Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Guardiamoci lo spettacolo del Dap: la tristezza dei vecchi dirigenti che se ne vanno e l'imbarazzo degli ultimi arrivati


Polizia Penitenziaria - Guardiamoci lo spettacolo del Dap: la tristezza dei vecchi dirigenti che se ne vanno e l'imbarazzo degli ultimi arrivati

Notizia del 04/05/2012

in Ma mi faccia il piacere ...

(Letto 3896 volte)

Scritto da: Enzima

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Hanno ragione i cinesi: la parola “crisi” nella loro lingua significa anche “opportunità” e siccome l’amministrazione penitenziaria è sul baratro del collasso (che trascinerà inevitabilmente anche la Polizia Penitenziaria), consoliamoci almeno con lo “spettacolo” di vedere il tramonto dei nostri dirigenti.

Mi sembra di rivivere una seconda caduta del muro di Berlino con la differenza che nell’89, la caduta di quel muro, ha aperto una nuova stagione. Nel nostro caso ci sarà solo il crollo dell’amministrazione penitenziaria. Per sopraggiunti limiti d’età, prima Enrico Ragosa, poi Emilio Di Somma, nei prossimi giorni Luigia Mariotti Culla… hanno abbandonato e abbandoneranno i loro incarichi e i loro feudi. Ma sono solo alcuni dei dirigenti che hanno lasciato e lasceranno alla deriva l’amministrazione penitenziaria.

Non vorrei però sembrare uno di quelli che rimpiangono chi va via. Tutt’altro. A loro e alle loro doti “manageriali” dobbiamo lo sfacelo a cui siamo arrivati oggi. A loro va anche addebitata l’incapacità di allevare una (più) giovane classe dirigente che prima o poi avrebbe ereditato il comando del DAP. Mettiamoci pure una serie di “purghe e contro purghe staliniane” che si sono succedute ai danni del personale civile e di Polizia Penitenziaria nei vari uffici, ad ogni cambio degli ultimi Capi DAP … e la frittata è servita!

I primi risultati si vedono. Le seconde linee dei dirigenti non sono in grado di gestire alcunché. Siamo nelle mani di un Riccardo Turrini Vita (dirigente generale del personale) che non è in condizioni di conoscere dov’è ubicato il suo personale di Polizia Penitenziaria, coadiuvato da un responsabile dei distacchi che non è in grado di fornire al suo superiore una bozza di provvedimento degna, non dico di un’amministrazione centrale dello Stato, ma nemmeno di un comune dell’entroterra dove ci si conosce un po’ tutti per nome e cognome.

Complici, forse loro malgrado, due Vice Capi Dipartimento ed un “giovane” Capo Dipartimento alla sua prima esperienza a certi livelli di comando, che non hanno né gli strumenti e forse nemmeno la determinazione per arginare uno sfascio del genere. Altrimenti a quest’ora rotolerebbero teste nei corridoi del DAP per aver presentato sui tavoli del Capo e Vice Capo, certe cialtronerie amministrative come il provvedimento di missione per Rieti!

Il provvedimento di missione del personale che è stato individuato (ma faremmo meglio a dire “nominato”) per permettere l’apertura del nuovo carcere di Rieti è una prova dell’approssimazione e dell’incapacità di certe persone. Sul provvedimento ci sono tanti e tali e grossolani errori che viene il dubbio di stare su “scherzi a parte”. Purtroppo, invece, è lo specchio di un sistema penitenziario arrivato al capolinea. LETTERA DEL SAPPE ALLA MINISTRA SEVERINO PER VALUTARE L'OPERATO DEI DIRIGENTI DEL DAP

Hanno costruito un nuovo carcere a Rieti facendo finta di non conoscere (o forse non se ne rendono conto davvero) che poi per renderlo operativo serve parecchio personale di Polizia Penitenziaria. Lo hanno inaugurato omettendo che veniva aperto solo al 25% delle capacità “ricettive”. Poi si sono accorti che la storiella del nuovo carcere all’avanguardia che lavora ad un quarto del regime, non può più reggere e si sono ricordati di inviare il personale di Polizia Penitenziaria.

Oooopps! Disdetta. Negli ultimi anni ci si è “dimenticati” che serviva anche il personale di Polizia Penitenziaria per aprire nuove carceri…

Idea! Hanno preso il personale distaccato presso il DAP che è già stato impiegato per Perugia, Regina Coeli etc. negli anni e nei mesi scorsi! E’ un’idea “fantastica” sostenuta anche da alcuni Sindacati di Polizia Penitenziaria (o almeno così si definiscono). Peccato che così stanno raschiando il fondo del barile, scoprendo anche Direzioni e Uffici non secondari del DAP.

Già sento cantare vittoria i demagoghi che hanno da sempre prospettato la cacciata della Polizia Penitenziaria dal DAP. Sindacalisti che hanno illuso la periferia che questa e solo questa sarebbe stata la soluzione per risollevare le sorti delle carceri.

E’ la fine. E come ogni fine che viene gestita da incapaci, si tramuta in farsa con i dirigenti che continuano a farsi chiamare “Alla Signoria Vostra Illustrissima” nei moduli delle domande dei congedi e che allo stesso tempo sono stati in grado di redigere un provvedimento di missione con persone che non lavorano più nel DAP da anni, con persone in pensione e addirittura con nominativi di colleghi deceduti! Il provvedimento poi presentava altre assurdità che solo il SAPPE (ovviamente) è stato in grado di contestare. Avvertiti degli errori, i "nostri" dirigenti hanno cambiato il provvedimento nottetempo con la tenacia (o per meglio dire la testardagine) del sordo che non vuol sentire, perché qualche errore è stato corretto, ma le assurdità di fondo sono rimaste tali e quali.

Forse il DAP lo commissarieranno. Fra poco arriveranno al pettine tutte le ipocrisie e le incapacità progettuali dell’emergenza carceri inaugurata da Angelino Alfano e gestita prima da Franco Ionta e poi da Angelo Sinesio, di cui nel frattempo si sono perse le tracce, sue e di quel che rimaneva del Piano Carceri…

Godiamoci almeno lo spettacolo del trapasso (amministrativo) degli ultimi dirigenti e almeno ridiamo di questi che li stanno per sostituire che non sono nemmeno in grado di badare a se stessi.

 

Leggi anche: LETTERA DEL SAPPE ALLA MINISTRA SEVERINO PER VALUTARE L'OPERATO DEI DIRIGENTI DEL DAP

Leggi anche: Sire, giungon voci dal contado ... La favoletta della missione a Rieti

Leggi anche: Alla Signoria Vostra Illustrissima, la mia faccia sotto i vostri piedi 

 

 


Scritto da: Enzima
(Leggi tutti gli articoli di Enzima)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata
Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma
Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni
Indagini nel carcere di Padova per capire chi ne ha disposto il declassamento da detenuti alta sicurezza a detenuti comuni
La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie
In arrivo un bando di gara per la fornitura di circa diecimila braccialetti elettronici
Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 1


C'è poco da ridere, di tutto questo bel quadretto ( purtroppo realistico e assolutamente sconcertante) indovinate un pò chi ne farà le spese come sempre?

Di  Marco63  (inviato il 04/05/2012 @ 14:49:29)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.197.66.254


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

3 In ricordo di Roberto Pelati, ex atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre colpito da una grave malattia e scomparso prematuramente

4 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

5 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Poliziotti penitenziari che lavorano negli uffici: pochi, troppi o adeguati?

8 La protesta dei poliziotti di Rebibbia e gli starnuti del RE

9 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

10 Razionalizzazione del personale: pure quello informatico però





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

4 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

5 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

6 Polizia Penitenziaria e Carabinieri arrestano due persone pronti a sparare e con targhe contraffatte

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

9 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

10 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali


  Cerca per Regione