Gennaio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2017  
  Archivio riviste    
Giovanni Pellielo il pluricampione delle Fiamme Azzurre premiato dal Presidente del CONI Giovanni Malagò


Polizia Penitenziaria - Giovanni Pellielo il pluricampione delle Fiamme Azzurre premiato dal Presidente del CONI Giovanni Malagò

Notizia del 15/08/2014

in Fiamme Azzurre

(Letto 2520 volte)

Scritto da: Redazione

 Stampa questo articolo


Giovanni Pellielo, il 25 luglio ha ricevuto dal Presidente del CONI Giovanni Malagò e dal Segretario Generale Roberto Fabbricini il Diploma d’Onore al Merito Sportivo per la vittoria conquistata ai Campionati Mondiali di Fossa Olimpica 2013.

Il Diploma d’Onore è attributo agli atleti, campioni olimpici o mondiali, che hanno già avuto il Collare d'Oro al Merito Sportivo per le stesse motivazioni.

Il campione delle Fiamme Azzurre ha meritato tale riconoscimento grazie alla sua sfolgorante carriera: sei partecipazioni olimpiche nel corso delle quali ha conquistato due medaglie d’argento, ad Atene 2004 e Pechino 2008, un bronzo a Sidney 2000, ha già ricevuto, tre volte, la massima onorificenza del CONI in concomitanza con altrettanti titoli mondiali: nel 1995 il Collare d’Oro, nel 1997 e nel 1998 due volte il Diploma d’Onore.

 

Giovanni Pellielo premiato dal Presidente dei CONI Giovanni Malagò

 

 

DICE DI "JOHNNY" IL RESPONSABILE DELLE FIAMME AZZURRE MARCELLO TOLU

“Johnny” per il gruppo sportivo Fiamme Azzurre e per me personalmente, rappresenta uno dei più grandi campioni che il movimento sportivo italiano abbia avuto la fortuna di veder crescere, un simbolo ed una colonna portante dello sport in assoluto - come è stato recentemente sottolineato anche dallo stesso presidente del Coni Malagò- non solo un fuoriclasse del tiro a volo, in cui eccelle indisturbato da almeno vent’anni. La sua specialità, di là dei meriti agonistici e delle tante medaglie vinte nelle pedane di tutto il mondo, è anche e soprattutto personale, strettamente legata al suo essere un campione di umiltà, di generosità, di valori, di intelligenza e di cultura. Doti non comuni nelle persone che si incontrano nel quotidiano ma ancora più preziose se unite all’essere un protagonista di così alto profilo in uno sport che campione assoluto lo ha incoronato da tempo anche oltre i confini nazionali. Nei primi giorni del mio insediamento alla guida del gruppo sportivo Fiamme Azzurre, la sua integrità ed il suo modo d’essere sono stati una preziosa guida e lui è diventato presto un importante punto di riferimento. Anche per questo, oltre che per tutto il resto, ti sono riconoscente caro Giovanni.

 

 

articolo tratto dalla newsletter di agosto del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre

 

 

 

 


Scritto da: Redazione
(Leggi tutti gli articoli di Redazione)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
I familiari delle vittime della Uno Bianca: loro hanno ucciso i nostri cari, che muoiano in carcere
Agenti penitenziari perquisiscono la sua cella e il detenuto rompe lo sgabello e ferisce due Poliziotti del carcere di Udine
Sospesi dal servizio i tre Carabinieri accusati della morte di Stefano Cucchi
Va a trovare il marito nel carcere di Torino con droga di ogni tipo nelle zone intime
Alberto Savi della Uno Bianca esce dal carcere in permesso premio per la prima volta
La RAI pagherà 8mila euro al boss mafioso Graviano per le riprese tv: le fece senza il suo consenso
Il Consiglio dei Ministri approva il Decreto Legislativo del Riordino delle Carriere
Poliziotti e detenuti ripareranno insieme le auto della Polizia Penitenziaria


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori
Nessun commento trovato.



Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.167.184.64


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Circolare del GOM: togliete le foto da Facebook, è in atto una schedatura dei Poliziotti

2 Le foto dei tre detenuti evasi dal carcere di Firenze Sollicciano

3 Ufficiali medici nel Corpo di Polizia Penitenziaria?

4 La sospensione delle ordinarie regole di trattamento penitenziario (art. 41-bis)

5 Diventa anche tu Capo del DAP!

6 Clamorosa evasione dall''istituto … dal carcere ... insomma quello lì, come si chiama?

7 Il Ministro Orlando dichiara cessata l''emergenza sovraffollamento delle carceri, ma i dati lo smentiscono

8 C’era una volta la sentinella

9 Orlando e Consolo: pubblicate i dati reali del sovraffollamento

10 Italicum, Porcellum, Mattarellum e Consultellum





Tutti gli Articoli
1 Il Consiglio dei Ministri approva il Decreto Legislativo del Riordino delle Carriere

2 Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria

3 Caso Cucchi: Poliziotti penitenziari chiederanno risarcimenti milionari ai Carabinieri

4 Detenuti di Poggioreale rifiutano le celle aperte: vissute come una minaccia alla propria incolumità

5 Tre detenuti evadono dal carcere di Firenze Sollicciano, Sappe: la responsabilità è dei colletti bianchi, evasione annunciata

6 Bonus 80 euro: quando e come saranno stanziati dopo ennesimo slittamento

7 Agente Penitenziario sorprende i ladri in casa che lo aggrediscono: ricoverato al pronto soccorso

8 La latitanza dorata del detenuto evaso da Rebibbia catturato dal NIC della Polizia Penitenziaria

9 Poliziotti e detenuti ripareranno insieme le auto della Polizia Penitenziaria

10 Due Poliziotti feriti nel carcere di Regina Coeli: aggrediti da detenuti magrebini infastiditi dalle perquisizioni


  Cerca per Regione