Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Foto e video in carcere: ma si, facciamoci del male!


Polizia Penitenziaria - Foto e video in carcere: ma si, facciamoci del male!

Notizia del 16/01/2013

in Chiacchiere da Bar

(Letto 3574 volte)

Scritto da: Miguel Cervantes

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Lo devo confessare, le ultime certezze che avevo acquisito in tanti anni di onorata carriera sono state frantumate dall’autorizzazione concessa dal nostro Presidente Tamburino, ad una O.S. che voleva fotografare i posti di servizio in uno dei tanti carceri del Sud, al fin e di pubblicarle e dare l’opportunità a tutto il mondo di vedere lo schifo esistente nelle carceri italiane.

Io sono uno di quelli cresciuto nel clima di sospetto, con la concezione del divieto assoluto di fotografare qualsiasi cosa che si trovasse all’interno delle sezioni detentive e pertanto questa decisioni “epocale” del nostro Presidente mi ha lasciato veramente sorpreso.

Da oggi qualsiasi delegazione sindacale avanzerà richiesta di fotografare tutto, i posti di servizio, le brande a castello per dimostrare che non è possibile fare la battitura, l’umidità nei muri, le vernici scrostate, le auto in officina, i furgoni sbrindellati. Poi porteremo queste foto all’attenzione del mondo di internet, in modo che anche a New York i nostri concittadini possono rendersi conto in quale schifo viviamo. E il tutto con la benedizione del nostro Capo.

Se da un lato, quindi, potremmo applaudire all’iniziativa che non ha precedenti, segno di democrazia e di apertura verso l’esterno, dall’altro una riflessione è d’obbligo: vogliamo chiederci per un momento chi sono i responsabili di questo disastro? Se nonostante la buona volontà di direttori e comandanti non si riesce a riparare nulla, né aggiustare, né intonacare, né far pulire i luoghi perché non ci sono i soldi per la riparazione degli automezzi, non ci sono i soldi per acquisto del materiale, non ci sono i soldi per far lavorare e pulire a terra per i lavoranti e allora mi chiedo di chi è la colpa? Delle stesse persone che ci governano? Dei nostri dirigenti che ci hanno lasciato allo sbaraglio e però poi autolesionisticamente autorizzano ad effettuare riprese fotografiche dello schifo che anche loro hanno contribuito a creare?

E se passa questo principio, i sindacalisti del Sindacatone come dice un grande sindacalista il cui nome evoca disastri naturali ed esondazioni, potrebbero recarsi in massa in quelle carceri dove il comandante o il direttore è un amico di quella sigla e fargli il “culo” con terrificanti immagini di cacate di piccione sui davanzali, e questo a sua volta darebbe luogo a ripicche e vendette trasversali, il tutto in una spirale senza fine di insulti, accuse e quant’altro…

E quale sarebbe il risultato? Ringraziare un Capo per aver dato una mano a compiere una vendetta privata? Tutto ciò non ha senso. Forse avrà un senso per gli iscritti di quella sigla nemici della tal’altra sigla, ma sicuramente non rende un servizio alla Polizia Penitenziaria. Le foto di sedie incerottate o di plafoniere sventrate sono solo la punta di un iceberg, in quanto ci sono carceri, tipo l’Ucciardone, che sono da chiudere eppure non si riscontra lo stesso accanimento di qualche sigla, come invece è evidente in altri posti.

Non posso che concordare con il segretario generale del Sindacatone che qualcuno non ha valutato bene i rischi connessi a quella improvvida autorizzazione che potrebbe scatenare vendette su scala nazionale con l’unico risultato di portare sottoterra, tra i cittadini il livello di percezione di immagine della Polizia Penitenziaria.

 

 


Scritto da: Miguel Cervantes
(Leggi tutti gli articoli di Miguel Cervantes)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie
In arrivo un bando di gara per la fornitura di circa diecimila braccialetti elettronici
Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini
Comune di Catanzaro denuncia il DAP per 242 mila euro di risarcimento
Intimidazione ad Agente penitenziario: incendiata la sua auto a Rosolini
Andrea Orlando: il carcere di Sassari migliore della media nazionale, un carcere di qualità
Tre detenuti devastano una cella di Orvieto e feriscono un Poliziotto penitenziario
Porta hashish al figlio nel carcere di Viterbo ma viene scoperta dai cinofili della Polizia Penitenziaria


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 12


Miguel hai ragione ma io parlo in generale non solo di Avellino e aggiungo che la colpa del degrado e anche nostra basta vedere spesso con che maleducati indecorosi colleghi ci si ritrova a far servizio e i tanti superiori non hanno le p. (scusami) di richiamarli pur essendo uomini. Grazie minatore s. :) tanti colleghi stanno gia' facendo numerose segnalazioni sperando che qualcosa cambi !!! un saluto Anna

Di  Anna  (inviato il 18/01/2013 @ 16:36:36)


n. 11


..non dobbiamo nascondere nulla!!tutti devono sapere in che schifo di ambienti lavoriamo!!!posti di servizio senza riscaldamento,senza bagni,in mezzo a scarafaggi e topi!!!!E come dice Anna tutti noi dovremmo scattare foto e mandare a striscia!!!!

Di  minatore stanco  (inviato il 17/01/2013 @ 23:58:34)


n. 10


Caro agente annoiato che presumi di conoscere chi scrive sotto questo pseudonimo (si vede dal commento) ti posso assicurare che non c'è problema....sono in pensione anche se da poco......

Di  Miguel Cervantes  (inviato il 17/01/2013 @ 21:19:20)


n. 9


caro Miguel ......se temi le vendette sindacali temi te stesso ....battiti per cambiare la politicuccia dell'orticello sindacale ( anche del Sappe che non è immacolato) e non per nascondere la realtà!!

Di  agente annoiato  (inviato il 17/01/2013 @ 19:06:49)


n. 8


Cara Anna, non penso che per risolvere i problemi dell'Amministrazione bisogni chiamare striscia la notizia. Il senso dell'articolo è un altro, ovvero: perchè solo ad Avellino? Perchè un sindacato si accanisce contro un comandante solo perchè si presume vicino ad un altro sindacato fotografando ciò che si può trovare in tutti gli istituti? perchè non vanno a fare le pulci in tutti gli istuituti, secondo un programma ben definito? Perchè il nostro presidente o i n ostri dirigenti, co responsabili del degrado che c'è in tutte le carceri causa principale la carenza dei fondi autorizzano queste cose sapendo che saranno sp*****ati di fronte al mondo intero?

Di  Miguel Cervantes  (inviato il 17/01/2013 @ 16:12:22)


n. 7


Chiamate Striscia la notizia se avete gli attributi invece di fare chiacchiere, questo e' l'indirizzo per le segnalazioni: http://www.striscialanotizia.mediaset.it/segnalazioni.shtml

Anna

Di  Anna  (inviato il 17/01/2013 @ 00:59:36)


n. 6


Invito tale sindacalista pseudo imitazione di grandi sindacalisti penitenziari, di chiedere l'autorizzazione a fotografare l'Ucciardone e a pubblicare su scala planetaria lo schifo che ne verrà fuori....ma già dimenticavo....dobbiamo segnalargli le carceri dove ci sono comandanti e direttori vicini al Sappe. Invito questo prodotto cinese a chiedere con forza la rotazione n'coppa o nucleo addo stanno i cumparielli soie così vedremo la caratura dell'uomo.........

Di  gennaro cozzolino  (inviato il 16/01/2013 @ 21:02:57)


n. 5


Per Miguel Cervantes e per tutti i Poliziotti Penitenziari

Il mio post è solo un opinione che può trovare condivisione d'intenti o meno e anche satira .
Chiaramente ci si riferisce alla CC terra d'Irpinia , ove un grosso sindacalista di peso di una minoritaria sigla , vuoi per incapacità a relazionarsi sul territorio o vuoi per la inesorabile voglia più dell'apparirre che dell' ESSERE si crede di ergersi a paldino della giustizia in un determinato Istituto della Repubblica.
Denuncia, scrive , si accanisce verso un Dirigente, verso una sigla , verso una persona , verso chicchessia al solo scopo di trarre profitto mediatico e politico; cosa quest'ultima mancata forse per manifesta esagerazione trasbordata e strumentale. Ci sono state ispezioni, verifiche opportunamente effettuate e tutto risulta OK , a quanto è dato di sapere .
Non dico che sia giusto o meno fotografare posti di servizio, macchine in disuso, intonaci scadenti, cancelli rotti, plaffoniere letti a castello che impediscono determinate operazioni di servizio ma lancio una provocazione :
1) come mai il sindacalista di peso non effettua fotografie in altri Istituti della regione Campania richiedendo l'intervento del nucleo di PG della Polizia Penitenziaria regionale , e nazionale?
2) come mai non denuncia il tutto alla Procura della Repubblica se ritiene doveroso farlo e all'Ufficio Ispettivo DAP ?
3) come mai non utilizza due pesi e due misure in altri luoghi di lavoro, intercedendo con i vari giggino, tommaso, e silvio ???
4) come mai quando ha avuto un Comandante vicino alla sua sigla non ha fatto tutto questo?
5) come mai non è mai intervenuto su esposti anonimi , e quant ' altro?
6) come mai non interviene sui nuclei regionali campani e nazionali circa l'utilizzo dello straordinario di talune unità sue iscritte con il bene placido del Responsabile ?
7) come mai utilizza nella riunione al DAP sul FESI 2012 ( tenuta in data 27/11/2012 il cui esito è stato trasmesso a tutte le O.S. e pubblicato sul sito SAPPE in data 16 c.m. ) termine scurrile e volgare nei confornti di un elargizione a favore di un capo d'arte della Sicilia chiamando " PORCATA " tale corresponsione avallata peraltro dall'Ufficio Relazioni sindacali . ( pagina 7 e 8 ultimo capoverso tramissione del varbale afferente il fesi 2012 ) . Sembrerebbe che il noto sindacalaio di peso, sia a corto di contestazione da fare sindacalmente e deontologicamente nel momento in cui fu elargita tale incentivazione .
Inoltre nell'ambito della riunione al DAP ( sempre in data 27/11/2012 tutti i segretari generali hanno sostenuto per solidarietà la dottoressa PIERINA CONTE .
D'altro verso il Consigliere TURRINI aggiunge in sede di ultimazione dei lavori che la UIL dovrebbe scusarsi da tale accusa " porcata " e che certamente ha trasceso anche il vero pensiero dell'associazione .
" Bella figura " .....l eggete e prendere nota di tale cultore dell'educazione, trasparenza , e decenza in un livello di contrattazione
di vertice .
Nel tornare alle foto, condivido con Miguel Cervetes che ogni sigla può richiedere di fotografare determinate condizioni di invivibilità ed inciviltà ( es: poggioreale, secondiglkiano , lo stesso PRAP -officine e lavorazione , S.maria C.V. e tanti altri ).
Bravo sindacalista di peso , ti sei fatto onore e fallo anche per altri istituti e con particolare riferimento ai tuoi iscritti che fanno 40-50 ore di straordianrio sulle traduzioni con meno di 20 presenze sul modello 14. Perchè son si attiva per la rotazione dei posti di servizi negli Uffici servizi , NOTP, CED, sulla contrarietà a formare le UU.OO. e tanto altr o ancora . Se devi fare il sindacalista , peraltro LOCALE , fallo con coerenza poichè non fai figurare un provinciale o un regionale ?
Tu che capisci tutto e tutti , attivati è un invito così apprendiamo la cultura del fare il sindacato . Grazie mille
WW il SAPPE

Di  attento minatore avellinese  (inviato il 16/01/2013 @ 20:12:36)


n. 4


La tua opinione è rispetabilissima e condivido il fatto che non ci si deve servire di certi mezzucci per attacare il comandante o il direttore a seconda della convenienza del momento. Però questi signori che ci comandano hanno terrore delle telecamere ed è l'unica arma che abbiamo a disposizione per metterli in apprensione, mandare dei colleghi a fotografare per poi fare un reportage al dap (volutamente minuscolo), avrebbe lo stesso effetto che ha avuto finora cioè : zero su tutti i fronti. Altresì credo, anzi ne sono convintissimo, che continuare a farsi la guerra tra sindacati sia deleterio per noi, l'amministrazione (volutamente minuscolo), non aspetta altro. Dividi et impera è sempre stato il suo moto, noi non facciamo altro che agevolargli il compito, gli facciamo ottenere il massimo risultato con il monimo sforzo. Un saluto

Di  Cairo74°  (inviato il 16/01/2013 @ 18:54:01)


n. 3


Non ho detto che non è giusto far vedere a tutto il mondo lo schifo che c'è nelle carceri, temo solo che questo possa innescare una serie di vendette sindacali; ovvero andare a fotografare laddove c'è un comandante nemico della mia sigla o un direttore che mi voglio giocare. Lo schifo è sotto gli occhi di tutti non credo che sia stata una buona soluzione autorizzare quella sigla a fotografare; sarebbe stato giusto a mio parere, al di la della sigla, denunciare per iscritto determinate schifezze e il DAP mandava dei suoi delegati (preferibilmente Poliziotti) a fotografare al fine di fare un reportage al Capo del DAP. E' una mia opinione

Di  Miguel Cervantes  (inviato il 16/01/2013 @ 17:11:47)


n. 2


Stavolta caro Miguel Cervantes non mi trovi d'accordo. Perchè non dobbiamo far vedere al pubblico in quale schifo questa amministrazione ci fa operare? Perchè non dobbiamo sp*****arla ? Perchè ci dobbiamo vergognare noi al posto di chi tutto questo lo ha causato e continua imperterrito come se niente fosse? Noi non ci dobbiamo sentire responsabili di tale disastro, siamo noi la parte lesa.

Di  cairo74°  (inviato il 16/01/2013 @ 13:11:55)


n. 1


ma perche si deve nascondere?i visto che nessuno ha mai avuto a cuore la tutela dei poliziotti penitenziari ? facciamo vedere in che modo ci costringono a vivere cosa tutto dobbiamo sopportare in assenza di tuttela nei nostri confronti e ora di lavare i panni in pubblico!!!!!!!!!!!!!!!! siamo l'unica cattegoria di lavoratori ad essere bistrattati dalla stessa amministrazione questa cosa non accade a nessuno comune regione tribunali ospedali non confrontiamoci neanche col pensiero coi cugini delle altre forze di polizia i loro dirigenti stanno in strada sempre davanti ai loro uomini.

Di  Anonimo  (inviato il 16/01/2013 @ 12:56:18)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.167.155.163


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 In ricordo di Roberto Pelati, ex atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre colpito da una grave malattia e scomparso prematuramente

3 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

4 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

5 Poliziotti penitenziari che lavorano negli uffici: pochi, troppi o adeguati?

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

8 La protesta dei poliziotti di Rebibbia e gli starnuti del RE

9 Razionalizzazione del personale: pure quello informatico però

10 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario





Tutti gli Articoli
1 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

2 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

3 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

4 Polizia Penitenziaria e Carabinieri arrestano due persone pronti a sparare e con targhe contraffatte

5 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

8 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali

9 Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini

10 Cinque posti da procuratore DNA a Roma: concorrono anche Alfonso Sabella, Francesco Cascini e Calogero Piscitello


  Cerca per Regione