Aprile 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Aprile 2018  
  Archivio riviste    
I dirigenti "Illuminati" del DAP


Polizia Penitenziaria - I dirigenti

Notizia del 30/04/2018

in Il Pulpito

(Letto 997 volte)

Scritto da: Giovanni Battista De Blasis

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Gli Illuminati erano una società segreta fondata nel 1776 da Adam Weishaupt a Ingolstadt in Baviera. Weishaupt, educato dai gesuiti e passato poi alla massoneria, voleva sostituire il cristianesimo con una religione della ragione per raggiungere la perfezione naturale attraverso la cognizione dell'uomo.

Per aumentare il prestigio dell'associazione, Weishaupt le attribuì un finto passato storico dal tono autocelebrativo.

Nonostante la società segreta si fosse disgregata e avesse cessato di esistere prima della fine del ‘700, si è tramandata una leggenda sul Nuovo ordine mondiale degli Illuminati che è una teoria del complotto secondo la quale un presunto gruppo di potere oligarchico e segreto si adopererebbe per prendere il controllo di ogni paese del mondo, allo scopo di dominare l’intero pianeta.

Questa leggenda si intreccia, talvolta, con la storia del Gruppo Bilderberg (o Conferenza Bilderberg o Club Bilderberg) che è un incontro annuale a invito di circa 130 partecipanti, tutte personalità del campo economico, politico e bancario, che trattano una grande varietà di temi globali, economici e politici.

Insomma, nell’uno e nell’altro caso, parliamo di elìte di persone che sono (o si ritengono) in grado di guidare il mondo.

Di recente (nel 2002), in Italia, Giuliano di Bernardo, ex Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, ha fondato una nuova loggia degli Illuminati.

Di Bernardo ha detto di questa nuova associazione: “ ... essere Illuminati significa essere uomini di qualità, essere in grado di capire e quindi di condividere. Non può essere un fenomeno di massa come la massoneria, dove non c’è più un’analisi della preparazione culturale dei candidati. Gli Illuminati devono rimanere pochi, non possiamo introdurre persone dei livelli più bassi, questo può produrre un inquinamento”.

Tanto per capire di chi e di cosa stiamo parlando...

Questo breve preambolo, per certi versi noioso e apparentemente sconclusionato, è stato necessario per introdurre una analisi un po’ più approfondita di certe dinamiche che si dispiegano al dipartimento dell’amministrazione penitenziaria.

Al Dap, in effetti, coesiste sia il Nuovo Ordine Mondiale degli Illuminati che il Gruppo (o Club) Bilderberg.

Di entrambi, ovviamente, fanno parte i dirigenti penitenziari.

Talvolta, questi sono stati sostenuti (o quantomeno spalleggiati) da alcuni magistrati di passaggio, pro tempore a capo del Dap.

Membri eccellenti di questa sorta di Club Bilderberg Penitenziario sono stati, per ricordare solo i tempi più recenti, Emilio Di somma, Luigi Pagano e Massimo De Pascalis.

Oggi il Gran Maestro degli Illuminati Dirigenti Penitenziari è senza ombra di dubbio Pietro Buffa.

Il principale scopo di questo Illuminato Gruppo Bilderberg è proprio quello di non “inquinare” l’elìte di uomini di qualità (ovviamente composta di dirigenti penitenziari) introducendo persone dei livelli più bassi (ovviamente poliziotti penitenziari) così da continuare, imperterriti ed indisturbati, a governare l’amministrazione penitenziaria ai danni e sulle spalle della manovalanza a basso costo che gli permette di godere del trattamento giuridico, economico e di tutti i benefit del comparto sicurezza.

L’ultima “perla” di questa elìte di uomini di qualità è stata la bella operazione di immagine che ha portato alla firma di un protocollo di intenti per la "promozione del lavoro di pubblica utilità" con il Comune di Roma.

In pratica detenuti che si occuperanno di ripulire alcuni parchi della capitale. Ovviamente con servizio di vigilanza e scorta della Polizia Penitenziaria (...tra l’altro senza coinvolgere il Dipartimento della Giustizia Minorile e di Comunità, competente per l'esecuzione penale esterna).

Gli Illuminati, ovviamente, si sono preoccupati dell’immagine ma non si sono curati affatto di pianificare l'operazione dal punto di vista dell'organizzazione del lavoro, magari con il  coinvolgimento delle organizzazioni sindacali.

Della serie "Io me la canto e io me la suono".

Non è dato sapere come sia stato scelto il personale ...gli orari non sono stati contrattati ...non è dato sapere cosa è stato previsto per i pasti ...e tutta una serie di "dettagli" che evidentemente non interessano a chi dirige la baracca.

Il progetto è stato pomposamente definito: "Recupero del patrimonio ambientale di Roma Capitale".

Maquillage ...Make up ...come quando Weishaupt,  per aumentare il prestigio dell'associazione, le attribuì un finto passato storico dal tono autocelebrativo.

L’elìte non pensa certo ai problemucci di tutti i giorni ...le nostre caserme disastrate, le uniformi logorate, gli automezzi sinistrati...

Giustamente, i dirigenti dirigono e la manovalanza a basso costo fa il mazzo.

Gli Illuminati d’Italia di Di Bernardo, sono strutturati in maniera gerarchica: si entra con il grado di quadrato, si diventa cerchi e infine triangoli.

Questa strana coincidenza mi riporta alla mente una frase che ripeteva spesso un mio grande amico e collega, che allenava giovani calciatori: “ ...chi nasce quadrato, non può morire tondo”.

 

 


Scritto da: Giovanni Battista De Blasis
(Leggi tutti gli articoli di Giovanni Battista De Blasis)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Alfonso Bonafede, chi è il ministro della Giustizia proposto da M5S e Lega
Un busto di Giovanni Falcone al carcere di Massama
I radicali difendono la Direttrice di Poggioreale:Pessimo il servizio delle Iene. La cella zero non esiste più
Video intervista Teleroma 56 a Maurizio Somma Segretario Regionale (sappe)
Braccialetti anti-stalker: Fastweb spiega come funzionano.
Violenza a Poggioreale, il cappellano: Ingiusto accusare la polizia di abusi
Totoministri: ecco il possibile ''listone'' del Governo Lega-5 Stelle. Alfonso Bonafede ‘corre’ per il Ministero della Giustizia
Fiammetta Borsellino accusa il DAP: ignorata la richiesta di incontro con i boss Graviano


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 6


Nei sindacati ormai regna la più totale confusione, tutti i giorni tanti proclami e lettere sindacali , bacheche sindacali strapiene di comunicati di criticità , comunicati sindacali su colleghi che ogni singolo giorno per adempiere al proprio dovere devono ricorrere alle cure mediche del pronto soccorso dovute alle aggressioni da parte dei cosiddetti diversamente liberi.
I sindacati sembrano stare su navi carrette senza comandante e senza coordinate alla navigazione , navigano a vista d'occhio senza una rotta tracciata per raggiungere una qualche destinazione.


Di  Anonimo  (inviato il 12/05/2018 @ 17:43:31)


n. 5


Dopo 9 anni il nuovo contratto.
Ora vi chiedo umilmente perché il rinnovo contrattuale decorre dal 1/1/2016 . Siamo rimasti esclusi noi andati in pensione entro il 2015 , una disparità di trattamento che stiamo pagando tutt'oggi sulle pensioni .
Nessuna salvaguardia contrattuale per noi pensionati , neanche il recupero d'acquisto perso al 31.12.2015 .
Stessa cosa per i sovrintendenti 2002 pensionati esclusi da riparametrazione decorrenza giuridica economica.
Credevo nel Sappe quale unico mio sindacato ero un iscritto e sono andato in pensione da iscritto Sappe sino al settembre 2015 .
Eppure nonostante continuo nel credere al sindacato Sappe come unica sigla sindacale nella tutela dei diritti di tutti.
Spero si riprenda l'argomento è che si possa riacquistare i diritti .
Cordiali saluti alla redazione

Di  Giovanni  (inviato il 04/05/2018 @ 12:27:53)


n. 4


Credo che il Sappe abbia perso l'occasione di fare la storia presso la struttura penitenziaria di cavadonna. Con rammarico dico che il sindacalista Sappe abbia gestito e rappresentato lautoconsegna dei colleghi con leggerezza , un peccato per un grande sindacato quale il Sappe che avrebbe dovuto prendere spunto dai colleghi autoconsegnatosi e farne la storia di tutti per il benessere per migliorare le condizioni lavorative dal nord al sud isole comprese .
Solidarietà ai colleghi autoconsegnati .
I miei rispetti sinceri al Sappe che sono certo saprà il da farsi

Di  Cremona  (inviato il 03/05/2018 @ 16:52:20)


n. 3


Illuminatemi perché trovo assurdo non rientrare nel rinnovo contrattuale , noi andati in pensione al 2015 perché non rientriamo, noi sovrintendenti del 2002 perché siamo esclusi da tutto .
Grazie Sappe spero in risposta .

Di  Antonio  (inviato il 03/05/2018 @ 14:00:24)


n. 2


Invece io voglio vedere quando finirà che festivi serali e notturni sono solo di quei pochi sovrintendenti ispettori assistenti capo. Come possibile che al mattino ci sono direttori commissari ispettori e sovrintendenti in quantità di oltre 15 unita per poi la sera rimane qualche sovrintendente qualche assistente capo di sorveglianza generale .
Quando il sindacato interverrà per dare pari diritti e doveri uguali per tutti .


Di  Cremona  (inviato il 01/05/2018 @ 11:47:03)


n. 1


voglio vedere quando decidono di chiudere i carceri piccoli

Di  alberto  (inviato il 30/04/2018 @ 19:05:20)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.81.78.135


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 In memoria di Rocco D''Amato, ucciso nella Casa Circondariale di Bologna da un detenuto il 13 maggio 1983

2 Fermate il mal di vivere dei poliziotti penitenziari!

3 Dopo aver depotenziato il regime detentivo, ora si vogliono metter fuori altri detenuti

4 La festa per ricordare che cos’era la Festa del Corpo. Santa Rita della Rosa nel Pugno al posto di San Basilide?

5 Ma la mobilità dei direttori quando la fanno?

6 Poliziotto penitenziario condannato a tre anni di reclusione per stalking: minacciava un collega, la moglie e i figli

7 La perquisizione straordinaria

8 Il Ministro Orlando dice che la situazione delle carceri è sotto controllo. Non ha dati aggiornati o non vuole spaventare gli italiani?

9 Sorveglianza dinamica …. quando al Dap si rifanno il maquillage senza trucco e parrucco

10 Operazione Nucleo Cinofili a Regina Coeli: rinvenimento droga e arresto





Tutti gli Articoli
1 Nuovi sconti per gli appartenenti alle Forze Armate e agli operatori della Giustizia L''iniziativa rivolta a 500 mila persone consente di risparmiare fino a tremila euro l''anno

2 Sospeso lo stipendio a Sissy Trovato. La rabbia del padre: Le istituzioni l’hanno lasciata sola

3 Stipendi comparto Difesa e Forze dell''Ordine, arretrati a maggio, ecco le cifre

4 Riforma Carceri: Orlando getta la spugna

5 Forze Armate e di Polizia: ecco cosa prevede il contratto di Governo Lega-M5S

6 Detenuto scatenato a Santa Bona: feriti cinque agenti di Polizia Penitenziaria

7 I Carabinieri Nas alla Dozza. Mensa della penitenziaria nel mirino

8 I giudici litigano tra loro, 28 boss e affiliati escono dal carcere

9 Alfonso Sabella: Ho pensato al suicidio. Condannato a morte dallo Stato

10 Caso Cucchi, carabiniere accusa colleghi: "Dopo botte scaricarono su penitenziaria"


  Cerca per Regione