Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Il carcere, un mix concentrato di situazioni che se non ben supportate, possono nel tempo alimentare un senso di malessere nel Poliziotto Penitenziario


Polizia Penitenziaria - Il carcere, un mix concentrato di situazioni che se non ben supportate, possono nel tempo alimentare un senso di malessere nel Poliziotto Penitenziario

Notizia del 14/06/2016

in Il Commento

(Letto 12396 volte)

Scritto da: Agente Sara

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


In diverse occasioni, si è avuto modo di affrontare il tema importante del benessere del personale. L’input massimo risale proprio al 2010, quando è stato avviato dall’Amministrazione Penitenziaria, un percorso finalizzato alla realizzazione di misure concrete in tema di benessere organizzativo. 

In tale ambito al centro dell’attenzione, da ieri a oggi, deve rimanere quanto di più rilevante ovvero “la persona” che si traduce nel senso di appartenenza all’Amministrazione, alla motivazione ed al ruolo fondamentale della comunicazione tra colleghi e superiori gerarchici.

Proprio il rapporto tra colleghi e tra colleghi e superiori gerarchici rappresenta un aspetto fondamentale e, a tal proposito, è indispensabile creare dei momenti di confronto costruttivi capaci di favorire l’istaurarsi di un clima di collaborazione e lealtà.

A nulla portano gli ambienti ostili che non investono in tale ambito perché, si sa, come un clima di conflitto può soltanto impoverire e alimentare il disagio lavorativo.

Nei progetti di benessere del personale, a suo tempo, è stata menzionata la figura del “Facilitatore delle Relazioni” che dovrebbe essere presente in ogni realtà penitenziaria, scelta dal Direttore dell’istituto nella sua veste di Responsabile del benessere organizzativo perché dotata, a sua volta, di capacità di relazione, ascolto, osservazione e competenza nel riuscire a migliorare concretamente la sfera di relazioni che si realizzano nel posto di lavoro.

Il carcere, il più delle volte, si presenta quale mix concentrato di situazioni ad alta tensione che, se non ben supportate, possono nel tempo lasciare un senso di malessere nel personale in servizio.

Si pensi al personale che opera soprattutto nelle sezioni detentive ove sono presenti detenuti aggressivi ed autolesionisti, si può ben comprendere come un turno di 6 o 8 ore è evidentemente carico di stress; oppure quando ci si trova a dover dirimere una lite piuttosto violenta tra ristretti eccetera, eccetera.

Proprio in questo contesto, l’obiettivo chiave dovrebbe essere sempre quello di individuare i problemi lavorativi nello specifico e nell’operatività di tutti i giorni, affrontando di pari passo l’argomento caratteristico per trovare soluzioni più idonee e poter lavorare con maggiore benessere.

Lavorare in carcere, soprattutto nelle grandi realtà, spesso è sinonimo di ritmi frenetici dove difficilmente ci si ferma un attimo a focalizzare gli eventi, rischiando di sottovalutare, purtroppo, anche quelli che, se nel tempo vengono trascurati, rischiano a loro volta di diventare davvero un problema.

Il progetto in tema di benessere del personale, avviato sin dal 2010, si è fatto portavoce di elementi importanti; ad ogni modo, l’attenzione deve rimanere costante al fine, appunto, di non far disperdere nel tempo i buoni propositi prefissati.

 


Scritto da: Agente Sara
(Leggi tutti gli articoli di Agente Sara)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Arrestato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone da una settimana
Riordino Polizia Penitenziaria: nuove qualifiche e nuovi errori
Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione
Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone
Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti
Giornata della legalità: nel carcere di Arienzo i detenuti leggono i nomi di tutte le vittime di mafia e minuto di raccoglimento per Don Peppino Diana
Detenuto girava video dal carcere: arrestato con arsenale in casa, torna ai domiciliari con il braccialetto elettronico
Delega al Governo per dare Skype anche ai mafiosi? Insorge l''Associazione Vittime del Dovere


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 12


FROSINONE
La parola dell''Agente Penitenziario non basta per condannare il detenuto: lo ha stabilito il Tribunale di Frosinone.

Bene. D'ora in poii risparmieranno fumi di inchiostro e toner di stampanti.
Meglio di così..

Di  Angela  (inviato il 21/06/2016 @ 21:44:00)


n. 11


La Polizia Penitenziaria e' forte. E bisogna crederci in questo Corpo! Le difficoltà esistono purtroppo anche tante purtroppo e fin quando non si affronteranno nel modo più opportuno questo sarà sempre un tema attuale perché ci riguarda. La Polizia Penitenziaria merita il meglio!

Di  truppa di periferia  (inviato il 17/06/2016 @ 09:51:43)


n. 10


Ancora con lo scoprire l'acqua calda!
Basta Rita A.!!!!

Di  ROMERO63  (inviato il 15/06/2016 @ 10:55:22)


n. 9


Credo che tutto questo sia già cosa nota e conosciuta... non capisco perchè non metti in evidenza problematiche non evidenziate che vengono appositamente messe a tacere...
Per esempio potresti cominciare da dove lavori...perchè non ci racconti delle criticità che incontri ogni giorno?

Di  Gianni  (inviato il 15/06/2016 @ 09:35:41)


n. 8


La polizia penitenziaria non deve essere lasciata sola. Investire in questo Corpo è importante

Di  Sandrino  (inviato il 15/06/2016 @ 06:58:47)


n. 7


Certo che poi parlare di benessere del personale dovrebbe essere proprio l'ABC a tutela di tutti coloro che sanno quanto sia complesso il nostro lavoro.....

Di  assistente capo  (inviato il 15/06/2016 @ 06:24:23)


n. 6


Carceri, direttori pronti alle dimissioni di massa

Stiamo discutendo sull’opportunità di indire uno sciopero, di ricorrere alla Corte europea dei Diritti dell’uomo e di arrivare, se del caso, alla rinuncia all’incarico da parte di tutti i direttori». E senza di loro, le carceri potranno continuare a funzionare?
.......ah ah ah ah ah ah.....pruvamme và!

Di  anonimo  (inviato il 14/06/2016 @ 20:50:28)


n. 5


Solo chiacchiere purtroppo certi propositi e certi progetti purtroppo non approdono mai negli istituti. Purtroppo il personale che più ne soffre è quello del servizio a turno

Di  Roberto  (inviato il 14/06/2016 @ 20:25:44)


n. 4


Vorrei sapere quanto è costato questo ennesimo progetto!
Qualcuno sa dirmelo?
Tu sai dirmelo Agente Sara?

Di  anonimo  (inviato il 14/06/2016 @ 20:00:57)


n. 3


Sono d'accordo il benessere del personale e' necessario per poter lavorare bene ed essere motivati

Di  Paolo  (inviato il 14/06/2016 @ 16:03:54)


n. 2


IL MALESSERE GIA' ESISTE DA MOLTO TEMO. TUTTI PARLANO E NESSUNO FA NIENTE.

Di  pasquale battaglino  (inviato il 14/06/2016 @ 13:01:53)


n. 1


La Polizia Penitenziaria merita la massima attenzione. è un lavoro complesso dove gli uomini e donne in divisa devono avere la massima considerazione.

Di  ciccio  (inviato il 14/06/2016 @ 06:34:41)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.197.177.123


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente della Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza in casa davanti ai familiari

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

4 Nella conferenza del Bicentenario nessun riferimento agli Agenti di Custodia

5 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

6 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

7 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

8 Riordino vuol dire mettere ordine

9 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

10 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria





Tutti gli Articoli
1 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

2 Arrestato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone da una settimana

3 Agente penitenziario suicida: non riusciva a mantenere i tre figli disoccupati

4 Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione

5 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

6 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

7 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

8 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

9 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

10 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone


  Cerca per Regione