Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Giornata della legalità nella Scuola "Giovanni Falcone" ma, come al solito, nessuno ne parla


Polizia Penitenziaria - Giornata della legalità nella Scuola

Notizia del 22/09/2015

in Anche le Formiche nel loro piccolo si incazzano

(Letto 2162 volte)

Scritto da: Agente Furioso

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Il 16 settembre scorso, presso la Scuola di formazione e aggiornamento della Polizia Penitenziaria “Giovanni Falcone”, proprio nel piazzale antistante la teca che custodisce la Croma in cui perse la vita il Magistrato insieme alla moglie e agli Agenti della scorta, si è svolto un incontro molto importante tra numerosi studenti delle scuole romane e rappresentanti delle istituzioni per discutere di legalità.

Gratteri, Gabrielli, Sabella e Ardita con gli studenti di Roma per la Giornata della Legalità nella Scuola della Polizia Penitenziaria

Ne abbiamo dato conto nella nostra rubrica di rassegna stampa penitenziaria in quanto nessun avviso era pervenuto in redazione se non uno scarno comunicato da parte dell’amministrazione che si limitava ad una comunicazione di rito.

Eppure l’evento non era da poco. Non era di poco conto prima di tutto perché, per la prima volta, un così vasto pubblico di studenti, aveva l’occasione di discutere di legalità in una sede della Polizia Penitenziaria e magari, proprio con la Polizia Penitenziaria, poteva anche aprire un dialogo, un confronto: considerato anche la scarsità di occasioni che il Corpo ha di rendere pubblico il proprio lavoro e di rappresentarlo soprattutto ai giovani. C’è poi da evidenziare la caratura degli intervenuti a cominciare dal Prefetto di Roma, Franco Gabrielli, l’assessore capitolino alla legalità, Alfonso Sabella, il Procuratore aggiunto di Reggio Calabria, Nicola Gratteri e quello di Messina, Sebastiano Ardita.

Incontro per la legalità con gli studenti di Roma presso la Scuola di Via di Brava

L’evento è stato sicuramente un successo per la partecipazione degli studenti che hanno avuto l’occasione di ascoltare esponenti di primo piano in fatto di legalità, ma è stato anche un’altra (ennesima) occasione che ci ha mostrato il vero volto della nostra amministrazione e dei nostri Dirigenti amministratori. Questi infatti si sono limitati ad “amministrare” l’evento, ma non un piccolo altro sforzo in più per pubblicizzarlo, per coinvolgere la Polizia Penitenziaria, che pure di legalità ne avrebbe da parlare con gli studenti …

E così, una giornata come quella, non è finita nemmeno nel cestino. Semplicemente, non è nemmeno esistita: né un cenno sui siti web, né un comunicato stampa.

Rimane allora l’amaro in bocca, ancora una volta, per l’incapacità dei nostri amministratori di cogliere il senso di certe occasioni e di certi gesti. Non riescono a comprendere l’importanza istituzionale dell’aprire un canale con le nuove generazioni e la società civile.

Dove sono tutte quelle belle parole del Capo DAP e dei suoi collaboratori che non perdono occasione per sottolineare l’importanza di aprire il carcere alla società civile?

Ma se non si riesce a “sfruttare” e “pubblicizzare” un evento come questo, ma cosa ci stanno a fare uffici stampa e pubbliche relazioni?

 

 


Scritto da: Agente Furioso
(Leggi tutti gli articoli di Agente Furioso)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma
Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni
Indagini nel carcere di Padova per capire chi ne ha disposto il declassamento da detenuti alta sicurezza a detenuti comuni
La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie
In arrivo un bando di gara per la fornitura di circa diecimila braccialetti elettronici
Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini
Comune di Catanzaro denuncia il DAP per 242 mila euro di risarcimento
Intimidazione ad Agente penitenziario: incendiata la sua auto a Rosolini


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 7



▼Bernardo Provenzano rimane al 41-bis: provvedimento adottato per "tutelare la sua salute"▼

Se penso agli anni 80/90 e tutti coloro che ci hanno rimesso la vita perchè ammazzati senza pietà anche da quest'uomo.
Se penso a quel giorno di servizio in sezione, in cui tutti i mafiosi di merda ridevano, si abbracciavano e si baciavano durante il TG, in occasione del primo anniversario della strage di Capaci, pur sforzandomi di essere un buon cristiano anche in questa occasione, GIURO mi viene troppo difficile.
Non ci riuscirò mai.
Per cui,.......((Sub Tutela Dei)) anche per questo essere immondo che non si è mai pentito per i suoi orrendi peccati. Ed è già tanto!!!

Lei signor Provenzano, sarà giudicato anche da nostro Signore e mi auguro che il collegio giudicante sia formato da Rosario Livatino, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Costa, Scopelliti, Chinnici, Ciaccio Montalto e tutti coloro che sono morti per mano di questo spregevole fenomeno umano criminale.
Di questo passo.... la dannazione eterna è "cosa certa"!



Di  Ordo▲  (inviato il 25/09/2015 @ 20:16:36)


n. 6


Tralasciamo allora gli schieramenti sindacali ( che ci vedono - evidentemente -contrapposti). io c'ero alla manifestazione, non invitato da nessuno. Nè tantomeno sono un segretario generale di un sindacato. Non ero lì come Istituzione, non ero lì in rappresentanza del Corpo. Ero lì come poliziotto penitenziario, come cittadino italiano, come persona. Per dire NO alla mafia. E allora, forse, bastava esserci. Sempre che uno lo voglia dire " NO" alla mafia. Mi fa poi piacere leggere che anche secondo te "la Croma lì è uno spreco", soprattutto perchè fino a qualche minuto fa ti disgustava il fatto che avessero proposto di spostarla. Su una cosa - almeno - concordiamo: l'assenza dei vertici dell'Amministrazione. Come la abbiamo notata noi, l'avranno notata centinaia di studenti. E anche loro, magari, si staranno chiedendo il perchè.

Di  Oscar  (inviato il 22/09/2015 @ 12:52:29)


n. 5


Ho detto che non volevo aprirla, non che non sia in grado di farla, la polemica. Come vedi stiamo già "scadendo" su posizioni di schieramenti sindacali.
L'importante secondo me è che la Polizia Penitenziaria doveva partecipare come "istituzione" e non con dei rappresentanti sindacali. Sarò un illuso io, ma ritengo che il singolo debba farsi da parte quando in discussione c'è il Corpo. Quel singolo poliziotto (ancorché sindacalista) non rappresentava la Polizia Penitenziaria (l'Istituzione). Il fatto che tu come altri forse ancora non lo comprenda, è uno dei problemi gravi della Polizia Penitenziaria (intesa come Corpo).

Anche secondo me la Croma piazzata lì è uno "spreco" di significati che potrebbero essere senz'altro valorizzati meglio se esposti completamente al pubblico. E quindi sarei anche d'accordo con Ruotolo, se non sospettassi del fatto che forse (forse) la sua è solo una polemica pretestuosa, forse "imbeccata" da qualcun altro. Ci sono anche altre associazioni e tante altre persone che chiedono quello che chiede (oggi) Ruotolo e lo fanno da anni. Avrebbe potuto accodarsi a loro e appoggiare le richieste che già ci sono. Ma sono io che penso male ...

Di  Agente Furioso  (inviato il 22/09/2015 @ 12:31:06)


n. 4


E meno male che non volevi aprire nessuna polemica! Non mi interessano le questioni politiche ( nè di segretari che si candidano nè di segretari che appoggiano pubblicamente candidati poi indagati per associazione mafiosa). Era solo per precisare che, ti piaccia o meno, un rappresentante che ha espresso la voce del Corpo c'era. E per precisare che, ad un incontro con le nuove generazioni, per dare un segno tangibile di lotta alla criminalità, probabilmente una presenza di vertice dell'Amministrazione sarebbe stata opportuna. E magari anche di altri segretari generali di altri sindacati, in ragione del fatto che la manifestazione si è tenuta a " casa nostra". Ho letto la proposta avanzata da Ruotolo e, onestamente, ne dò una lettura diversa. Ruotolo ritiene ingiusto che la Croma sulla quale morirono Falcone e la mogile sia esposta in un luogo non visitabile da chiunque ( e mi pare che la piazza d'armi di via di Brava non sia inserita tra gli itinerari turistici di Roma), ma che possa essere esposta come monumento eterno in un luogo dove tutti la possano vedere. E, a dire il vero, la proposta mi trova d'accordo. Perchè non toglie nulla alla Polizia Penitenziaria ma, anzi, dal mio punto di vista , ci consente di far sapere al mondo intero quanto la Polizia Penitenziaria ha dato in termini di sacrificio alla storia di questo Paese. Ma è solo un punto di vista, il mio. Spero di non averti disgustato di nuovo. : - )

Di  Oscar  (inviato il 22/09/2015 @ 12:17:25)


n. 3


Sandro Ruotolo, ha postato su Facebook la foto della macchina, omettendo vergognosamente che si trova all'interno di una struttura dello Stato, come se questa fosse invisa a Dio e agli uomini di buona volontà...
Ho educatamente spiegato che ha travisato in modo fazioso il contenuto del messaggio di cui è portatore il monumento, peraltro collocato nella "Piazza d'Armi" della scuola di formazione intitolata al dott. FALCONE....

Di  Daniele Papi  (inviato il 22/09/2015 @ 12:17:11)


n. 2


Non me ne sono dimenticato. L'avevo omesso per non aprire un'altra polemica. Trovo ancora più grave che a parlare a nome della Polizia Penitenziaria sia stato invitato il segretario generale di un sindacato. L'avrei pensato anche se fosse stato invitato il SAPPE ...
Ma siccome a "moderare" l'incontro c'era anche il giornalista Sandro Ruotolo, comprendo anche il motivo e il "canale" con cui è stato invitato proprio quel sindacalista. Non mi dimentico che il sindacalista, Ruotolo e Ilaria Cucchi erano nella stessa lista elettorale alle ultime elezioni politiche (peraltro clamorosamente perse da quella stessa lista).
Ieri per esempio lo stesso Ruotolo ha lanciato una petizione online per togliere l'auto di Falcone dalla scuola di Polizia Penitenziaria ...
Se tu lo consideri un successo l'intervento del sindacalista, fai pure ...
A me è aumentato solo il disgusto.

Di  Agente Furioso  (inviato il 22/09/2015 @ 11:09:09)


n. 1


In realtà c'era anche il Segretario Generale dell'OSAPP ( in prima fila nella foto che hai allegato) - che per mera dimenticanza non hai citato - che ha portato la voce della Polizia Penitenziaria all'evento. Per il resto, concordo pienamente col fatto che, ancora una volta, l'Amministrazione ha perso un'occasione. Mancava il Capo del Dipartimento, non c'era neanche un Direttore Generale. In fondo, era "sol"o un momento di confronto con i giovani per dire NO alla mafia. Ma forse avevano cose più importanti da fare. Mi piacerebbe sapere quali.

Di  Oscar  (inviato il 22/09/2015 @ 10:27:08)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.159.231.135


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 In ricordo di Roberto Pelati, ex atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre colpito da una grave malattia e scomparso prematuramente

3 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

4 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

5 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Poliziotti penitenziari che lavorano negli uffici: pochi, troppi o adeguati?

8 La protesta dei poliziotti di Rebibbia e gli starnuti del RE

9 Razionalizzazione del personale: pure quello informatico però

10 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

4 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

5 Polizia Penitenziaria e Carabinieri arrestano due persone pronti a sparare e con targhe contraffatte

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

9 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali

10 Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini


  Cerca per Regione