Gennaio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2017  
  Archivio riviste    
I detenuti a pane e acqua! E' solo questione di tempo


Polizia Penitenziaria - I detenuti a pane e acqua! E' solo questione di tempo

Notizia del 11/10/2011

in Mondo Penitenziario

(Letto 2593 volte)

Scritto da: Nuvola Rossa

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Io non voglio che pensiate che il mio amico Commissario Capo (mancato) ultimo in graduatoria sia un profeta, ma l’aveva previsto già da tempo, da almeno due anni, che di lì a poco ci sarebbe stato il crollo del sistema penitenziario. Il mio amico Commissario Capo (mancato grazie a Ionta e Alfano) dopo l’uscita di un articolo di stampa molto pesante per l’Amministrazione Penitenziaria, perché dei detenuti mafiosi erano arrivati in ritardo in udienza a causa della mancanza di benzina per i mezzi, l’aveva detto solennemente ai suoi collaboratori durante un briefing mattutino: “è solo questione di tempo; vedrete che non riusciremo più a portare i detenuti in udienza, sia per la mancanza di benzina sia per i mezzi guasti che non si possono riparare. Dobbiamo solo aspettare chi avrà il coraggio per primo, di denunciare questo stato di cose”.

E infine arrivò il momento. L’NTP di Sollicciano è collassato e la notizia è finita su tutti i giornali, senza però che i nostri politici, tutti presi da cose più importanti come il difendere Berlusconi ad oltranza e rifondare un partito che non è mai stato partito ma finzione televisiva (il PDL), salvo parlare a vanvera di apertura di nuovi istituti per combattere il sovraffollamento, si siano indignati più di tanto.

Ora arriva la notizia che sono finiti i soldi per i pasti dei detenuti a Bologna. Vedrete, arriveranno anche notizie di tetti crollati per mancanza di fondi per la manutenzione, di cancelli automatici rotti poiché non ci sono soldi per comprare i motori, di detenuti che protestano violentemente perché non lavorano e non sono curati perché sono stati ridotti i lavoranti e i medicinali scarseggiano in quanto nel capitolo non c’è una mazza, di ribellione dei colleghi che non partono per le traduzioni perché non ci sono soldi per gli acconti di missione. E infine si ritornerà al sistema Borbonico di dare ai detenuti il classico “pane ed acqua” e una razione di fave settimanale.

Vedrete, ci arriveremo purtroppo. E ci arriveremo perché in tutti questi anni la politica non ha prestato attenzione ai problemi delle carceri, perché è andata dietro alla Lega (che vuole tutti i delinquenti dentro così non danno fastidio ai lumbard), perché i poliziotti penitenziari essendo impiegati statali sono stati descritti come parassiti e quindi si potevano sobbarcare 8 posti di servizio a testa, tanto non fanno un c…….. che vadano a lavurà! La politica becera di questi ultimi anni non ha avuto il coraggio di svuotare le carceri e iniziare daccapo un percorso serio fatto di depenalizzazioni, di braccialetti elettronici, di pene alternative, di lavoro gratuito di pubblica utilità dove al posto dei soldi ti do lo sconto di pena ecc. Ecco, tutto questo ed altro non sono riusciti a fare, puntando invece sulla demagogia della costruzione di carceri nuovi senza assumere personale.

Il sistema prima mostrava le crepe; adesso è iniziato a crollare e sarà una discesa agli inferi, con problemi enormi, più di quanti ne affrontano giornalmente i miei colleghi nelle carceri periferiche dimenticate da Ionta, da Palma (e prima da Alfano) salvo qualche passerella di fine estate servita solo a fare confronti che non stanno né in cielo né in terra.

Che Dio ci aiuti.


Scritto da: Nuvola Rossa
(Leggi tutti gli articoli di Nuvola Rossa)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Va a trovare il marito nel carcere di Torino con droga di ogni tipo nelle zone intime
Alberto Savi della Uno Bianca esce dal carcere in permesso premio per la prima volta
La RAI pagherà 8mila euro al boss mafioso Graviano per le riprese tv: le fece senza il suo consenso
Il Consiglio dei Ministri approva il Decreto Legislativo del Riordino delle Carriere
Poliziotti e detenuti ripareranno insieme le auto della Polizia Penitenziaria
Caso Cucchi: Poliziotti penitenziari chiederanno risarcimenti milionari ai Carabinieri
Detenuti di Poggioreale rifiutano le celle aperte: vissute come una minaccia alla propria incolumità
Fino a 6 mesi di carcere e 1000 euro di multa per chi sporca edifici e mezzi di trasporto, sia pubblici che privati


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 4


Il sistema è vecchio e obsoleto,in tempi non sospetti, andava rinnovato e soprattutto economizzato, sia per l'alto numero di reclusi da gestire, ma poichè gli stessi avrebbero potuto riscattare il loro debito, trattandosi di reati minori.
Una città nella città, bisogna non solo governarla, come chi meglio della Polizia Penitenziaria riesce a fare, ma deve necessariamente economizzare gli sprechi, al fine di non divenire un ulteriore peso per i cittadini. L'unica ricetta e quella di sfruttare la forza lavorativa dei detenuti reclusi, per fini statali e sociali, tanto da generare una fonte di guadagno per il paese, non aggiungere spreco e sperpero per il girovagare con mezzi dell'amministrazione penitenziaria, per disputare udienze in luoghi diversi da quelli la dove sono ristretti. Maggiori strumenti di controllo laboratori produttivi con un aumento organico, renderà fattibile un investimento che quanto prima occorre fare.

Di  Cutone Guido  (inviato il 05/11/2011 @ 17:20:13)


n. 3


caro nuvola rossa, condivido pienamente quello che hai scritto è assolutissimamente vero malgrado ciò, si aprono nuovi istituti , i nostri superiori ministeriali e mi riferisco pricipalmente a colui che si definisce il capo della polizia pen. forse è cieco o forse vive in qel bel palazzo di roma e non si rende conto che la situazione è traggicamente esplosiva
COMUNQUE LA SOLUZIONE ESISTE.
TANTO tempo fa un maresciallo mi disse testuali parole "figliolo prega forse porteremo questa barca in porto".
Allora ragzzi organizziamo una via crucis e dopo la conta tutti con il ROSARIO mano.Che Dio ce la mandi buona.

Di  grande vecchio  (inviato il 12/10/2011 @ 20:22:34)


n. 2


Ionta faccia un passo indietro come berlusconi e si dimetta! Nel dimettersi che si porti dietro anche l'ufficio stampa che non ha saputo difendere la polizia penitenziaria nel recente caso Amanda Knox.

Di  ass. capo Stefano S.  (inviato il 11/10/2011 @ 19:04:34)


n. 1


Credo tu abbia detto tutto Nuvola , da aggiungere c'e' solo che il sistema se ancora tiene oggi, e' solo grazie agli uomini e alle donne della Polizia Penitenziaria , che con enormi sacrifici portano avanti la
"" baracca carcere "". Non so ancora quanto durera' , una cosa e' certa, i responsabili porteranno sulla propria coscienza " l'abbandono" di un'istituzione, baluardo della sicurezza , e di un Corpo di Polizia dello Stato , e resterano perennemente nella storia ""NEGATIVAMENTE "".
come coloro che hanno detto tanto per il carcere , e hanno fatto niente .

Di  sappones  (inviato il 11/10/2011 @ 17:19:26)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.197.132.255


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le foto dei tre detenuti evasi dal carcere di Firenze Sollicciano

2 Catturato dalla Polizia Penitenziaria uno degli evasi dal carcere di Rebibbia: indagini in corso sui complici della latitanza

3 Ufficiali medici nel Corpo di Polizia Penitenziaria?

4 Foibe, il martirio degli Agenti di Custodia

5 La sospensione delle ordinarie regole di trattamento penitenziario (art. 41-bis)

6 Rapporto Eurispes: la Polizia Penitenziaria sgradita a un italiano su due

7 Diventa anche tu Capo del DAP!

8 Il Ministro Orlando dichiara cessata l''emergenza sovraffollamento delle carceri, ma i dati lo smentiscono

9 Clamorosa evasione dall''istituto … dal carcere ... insomma quello lì, come si chiama?

10 C’era una volta la sentinella





Tutti gli Articoli
1 Il Consiglio dei Ministri approva il Decreto Legislativo del Riordino delle Carriere

2 Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria

3 Caso Cucchi: Poliziotti penitenziari chiederanno risarcimenti milionari ai Carabinieri

4 Blitz della Polizia Penitenziaria: tre arresti per spaccio di droga a Napoli nelle prime ore della mattinata

5 Detenuti di Poggioreale rifiutano le celle aperte: vissute come una minaccia alla propria incolumità

6 Tre detenuti evadono dal carcere di Firenze Sollicciano, Sappe: la responsabilità è dei colletti bianchi, evasione annunciata

7 Agente Penitenziario sorprende i ladri in casa che lo aggrediscono: ricoverato al pronto soccorso

8 Bonus 80 euro: quando e come saranno stanziati dopo ennesimo slittamento

9 La latitanza dorata del detenuto evaso da Rebibbia catturato dal NIC della Polizia Penitenziaria

10 Due Poliziotti feriti nel carcere di Regina Coeli: aggrediti da detenuti magrebini infastiditi dalle perquisizioni


  Cerca per Regione