Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Evaso dal permesso premio: era tanto una brava persona, si era pure laureato ...


Polizia Penitenziaria - Evaso dal permesso premio: era tanto una brava persona, si era pure laureato ...

Notizia del 13/10/2017

in Ma mi faccia il piacere ...

(Letto 1766 volte)

Scritto da: Uomo Qualunque

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Una così brava persona. Si era pure laureato in filosofia …

Eppure è evaso l’omicida serbo che doveva rimanere in carcere fino al 2024. E non è evaso ricorrendo a rocambolesche fughe per i tetti, segando le sbarre, arrampicandosi sui muri. No, il detenuto (ex) ristretto nel carcere di Padova è stato accompagnato alla porta del carcere per fruire di un permesso premio di tre giorni.

Sembra di vederli gli operatori dell’equipe trattamentale che spingono il detenuto verso l’uscita.

Si era laureato con il massimo dei voti ed era diventato un “detenuto modello”. Un modello, non per la sua bellezza esteriore, ma per quella interiore. Laureato, in filosofia...

Lui, incarnava tutti gli sforzi dell’amministrazione penitenziaria che deve tendere al reinserimento dei detenuti nella società.

E infatti lui si è reinserito: è uscito dal carcere con tutte le carte in regola con la promessa di rientrare tre giorni dopo, è salito su una macchina che lo aspettava e si è dato alla fuga, si dice, verso il suo Paese di origine.

Più reinserito di così …

Era esposto come esempio dei successi ottenuti dalle politiche penitenziarie che consentono a qualche decina di detenuti l’anno, tra i quasi sessantamila ristretti nelle carceri, di acquisire un titolo di studio superiore a quello con cui sono entrati. Si tratta per lo più di licenze medie, qualche diploma di scuola superiore e addirittura qualche detenuto laureato!

Forse una decina l’anno di laureati, ma che rappresentano, o almeno così si cerca di far intendere, la misura del successo delle politiche penitenziarie.

Perché secondo il DAP e tanti altri esperti che hanno affollato, non a caso, i tavoli degli Stati generali dell’esecuzione penale, se un detenuto impara un mestiere in carcere, oppure, addirittura, se si laurea, e non una laurea qualunque, ma addirittura in filosofia, allora le porte del carcere gliele dobbiamo spalancare.

E’ un successo! E va sbandierato.

Per evitare la fuga, probabilmente sarebbe bastato acquisire i pareri degli Agenti della Polizia Penitenziaria che con questo tipo di detenuti ci passano 24 ore su 24 per capire chi era veramente il detenuto modello, come si comportava, cosa aveva in mente. E invece no. Il sistema penitenziario funziona in modo che le decisioni sui permessi premio le decidono le persone che con il detenuto ci passano un’oretta al mese, come nel caso degli educatori, oppure che hanno letto al massimo il nome sulla scheda di sintesi, come i Magistrati di Sorveglianza.

Si era laureato … in filosofia … era tanto una brava persona!

E infatti si è reinserito ... a modo suo però.

 

Omicida evade da permesso premio: si era laureato in carcere, era considerato un detenuto modello

 


Scritto da: Uomo Qualunque
(Leggi tutti gli articoli di Uomo Qualunque)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Un torneo di calcetto per ricordare “Gigi 48″, agente penitenziario prematuramente scomparso
Intervista all'' atleta della Fiamme Azzurre Clemente Russo: “Sogno Tokyo 2020 per fare la storia del pugilato mondiale”
Cerca di portare la droga al parente detenuto, arrestato
Giornata di campionato di calcio di serie A dedicata alle vittime del dovere
La Cassazione accoglie un ricorso sulla compatibilità di Dell Utri col carcere
Ministero della Giustizia condannato a risarcire detenuto: la nota della direttrice di Brindisi
NoiPa: Forze Armate in rivolta. E spunta una petizione on line
“Polizia Penitenziaria Day” alla Casa Circondariale


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 5


Spero sia riacciuffato al più presto e sia inflitta una pena esemplare che serva da monito e lezione per i furbetti diversamente liberi.

Di  Agente di custodia  (inviato il 15/10/2017 @ 08:25:33)


n. 4


i magistrati dopo essersi laureati dovrebbero fare 1 anno di pratica nei carceri piu' affollati x essere abilitati alla giustizia


Di  antonio  (inviato il 13/10/2017 @ 15:35:05)


n. 3


Ancora ci credono??? Ma si, è il loro lavoro. Noi facciamo il nostro, le loro sconfitte, non le ammetteranno mai...

Di  Frank  (inviato il 13/10/2017 @ 09:53:55)


n. 2


Ma se sono brave persone come dicono perche' li mettono dentro in carcere?

Di  Mandata  (inviato il 13/10/2017 @ 08:23:51)


n. 1


E ora di smetterla con tanto buonismo e pietà questi sono persone che pensano solo ai loro interessi e al proprio star meglio. Infischiandosene di tutti e di tutto, cosa bisogna rieducare a questi soggetti che hanno nell'indole del loro DNA solo il male, cattiveria e crudeltà verso gli altri.
Cordiale Saluti Crispino da Napoli

Di  Rosario  (inviato il 13/10/2017 @ 08:12:56)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.196.47.145


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

3 Quanto il temporeggiatore arretra ...

4 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

5 Non fatevi raccontare quello che succede in “miniera” da chi lavora dietro una scrivania. Il GOM visto da dentro

6 La lingua segreta dei tatuaggi sulla persona detenuta

7 L’indennità per la “presenza esterna”: a chi si e a chi no

8 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

9 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico

10 Convegno Salerno tenuto il 10 aprile dal Sappe su “Radicalizzazione nelle carceri”





Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

3 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

4 Domani i funerali di Davide Agente penitenziario suicida

5 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

6 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

7 Forze Armate: NoiPA è diventato un problema?

8 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

9 NoiPa: Forze Armate in rivolta. E spunta una petizione on line

10 M5S chiede intervento Ministro Giustizia: Parlamentari raccolgono allarme agenti Polizia Penitenziaria


  Cerca per Regione