto

Di  Uomo Qualunque  (inviato il 03/05/2012 @ 20:59:23)


n. 26


Volevo ricordare a tutti che ogni tanto bisogna considerare la cosa anche nel complesso generale. capisco il rammarico di chi a seguito dell'assenza del collega che legittimamente usufruisce dei 30 giorni di aspettativa elettorale, si vede costretto a sopperire alla carenza sopravvenuta. Ma non dimentichiamoci che il Corpo è sotto di oltre 6.000 poliziotti e che la costante carenza di personale non dipende da qualche collega di servizio presso le sale convegno o per qualche altro che manca dal servizio per un mese una volta all'anno. Dipende dalla mancanza di personale che tutti i governi negli ultimi 10 anni non hai mai colmato...

Di  Rico  (inviato il 03/05/2012 @ 18:05:06)


n. 25


Complimenti ARIETE: Parli proprio come un politico.
Infatti ti consiglierei di congedarti e dedicare anima e cuore alla tua nuova attività politica, così non sarai un'altra inutile zavorra che va a gravare sull'organico del tuo reparto di pol. pen. al quale appartieni.
Se poi ci fai la cortesia di dare lo stesso consiglio a tutti gli altri politicanti.....

Di  Antonio Loi da Piacenza  (inviato il 03/05/2012 @ 17:47:16)


n. 24


Sono un vostro collega che ha vissuto l'esperienza dei 30 giorni di congedo per aspettativa speciale per le elezioni amministrative comunali e devo dire che, essendo anche la mia prima esperienza, ho capito l'importanza del dedicare il proprio tempo ai fini propagandistici, permettendomi di venire in contatto diretto con gli elettori, le loro esigenze e le loro aspettative. Pur non avendo raggiunto il numero di voti necessari per acquisire la qualità di Consigliere comunale, non mi è stata esclusa la possibilità di rappresentare il Consiglio comunale in seno alla Commissione Pro Loco. Un'importante esperienza che permette di entrare in contatto con i componenti di un'associazione che si occupa di sviluppare le potenzialità del territorio. Dunque non condivido l'opinione secondo la quale l'aspettativa speciale per mandato elettorale sia una "scappatoia" per evitare il servizio a turno ed il gravoso lavoro che questo comporta ed i provvedimenti in materia andrebbero rivisti in senso ancora più favorevole a chi nella propria vita voglia comunque occuparsi di amministrare la "cosa pubblica". Ci vuole solo uno sforzo di moralità in più per avere il coraggio di affrontare ulteriori campagne elettorali! Un augurio di buon lavoro a tutti i presenti e futuri Consiglieri locali e non, colleghi di Polizia penitenziaria!

Di  Ariete  (inviato il 03/05/2012 @ 16:28:16)


n. 23


oggi due colleghi che non conosco ma dall'argomentazioni che avevano in corso si capivano che erano due pol.pen ,non curandosi di chi li potesse ascoltare uno diceva all' altro intanto mi faccio sti 30 ngiorni di aspettativa elettorale e poi si vede, l'altro rispondeva mi pure io sono in aspettativa elettorale, il primo rispondendo subito ma lo sai che il prossimo anno ci sono le altre amministrative in altro comune delle provincia e con grande risata allora ci scontreremo in due liste diverse hahahahaha a gran ridere ," alla faccia di chi lavora sempre e comunque".
ass.c. di periiferia del profondo sud.mike.

Di  Anonimo  (inviato il 02/05/2012 @ 00:53:51)


n. 22


uomo qualunque hai perfettamente ragione , " come si dice nel profondo sud-" come la conzi conzi sempre cucuzza rimane ".
ass.c. di periferia del prfondo sud.mike.

Di  Anonimo  (inviato il 01/05/2012 @ 08:33:42)


n. 21


Vi insegno un trucco per scappare dal vostro carcere ed essere distaccati altrove: Io faccio servizio a Favignana, un'isola. Dall'isola tutti vogliono scappare e allora cosa mi invento? Mi candido alle comunali di favignana. Automaticamente il PRAP mi deve trasferire e mi chiede dove vuoi andare per tre anni ? (questo prevede la legge se ti candidi nel comune dove presti servizio), io rispondo : a Marsala, 30 km da Trapani, 20 minuti di auto. Il Prap ne prende atto e mi trasferisce e con questo piccolo trucco sono stato 10 anni a Marsala (perchè poi ci sono le elezioni provinciali dove mi sono candidato e poichè favignana fa parte dei 5 comuni del collegio elettorale di trapani, mi hanno allungato il distacco. ahahahahahahahah che ridere e vi ho fregati tutti, continuate a viaggiare con l'aliscafo e a rompervi le palle quando il mare è agitato.....

Di  Il furbetto del quartierino  (inviato il 30/04/2012 @ 22:15:29)


n. 20


caro post. n.6 la verità che non c'è un male minore. Da qualsiasi punto la guardi sei sempre fregato; persino le contrattazioni sindacali oggi fregano, paradossalmente, i colleghi: infatti se in un carcere ci sono 8 sindacati e devono andare in contrattazione 3 per sigla, quel giorno si saranno bruciati 24 riposi, che si traducono in permessi sindacali su convocazione, uomini che potevano servire al Nucleo o a dare riposi ai colleghi o smaltire i congedi arretrati......

Di  uomo qualunque  (inviato il 30/04/2012 @ 22:10:06)


n. 19


Bravo, bravissimo. "Ti stimo fratello!". E' la triste verità. Buon lavoro a tutti.

Di  Franky66  (inviato il 30/04/2012 @ 16:43:25)


n. 18


a Uomo Qualunque.
Non hai risposto al post n. 6.
Attendo.

Di  ROMERO63  (inviato il 30/04/2012 @ 09:28:04)


n. 17


di alcuni di questi candidati non se ne sente la mancanza tanto no li si vedeva neanche prima." forse da noi sono sprecati se hanno il cuore che gli batte altrove".

Di  Anonimo  (inviato il 30/04/2012 @ 08:03:53)


n. 16


se per fare vera politica ci vuole cuore ed anima, vorrei vedere quanti colleghi si candiderebbero, se dovessero fare come tutti gli impiegati, cioè fare campagna elettorale con il proprio congedo ?

Di  Anonimo  (inviato il 30/04/2012 @ 07:26:45)


n. 15


Si questo è vero RICO....
Infatti i nostri colleghi che si candidano hanno a cuore soprattutto il benessere della collettività.....
MA MI FACCIA IL PIACERE!!!!!!!!

Di  Antonio Loi da Piacenza  (inviato il 29/04/2012 @ 23:51:31)


n. 14


Infatti giocare sui colleghi che patiscono le assenze per elezioni nei comuni di nascita dove non si vincerà mai non è corretto. Ma potersi candidare nel comune di servizio con l'aiuto dei colleghi e delle loro famiglie per poter dire anche la nostra nei consigli comunali non è una cattiva idea...

Di  Rico  (inviato il 29/04/2012 @ 23:42:34)


n. 13


Hai ragione RICO: Bisogna cambiare la legge, anzi, CANCELLARLA! Bisogna proprio evitare che le "GUARDIE CARCERARIE" giochino a fare i politici!

Di  Antonio Loi da Piacenza  (inviato il 29/04/2012 @ 23:06:43)


n. 12


Nessuno ha però considerato che a parte il pseudo beneficio dei 30 giorni di aspettativa elettorale, se un collega si presenta nella lista di voto nel comune dove presta servizio deve essere distaccato per tre anni nella sede più vicina ma in altro comune. Forse cambiando questa stupidata di legge, forse qualche collega farebbe una campagna elettorale molto più seria per giunta a favore dei colleghi che lavorano con lui nella stessa sede di servizio...

Di  Rico  (inviato il 29/04/2012 @ 20:33:54)


n. 11


Eh sì! Davvero! Siamo molto indignati!

Di  Antonio Loi da Piacenza  (inviato il 29/04/2012 @ 19:55:08)


n. 10


ma davvero siamo cosi indignati ?

ass.c. di periferia del profondo sud.mike

Di  Anonimo  (inviato il 29/04/2012 @ 16:40:51)


n. 9


Ecco, bravi spostate il tiro sui comandanti, sui commissari, su quelli che riescono a farsi distaccare ecc. guardate la pagliuzza che è nell'occhio degli altri e non guardate la trave che vi stanno infilando nel c....... Svegliatevi un pò, e anzi di criticare cominciate seriamente ad impegnarvi affinchè le cose cambino. Io lo faccio esprimendo il mio pensiero che altro non è che la sintesi di un malumore di quei colleghi che lavorano al SAT e non pensano a fregare gli altri. Lottiamo invece affinchè venga cancellata questa assurda norma e poi passeremo ad altro. Grazie.

Di  uomo qualunque  (inviato il 29/04/2012 @ 14:58:43)


n. 8


Ci sono tanti modi per cercare di fregare i colleghi onesti.Alcuni hanno santi in paradiso e riescono a farsi trasferire vicino casa anche senza averne diritto, altri si rivolgono ai sindacati (tutti compresi) per un distacco e altre porcherie del genere e, altri ancora, non hanno di meglio da fare che candidarsi alle amministrative.
Secondo te Uomo Qualunque qual'è il male minore?

Di  ROMERO63  (inviato il 28/04/2012 @ 18:09:44)


n. 7


daccordissimo!!! dovrebbero vergognarsi tutti, commissari comandanti ispettori ecc.ecc. TUTTI!!!

Di  james  (inviato il 28/04/2012 @ 17:10:53)


n. 6


.... è vero tutto quel che ho letto, ma è vero anche un'altra cosa: è un decennio che il nostro Ministero si è dimenticato delle unità di pol.pen. con famiglie a carico e non, che attende una risposta chiara ed una soluzione definitiva per qunto riguarda la mobilità ordinaria. Oggi, l'unica alternativa che rimane ai colleghi per potersi avvicinare verso i proprio affetti, rimane anche il mandato "politico". Quindi ancora una volta una deficenza della nostra amministrazione. Sarà pur' veo che abbiam colleghi che sfruttano i 30 giorni per starsene a casa con l'aspettativa speciale, ma se analizziamo in fondo, quei colleghi, la maggior parte, son quelli del servizio a turno, delle trincee, delle miniere e che, santo dio, è pur giusto che, se una normativa consente di staccare la spina per un mese, allora che ben venga ... con tutto il rispoetto per i colleghi che espletano servizio d'ufficio. Anche perchè sfido chiunque a trovare coleghi che nn siano a turno, che abbiano un avanzo di congedo ordinario anno 2009-2010. Quindi secondo me, invece di recriminae sui colleghi che ogni cinque anni provano la carta politica, spostiamo il tiro su quei colleghi che nei fine settimana, feste e ricorrenze varie, continuano a snobbare il servizio a turno. Spostiamo il tiro su quei colleghi distaccati in via arenula o lugi daga che, han dimenticato che le carceri girano sulle nostre vite da turnista e che, sarebbe giusto sanare anche la situazione dei trasferimenti che nn avvengono da oltre un decennio se nn nell'ordine dell'1-2% . Ecco, battiamoci su questo, ma nn focalizziamo l'interesse su un qualcosa (amministrative)che, sicurmanete, non è elemento che può incrinare un sistema. Sistema che oggi, bada solo a criminalizzare ciò che è nulla o quasi niente per poche unità quando, invece, dovrebbe fare tanto o almeno poco e fatto bene, per tantissime unità in attesa di rosposte su assegni di funzione,avanzamenti di grado nn retribuiti, carenza d'organico e soprattutto I TRASFERIMENTI dove ancora sono vincolati da metodi e meccanismi che non trovano più alcuna logica d'applicazione. Siamo ultimi anche in questo ... ma siamo primi per bontà d'animo e spirito di abnegazione ... anche se ad oggi, ancora nn paga. Saluti dal Calabrese.

Di  Calabrese  (inviato il 28/04/2012 @ 14:47:30)


n. 5


Ho letto l'articolo e sono perfettamente daccordo che si stia approffitando un pò troppo di una norma che alla fine è comunque un principio di democrazia aperto a tutti. Sono anche daccordo sul fatto che chi intende candidarsi lo faccia pure ma appunto con il proprio congedo......
D'altra parte, però, io, appartenente ai quadri esecutivi, quando vedo il mio COMMISSARIO COMANDANTE che si candida alle amministrative e mi dice " non fate come me", bè mi rode un pò e quindi se lui va via dall'istituto per amor di politica non vedo perchè non possa farlo anch'io!!! Poi, anche se sono sicuro che la maggior parte dei Commissari sono brava gente e grandi lavoratori, posso dire che anche in mezzo a loro ci sono commissari che conoscono bene tutte le normative per come stare a casa:
- legge 104;
- legge 107 (donazione sangue);
- legge 53;
- D.Lgs 263/2000 (elezioni amministrative etc.etc. ha raggruppato tutte le precedenti leggi, bassanini 1 e 2 e legge 146);
- e dulcis in fundo, quando stanno poco bene e si recano dal proprio medico curante;
Ah, dimenticavo, la giornata del sabato è sempre quasi coperta da una di queste giustificazioni;
La verità è che il nostro Paese sta andando alla deriva e fin quando le qualità morali tarderanno a partire dal vertice, sarà difficile far digerire alla base "fate come vi dico e non fate come faccio io...."
Pasquale

Di  Pasquale  (inviato il 28/04/2012 @ 12:35:17)


n. 4


Bellisima analisi della realtà penitenziaria, complimenti!!

Di  Coordinatore NTP avvilito  (inviato il 28/04/2012 @ 12:21:58)


n. 3


E magari questi personaggi così carichi di "senso civico" sono i primi a dire che in Italia le cose vanno male....
Ne conosco molti che non sanno fare nemmeno la "O" col bicchiere, però sono candidati.... poveri noi!!!
Come te spero vivamente che cancellino definitivamente questa norma e di conseguenza questo malcostume ormai troppo diffuso.
Un grazie anche da parte mia ai colleghi candidati, con l'augurio di una lunga carriera politica.... per carità....

Di  Antonio Loi da Piacenza  (inviato il 28/04/2012 @ 11:53:11)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.146.179.146


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 In ricordo di Roberto Pelati, ex atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre colpito da una grave malattia e scomparso prematuramente

3 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

4 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

5 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

6 Poliziotti penitenziari che lavorano negli uffici: pochi, troppi o adeguati?

7 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

8 La protesta dei poliziotti di Rebibbia e gli starnuti del RE

9 Razionalizzazione del personale: pure quello informatico però

10 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

4 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

5 Polizia Penitenziaria e Carabinieri arrestano due persone pronti a sparare e con targhe contraffatte

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

9 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali

10 Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini


  Cerca per Regione