Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Esplode la protesta tra i direttori per la nomina dei dirigenti generali. Comitato spontaneo scrive al Presidente della Repubblica


Polizia Penitenziaria - Esplode la protesta tra i direttori per la nomina dei dirigenti generali. Comitato spontaneo scrive al Presidente della Repubblica

Notizia del 03/03/2016

in Anche le Formiche nel loro piccolo si incazzano

(Letto 3881 volte)

Scritto da: Interventi ricevuti

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Un sedicente Comitato spontaneo dei dirigenti penitenziari sta facendo circolare, tra tutti gli addetti ai lavori, una nota indirizzata al Presidente della Repubblica e a numerose altre cariche istituzionali che ha per oggetto una vibrata protesta contro le due recenti nomine di due nuovi dirigenti generali (Cinzia Calandrino e Lucia Castellano).

Riportiamo di seguito, per dovere di cronaca, il testo della lettera in questione.

 

 

 

Al Signor Presidente Della Repubblica Italiana

Sergio Mattarella

 

Oggetto: Nomina dirigenti generali del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria.

 

Egregio Signor Presidente della Repubblica,

chi le scrive è il Comitato Spontaneo di Direttori Penitenziari.

Nei prossimi giorni saranno sottoposti alla Sua attenzione ed alla Sua firma due decreti di nomina di Dirigenti Penitenziari Generali.

Il Consiglio dei Ministri nella seduta n. 106 del 26 febbraio 2016 ha deliberato “la nomina a dirigenti generali del ruolo penitenziario di Cinzia Calandrino e Lucia Castellano, dirigenti dell’Amministrazione Penitenziaria”.

 Le nomine sono regolamentate dall’art. 8 del D. Lg.vo n. 63 del 2006 che recita:

Art.8.
Nomina a dirigente generale penitenziario

1. La nomina a dirigente generale penitenziario può essere conferita ai funzionari con qualifica di dirigente che abbiano svolto incarichi di particolare rilevanza, ivi compresi quelli di cui all'articolo 7, con decreto del Presidente della Repubblica, previa deliberazione del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro, fermo restando quanto previsto dall'articolo 9, comma 5. Resta altresì fermo quanto previsto dall'articolo 18 del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, e dall'articolo 19 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165.

Abbiamo cercato sul sito istituzionale del Ministero della Giustizia i curricula delle dottoresse per capire cosa ci fosse di così importante nella loro storia professionale.

Non abbiamo trovato il curriculum di Lucia Castellano poiché da diversi anni è “fuori ruolo” per svolgere le attività di assessore al Comune di Milano prima e di Consigliere regionale della Lombardia oggi.

Sappiamo di lei che è donna di grande intelligenza e coraggio, che ha diretto il piccolo istituto di Eboli, che ha svolto le funzioni di Vice Direttore a Secondigliano e che ha avviato e diretto il Carcere di Bollate.

Da circa sei anni si occupa di altro.

Allo stato risulta ancora Consigliere regionale della Lombardia eletta nella lista “Con Ambrosoli Presidente” di cui presiede il Gruppo Consiliare.

Il curriculum di Cinzia Calandrino non riserva sorprese.

Ha avuto come primo incarico la vicedirezione  del carcere di Genova e, dopo poche settimane, ha iniziato la sua carriera Dipartimentale tra segreterie e Commissioni di esami (all’epoca ben retribuite) che le ha consentito di non entrare mai più, per circa 30 anni, in un istituto penitenziario.

Dopo la nomina a Dirigente Penitenziario ha svolto le funzioni di Direttore dell’Ufficio per i Rapporti con le Regioni.

Non siamo riusciti a rinvenire un solo atto o provvedimento emanato a firma della Dott.ssa Calandrino in tutti gli anni in cui ha ricoperto l’incarico di staff del Capo del Dipartimento.

Siamo riusciti a rinvenire il suo nome solo in calce ai comunicati sindacali del SIDIPE di cui è Presidente (in passato le nomine a Dirigente Generale erano toccate ai Segretari del Sidipe).

Quali saranno stati gli incarichi di particolare rilevanza che hanno convinto il Ministro della Giustizia a proporre la nomina delle due colleghe ed il Consiglio dei Ministri a deliberarla?

Se lo chieda Signor Presidente e, prima di firmare i decreti, lo chieda anche alle Autorità che leggono per conoscenza.

In entrambi i casi potrà trovare le risposte di natura politica o di natura privata.

Signor Presidente, riponiamo in Lei la nostra ultima speranza.

Il Signor Presidente del Consiglio ha chiarito, in questa occasione, il senso del suo progetto di riforma della P.A. fondato sulla meritocrazia meglio di come ha fatto alcuni anni fa alla Leopolda e negli ultimi mesi con i vari atti normativi.

Il Signor Ministro della Giustizia ha, con la sua proposta, chiarito la posizione rispetto al futuro dell’Amministrazione Penitenziaria così bene da rendere inutile ogni risposta alle richieste di audizione ed alle offerte di partecipazione delle Organizzazioni di Categoria, del Comitato Spontaneo e dei singoli Dirigenti Penitenziari.

I Presidenti del Senato e della Camera non sembrano avere poteri di controllo e di impulso sulle nomine – o forse invece si.

Il Signor Capo dell’Amministrazione ed i Signori Dirigenti Generali non offrono aspettative di sorta rispetto a pur doverose segnalazioni di incongruenza di provvedimenti che debordano dall’autonomia di valutazione all’arbitrio se non agli interessi privati in atti d’ufficio.

Le Organizzazioni Sindacali non hanno alcun interesse a procedure trasparenti che penalizzerebbero il loro presidente, limiterebbero le loro future aspettative, rischierebbero di squarciare la penombra in cui è più facile ottenere vantaggi per gli iscritti.

Non ci rimane che Lei, Signor Presidente Mattarella, per non perdere quell’ultima lacrima di ottimismo e speranza che ci consente di andare avanti.

Grazie per averci letto

Ossequi

Comitato Spontaneo Dirigenti Penitenziari

 

Il Dap prossimo venturo. Il Consiglio dei Ministri nomina due nuovi dirigenti generali: Cinzia Calandrino e Lucia Castellano

 


Scritto da: Interventi ricevuti
(Leggi tutti gli articoli di Interventi ricevuti)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza
Il carcere di Sala Consilina rimarrà chiuso: il Consiglio di Stato ha accolto provvisoriamente il ricorso del Ministero contro il TAR
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. Arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata
Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma
Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni
Indagini nel carcere di Padova per capire chi ne ha disposto il declassamento da detenuti alta sicurezza a detenuti comuni
La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 14


buongiorno, concordo con lorenzo patti
io non faccio testo ma credo che il ministero della giustizia abbia fatto una scelta ponderata per entrambe,
ho conosciuto lucia castellano e l'ho sempre ammirata, credo che meriti la nomina, è in gamba e ha sempre operato con intelligente umanita' ed ora continuera' a farlo con grandi capacita' ed impegno nel nuovo ruolo

Di  flavia pignanelli  (inviato il 03/05/2016 @ 13:18:55)


n. 13


Scusate,ma se si Sp*****ano cosi tra di loro immaginate cosa pensano di noi Polizia Penitenziaria. Quando si va a toccare in alto.

Di  Mimmo  (inviato il 06/03/2016 @ 11:42:29)


n. 12


Ma sono gli stessi che hanno beneficiato della Leggina MEDURI!!!

Di  mario64  (inviato il 04/03/2016 @ 12:32:30)


n. 11


come si dice chi di spada ferisce di spada perisce”, usato in senso figurato per mettere in guardia chi compie un'azione aggressiva nei confronti di qualcun altro, facendogli notare che gli potrebbe toccare la stessa sorte, quasi per una legge di compensazione.
Spero che il Mondo continuerà a girare , dopo questa catastrofe.

Di  antonio  (inviato il 04/03/2016 @ 08:04:42)


n. 10


Ma quale solidarietà!
Ma manco per gnente!!
Che lottino pure, ma come ha già detto qualcuno è, e sarà solo tempo perso in chiacchiere, sollevando solo un inutile polverone, che avrà pure investito "poverino" anche il Presidente della Repubblica.
Mi piace l'ironia sottile di Ciruzzo a librètt.....sante parole quelle dei vecchi detti popolari.

Di  anonimo  (inviato il 03/03/2016 @ 14:30:26)


n. 9


......scusate l'ignoranza....ma tutti questi poveri dirigenti... "frustrati"...non sono diventati dirigenti per una scelta politica al di là dei meriti?
chi di politica ferisce di politica perisce

Di  pinocchio  (inviato il 03/03/2016 @ 14:26:25)


n. 8


I direttori hanno scoperto che esistono i raccomandati......

Di  giacomo  (inviato il 03/03/2016 @ 13:44:40)


n. 7


A vacca pe' nun movere 'a cora se facette magna 'e pacche d' 'e mmosche.
La mucca per non muovere la coda si lasciò mangiare le natiche dalle mosche.
(Definizione sulla pigrizia).

Di  Ciruzzo a librètt  (inviato il 03/03/2016 @ 13:10:18)


n. 6


Ma santo cielo, sempre a piagnucolare.
Gnèè...gnèè....gnèèè
Ma credete davvero che, il Presidente Mattarella, legga e risponda, ad una lettera inviata, da un comitato spontaneo? ah ah ah ah ah ah ah ah
...."Accussì va 'o munno, chi anata e chi va 'nfunno".
Cosi va il mondo, chi rimane a galla e chi sprofonda.



Di  Ciruzzo a librètt  (inviato il 03/03/2016 @ 13:07:27)


n. 5


per una volta, solidarietà ai dirigenti penitenziari e anche a quelli generali.
quando ci vuole, ci vuole.

capisco la nomina politica e l'incarico fiduciario (tutto dire) ma, mi e vi chiedo, proprio non esiste un'obbligo di legge di seguire una graduatoria nazionale con requisiti oggettivi per gli spostamenti dei dirigenti generali?

Di  Antonio  (inviato il 03/03/2016 @ 12:51:43)


n. 4


ogni volta che la legge consente la nomina su base discrezionale, ogni opposizione appare inutile. In ogni settore ci sono promozioni che ci fanno riflettere, E' successo anche nel comparto sicurezza, dove alcuni soggetti sono stati scrutinati a qualifiche superiori pur non avendo mai lavorato in un carcere, neppure in tempi remoti, ma solo perché gravitando in posti di potere hanno avuto la possibilità di ottenere incarichi diversi ( commissioni, gruppi di studio ecc. ecc. ). La politica è questa, l'Amministrazione è questa ed è inutile farsi del nervoso, le regole scritte e no, sono queste e non le cambieranno mai. I sigg. Direttori se sono così indignati per la promozione delle due nuove D.G. possono fare delle rivendicazioni o protestare ma non cambieranno le cose. Io ho conosciuto a Genova entrambe all'inizio della loro carriera. Sono due persone comunque toste. Come tante/i altri, ma evidentemente si sono trovate al posto giusto nel momento giusto, come succedere per tante altre persone. Io adesso sono in pensione e sono tanto contento di essere fuori da questi giochi, di guardare le cose da distanza, anche se non mi stacco dalla realtà penitenziaria che mi ha dato molto, e mi permette oggi di vivere una "vecchiaia" dignitosa.
un saluto a tutti.
Lorenzo

Di  Lorenzo PATTI  (inviato il 03/03/2016 @ 11:50:03)


n. 3


ahahahahahahahahah
Sono nomine fiduciarie di carattere politico.

Diciamo che una è probabile "renziana" l'altra è probabile "grassiana"

Quindi, cari aderenti al Comitato spntaneo, state sereni.

Di  PASQUINO  (inviato il 03/03/2016 @ 11:20:44)


n. 2


Sono nomine fiduciarie. Il Consiglio di Stato si è già espresso con sentenze anche recenti, di ricorsi presentati da dirigenti penitenziari che aspiravano a diventare Dirigenti Generali.

Di  Giorgio  (inviato il 03/03/2016 @ 09:42:19)


n. 1


Tutto vero! La richiesta del sedicente comitato è assolutamente legittima, non è accettabile che i dirigenti indicati siano promossi al massimo grado senza averlo meritato. E' uno SCANDALO!
Sarebbe certo auspicabile che i dirigenti escano allo scoperto e che anche lo stesso SIDIPE, almeno una volta nella vita, dica la sua a difensa della categoria e dell'intera Amministrazione.

Di  James  (inviato il 03/03/2016 @ 08:55:15)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.158.92.239


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

3 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

4 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

5 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

6 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

7 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

8 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

9 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

10 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

4 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

5 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

9 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

10 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali


  Cerca per Regione