Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Il canto ammaliatore delle sirene del DAP.


Polizia Penitenziaria - Il  canto ammaliatore delle sirene del DAP.

Notizia del 02/12/2011

in I Mulini a Vento

(Letto 3568 volte)

Scritto da: Miguel Cervantes

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


I nostri Commissari del Ruolo Ordinario, sapevano benissimo che facendo questo concorso, sarebbero andati a finire nel tritacarne del carcere: Comandante di Reparto della Polizia Penitenziaria. Ma la realtà del carcere è davvero dura, e avere una laurea in giurisprudenza per stare sotto al Direttore e combattere giornalmente con sindacalisti, assistenti capo con problemi di ansia, carenze di personale, non è gratificante. Non potere nemmeno, in certi casi, firmare le domandine di congedo ordinario del personale, è una cosa frustrante. E allora? Allora si cerca di trovare una scappatoia, un distacco ad esempio al DAP. Il luogo del potere, il luogo giusto per un ex avvocato in divisa. E le sirene del DAP non fanno altro che ammaliare questi funzionari, con il loro canto melodioso: sei sprecato lì… con quella laurea… vieni da noi… abbandona il carcere… tanto il carcere va avanti lo stesso con un assistente capo...!

E allora alcuni tra i nostri bravi funzionari, cercano in ogni modo di arrivare a Roma; le telefonate concitate, i contatti via e mail, la ricerca di un appoggio politico o sindacale, per emigrare a Roma, nell’Eldorado del DAP, dove è più facile fare carriera, accumulare punteggi, ottenere docenze, curarsi le amicizie, smetterla insomma, con la routine quotidiana del tritacarne, con le domandine, con le udienze, con gli attacchi sindacali, con i problemi dei mezzi fatiscenti, con i problemi strutturali… e se nel frattempo non ci arrivano basta almeno parcheggiarsi in qualche comodo PRAP.
 
E questo perché oggi il carcere non gratifica, il lavoro del Commissario non gratifica, la dipendenza gerarchica verso un funzionario con la tua stessa laurea non gratifica, lo stesso rapporto con gli ufficiali degli altri Corpi all’esterno, non gratifica.
 
Piuttosto è opportuno che si inizi a riflettere seriamente sul futuro di questi nostri Commissari, sul ruolo, rapporto con i direttori che talvolta si divertono a sgridare i nuovi arrivati, sulla possibilità di istituire i Comandi Provinciali e creare la figura del Comandante Provinciale, così come hanno tutti i Corpi di Polizia, con avanzamenti di carriera chiari che non tengano conto di chi a Roma, può far di tutto, farsi attribuire incarichi a profusione e arrivare primo in graduatoria e invece chi lavora in carcere non ha nemmeno il tempo per grattarsi la testa…

Scritto da: Miguel Cervantes
(Leggi tutti gli articoli di Miguel Cervantes)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza
Il carcere di Sala Consilina rimarrà chiuso: il Consiglio di Stato ha accolto provvisoriamente il ricorso del Ministero contro il TAR
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. Arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata
Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma
Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni
Indagini nel carcere di Padova per capire chi ne ha disposto il declassamento da detenuti alta sicurezza a detenuti comuni
La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 8


W le (belle) donne della Polizia Penitenziaria, soprattutto se funzionarie.
Un mio personale plauso a tutte quelle che, riuscendo ad ammaliare qualche funzionario o dirigente del D.A.P., in questo periodo di crisi, riesce a conquistare uno stipendio e, magari, un buon posto di servizio.

Di  Ulisse  (inviato il 13/12/2011 @ 08:46:59)


n. 7


grazie isp.G. Oriente per le sue parole spese in onore degli assistenti capo . visto che in tanti dicono che l'anzianità non conta piu' , ma l'esperienza , la saggezza ,la professionalità acquisita nel tempo allora a cosa servono?.
la ringrazio con sincera stima ass.c. di periferia

Di  Anonimo  (inviato il 08/12/2011 @ 13:14:40)


n. 6


Gloria e rispetto agli Assistenti Capo di tutto il territorio nazionale. Soprattutto rispetto per coloro che hanno attraversato numerose fasi della crescita del nostro Corpo e che continuano ad essere una immensa risorsa. Sono soprattutto loro che mi hanno consentito la formazione di parte della mia adorata carriera.
Non smetterò mai di dirlo e di confermarlo in qualunque sede. Per inciso anche all'interno di questo prezioso spazio.
Ho assaporato più esperienze di comando, con diversi dirigenti in capo all'istituto. Tutto sta a cosa dimostri di saper fare e soprattutto come lo fai. Un direttore intelligente non potrà fare a meno di te e di tutti i suoi collaboratori, delle tue proposte e delle modalità operative di regime per i reclusi. Non ultimo del rigore, ma soprattutto delll'affetto costante rivolto a quella grande fetta di uomini e donne che ti consentono di essere un buon capo.
Senza i miei uomini non sarei stato nulla, quindi puntualmente li ringrazio. Anche adesso.
Soprattutto a tutti quelli che continuano ad operare nelle carceri, invio il mio virtuale abbraccio, con la speranza che le attuali condizioni varino.



Di  Ispettore G. Oriente  (inviato il 06/12/2011 @ 14:47:47)


n. 5


E siamo sicuri, invece, che i Direttori vorrebbero stare tutti nelle carceri? Io credo che alcuni sfociano la loro frustrazione verso i Commissari, forti della superiorità gerarchica.
Comunque, a mio avviso, sulla questione postata, potremo parlare all'infinito, ma, fin quando non cambiano la norma gerarchica, i Direttori la faranno sempre da padrone.
E accade quello che si sente in giro...

Di  Giovanni Altomare  (inviato il 03/12/2011 @ 21:59:59)


n. 4


Mi sà che dietro questa favola metropolitana dei Commissari che vanno via dagli isituti per non essere sottomessi ai Direttori, vi sia qualcosa di indicibile, che è meglio nascondere, anche se nel pensiero di tutti.

Di  io  (inviato il 03/12/2011 @ 17:38:49)


n. 3


Hanno ragione........fossi anch'io Commissario farei lo stesso.................essere subordinati a dei Direttori addirittura tanti obiettori di coscenza o testimoni di geova.................e' frustrante..................
Speriamo nel futuro

Di  claudio  (inviato il 02/12/2011 @ 20:23:23)


n. 2


Il problema è rimasto quello prima,il Comandante è succube del direttore, non è cambiato nulla, se prima i registri sottobraccio alla firma li portava l'ispettore adesso li porta il commissario.E' normale che sia frustrante per un ragazzo di 30 anni che pensava di fare il commissario in stile fiction tv. Queste sono battaglie che il sindacato deve portare avanti, il nostro funzionario deve avere la stessa dignità dei suoi pari grado e non deve essere sottomesso a dei direttori che hanno il solo compito di prottegere i detenuti e organizzare feste , commedie e sostenere tante fesserie su rieducazione e reinserimento ed inoltre spesso sono ex ragionieri o educatori.Poi che cerchino di andarsene al dap è normale e sopratutto non lo hanno inventato loro, accadeva ben prima che arrivassero e non lo facevano solo i comandanti, a buon intenditore.......

Di  markus  (inviato il 02/12/2011 @ 20:06:20)


n. 1


ma gli assistenti capo hanno solo pobleni di ansia oppure sono capaci di portare avanti la triste routine del carcere ? .
ass.c. non ansioso .ma incompreso?

Di  Anonimo  (inviato il 02/12/2011 @ 19:19:46)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.163.159.27


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

3 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

4 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

5 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

6 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

7 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

8 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

9 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

10 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

4 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

5 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

9 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

10 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali


  Cerca per Regione