Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Franca Leosini replica a Nuvola Rossa: " MAI, dico MAI, facendo riferimento agli Agenti di Polizia Penitenziaria, potrei definirli 'guardie', o con altra detestabile definizione…"


Polizia Penitenziaria - Franca Leosini replica a Nuvola Rossa:

Notizia del 22/03/2011

in Ma mi faccia il piacere ...

(Letto 4441 volte)

Scritto da: Admin

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Gentile Redazione,
a proposito dell’articolo di Nuvola Rossa “Le Guardie carcerarie stiano fuori dalle stanze”, a commento dell’intervista rilasciata da Franca Leosini su Panorama del 24 febbraio 2011,  ho ritenuto doveroso partecipare alla Signora Leosini sia il contenuto dell’articolo di Nuvola Rossa, sia i commenti espressi dai lettori appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria, che hanno ritenuto tali affermazioni lesive della professionalità e del prestigio del Corpo. La Signora Leosini ha espresso molto rammarico per le espressioni che le sono state attribuite dall’autore dell’intervista e ha voluto chiarire il proprio pensiero nella lettera che mi ha indirizzato e che io ritengo doveroso inviarvi.
Prego, pertanto, la Redazione di valutare l’opportunità di pubblicare la lettera della Signora Leosini, unitamente a queste mie righe che l’accompagnano.
Vogliate gradire i miei più cordiali saluti
Assunta Borzacchiello
Direttore Ufficio Stampa e Relazioni Esterne
Dipartimento Amministrazione Penitenziaria

 

Gentile dottoressa Borzacchiello,
è con estremo rammarico che prendo atto del commento che – sotto pseudonimo Nuvola Rossa - mi viene rivolto sul blog del sito www.poliziapenitenziaria.it.
Sento il bisogno di rispondere, per il rispetto, la considerazione, l’ammirazione, anche l’affetto che nutro nei confronti degli Agenti di Polizia Penitenziaria, che da anni ho occasione di frequentare, massimamente a causa della trasmissione televisiva Storie Maledette, della quale sono autore e che su Raitre conduco.
La nota di Nuvola Rossa, fa riferimento a un’intervista da me rilasciata al settimanale Panorama, in edicola il 24 febbraio 2011.
Purtroppo, come pure ha intuito l’autore della nota, quando rilasci un’intervista, non sei responsabile di come le tue parole e la tue affermazioni vengono riportate: e devo dire, nel caso specifico, molte “imprecisioni” (certo in buona fede!) sono state operate dal pur valente collega autore del pezzo.
MAI, dico MAI, facendo riferimento agli Agenti di Polizia Penitenziaria, potrei definirli “guardie”, o con altra detestabile definizione…, perché farei torto anzitutto alla mia cultura di base, alla mia esperienza, alla mia consapevolezza della qualifica che meritatamente, giustamente compete al Corpo di Polizia Penitenziaria.
Per non dire del personale disagio che mi ha attraversato quando ho preso nota che “esigo” dai Direttori della Struttura che all’intervista non siano presenti gli Agenti. Neppure a casa mia, oserei “esigere” alcunché! Figuriamoci in una Struttura Penitenziaria della quale sono ospite, e all’interno della quale ho l’obbligo di agire con il dovuto rispetto e l’attenzione dovuta.
Magari, io “prego”, e ottengo dal Direttore, dagli Agenti, sempre con me amabili e gentilissimi, di poter dialogare in massima concentrazione con il mio interlocutore. Le interviste che realizzo sono infatti di estrema delicatezza e richiedono concentrazione estrema.
Le persone che intervisto (che MAI definisco “assassini” o “criminali” perché è linguaggio che non mi appartiene e che, peraltro, critico e detesto) quando scendono nell’inferno del proprio passato, hanno un bisogno assoluto di sentirsi come isolati, in una dimensione che escluda presenze dalle quali possano avere percezione di sentirsi nell’immediato giudicati. Anche se sono consapevoli che milioni di spettatori seguiranno successivamente  la loro storia. A questo fine, il regista ha cura di schermare con paraventi e pannelli tutti gli operatori presenti nel corso dell’intervista per necessità di ripresa televisiva.
Purtroppo - come lei dottoressa Borzacchiello certamente sa bene - chi rilascia un’intervista, NON ha alcun diritto di prenderne visione prima della pubblicazione. E’ regola giornalistica. Può pretenderlo solo un Capo di Stato, un Regnante o il Papa, o qualche Ministro, se molto influente..! Queste, le regole del giornalismo e in nulla possiamo intervenire noi comuni mortali, quand’anche titolari di una tessera dell’Ordine.
Questo tenevo a precisarle, gentile dottoressa, in ossequio alla deontologia e al rispetto con cui pratico la mia professione, ma soprattutto in ossequio al rispetto con cui agli altri faccio riferimento.
Nel ringraziarla, sono per lei i miei più cordiali saluti.
 
Franca Leosini
 
 

 


Scritto da: Admin
(Leggi tutti gli articoli di Admin)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage
Detenuto in alta sicurezza aggredisce Poliziotto penitenziario dopo colloquio con i familiari nel carcere di Siracusa
Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza
Il carcere di Sala Consilina rimarrà chiuso: il Consiglio di Stato ha accolto provvisoriamente il ricorso del Ministero contro il TAR
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. Arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata
Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma
Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 9


Io ammiro molto il corpo della polizia penitenziaria.fanno un lavoro duro e cn molte responsabilita'.ho conosciuto agenti dell o.p.g di aversa e meritano tutto il riconoscimento possibile.grazie

Di  Anonimo  (inviato il 11/02/2012 @ 00:18:54)


n. 8


Ottimo lavoro nuvola rossa, ottimo lavoro!!!

Di  James  (inviato il 30/03/2011 @ 14:57:17)


n. 7


Quando un giornalista riconosce l'errore e scrive per chiarire un malinteso o una male interpretazione, manifestando anche la massima considerazione e stima verso gli operatori della Polizia Penitenziaria, altro non fa che renderle onore, cio' dimostra anche una grande professionalità di giornalista.
I miei piu' cordiali saluti alla Dr.ssa Franca Leosini.
Paolo Spano
Poliziotto penitenziario.

Di  Paolo  (inviato il 28/03/2011 @ 11:52:20)


n. 6


...ma perché non cominciamo a "rendere pan per focaccia"???
A noi "secondini", "guardiacarcere", "guardie carcerarie", "guardie penitenziarie", eccetera, eccetera, eccetera....
A loro "scribacchini"!!!! Come diceva la pubblicità per un celebre prodotto farmaceutico che combatteva la pigrizia dell'apparato digerente (che gentile che sono!!!), "basta la parola"!!!!

Di  KIUPILU  (inviato il 24/03/2011 @ 21:02:27)


n. 5


Senza poi contare le vari volte che veniamo chiamati "Guardie o secondini ,ecc.ecc. nei vari telefilm polizieschi di produzione italiana o fiction attuali.

Di  Serpico  (inviato il 23/03/2011 @ 18:52:53)


n. 4


Ammiro tantissimo le parole dette dalla d.ssa Leosini, l'unica cosa che non condivido eè perchè ha scritto alla d.ssa Borzacchiello....perchè ????
poteva risp. ai commenti di nuvola rossa, era lo stessocmq grazie sig.ra Leosini, le sue parole ci gratificano.

Di  Ciccio Scotola  (inviato il 22/03/2011 @ 21:23:45)


n. 3


Caro Nuvola, Cosa pensavi che ti dicesse pubblicamente la Sig.ra Leosini ?
Chiudi questa partita.
Saluti.

Di  Skorpions58  (inviato il 22/03/2011 @ 17:26:16)


n. 2


E' veramente apprezzabile che la dott.ssa Leosini abbia fatto questa precisazione; ciò oltre che a renderle onore me la rende sicuramente più simpatica. Resta il fatto che il giornalista di Panorama, così come fa la stragrande maggioranza dei giornalisti di periferia, avrebbe dovuto, a titolo di cortesia, prima di uscire con un pezzo, sottoporlo alla lettura dell'intervistato, o portarsi dietro un registratore tascabile affinchè non possano essere smentiti su talune frasi. Comunque grazie....

Di  Nuvola Rossa  (inviato il 22/03/2011 @ 14:36:49)


n. 1


Finalmente una giornalista che esprime con estrema semplicità concetti per noi poliziotti importanti e fondamentali. Vorremmo che tutti coloro che scrivono o parlano di carcere avessero l'onestà intellettuale di Franca Leosini.

Di  maniman  (inviato il 22/03/2011 @ 10:00:51)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.166.37.177


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

3 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

4 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

5 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

8 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

9 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP

10 Dal servizio di sentinella al sistema di videosorveglianza. Ma la tecnologia, da sola, non basta





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage

3 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

4 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

5 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

6 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

7 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

8 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

9 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

10 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico


  Cerca per Regione