Maggio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Maggio 2018  
  Archivio riviste    
Funerali di Giuseppe Falcone: unico assente la “Sua” amministrazione


Polizia Penitenziaria - Funerali di Giuseppe Falcone: unico assente la “Sua” amministrazione

Notizia del 05/03/2018

in Memoria del Corpo

(Letto 2501 volte)

Scritto da: Giovanni Battista De Blasis

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


“Il più terribile dei mali dunque, la morte, non è niente per noi, dal momento che, quando noi ci siamo, la morte non c’è, e quando essa sopravviene noi non siamo più. Essa non ha alcun significato né per i viventi né per i morti, perché per gli uni non è niente, e quanto agli altri, essi non sono più.” (Epicuro)

Questa frase, scritta tre secoli prima della nascita di Cristo, potrebbe campeggiare all’ingresso del Dap.

Per chi ci dirige oggi, infatti, non ha alcun significato la morte di personaggi che hanno fatto la storia dell’amministrazione “...quando Loro ci sono la morte non c’è e quando essa sopraggiunge Loro non ci sono più ...”.

E poco importa se il defunto è un personaggio storico, un Eroe, un povero cristo o una vittima sacrificale, “...quando c’è la  morte Loro non  ci sono.”

Purtroppo, ho avuto modo più volte di imbattermi nel deplorevole cinismo del nostro dipartimento.

Ho visto, più volte, coi miei occhi la vistosa assenza di qualsiasi rappresentanza alle cerimonie funebri di colleghi e/o di congiunti di colleghi.

Su tutte mi hanno colpito i funerali del padre di Umberto Vitale, non perché il mio amico Umberto fosse più meritevole degli altri, ma perché anche il padre era un Agente di Custodia, e per quarant’anni.

Quarant’anni della propria vita dedicati all’amministrazione penitenziaria che sommati con i quaranta del figlio Umberto fanno ottant’anni anni al servizio del Corpo che, purtroppo, non sono stati sufficienti per acquisire il diritto ad una piccola rappresentanza in divisa che rendesse onore alla salma.

Ma non basta nemmeno questo, a rendere ancora più amara l’ingiustificabile assenza della nostra amministrazione è stata la presenza di una rappresentanza in divisa della Guardia di Finanza perché il fratello di Umberto, Antonio, è un Maresciallo della GdF e Loro rispettano ed onorano i propri morti.

I funerali sono pratiche rituali che, più di altre, esprimono e comunicano l’identità di coloro che vi partecipano e che ne esprimono la cultura sociale, famigliare e professionale.

I dirigenti dipartimentali, invece, non sono per nulla interessati ai nostri morti proprio perché non si identificano affatto con la nostra cultura sociale, famigliare e – soprattutto - professionale.

Tuttavia, non abbiamo a che fare con dirigenti anonimi e di passaggio nelle stanze del potere del palazzone di Largo Daga. Alcuni sono insediati al Dap da decenni.

Personaggi che hanno scienza e coscienza di quello che accade.

Personaggi che, spesso, possono decidere quello che vogliono senza rendere conto a nessuno (se non alla propria coscienza).

Personaggi che conoscono vita, morte e miracoli di chiunque.

Personaggi che, però, alla fine scelgono di inviare il solito telegramma ...

Personaggi che pensano di avere la coscienza pulita soltanto perché non la usano mai.

Sabato scorso, poi, ho assistito ad un’assenza ancora più vergognosa.

Alla cerimonia funebre di Giuseppe Falcone – già Capo del Personale e Vice Capo del Dap – per vent’anni dirigente del Dap non solo non c’era alcuna rappresentanza in uniforme, ma non c’era proprio nessuno a rappresentare istituzionalmente l’attuale amministrazione per rendere omaggio ad uno dei personaggi che ne hanno fatto la storia.

Non sto qui a rimarcare chi è stato Giuseppe Falcone né tantomeno chi è stato Giuseppe Falcone per l’amministrazione penitenziaria … per Lui parlano i fatti.

Emblematiche, ad esempio, le poche righe che ci ha indirizzato Nicola Alessi, generale del Corpo in congedo e altro personaggio storico dell’amministrazione.

Immagino che Peppino Falcone, da lassù, dietro la coltre del fumo del suo inseparabile sigaro, avrà brontolato bonario “ … non vi preoccupate, lo sapete che tanto non mi sono mai piaciute le smancerie! “

 

leggi anche:

Il Generale i.c. Nicola Alessi: Ai funerali di Falcone soltanto l’Associazione Nazionale Polizia Penitenziaria a rappresentare lo Stato, l’amministrazione penitenziaria e la Polizia Penitenziaria

 

 

Il Presidente Giuseppe Falcone, già vice Capo del Dap e Capo del Personale, ci ha lasciato oggi pomeriggio

 

 


Scritto da: Giovanni Battista De Blasis
(Leggi tutti gli articoli di Giovanni Battista De Blasis)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Detenuto aggredisce due agenti a Pesaro durante la perquisizione
Carcere, l’inchiesta sull’ex direttore Il dubbio: lavori gratis in casa? «Batteva cassa due volte all’anno»
Detenuto tenta fuga da ospedale, un agente si ferisce per fermarlo. Bonafede: Coraggio e senso dovere agente
Reggio Emilia, allarme in carcere: dà fuoco alla cella e inneggia all''Isis
Detenuto aggredisce poliziotti penitenziari a Viterbo. Era tra i protagonisti della rivolta di Ariano Irpino
Una pistola TASER per gli Agenti di Polizia Penitenziaria contro le aggressioni
Il Prefetto in visita al Don Bosco: "Attività della Polizia Penitenziaria insostituibile"
Carceri, il Garante: detenuti salgono a 58mila. Il ministro Bonafede: 41 bis irrinunciabile


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 2


Amministrazione ridicola come sempre, non gli è bastata la figuraccia ai funerali del grande direttore M Forgione ... uomini che sono stati d'esempio per molti di noi fa male vederli essere dimenticati così.

Vorrei elogiare figure come il Gen. Mattiello sempre presente "purtroppo" a questi avvenimenti! Prima uomini poi comandanti!

Di  capezzi l  (inviato il 05/03/2018 @ 13:46:32)


n. 1


Credo che Epicuro volesse confermare che non bisogna temere la morte, perché non ci incontreremo mai con essa, in quanto fino a quando siamo in vita la morte non c'è e quando sopraggiunge noi non saremo più.

Di  Gianmarco  (inviato il 05/03/2018 @ 09:44:03)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.159.91.117


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Salvate il Gruppo Operativo Mobile (e gli altri servizi della Polizia Penitenziaria)

2 Col Ministro Bonafede avrà finalmente fine il paradosso dei direttori che esercitano funzioni di polizia, tolte alla Polizia Penitenziaria?

3 Ma col Ministro Orlando c’era un progetto, a tavolino, per depotenziare la Polizia Penitenziaria?

4 Alcune considerazioni sull’esonero, per motivi sanitari, da alcuni posti di servizio

5 Il Dap si riorganizza ... ma si dimentica sempre dell''Appuntato Caputo

6 Firenze Sollicciano: bubbole, fandonie e fanfaluche

7 L’elogio funebre di Nicolò Amato a Giuseppe Falcone

8 Il pericolo radicalizzazione nelle carceri italiane

9 Aumenta la casistica dei reati perseguibili a querela

10 La favoletta dell’autoconsegna di Siracusa e le fake news di certe paginette facebook





Tutti gli Articoli
1 Supermercato in caserma, i Carabinieri ne Aprono uno per tutti i Militari di Firenze

2 Carceri:Ariano Irpino,sequestrato agente

3 Noipa: nel cedolino di giugno al via gli incrementi stipendiali. Tutte le date degli accrediti

4 Carceri, SAPPE a Bonafede: “Ecco la situazione degli agenti penitenziari

5 Disordini Ariano Irpino: Bonafede, a chi lavora in carcere il sostegno concreto dello Stato

6 Accoltellamento a Trezzano, un poliziotto penitenziario salva la vita all’anziana aggredita

7 Rivolta in carcere ad Ariano Irpino, feriti due agenti della penitenziaria

8 Grand Hotel Poggioreale, cellulari e 100mila euro: la “stanza” d’oro di Genny ‘a carogna

9 Ariano Irpino:Si sono offerti in ostaggio per salvare i loro colleghi

10 Sicurezza: Salvini, chiesto a Tria fondi assunzioni. Troppo alta età media agendina,serve piano reclutamenti


  Cerca per Regione