Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Giuseppe Montalto: un Eroe dimenticato.


Polizia Penitenziaria - Giuseppe Montalto: un Eroe dimenticato.

Notizia del 24/12/2010

in Nuvola Rossa

(Letto 5597 volte)

Scritto da: Nuvola Rossa

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


 

Oggi ricorreva il 15° anniversario della barbara uccisione del collega Peppe Montalto. Lassù, al DAP, mentre Ionta e i suoi collaboratori erano intenti a guardare il calendario della Polizia Penitenziaria ed a complimentarsi tra di loro per la “bellezza” del nuovo sito web, nessuna iniziativa è stata messa in cantiere per ricordare il nostro eroe.
Sarebbe bastata una lettera di Ionta che imponeva al carcere più vicino al luogo del delitto di comprare una ghirlanda di alloro e deporla nel luogo dell’omicidio, nel corso di una breve cerimonia, per ricordare il sacrificio di chi osò intercettare un pizzino ai mafiosi Ganci e Santapaola che volevano colloquiare nonostante il 41 bis, e pagò con la morte.
Per quella morte, sono stati condannati all’ergastolo fior di boss mafiosi quali Vincenzo Virga, Vito Mazzara (il killer), Nicolò di Trapani e il capo indiscusso di Cosa Nostra Matteo Messina Denaro (La Sicilia 22/12/2010). Quel delitto era l’ultimo degli attacchi sferrati dalla mafia allo Stato, dopo le stragi di capaci e Via d’Amelio del 1992 e le bombe del 1003 a Roma, Firenze e Milano.
Ma mentre i carabinieri avrebbero celebrato il triste evento con una grande cerimonia commemorativa (se il caduto fosse stato uno di loro) i nostri dirigenti si beavano tra le braccia della Leosini o pendevano dalle labbra di Michele Placido, dimenticando di onorare il sacrificio di Peppe Montalto.
Nessun sindacato, né il sindacalista filosofo (che non partecipa alle manifestazioni di protesta e si capisce solo lui quando scrive), né il sindacalista del pesce pilota, né i sindacati schierati contro il Governo, né i suoi affettuosi colleghi dell’Ucciardone…… nessuno lo ha ricordato;  nessuno ha osato scrivere contro il nostro Presidente, contro il nostro Ministro indignandosi per avere colpevolmente dimenticato questo evento.
Al di là di come si poteva ricordare Montalto: una corona d’alloro, una messa solenne o altro, per il solo fatto di averlo dimenticato, il Presidente Ionta a mio parere si dovrebbe dimettere o prendere a calci nel culo (metaforicamente parlando) la pletora di collaboratori che mal lo consigliano.
Ma siamo in Italia e questo non avverrà; nessuno si schioda da comode poltrone.
Gli unici a ricordare Montalto sono stati la moglie,che ha invitato attraverso i giornali, la distratta cittadinanza trapanese a deporre un fiore sul cippo commemorativo di contrada Palma ove fu ucciso il collega, e la Provincia Regionale di Trapani che da due anni dedica alla memoria del collega una borsa di studio, e attraverso il Presidente del Consiglio Provinciale Peppe Poma ha voluto ricordare con una nota, la figura e l’estremo sacrificio dell’agente.
Iniziative che dovrebbero appartenere al DAP e che invece vengono portate avanti da altri enti come la Provincia, verso la quale il nostro DAP non ha mai avuto parole di elogio, per essersi sostituita nel ricordo, a chi aveva invece l’obbligo di farlo.
W LA POLIZIA PENITENZIARIA, W PEPPE MONTALTO, ABBASSO IONTA, ABBASSO IL MINISTRO, ABBASSO TUTTI COLORO CHE HANNO DIMENTICATO MONTALTO!
 
 
Nuvola Rossa
 
 

Scritto da: Nuvola Rossa
(Leggi tutti gli articoli di Nuvola Rossa)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza
Il carcere di Sala Consilina rimarrà chiuso: il Consiglio di Stato ha accolto provvisoriamente il ricorso del Ministero contro il TAR
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. Arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata
Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma
Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni
Indagini nel carcere di Padova per capire chi ne ha disposto il declassamento da detenuti alta sicurezza a detenuti comuni
La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 21


Tanto ONORE ad un Collega VERO e SINCERO. Ancora una volta Forza e Coraggio ai suoi familiari.
In questa Amministrazione ne abbiamo bisogno di persone come lui!!!!!!!!
Non si possono dimenticare uomini come lui. Vergogna!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Di  antonio da PV  (inviato il 10/01/2011 @ 23:05:22)


n. 20


Non voglio contraddire nessuno ma il romanzo ispirato a Montalto non era niente di eccezionale, non era avvincente e mi sono addormentato dopo 10 pagine. Un film dedicato a Montalto dovrebbe essere incentrato sul lavoro svolto alla 9^ sezione dell'Ucciardone.

Di  pino pugliese  (inviato il 09/01/2011 @ 18:01:48)


n. 19


saluto gerardo per la preziosa notizia data e, la cosa importante sarebbe proprio di fare un film di un certo livello, magari con Placido Bova e Giannini oppure il tanto amato Scamarcio ispirato, purtroppo a questa amara storia che non doveva verificarsi. Montalto non c'è piu' la sua anima veglia sulla sua famiglia e su tutti noi colleghi ... che dire fare un film dove la polizia penitenziaria non faccia la solita parte meschina sarebbe già un risultato si parla tanto di Cucchi, dei suicidi dei detenuti, poco dei colleghi e delle conidiZIONI DOVE LAVORIAMO benche' meno allora è ora che il governo ci dia la dovuta attenzione. Ringraziamo donato Placido e Antonio G. D'Errico, che su segnalazione dell'Ispettore Giuseppe SUnseri elaborarono il romanzo Montalto:fino all'ultimo respiro che non sarebbe male ridare alle stampe perchè praticamente e' irreperibile come testo... il precedente che era pure un eccezionale libro che non ho piu'...

Di  MICHELE  (inviato il 08/01/2011 @ 21:01:57)


n. 18


ciao giuseppe montalto io ti ho conosciuto solo 1 anno a torino eri quello che mi faceva i servizi ed eri un grande abbiamo giocato al pallone insieme ed eri anche un buon amico. SEI MORTO X LO STATO MA LO STATO NN PENSA MAI A NOI MA IO NN TI HO MAI DIMENTICATO.
COLLEGA HAI RAGIONE SONO TUTTI UN PUGNO DI BUFFONI.

Di  DAVIDE . D.  (inviato il 02/01/2011 @ 14:24:57)


n. 17


Quello che tutt' ora vive di Peppe Montalto , e lo ricorda con AMORE e STIMA , sicuramente è ricordato e visto dallo stesso, dall'altro MONDO , e ciò gratifica chi di fatto merita il suo rispetto.
Il resto è tutta IPOCRISIA .

Di  Enrico  (inviato il 30/12/2010 @ 18:00:25)


n. 16


Ho fatto servizio con Giuseppe a Torino le Vallette, Giuseppe si meritava ben altro. Sono sempre più convinto che chi non indossa la divisa della Polizia Penitenziaria non ha il diritto di rappresentarla e ancor meno di decidere nulla per essa. Vorrei invitare gli pseudo colleghi che siedono avvolti dal torpore nelle stanze dei bottoni, e che avrebbero potuto tentare di smuovere qualcosa, a farsi anche loro dieci minuti di vergogna. GRANDE GIUSEPPE, SEMPRE CON NOI.

Di  ANTONIO  (inviato il 27/12/2010 @ 19:58:41)


n. 15


Sono d'accordo. I sindacati uniti dovrebbero far pesare questa dimenticanza con un comunicato unitario, molto, molto pesante nei confreonti del Presidente Ionta (che neanche RAI 3 sa come si chiama, TG delle ore 19.00 del 26.12.2010 didascalia: Mario Ionta mentre parla a Regina Coeli seduto tra i coatti che mangiano nella rotonda) e dei suoi collaboratori.

Di  Alfio La Punta  (inviato il 27/12/2010 @ 16:00:14)


n. 14


sarebbe opportuno che oltre a scrivere sulla rivista l'articolo di nuvola rossa la segreteria generale coinvolga le altre sigle e faccia un comunicato stampa per segnalare la dimenticanza dell'amministrazione in merito

Di  Anonimo  (inviato il 27/12/2010 @ 13:11:12)


n. 13


purtroppo e la verita'il dap.di palermo non pensa di ricordare il poliziotto,siamo tutti solo quando buoni quando siamo in servizio dopo viene tutto dimenticato,GIUSEPPE MONTANDO SEMPRE NEI NOSTRI PENSIERI VIVA LA POLIZIA PENITENZIARIA.

Di  NINO  (inviato il 27/12/2010 @ 13:05:46)


n. 12


Da quel che mi risulta e' stato dedicato un libro: Montalto fino all'ultimo respiro scritto da Antonio G. D'Errico e il fratello di Michele Placido, Donato.
E' in atto una posssibilità di una trasposizione cinematografica dedicato al compianto collega.

Di  gerardo  (inviato il 27/12/2010 @ 10:12:31)


n. 11


E' UNA VERGOGNA !! AL PRAP SICILIA SI DEVONO VERGOGNARE ! AL DAP SI DEVONO VERGOGNARE ! I SINDACATI VERGOGNA !
PURE I SIGNORI COLLEGHI CHE LAVORANO IN QUESTI UFFICI SOPRA CITATI VISTO LA VICINANZA E LA CONFIDENZA CON I DIRIGENTI POSSONO NEL LORO PICCOLO DARE L'IMPUT PER RICORDARE I NOSTRI EROI, SE NON LO FANNO, ED E' MOLTO PROBABILE CHE NON LO FANNO, SENNO RIENTRANO A LAVORARE IN GALERA !, SI DEVONO PURE LORO VERGOGNARE PIU' DI TUTTI !

Di  DELUSO  (inviato il 27/12/2010 @ 00:34:17)


n. 10


Nutro un forte rispetto per i colleghi dell'Ucciardone, ma in questo caso che abbiano fatto la messa e che sia stata una iniziativa della direzione c'è solo da prenderne atto. Ma quale rilievo esterno ha avuto questa commemorazione? Devono essere i nostri vertici a non dimenticare e a mettere in cantiere iniziative per non scordare chi è morto per salvaguardare le regole dello Stato. Forse hai ragione nel dire che i sindacalisti dell'Ucciardone non sono all'altezza della situazione, però ti prego di non enfatizzare la CISLm che "ha fatto arrivare i soldi per aggiustare i telefoni" in quanto ci sono state tante di quelle note sindacali che non si può permettere di prendersi la paternità dell'aggiustamento dei telefoni. Qualcun altro vuol prendersi la paternità di sostituire lo scaldabagno. Invito il segretario dott., Capece ad inviare 80 euro alla direzione dell'Ucciardone al fine di comprare uno scaldabagno nuovo e prendersi pubblicamente il merito!!!!!!! Non basta una messa dei colleghi all'interno del carcere senza alcuna presenza di autorità per dare valenza al ricordo. Vi auguro buone feste. Nuvola Rossa

Di  Nuvola Rossa  (inviato il 26/12/2010 @ 11:26:45)


n. 9


al prap sicilia pensano solo a stare lì nei loro posti e nessuno fà ricordare l'anniversario del collega

Di  Anonimo  (inviato il 26/12/2010 @ 11:24:00)


n. 8


Sono un operatore in servizio all'Ucciardone. Vi posso garantire che Peppe Montalto è stato ricordato con una ss. Messa in suffragio il 23/12/2010 celebrata da frate Carmelo all'interno della caserma a lui intitolata all'Ucciardone. Magari è stata organizzata senza pensare di renderla "ufficiale" ma è stata condivisa da colleghi ed apprezzata nel complesso perchè dopo tanto tempo, si è svegliata una sensibilità oramai dimenticata.Nuvola rossa potrebbe attigere notizia di "prima mano" dai colleghi in servizio all'Ucciardone per capire che oltre alle verità fino ad ora descritte vi sono altri problemi che all'interno di quell'istituto nessuno ha il coraggio di evidenziare. Forse perchè lo dirige un prossimo provveditore? o forse perchè non vi è nessun rappresentante sindacale capace di farlo? o ancora peggio sono tutti d'accordo con il Direttore/provveditore per spartirsi i posti di servizio per i vari iscritti? Intanto nella caserma Montalto vi è un scaldabagno che non funziona da settembre e nessuno riesce a farlo sostituire. Meno male che quelli della cisl hanno fatto arrivare i soldi dal provveditorato per aggiustare i telefoni interni dopo quasi 6 mesi!!!! Tanto onore a nuvola rossa che tante cose vere scrive ma sarebbe più incisiva un'azione determinata e forte contro le situazioni insostenibili dell'Ucciardone dove ormai 4 colleghi,4 sottufficiali,4 sindacalisti da strapazzo compresi quelli del sinappe che sono maggiormente favoriti dal Direttore e 2 comandanti insignificanti non riescono ad invertire la situazione. Alla prossima divagazione

Di  lo sanno tutti  (inviato il 25/12/2010 @ 17:36:28)


n. 7


Il collega Giuseppe Montalto dimenticato dall'amministrazione penitenziaria , come i colleghi in servizio e i pensionati , speriamo che il 2011 porti qualcosa di nuovo per tutto il corpo della polizia penitenziaria .
Buon Natale e Buon Anno a tutti .
Giovanni Raffaele La Magra Ass.Capo della polizia Penitenziaria Collocato a Riposo per anzianità .
Consigliere Nazionale dell'ANPPe ( Associazione Nazionale Polizia Penitenziaria ) del Ministero Della Giustizia , per la Regione Sicilia .

Di  Giovanni Raffaele La Magra  (inviato il 25/12/2010 @ 12:28:00)


n. 6


vergogna

Di  carmelo  (inviato il 24/12/2010 @ 23:06:37)


n. 5


l'unico posto dove ho visto che è stato ricordato è la pagina sappesicilia di facebook, poi ovunque il silenzio.....NO COMMENT

Di  Anonimo  (inviato il 24/12/2010 @ 21:58:55)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.161.128.52


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

3 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

4 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

5 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

6 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

7 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

8 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

9 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

10 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

4 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

5 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

9 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

10 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali


  Cerca per Regione