Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
I detenuti a pane e acqua! E' solo questione di tempo


Polizia Penitenziaria - I detenuti a pane e acqua! E' solo questione di tempo

Notizia del 11/10/2011

in Mondo Penitenziario

(Letto 2546 volte)

Scritto da: Nuvola Rossa

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Io non voglio che pensiate che il mio amico Commissario Capo (mancato) ultimo in graduatoria sia un profeta, ma l’aveva previsto già da tempo, da almeno due anni, che di lì a poco ci sarebbe stato il crollo del sistema penitenziario. Il mio amico Commissario Capo (mancato grazie a Ionta e Alfano) dopo l’uscita di un articolo di stampa molto pesante per l’Amministrazione Penitenziaria, perché dei detenuti mafiosi erano arrivati in ritardo in udienza a causa della mancanza di benzina per i mezzi, l’aveva detto solennemente ai suoi collaboratori durante un briefing mattutino: “è solo questione di tempo; vedrete che non riusciremo più a portare i detenuti in udienza, sia per la mancanza di benzina sia per i mezzi guasti che non si possono riparare. Dobbiamo solo aspettare chi avrà il coraggio per primo, di denunciare questo stato di cose”.

E infine arrivò il momento. L’NTP di Sollicciano è collassato e la notizia è finita su tutti i giornali, senza però che i nostri politici, tutti presi da cose più importanti come il difendere Berlusconi ad oltranza e rifondare un partito che non è mai stato partito ma finzione televisiva (il PDL), salvo parlare a vanvera di apertura di nuovi istituti per combattere il sovraffollamento, si siano indignati più di tanto.

Ora arriva la notizia che sono finiti i soldi per i pasti dei detenuti a Bologna. Vedrete, arriveranno anche notizie di tetti crollati per mancanza di fondi per la manutenzione, di cancelli automatici rotti poiché non ci sono soldi per comprare i motori, di detenuti che protestano violentemente perché non lavorano e non sono curati perché sono stati ridotti i lavoranti e i medicinali scarseggiano in quanto nel capitolo non c’è una mazza, di ribellione dei colleghi che non partono per le traduzioni perché non ci sono soldi per gli acconti di missione. E infine si ritornerà al sistema Borbonico di dare ai detenuti il classico “pane ed acqua” e una razione di fave settimanale.

Vedrete, ci arriveremo purtroppo. E ci arriveremo perché in tutti questi anni la politica non ha prestato attenzione ai problemi delle carceri, perché è andata dietro alla Lega (che vuole tutti i delinquenti dentro così non danno fastidio ai lumbard), perché i poliziotti penitenziari essendo impiegati statali sono stati descritti come parassiti e quindi si potevano sobbarcare 8 posti di servizio a testa, tanto non fanno un c…….. che vadano a lavurà! La politica becera di questi ultimi anni non ha avuto il coraggio di svuotare le carceri e iniziare daccapo un percorso serio fatto di depenalizzazioni, di braccialetti elettronici, di pene alternative, di lavoro gratuito di pubblica utilità dove al posto dei soldi ti do lo sconto di pena ecc. Ecco, tutto questo ed altro non sono riusciti a fare, puntando invece sulla demagogia della costruzione di carceri nuovi senza assumere personale.

Il sistema prima mostrava le crepe; adesso è iniziato a crollare e sarà una discesa agli inferi, con problemi enormi, più di quanti ne affrontano giornalmente i miei colleghi nelle carceri periferiche dimenticate da Ionta, da Palma (e prima da Alfano) salvo qualche passerella di fine estate servita solo a fare confronti che non stanno né in cielo né in terra.

Che Dio ci aiuti.


Scritto da: Nuvola Rossa
(Leggi tutti gli articoli di Nuvola Rossa)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata
Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma
Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni
Indagini nel carcere di Padova per capire chi ne ha disposto il declassamento da detenuti alta sicurezza a detenuti comuni
La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie
In arrivo un bando di gara per la fornitura di circa diecimila braccialetti elettronici
Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini
Comune di Catanzaro denuncia il DAP per 242 mila euro di risarcimento


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 4


Il sistema è vecchio e obsoleto,in tempi non sospetti, andava rinnovato e soprattutto economizzato, sia per l'alto numero di reclusi da gestire, ma poichè gli stessi avrebbero potuto riscattare il loro debito, trattandosi di reati minori.
Una città nella città, bisogna non solo governarla, come chi meglio della Polizia Penitenziaria riesce a fare, ma deve necessariamente economizzare gli sprechi, al fine di non divenire un ulteriore peso per i cittadini. L'unica ricetta e quella di sfruttare la forza lavorativa dei detenuti reclusi, per fini statali e sociali, tanto da generare una fonte di guadagno per il paese, non aggiungere spreco e sperpero per il girovagare con mezzi dell'amministrazione penitenziaria, per disputare udienze in luoghi diversi da quelli la dove sono ristretti. Maggiori strumenti di controllo laboratori produttivi con un aumento organico, renderà fattibile un investimento che quanto prima occorre fare.

Di  Cutone Guido  (inviato il 05/11/2011 @ 17:20:13)


n. 3


caro nuvola rossa, condivido pienamente quello che hai scritto è assolutissimamente vero malgrado ciò, si aprono nuovi istituti , i nostri superiori ministeriali e mi riferisco pricipalmente a colui che si definisce il capo della polizia pen. forse è cieco o forse vive in qel bel palazzo di roma e non si rende conto che la situazione è traggicamente esplosiva
COMUNQUE LA SOLUZIONE ESISTE.
TANTO tempo fa un maresciallo mi disse testuali parole "figliolo prega forse porteremo questa barca in porto".
Allora ragzzi organizziamo una via crucis e dopo la conta tutti con il ROSARIO mano.Che Dio ce la mandi buona.

Di  grande vecchio  (inviato il 12/10/2011 @ 20:22:34)


n. 2


Ionta faccia un passo indietro come berlusconi e si dimetta! Nel dimettersi che si porti dietro anche l'ufficio stampa che non ha saputo difendere la polizia penitenziaria nel recente caso Amanda Knox.

Di  ass. capo Stefano S.  (inviato il 11/10/2011 @ 19:04:34)


n. 1


Credo tu abbia detto tutto Nuvola , da aggiungere c'e' solo che il sistema se ancora tiene oggi, e' solo grazie agli uomini e alle donne della Polizia Penitenziaria , che con enormi sacrifici portano avanti la
"" baracca carcere "". Non so ancora quanto durera' , una cosa e' certa, i responsabili porteranno sulla propria coscienza " l'abbandono" di un'istituzione, baluardo della sicurezza , e di un Corpo di Polizia dello Stato , e resterano perennemente nella storia ""NEGATIVAMENTE "".
come coloro che hanno detto tanto per il carcere , e hanno fatto niente .

Di  sappones  (inviato il 11/10/2011 @ 17:19:26)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.163.147.69


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

3 In ricordo di Roberto Pelati, ex atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre colpito da una grave malattia e scomparso prematuramente

4 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

5 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Poliziotti penitenziari che lavorano negli uffici: pochi, troppi o adeguati?

8 La protesta dei poliziotti di Rebibbia e gli starnuti del RE

9 Razionalizzazione del personale: pure quello informatico però

10 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

4 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

5 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

6 Polizia Penitenziaria e Carabinieri arrestano due persone pronti a sparare e con targhe contraffatte

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

9 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali

10 Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini


  Cerca per Regione