Gennaio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2017  
  Archivio riviste    
Giovanni Tamburino come Mario Monti: la chiamano “emergenza” ma fino ad oggi loro dove erano?


Polizia Penitenziaria - Giovanni Tamburino come Mario Monti: la chiamano “emergenza” ma fino ad oggi loro dove erano?

Notizia del 02/05/2012

in Ma mi faccia il piacere ...

(Letto 3691 volte)

Scritto da: Enzima

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Sulle carceri chiunque può dire qualunque cosa, tanto non c’è nessuna verifica, nessuna statistica, nessuna attività di monitoraggio. Tutti possono aprire bocca e proferire qualunque frase, tanto non c’è mai un riscontro oggettivo. Persino Giovanni Tamburino, attuale Capo del Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria, può dire che è arrivato il momento di mettere in atto soluzioni d’urgenza, altrimenti rischiamo che il Paese esca da un quadro di legalità costituzionale.

Tanto più si cita la Carta Costituzionale tanto meno si fa qualcosa per attuarla.

Intanto sarebbe da chiarire un fatto (non a Tamburino che lo sa già, ma agli altri che vorrebbero capire qualcosa quando si parla di carcere): siamo già fuori dalla Costituzione. L’intero art. 27 è ampiamente disatteso, sia nella parte in cui  parla della presunzione d’innocenza, sia in quella ove viene indicata la natura rieducativa della pena.

Giovanni Tamburino lo sa bene perché dal 1999 al 2005 è stato il Direttore dell’Ufficio Studi, ricerche, legislazione e rapporti internazionali del Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria. Sei anni passati al comando di quello che sulla carta è l’Ufficio più importante dell’intera amministrazione penitenziaria: l’Ufficio che promuove e svolge attività di ricerca, studio e documentazione nel settore dell'esecuzione penale, e si configura come strumento di conoscenza, consulenza e orientamento per l'amministrazione penitenziaria e per la produzione normativa specifica” (pagina dell’Ufficio Studi … del sito web del Ministero della Giustizia). In quei sei anni ha tenuto anche a battesimo la rivista ufficiale dell'Amministrazione penitenziaria (Le Due Città).

Giovanni Tamburino lo sa ancora meglio perché successivamente passa i restanti anni (prima di diventare l’attuale Capo del DAP) a dirigere Tribunali di Sorveglianza: prima quello di Venezia (dal 2005 al 2010, dove a Venezia era già stato Giudice al Tribunale ‘86/’92 e Consigliere di Corte d’Appello ‘99/’05) e poi il Tribunale di Sorveglianza di Roma dal 2010 fino al 2012 quando è stato scelto per dirigere l’Amministrazione penitenziaria.

Tanto per rinfrescarci un po’ tutti la memoria, andiamoci a rileggere cos’è la Magistratura di Sorveglianza: La magistratura di sorveglianza ha il compito di vigilare sull’esecuzione della pena nel rispetto dei diritti dei detenuti e degli internati, interviene in materia di applicazione di misure alternative alla detenzione, di esecuzione di sanzioni sostitutive, di applicazione ed esecuzione di misure di sicurezza. In particolare, il magistrato di sorveglianza ha il compito di vigilare sulla organizzazione degli Istituti penitenziari; segnalare al Ministero della Giustizia le esigenze dei servizi; approvare il programma di trattamento individualizzato per ogni singolo detenuto (si, vabbé… ndr) e i provvedimenti di ammissione al lavoro all'esterno; provvede sulla remissione del debito e sui ricoveri dei condannati per infermità psichica; decide sulle concessioni dei permessi, sulle misure di sicurezza e sui reclami disciplinari e in materia di lavoro dei detenuti e degli internati. Al magistrato di sorveglianza sono conferiti ampi poteri di intervenire, su reclamo del detenuto, in materia di lavoro e di disciplina, con ordinanza. A questo scopo la legge pone al magistrato l'obbligo di recarsi di frequente in carcere e di sentire tutti i detenuti che chiedono di conferire.” (Legge 26 luglio 1975, n. 354).

Per chiarire ancora meglio il quadro in cui dovrebbero essere contestualizzate le parole di Giovanni Tamburino, ricordiamoci che è stato anche Vicepresidente dell’Associazione Nazionale Magistrati (‘92/’95) e nel 2004 co-fondatore e coordinatore del Coordinamento nazionale Magistrati di Sorveglianza italiani (CONAMS).

Allora mi sorge un dubbio: ma non è che Giovanni Tamburino in tutti questi anni sia vissuto nello stesso Paese di Mario Monti e dei suoi tecnici? Non solo gli somiglia nei tratti somatici, ma pure nella capacità di venire oggi ad ammonirci sulle emergenze penitenziarie e sulle difficili condizioni dei detenuti, quando negli ultimi venti anni proprio lui ha avuto incarichi di responsabilità in importanti settori dell’Amministrazione penitenziaria!

Se queste sono le premesse e le prime dichiarazioni, allora immagino le soluzioni …


Scritto da: Enzima
(Leggi tutti gli articoli di Enzima)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Va a trovare il marito nel carcere di Torino con droga di ogni tipo nelle zone intime
Alberto Savi della Uno Bianca esce dal carcere in permesso premio per la prima volta
La RAI pagherà 8mila euro al boss mafioso Graviano per le riprese tv: le fece senza il suo consenso
Il Consiglio dei Ministri approva il Decreto Legislativo del Riordino delle Carriere
Poliziotti e detenuti ripareranno insieme le auto della Polizia Penitenziaria
Caso Cucchi: Poliziotti penitenziari chiederanno risarcimenti milionari ai Carabinieri
Detenuti di Poggioreale rifiutano le celle aperte: vissute come una minaccia alla propria incolumità
Fino a 6 mesi di carcere e 1000 euro di multa per chi sporca edifici e mezzi di trasporto, sia pubblici che privati


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 4


vogliamo il comandante del corpo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! magari qualche vero personaggio con le palle!!!!!!!!!!

Di  capitano ultimo  (inviato il 10/07/2012 @ 16:40:40)


n. 3


Entrambi sembrano arrivare dal pianeta Papalla - e devono aver condotto una vita con livelli di libertà, preoccupazioni zero e reddito garantitissimo a sette stelle, ben oltre DE LUXE

Di  adriana c.  (inviato il 10/07/2012 @ 15:37:11)


n. 2


-- Caro ENZIMA centri sempre l'obiettivo....., tant'è che nessun CAPO DAP ovvero Capo della Polizia Penitenizaria ( è ancora in vigore la normativa equiparabili agli stipendi d'oro percepiti da quei dirigenti di Corpi di Polizia ) conosce le vicende penitenziarie nude e crude.
Siamo tutti bravi dalle poltrone a dire, a disdire, a fare o non fare, ma poi alla fine ???
Plaudiamo alla festa del Corpo tutti noi e poi nelle sezioni chi c'è?
Plaudiamo tutti alla politica per gli incarichi ma poi cercare nei limiti possibile soluzioni (nulla, astratti, sordi, colpevoli in silenzio) ??
Paludiamo sull'attività del Corpo della Polizia Penitenziaria carente di 7000 Unità, si fa carriera sulla massa senza riconoscergli nulla o quasi e poi ....???
Oggi per l'Amministrazione la mano destra o la mano sinistra è la stessa cosa, tanto è vero che più volte si adottano provvedimenti contrastanti ....... senza confronto senza concertazione .......!!
Si hanno fatto tante lotte per il riconoscimento di diritti, per la riforma ....., oggi diciamo o dicono che c'è l'emergenza????
Oggi questa famosa parola è passata come prassi ordinaria, per cui visto che nessun lume del DAP adotta provvedimenti di rivisitazioni, redistribuzione del personale in maniera equa ( scuola, prap, dap, ministero, altre amministrazioni ecc......) perchè continuare per senso di responsabilità quando poi le cause vengono generate dal centro? siano esse amministrative o politche??
Il SAPPE sempre il 1° della Classe a differenza di quelle minoritarie sigle ovvero cespuglietti sindacali.

Con affetto Enzima ....

Di  IL CINICO  (inviato il 02/05/2012 @ 16:56:27)


n. 1


questa burocrazia ci ucciderà!!!!!!! sono sicuro che un appartenente al Corpo come un direttore o meglio qualche vero generale che hanno combattuto per questo Corpo porterebbero a più risultati e di gran lunga migliori di quello che hanno fatto questi vecchi capi dap!!!!!!!!!

Di  capitano ultimo  (inviato il 02/05/2012 @ 13:32:14)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.146.176.30


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le foto dei tre detenuti evasi dal carcere di Firenze Sollicciano

2 Catturato dalla Polizia Penitenziaria uno degli evasi dal carcere di Rebibbia: indagini in corso sui complici della latitanza

3 Ufficiali medici nel Corpo di Polizia Penitenziaria?

4 La sospensione delle ordinarie regole di trattamento penitenziario (art. 41-bis)

5 Diventa anche tu Capo del DAP!

6 Clamorosa evasione dall''istituto … dal carcere ... insomma quello lì, come si chiama?

7 Il Ministro Orlando dichiara cessata l''emergenza sovraffollamento delle carceri, ma i dati lo smentiscono

8 C’era una volta la sentinella

9 Orlando e Consolo: pubblicate i dati reali del sovraffollamento

10 Italicum, Porcellum, Mattarellum e Consultellum





Tutti gli Articoli
1 Il Consiglio dei Ministri approva il Decreto Legislativo del Riordino delle Carriere

2 Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria

3 Caso Cucchi: Poliziotti penitenziari chiederanno risarcimenti milionari ai Carabinieri

4 Detenuti di Poggioreale rifiutano le celle aperte: vissute come una minaccia alla propria incolumità

5 Tre detenuti evadono dal carcere di Firenze Sollicciano, Sappe: la responsabilità è dei colletti bianchi, evasione annunciata

6 Agente Penitenziario sorprende i ladri in casa che lo aggrediscono: ricoverato al pronto soccorso

7 Bonus 80 euro: quando e come saranno stanziati dopo ennesimo slittamento

8 La latitanza dorata del detenuto evaso da Rebibbia catturato dal NIC della Polizia Penitenziaria

9 Due Poliziotti feriti nel carcere di Regina Coeli: aggrediti da detenuti magrebini infastiditi dalle perquisizioni

10 Poliziotti e detenuti ripareranno insieme le auto della Polizia Penitenziaria


  Cerca per Regione