Marzo 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2017  
  Archivio riviste    
Il Corpo di Polizia Penitenziaria ormai non esiste più


Polizia Penitenziaria - Il Corpo di Polizia Penitenziaria ormai non esiste più

Notizia del 29/12/2016

in Interventi Ricevuti

(Letto 12147 volte)

Scritto da: Interventi ricevuti

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Il Corpo di Polizia Penitenziaria ormai non esiste più, anzi in verità pensandoci bene non è mai esistito,siamo stati succubi della Dirigenza civile da sempre, sia da Militari che da Civili, militarmente inquadrati ma sempre funzionalmente dipendenti di queste figure, dove l'unica Autorità riconosciuta è quella del Padre Padrone Direttore o Provveditore (figure estranee al Corpo di Polizia), rispetto agli altri Corpi Armati dello Stato.

Dopo il fallimento della legge monca 395/90, con l'approvazione del dlgs 146/2000 ci si aspetava che tutto sarebbe cambiato in qualche modo con l'agoniata e sperata autonomia gerarchica e disciplinare, indispensabile per lo svolgimento appieno di tutti i servizi di Polizia, ed ecco che la Dirigenza Feudataria impropria, in fretta e furia ha fatto approvare la Lg. 154/2005 ( la c.d legge Meduri 1' firmatario, amico della Dirigenza Penitenziaria, essendo egli non a caso il consorte di un'alto Funzionario del DAP), assicurandosi comunque la supremazia nel contesto DAP estrometendo i futuri Dirigenti del Corpo da qualsivoglia posizione autonoma di Comando e/o Direzione Generale del Corpo, sottoponendoli comunque alla dipendenza funzionale alla solita Dirigenza Penitenziaria, che sempre secondo la legge assume la Direzione ed il controllo Adimministrativo di tutte le strutture e le attività del Corpo di Polizia Penitenziaria, percependone anche impropriamente i lauti compensi previsti per i Dirigenti delle FF.OO., pur non rivestendone alcuna qualifica di PS ne tantomeno di PG, (volere = potere).

Ed ecco il perché dubito che ancora oggi possiamo definirci 4* Corpo di Polizia dello Stato, anzi possiamo dire ultimo, vista l'imminente dismissione del CFS, e se consideriamo che anche la Polizia Locale ci ha superato alla grande, pur essendo dipendente dagli Enti Locali, grazie alla rioganizzazione in atto dei corpi di Polizia Locale, sempre più omogenei e strutturati e disciplinati al pari delle altre FF.OO. anche con l'addestramento rispondente alle funzioni di Pubblica Sicurezza, spesso coinvolti in molteplici servizi e funzioni di Polizia Giudiziaria e di ausilio ai servizi Ordine Pubblico, rispetto ai servizi e alle mansioni esercitate dal Corpo di Polizia Penitenziaria, ormai ridotti a meri compiti di completa sudditanza nei confronti del personale amministrativo di ogni ruolo, senza dubbio saremo declassati definitivamente ultimi degli ultimi, a conferma di ciò, qualche giorno fa mi è capitato di conoscere occasionalmente un Parlamentare, e devo dire che anch'egli dopo avergli rivelato di appartenere al 4* Corpo di Polizia dello Stato, discorrendo del più o del meno, manifestava qualche perplessità sulle reali funzioni di Polizia svolte dal Corpo, affermando candidamente di non aver mai saputo dell'inquadramento della Polizia Penitenziaria fra le FF.OO quale 4* Corpo Armato dello Stato!

Dove vogliamo andare di questo passo???

Auguri a tutti gli appartenenti alla Polizia Penitenziaria e alle rispettive famiglie Buon 2017!

 


Scritto da: Interventi ricevuti
(Leggi tutti gli articoli di Interventi ricevuti)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Grappa artigianale preparata dai detenuti nel carcere di Bologna
Strasburgo bacchetta l''Italia: troppi detenuti in attesa di giudizio
G8, Corte Strasburgo: Italia risarcirà con 45mila euro sei vittime di Bolzaneto
Intimidazioni alla Polizia Penitenziaria: forate le ruote delle auto del Corpo a Cagliari
Torino, agente penitenziario si porta a casa il rame dei condizionatori
Fuorni. Bomba in carcere, si indaga. Oggi la protesta dei Poliziotti Penitenziari
Lanciano, poliziotti penitenziari costretti a saltare i pasti
Igor il russo, l''ex compagno di cella: E'' diventato Ezechiele dopo la conversione


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 91


E' un dato di fatto.
I detenuti comuni del SUD ITALIA in qualche modo appartengono sempre ad un sodalizio criminale di clan facenti capo al proprio territorio di origine.
Inutile sparare m*****ate a vanvera e riempirsi la bocca di belle parole nelle interviste pubbliche!
La stragrande maggioranza dei c.d. "comuni", commerciano in droga, commettono rapine, estorsioni ed alcuni di loro anche ad alti livelli. Questi soggetti appartengono indubbiamente alla mafia, 'ndrangheta, camorra, sacra corona unita ecc. anche se dagli atti matricolari non si evince nulla.
Abolite questo scempio della vigilanza dinamica.
Almeno questa cosa fatela in fretta prima che sarà troppo tardi!!!!
La Torreggiani purtroppo ce la dobbiamo tenere perchè lo impone l'Europa. E....pazienza!
Ma la VIGILANZA DINAMINA NON STA IN PIEDI.

Vorrei tanto che tra le fila del nostro Corpo arrivasse uno con i cogl......(in divisa o senza non fa differenza) che spazzasse via tutto questo scempio pseudo trattamentale senza alcuna pietà e si prendesse seriamente tutte le responsabilità che UN CAPO DEL CORPO deve assumersi con coraggio e dignità.



Di  Palermo è bella  (inviato il 23/02/2017 @ 09:54:17)


n. 90


Tutti accoprati in Polizia di Stato, l'unica salvezza secondo me, perchè non contiamo più nulla e non diciamo di no....

Saluti a tutti i colleghi

Di  Diego  (inviato il 10/01/2017 @ 21:04:24)


n. 89


Nino Mix Augura Buon lavoro a tutti.
Ciao Ragazzi onorato di partecipare ai vostri discorsi.
Queste sono le grandi verità della Polizia Penitenziaria.
W La Polizia Penitenziaria.

Di  Nino Mix  (inviato il 03/01/2017 @ 21:30:25)


n. 88


Vero questo post è uno dei migliori,vedo che tutti condividono agnuno fa il suo intervento ed ogni cosa porta delle idee,si parla di tutto.
Io vi leggo spesso ,date la possibilità a tutti di scrivere,non vedo offese,anzi vedo che tutti vogliono costruire,vogliono dei cambiamenti attenzioni ,ognuno ha messo un pezzo del suo lavoro,un pezzo della sua esperienza.
Leggervi è un vero piacere.
C'è chi parla di unione certo ci fosse quella non sarebbe male.
Comunque sono tutte cose vere,reali,cose che si leggono anche in vari articoli.
Non mollate ragazzi siete dei grandi.

Di  Martin  (inviato il 03/01/2017 @ 21:06:22)


n. 87


Ancora poche righe per commentare questo articolo che rite gosia uno dei migliori che hompotuto leggere, vista anche la mole degli interventi. Ed allora, dott. Capece ed amministratori del sito, tirate fuori tutto quello che abbiamo scritto e fatelo arrivare ai vertici della nostra amministrazione, al Ministro e finanche al Presidente Della Repubblica. Non possono continuare ad ignorarci e non possono fregarsene del nostro stato d'animo. Forza ragazzi, no molliamo!!!!!!!!

Di  Poliziotto dentro  (inviato il 03/01/2017 @ 20:54:46)


n. 86


Un tempo si era uniti, ora non più. C'è chi fa di tutto perchè non sia più cosi.
Non so nelle piccole realtà, magari in quelle ci si può sentire in 'famiglia' ma per chi ha vissuto e lavorato in grandi istituti non penso.
Non so, ma siamo veramente ad un punto fermo

Di  Anonimo  (inviato il 03/01/2017 @ 20:07:48)


n. 85


Parliamo del benessere per il personale.
Sentivo spesso nominare questa parola, poi è andata persa ???
Dov'è finita questa parola???

Di  Braccio di ferro  (inviato il 03/01/2017 @ 18:56:11)


n. 84


Ultimo degli Agenti, questo articolo segnerà un punto fermo. Sei stato bravissimo, per questo continuo a pensare che nel Corpo ci siano persone che valgono tanto ed hanno coraggio da vendere.
Hai saputo tirar fuori tanti pensieri genuini in ognuno di noi.
Per questo meriti ammirazione e rispetto.

A dire il vero c'è una cosa che mi preoccupa da un po di tempo e vorrei parlarne caro "Ultimo".
Anni fa se mi concedevano due riposi abbinati con due giorni di c.o. dopo due giorni avevo voglia di tornare al lavoro perchè già mi mancava.
Oggi se potessi non tornerei allungando anche un mese di seguito la mia assenza dal carcere.
Non mi sento stanco anzi ho energie da vendere anche ai più giovani.
Per cui credo che appena andrò in quiescenza potrei dimenticare presto tutto quello che è stato.
E ti assicuro che è stato vero amore per questa uniforme dal primo istante. Vero amore per quella grigia, vero amore per quella blu, vero amore e affetto con i colleghi con i quali abbiamo condiviso turni di notte, di sentinella, sezione, pioggia, gelo, neve e vento che non ci ha mai scalfiti.
Feste di Epifania con famiglie al seguito, doni per i figli, risate, scherzi e balli organizzati allo spaccio o in locali fuori dal carcere tipo le parrocchie. Cene organizzate nel periodo natalizio trascorse in locali dove venivano riservati fino a 80-100 posti solo per noi. Dove c'era sempre qualcuno di noi che si travestiva di babbo natale per i piccoli.
Oggi tutto è andato perso.
E' stato azzerato di colpo ciò che abbiamo costruito e voluto fortemente. Cioè stare uniti con quel poco che avevamo.
Capisco tanti che con grande dignità ed alto senso di responsabilità non si lasciano andare in commenti scurrili.
Capisco pure che alcune volte verrebbe voglia di farlo. Ma noi non ce lo possiamo permettere.
Noi siamo un Corpo di Uomini e Donne con gli attributi ben nascosti, ma che possono uscire fuori prepotentemente da un momento all'altro se servono.
Buona serata a tutti.


Di  Ass.te Capo Piemonte  (inviato il 03/01/2017 @ 18:41:13)


n. 83


Qualcuno può approffondire sul commento di Jonny N° 79 delle ore 13.26 sulle pensioni ?
Anni 1981/1982/1983.
Grazie.
Avevo letto qualcosa sui siti ,di concreto cosa c'è ?
In tanti dicono che tutto viene fatto in automatico.
Notizie sicure scrivete pure Grazie.

Di  Anonimo 81  (inviato il 03/01/2017 @ 18:39:38)


n. 82


Con il post da me scritto è pubblicato in questa preziosa rubrica, certamente non intendevo offendere o discriminare nessuno degli operatori presenti nell'ambito dell'Amministrazione Penitenziaria, che svolgono nell'ambito dei rispettivi ruoli il proprio dovere onestamente con alto senso del dovere a prescindere che indossi o meno l'Uniforme. La definizione di "padre padrone" era semplicemente riferita al fatto che tutto si concentra nelle mani di una sola figura, cioè quella del Direttore, "Funzionario Amministrativo", fin qui, niente di anomalo, se il tutto fosse limitato alla sola gestione e Direzione prettamente amministrativa dei detenuti e degli altri operatori e ruoli in forza all'Amministrazione, non appartenenti al Corpo, altra cosa è l'anomalia attuale, voluta dalla Politica, dove un Corpo Armato dello Stato con compiti, funzioni e qualifiche di "Polizia", formato 40 Mila operatori, sia gerarchicamente dipendente proprio da chi amministra i detenuti, anziché essere inquadrati in una propria Direzione Generale Autonoma, con un proprio Capo, posta alle dirette dipendenze del Ministro, proprio in funzione della specificità del servizio di Polizia, a garanzia dell'applicazione del leggi e regolamenti vigenti in materia penitenziaria . In risposta al commento 56 a firma "giiorgio" senza voler innescare polemiche con gli altri operatori delle Forze di Polizia, dico che in Italia vige un solo Codice di Procedura Penale e un solo TULPS, che idividuano quali sono i Corpi e gli operatori di Polizia dello Stato che esercitano e svolgono funzioni di PG e di PS 24 ore su 24 365 gg l'anno, quindi dubito che appartenenti alla GdF non sappiano quali e chi sono gli altri soggetti delle Forze dell'Ordine dello Stato, altrimenti sarebbe grave per il loro stesso prestigio di Corpo d'élite.

Di  L'Ultimo degli Agenti  (inviato il 03/01/2017 @ 15:59:09)


n. 81


Vorrei chiedervi una cosa visto che mi pare che questo forum sia parecchio frequentato ma con il “decreto milleproroghe” è stato o meno rinnovato il bonus di 80 euro previsto per gli operatori del comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico?
Nessuno ne parla e mi sembra di aver letto nel sito di un sindacato che non è stato prorogato.
Potete darmi notizie?

Di  Io e batman  (inviato il 03/01/2017 @ 13:49:36)


n. 80


E dopo tanti anni di lavoro di sacrificio arriva la tanto attesa pensione e sorpresa delle sorprese ci fregano persino sulla pensione spettante , su infodifesa e uscito un articolo che recita ; L'inps dovra rifare i conteggi al personale assunto nelle date 1981 1982 1983 perché i conteggi sono stati fatti errati al ribasso con una differenza mensile di 100 euro circa, e non finisce qui perché si deve attendere per sapere se i nuovi conteggi l'inps li farà in automatico oppure si deve presentare ricorso per avere la giusta pensione con arretrati spettanti.
Vi dico che c'è già un'ampia discussione sul forum sicurezza e giustizia grnt .
In tutta onesta cosa ne pensate voi perché non so più che dire e pensare al riguardo

Di  Jonny  (inviato il 03/01/2017 @ 13:26:26)


n. 79


Vi ammiro per tutto quello che scrivete,sono cose verissime.
Elencate la realtà delle cose,i problemi,nonostante tutto ,siete gente che lavora,che si impegna per rendere i posti di lavori migliori onorando questa divisa.
Leggo belle parole,parole che non possono passare inosservate da chi legge,da chi conta e da chi dovrebbe darvi più attenzione , ascolto e spazio.
Qui noto tante cose,capisco il vostro stato d'animo ,secondo me come scrive qualcuno non state offendendo nessuno,siete molto corretti anzi ognuno spiega le sue situazioni con i suoi punti di vista che vanno sempre rispettati .
Onore a voi gente che merita ,vi auguro che nel 2017 la politica vi dia più ascolto.

Di  W la Truppa  (inviato il 03/01/2017 @ 12:04:36)


n. 78


Ho visto il vostro articolo di Viterbo.Detenuti incendiano la cella utilizzando le bombolette a gas: a Viterbo intossicati due Poliziotti penitenziari .
Solidarietà massima agli Agenti di Viterbo e tutti gli Agenti di tutta la nazione .
Ma questa delle bombolette è un argomento che da tanto si parla.
Ma perchè non eliminano le bombolette dagli Istituti di pena,a cosa servono??? tanto il vitto gli viene consegnato tutti i giorni , con pieno rispetto delle loro religioni.
Cosa si aspetta a cambiare le cose??? il personale rischia tutti i giorni.
Bisogna intervenire e risolvere questo problema molto delicato.
Visto che leggono che propongano quesiti al D.A.P. in merito a questi episodi.

Di  W la Polizia Penitenziaria  (inviato il 03/01/2017 @ 11:22:24)


n. 77


Certo i commenti sono utili.
Servono le soluzioni.
Mancano tante unità,via agli arruolamenti.
Se non arruolano nessuno è inutile lamentarsi.
Ci sono tante cose da fare per migliorare gli ambienti di lavoro.
Chi legge questi commenti capisce tante cose.
Ma tutti i commenti portano ad un punto importante.
Il punto importante è che tutti chiedono miglioramenti ,più interesse ascolto e attenzione verso tutto e tutti.
Non si offende nessuno quando uno parla e scrive dei sui punti di vista, e come vede le cose questo è un paese democratico .
Buon lavoro a tutti.
Spero tanto che vi venga concesso a tutti voi quanto vi meritate .
Che sia un anno pieno di interessamenti nei vostri confronti.
Ciao Ragazzi non mollate mai .

Di  Ciao Ragazzi Non mollate mai.W la Pol.Pen.  (inviato il 03/01/2017 @ 11:05:32)


n. 76


Ho letto ora il vostro articolo.
Espulsioni stranieri clandestini: Sappe auspica anche provvedimenti nelle carceri .
Credo che sarebbe una buona cosa se ciò venisse attuato anche per gli Istituti di pena .
Si andrebbero ad eliminare un sacco di problemi negli Istituti.

Di  Il Conte  (inviato il 03/01/2017 @ 10:26:46)


n. 75


Alcune volte me lo sono domandato pure io quanti sono quelli che giocano a nascondino nella vita ???
Credo siano tanti .
Ci sono pure quelli che nella vita fanno il doppio gioco TANTISSIMI.
Ma scusate tutti questi credono di essere furbi ?
Certo quando si ha una dignità è vero si sta sempre dalla parte di chi non abbassa la testa qualsiasi sia il prezzo,ma si sa c'è chi preferisce abbassarla pur di ottenere dei privilegi, questa è la realtà .
Cercate di fare qualcosa per migliorare gli ambienti di lavoro ,senza ostacolare chi ha inventiva e crede in ciò che fa anche se è diverso da VOI.

Di  Io ci credo  (inviato il 03/01/2017 @ 09:58:55)


n. 74


Stamattina ho fatto presto ,preso gia' pure il caffè ,non che abbia così voglia di andare a lavorare. Sarà l'abitudine di alzarmi come le galline di mia nonna. Ho acceso il pc ,con un chiodo fisso che mi porto , da alcuni giorni da qando ho letto questa valanga di commenti. Posso capire l'ora ma non ho visto o percepito un commento da parte di comandanti in servizio. Spero che leggano almeno.
Io penso di si.
Senza offesa ma penso che non sia più il tempo ,di giocare a nascondino.
Tanti ci stanno mettendo la faccia in servizio e puntualmente vengono prima bastonati e poi scaricati da tutti. Alcuni dirigenti hanno pure capito che potevano fare il doppio gioco con i commissari a causa della loro poca esperienza. Posso capire all'inizio. Si sono tenuti cari alcuni agenti e graduati per scaricarli poco prima quando non convieniva più averli al fianco. Cioè tutti lontani da tutti.
Tutto questo vi pare normale?
Allora per favore sveglia e cerchiamo di capire da quale parte stare per potere meglio lavorare.
Non voglio offendere nessuno ma penso sia ridicolo stare ancora in silenzio aspettando il Messia che non è mai arrivato. Io sto dalla parte di chi non abbassa mai la testa , e dai commenti che leggo DOVREMMO ESSERE IN TANTI.
Buon Gennaio 2017

Di  anonimo  (inviato il 03/01/2017 @ 04:16:32)


n. 73


Il Sindacalista nella società moderna :
Il sindacalista deve tutelare il lavoratore.
Tante volte si sa se vai avanti poi non trovi sempre le discese.
Anzi trovi le salite, curve e massi in mezzo alla strada alcune volte ti senti solo,solo perchè quando vai avanti puoi toccare gli interessi ,gli interessi possono essere di vario tipo.
Non è facile fare il sindacalista.
Certo se non scrivi se non fai presente i problemi e disagi del lavoratore allora sei bello,ti fanno tanti sorrisi ,quei sorrisi che hanno 64 denti.
Ma poi se scrivi allora iniziano gli scontri,gli attacchi,insomma passi un sacco di problemi.
Queste cose le metti in conto,almeno che tu non abbia qualche orticello in comune.
Sono belli quei sindacalisti senza orticello,senza interesse,senza condizionamenti ,senza compromessi,sono unici,ma quanti ce ne sono di questi sindacalisti pochi,sempre di meno perchè poi alla fine la gente si stufa.
Bisogna crederci,ma anche essere portati ,perchè all'inizio tutti ti acclamano,poi però quando c'è da mettere nero su bianco in quanti restano ???
E' una cosa antipatica essere un sindacalista,perchè quelli buoni sono sempre a combattere anche fuori servizio,perchè cosa non si fa per difendere i lavoratori ??? tutto,alcune volte ti devi mettere contro tutto e tutti,ma poi alla fine ??? tante volte ti trovi a fronteggiare situazioni spiacevoli.
Per fare il sindacalista devi avere pasta.
Ci sono dei buoni sindacalisti,ti accorgi di loro quando vedi i capi che gli mettono sempre gli occhi addosso.
Non dovrebbe essere così ,ma lo è.
Onore a tutti quei sindacalisti che come interesse vedono solo i diritti dei lavoratori e disconoscono gli orticelli interessi,compromessi,condizionamenti vari.

Di  L'Amico ci sarà sempre  (inviato il 02/01/2017 @ 21:58:29)


n. 72


L'orticello ma che bello.
L'orticello è diventato un vero modello.
Eh si ! nessuno si muove se non per interesse,sarà un caso ?
I problemi da risolvere ? Possono aspettare.

Di  Comandante Mark  (inviato il 02/01/2017 @ 21:40:45)


n. 71


mi sembra che siamo arrivati ad un punto di non ritorno; è un momento in cui a nessuno frega niente di nessuno.
I sindacati? Rossi, neri, gialli, verdi pensano solo ed esclusivamente a coltivare il loro orticello, ognuno, nelle varie realtà ha i propri direttori e interessi da tutelare.
Sono contento di aver revocato la mia adesione sindacale, anche perché quando ne ho avuto bisogno, mi sono dovuto tutelare da me e con me anche altri.
Quindi???? Sono arrivato alla conclusione che se non c'è un interesse nessuno si muove e potrei raccontarne un romanzo intero a proposito dell'inutilità dell'azione sindacale in questa Amministrazione.
Saluti a tutti. Ciao ragazzi

Di  Io e Batman  (inviato il 02/01/2017 @ 20:34:51)


n. 70


Bella domanda quella del post n 68 delle ore 19.20.
Speriamo che qualcuno dia delle risposte. e si dia da fare subito.
Sulla Salute non si scherza.

Di  Dottor house  (inviato il 02/01/2017 @ 19:38:56)


n. 69


Devono fare qualcosa per eliminare queste aggressioni.
In Francia dicono che gli Agenti all'interno degli Istituti non hanno contatti con le persone recluse.
Sarà vero, ??? a questo punto andrebbe bene anche la Sorveglianza Dinamica,basta che levino gli Agenti dalle sezioni,usando la solo la videosorveglianza .

Di  Pappa e Ciccia  (inviato il 02/01/2017 @ 19:32:39)


n. 68


Ma ditemi un po' con questa emergenza 'meningite' che in alcune regioni si sta innalzando, cosa sta facendo l'Amministrazione per tutelarci?
Mi piacerebbe sapere cosa ne pensate?

Di  Anonimo  (inviato il 02/01/2017 @ 19:20:31)


n. 67


Come aveva scritto qualche persona in un vostro post non sarebbe male fare delle trasmissioni tv che parlino del nostro lavoro.
Sarebbe scomodo per alcuni ma costruttivo per molti.
Penso che la società debba sapere come funzionano le cose.
Si tende sempre a nascondere,questo vizio non si è mai perso chissà perchè ?

Di  Alcatraz  (inviato il 02/01/2017 @ 19:14:41)


n. 66


Anno nuovo stessi problemi a quanto pare.
Onore alla Polizia Penitenziaria.

Di  Anonimo  (inviato il 02/01/2017 @ 18:59:55)


n. 65


Leggo di due Agenti che hanno subito aggressioni.
Mi spiace moltissimo solidarietà a loro .
Solidarietà a chiunque lavori negli Istituto Penitenziari.
Questi uomini in divisa sono delle grandi persone .
Svolgono un lavoro difficile e nonostante ciò ce la mettono sempre tutta.
A loro dovrebbe andare un grosso riconoscimento da parte delle istituzioni per quello che fanno giornalmente nonostante i tanti problemi e disagi.
Andrebbe rivista la legge chi alza le mani alle persone in divisa dovrebbe pagare il doppio.

Di  Gattopardo  (inviato il 02/01/2017 @ 18:41:57)


n. 64



Il problema è quello come avete scritto nell'articolo voi del Sindacato.
Pensano si più ai detenuti.
In questi anni tra sorveglianze dinamiche e altro sono diventati loro la priorità.
Ecco perchè poi alla fine hanno lasciato la colpa del custode ,così paga sempre pantalone quando succede qualcosa.
Sarebbe più giusto levare il personale dai reparti dalle sezione,visto che questi si permettono di alzare le mani al personale di servizio, ripristinando il presidio di sentinella.
Poi per quanto riguarda le sigarette,il carcere è un luogo pubblico a quando la legge,la legge c'è già essendo un luogo pubblico che applichino la legge anche all'interno degli istituti di pena.
Il fumo passivo non fa male ?

Di  Si salvi chi può  (inviato il 02/01/2017 @ 18:29:55)


n. 63


Inizia l'anno con due Agenti aggrediti Matera e padova.
Non sono belle queste notizie.
Serve più tutela per gli Agenti Penitenziari.

Di  Anonimo  (inviato il 02/01/2017 @ 18:13:40)


n. 62


Ma quale Buon Anno, sarà peggio del vecchio ve lo assicuro, niente di nuovo, intanto un pensiero va a tutti quei colleghi che non ce l'hanno fatta se ne sono andati via prima, spero che al duecentesimo anniversario vengano tutti, tutti invitati, noi saremo li a guardarli in faccia ........

Di  Anonimo  (inviato il 31/12/2016 @ 17:23:03)


n. 61


SCIOGLIMENTO, ACCORPAMENTO!

Di  marco  (inviato il 31/12/2016 @ 15:45:45)


n. 60


Bene bene.
E' finito un altro anno,speriamo bene nel 2017.
Speriamo che ci sia più buonismo nei confronti di chi merita.
Speriamo che nella vita le cattiverie tornino al mittente.
Speriamo nella vita di non vedere più nessuno gioire oppure fare i brindisi sulle disgrazie altrui.
Non è tanto il brindisi di questa specie di persone che conta ,ma chi è stato indifferente a ciò.
Speriamo in un grande interesse politico nei confronti della Polizia Penitenziaria.
Speriamo anche in un futuro migliore.
Speriamo che qualcuno effettivamente si metta a leggere bene tutto quello che si è scritto e si scrive facendo cambiare le cose.
Buon Anno a chi si dedica sempre al suo lavoro senza dipendere ,Buon Anno a chi non lecca,Buon Anno anche a quelli che hanno sempre cercato di ostacolare il giusto usando il potere,usando la gente che non serve,usando anche le proprie conoscenze .
Buon Anno a chi crede di essere più furbo ma non lo è,perchè nella vita sono superiori solo coloro che sanno usare la loro dignità e umiltà perchè questi non si muovono con le coperture ,ma si muovono con la legge non avendo mai paura.
Buon Anno a chi nella vita nasconde la verità per comodità convenienza e conoscenze.
Buon Anno alle catene perchè se si rompe una maglia non avrebbero più motivo di esistere.
Buon Anno a chi ha scritto un sacco di cavolate di nascosto contro le persone GIUSTE ,perchè per loro scomode.
Insomma Buon Anno a tutti...

Di  Buon Anno a tutti  (inviato il 31/12/2016 @ 14:31:37)


n. 59


spero che le cose cambino ma la vedo dura visto che Voi Sindacati non siete affatto trasparenti.
Sono pochi i veri delegati che combattono con serietà e quelli che ho conosciuto io hanno tutti pagato e subito ritorsioni, solo per aver rappresentato la verità.
Quindi tanti auguri a tutti e che il 2017 sia finalmente l'anno della riscossa.

Di  Gallo cedrone  (inviato il 31/12/2016 @ 13:39:43)


n. 58


Fra qualche giorno il Corpo Forestale transiterà nei Carabinieri.
E noi?
È chiaro che non ci ha voluti nessuno, motivo per cui chi rimane al nostro vertice si arrovella le mani consapevole che rimarrà seduto sulla sua poltrona ed i benefici che ne derivano.
Io francamente non vorrei essere assorbito da nessuna altra forza di Polizia. Tanto verremmo ancora una volta ettichettati figliastri, o peggio "brutti, sporchi e cattivi". Non lo sopperteri proprio. Potrebbe venirmi un esaurimento ad essere ancora una volta maltrattato, trasferendo questo potere ad altri.
Mesi fa lessi in un commento da parte di un anziano come me che è orgoglioso di avere firmato il contratto di lavoro negli Agenti di Custodia. Ci penso spesso e condivido il suo pensiero.
Pur non cindividendo alcune cose che Nicola Gratteri voleva fare, devo ammettere che quest'uomo avrebbe portato respiro a tutti noi e messo probabilmente alla gogna tanti che invece magnano sulla nostra pelle, sul nostro sapere e sulla nostra professionalità.
Dicono che io sia un uomo mite, gentile e laborioso. Ma non è più così da tempo. Ciò che sta accadendo ha fortemente inciso nella sulla mia persona.
È un capodanno di merda perché il futuro che ci riguarda è incerto ed ovviamente nebuloso.
Il buon senso dovrebbe fare riflettere i nostri politici e tutti coloro che a vario titolo decidono le nostre sorti.
Vorrei che il nuovo anno portasse novità importanti a tutti noi. In fondo ce lo meritiamo, non fosse altro per la compostezza avuta fino ad oggi, nei confronti di tanti direttori, provveditori e comandanti.
Siamo riusciti a stare a galla fino ad oggi solo grazie a quelli che non hanno mollato. Solo grazie alla tempra di coloro che sono stati arruolati a cavallo degli anni 80/90, inutile prendersi in giro o arrabbiarsi. Gli ultimi arrivati in famiglia hanno mollato perché non abituati a lottare. Del resto hanno trovato la tavola apparecchiata, senza avere mosso quasi un dito.
Lo trovo irritante nei confronti di migliaia che hanno sofferto come cani.

Serena fine dell'anno a tutti, anche dalla mia amata famiglia.
Assistente Capo Piemonte

Di  Ass.te C  (inviato il 31/12/2016 @ 13:26:32)


n. 57



E' la politica che deve intervenire sulle situazioni delle carceri,sulla riconoscenza alla Polizia Penitenziaria di quanto fatto e di tutti quei problemi da risolvere.
La politica deve mettere mano a quelle situazione che tanti politici non vogliono risolvere.
Gli istituti hanno un sacco di problemi,può cambiare l'Istituto ma i problemi sono gli stessi.
Questi entrano negli istituti solo quando vi è qualche votazione.
Non sono d'accordo per chi scrive solo per lo stipendio,non sono d'accordo con chi si arrende,non sono d'accordo con chi non vuole affrontare i problemi.
Però c'è da dire che nonostante tutto siamo gente capace.
Nei lavori in tutti c'è il pro e i contro,Antonio parlava del passato,non si deve pensare al passato,allora anche i nostri vecchi hanno fatto dei grossi sacrifici per farci stare bene a noi in futuro e noi dobbiamo farlo per i giovani in futuro.
Questo Corpo non ha bisogno di essere accorpato ad altri corpi ,questo corpo ha bisogno di un Grande uomo in divisa che si prenda cura di noi,che ci faccia fare i Poliziotti per come prevede il nostro regolamento senza impedimenti.
Si è pensato troppo a rieducare ,si è pensato a tutto,tutto funziona,allora ora c'è da sistemare qualcosa a favore nostro ,ma non perchè deve essere un favore,ma solamente perchè meritiamo ascolto e attenzione da parte delle istituzioni.
E' inutile ,il nostro lavoro è sempre stato svolto con tanto rispetto,sacrifici,pazienza,ora che la Politica si dia da fare,non importa destra o sinistra l'importante è che qualcuno si impegni nei nostri confronti.
Il sindacato scrive sempre,ora ci consente di scrivere anche qua,visto che leggono quello che scriviamo,giusto leggere,si spera che leggendo si capisca ciò che ognuno vuole far capire.
Forse non si è letto quando si doveva leggere,oppure si è letto solo ciò che faceva comodo.
Ogni situazione è stata Sempre segnalata in tutto sulle cose che non andavano ed ogni problema .
Ancora leggo che su certi istituti i delegati segnalano,scrivono su ogni cosa che non va il tutto viene sempre indirizzata anche al D.A.P. allora dico è mai possibile che nessuno abbia letto oppure legga ciò che loro hanno inviato e inviano,o sotto sotto c'è qualche persona che non crede o che si faccia consigliare da persone sbagliate ? ,nella vita c'è sempre chi cerca di nascondere,non pensando che le cose scritte restano, e si spera sempre che vengano lette attentamente da qualche persona e ne' venga capito il contenuto e le cause.
Non deve essere attaccato chi dice le cose come stanno,chi ha voglia di farsi valere ma non perchè più forte ma solamente perchè è nel giusto.
Tante sono le situazioni ANCORA irrisolte,nonostante relazioni,segnalazioni e ALTRO ,raramente si vede qualche risultato ?
Eppure leggiamo tutti i giorni.
Di noi sarebbe anche più giusto che qualcuno ne parlasse per come siamo realmente,ma non solo per critica.
Che ci frega di chi entra in Istituto,la legge lo prevede è inutile contestare le cose dopo concesse si doveva fare prima semmai.
Cerchiamo di pensare a NOI al nostro corpo,al nostro lavoro.
Non si ci arruola solo per i soldi,per lo stipendio come scrive qualcuno,uno si arruola per il posto di lavoro,perchè ci crede e perchè deve dare il suo contributo alla società per la sicurezza ,chi porta una divisa effettua anche il giuramento ,teniamo conto di questo.
La divisa va indossata con dignità,perchè all'interno ci deve stare un uomo che deve esercitare la legge,deve far rispettare le regole e tutto ciò che c'è di giusto.
Perciò andiamo cauti sui commenti che non esistono,che non fanno bene,perchè qui leggono tutti,spiegare la propria vita lavorativa va pure bene,spiegare chi ha sofferto anche,perciò cercate di scrivere cose costruttive per migliorare il nostro corpo ,il nostro lavoro,non perdiamoci in cose che non ci interessano.
Siamo qui per farci sentire dalla Politica,per chiedere un intervento a tutti i problemi che ci sono all'interno degli istituti Italiani segnalati ormai da tanto tempo dai SINDACATI.
Cari Politici SPERIAMO che il 2017 vi dia la voglia di darci una mano.
Buon Anno a tutti voi ...


Di  Sono Sempre Io  (inviato il 31/12/2016 @ 11:18:11)


n. 56


A te che hai avuto il coraggio di scrivere la verita', purtroppo molto scomoda per tutti noi, va ogni ringraziamento.mi domando solo quando saremo capaci di fare qualcosa dimserio, magari mettendo veramente in difficolta' questo sistema che vuole solo il nostro annientamento. I politici ed i nostri vertici continuano ad ignorarci e a fregarsene delle nostre difficolta' ma sono invece molto attenti a riscuotere puntualmente i loro lauti stipendi. E non posso dimenticare i nostri autorevolissimi gunzionari, per fortuna non tutti, che non si capisce piu' da che parte stanno o se portano sempre la nostra stessa uniforme! Poveri noi, siamo destinati ad un futuro nero. Pero' non dobbiamo rassegnarci, nonostante io lo sono ormai da tempo!!!! Buon anno a tutti!!!

Di  Rassegnato  (inviato il 30/12/2016 @ 21:30:13)


n. 55


Intanto bisognerebbe eliminare i direttori perchè gran parte di essi sono una manica di incompetenti e preciso pochi si salvano.

Di  Black  (inviato il 30/12/2016 @ 17:45:06)


n. 54


Se indosserò mai la vostra divisa lo farò solo per lo stipendio è l'unica nota positiva, per il resto siete uno Corpo allo sfascio ...

Di  Anonimo  (inviato il 30/12/2016 @ 16:09:20)


n. 53


Ricordo la festa del Corpo di quest'anno è stata un disastro, sciarpe al contrario, chi saluta e chi no, la bandiera che esce prima degli onori, vi posto il link:
http://www.poliziapenitenziaria.it/public/post/blog/il-presidente-della-repubblica-furioso-con-la-polizia-penitenziaria-errore-nel-cerimoniale-senza-pr-3030.asp

Di  Anonimo  (inviato il 30/12/2016 @ 15:55:07)


n. 52


Credo che quello che potrà giovare al Corpo sia,aumentare le unità! diminuire le unità dove sono in eccedenza con mobilità,aumentare i fondi,cambiare gli automezzi,certi posti di servizio sostituirli con le unità civili,come si vede in qualche istituto.
Fare dei corsi di aggiornamento,cinofili ,ed altri corsi come si facevano una volta anche con le altre forze di Polizia.
Effetturare delle visite annuali a tutto il personale ed eventualmente intervenire dove vi sia la necessita con supporto psicologico.
Eliminare parzialità,far girare il personale,esempio ci sono colleghi che non hanno mai fatto il reparto,mentre altri ci prestano servizio da una vita.
Valutare tante situazioni,intervenire dove sono le persone più fragili aiutandole.
Dare voce al personale .
Il personale vuole rendersi partecipe in tutto.
L'ordine pubblico era una cosa che serviva a farci conoscere .
Farci conoscere dalla gente,dalla società,fare partecipare il personale all'esterno con interventi vari,confrontarsi con realtà diverse.
Non facciamo che una volta chiuso il portone di ogni istituto noi abbiamo terminato il nostro lavoro.
Forse dopo tanti anni sarebbe meglio far girare sempre il personale.
Il fatto di prestare servizio all'esterno ha reso tanto ,il personale è più contento ,più motivato.
Non credo che ci manchino le competenze,forse manca l'opportunità di metterle in risalto.
Ci sono persone preparate e con la loro preparazione rendono migliore anche gli altri colleghi.
Ragazzi date sempre l'esempio.
I commenti ,devono essere un esempio,un esempio per migliorarci.
Non dimenticate la Riflessione.
Buon Anno a tutti.

Di  Ognuno dice la sua  (inviato il 30/12/2016 @ 15:20:01)


n. 51


Penso che voi siate un Corpo che merita rispetto,molto rispetto.
Per quello che date,per quello che riuscite sempre ad onorare .
Conosco tanti di voi ragazzi preparati,ragazzi dotati di una grande sensibilità.
Credo che il discorso sia nella politica,devono darvi ciò che meritate più attenzione.
Siete si un Corpo di Polizia,lo siete in tutto,siete sempre in servizio,ora capisco la rabbia il malcontento.
Andate avanti per come sapete fare prima o poi vi sarà data quella riconoscenza che meritate.
Auguri a tutti voi e le vostre famiglie Buon Anno.

Di  E.I.  (inviato il 30/12/2016 @ 14:46:40)


n. 50


il corpo di PP. (gia cononsciuti come secondindini, guardie carceri ecc.)
non avrà mai un ruolo inportante nelll'ambito delle forze di polizia finchè
non avrà al comando dei gradi di ufficiali superiori come la guardia di finamza,
adesso che la forestale è stata incopoporata in altro corpo lo stesso
personale sarà piuù difeso dagli superiori. La P.P. è poco conosciuta anche nell'ambito delle stesse polizie, i giovani finanzieri appena usciti dall corso credevano che le guardie del carcere(cosii le hanno defitite) fossero guardie giurate.

Di  giiorgio  (inviato il 30/12/2016 @ 13:35:31)


n. 49


Che nn eseiste piu .. questo è vero!! X essere un vero corpo?? Eliminare sibito quella grande porcheria della legge meduri!! Iniziamo da quello un ricorso avverso dinquesta legge al consiglio di stato!!allora cari sindacati iniziate a prendere spunto.. o nn volete? Vi sta bene lo status quo.. x darla a bere ancora a tt i colleghi?? Le chiacchiere stanno a zero! Fatti c***o fatti !! .. scusate l'ultima parola ! Io mi vorrei riappropirare della dignità di indossare la "mia" divisa! W noi!

Di  Marcoarianese  (inviato il 30/12/2016 @ 12:16:17)


n. 48


Ma che novità. Lo sappiamo tutti che questo corpo non esiste. Zero assunzioni zero investimenti zero formazione. Personale allo stremo e rassegnato, specialmente durante le feste si fanno salti mortali per garantire il servizio, malattie a raffica

Di  Emidio  (inviato il 30/12/2016 @ 12:08:23)


n. 47


Carissimi Ragazzi .
Vi capisco,però dico quando ci sono delle lamentele rivolgetevi ai vostri delegati sindacali.

Di  Pinkie  (inviato il 30/12/2016 @ 10:22:41)


n. 46


Ma si può commentare si o no ?
Ho visto che siete molto educati,non offendete nessuno.
Anzi vedo che avete un GRANDE bisogno di attenzione.
Che c'è di male chiedere più attenzione.
Anzi questi spunti ,questi argomenti secondo me servono a migliorarsi.
Andate avanti per la vostra vita lavorativa.
La gente ha bisogno di voi del vostro lavoro che porta sicurezza alla collettività .
W la Polizia Penitenziaria

Di  Anonimo  (inviato il 30/12/2016 @ 09:35:06)


n. 45


Ragazzi,non mollate mai dai commenti vedo rabbia,molta rabbia.
La politica dovrebbe interessarsi di più nei vostri confronti riconoscendo il vostro lavoro, i vostri sforzi e la vostra dedizione .
I commenti sono utili a tutti,i commenti sono una possibilità per migliorare in futuro.
Vedo che nessuno offende ,vedo che ognuno di voi esprime ciò che sente e vede come suo punto di vista,oltre alle cose reali
Questa è democrazia.
In bocca al lupo per la vostra carriera lavorativa.
Buon Anno e buone feste a tutti voi .

Di  W La Polizia Penitenziaria  (inviato il 30/12/2016 @ 08:50:19)


n. 44


Buongiorno a tutti. Sono certo che il dott. Consolo abbia dato mandato ad uno o pù collaboratori di controlare i commenti che si fanno qui. L'articolo in qusstione del resto si presta e rende l'ideale dell'umore che si respira a livello nazionale.
Dott. Consolo, non si può ancora fare finta di nulla e non staremo certo buonini aspettando che facciate ancora il vostro comodo.
La periferia è incazzata, prendetene atto ed iniziate a convincervi che per stare nelle vostre stanze dorate e percorrere quei corridoi lucidi la truppa dovrà essere ancora d'accordo.
Eppure nonostante tutto lavoriamo in silenzio, ma non durerà ancora per molto. Sarà meglio che aggiustiate il tiro. Il personale chede più attenzioni CONCRETE E NON PIÙ PAROLE CHE SUONANO DI SPOT

Di  Ass.te Capo  (inviato il 30/12/2016 @ 08:18:42)


n. 43


Mi sono arruolato nell'ottobre 83 e di cose storte in questa amministrazione ne ho viste tante.
A volte nel relazionare situazioni spiacevoli ho subito mobbing da parte di certi superiori oltre a procedimenti disciplinari.
Per cosa? Per aver detto la veritá, veritá scomode.
Ma non siamo un Corpo di Polizia?????

Di  Gianluca  (inviato il 30/12/2016 @ 06:41:06)


n. 42


Il commento n 40 era in riferimento al post numero 30 delle ore 19.41 anonimo.

Di  Anonimo  (inviato il 30/12/2016 @ 02:41:21)


n. 41


Prendo atto dei vostri commenti e della attuale situazione.
Nulla sarà fatto per migliorare la nostra condizione lavorativa.
Inutile illudersi ragazzi.
Per cui ho iniziato a prendere una bella pillola di menfot...500 al dì, prima e dopo i pasti.
Potrete non essere d'accordo, ma non riesco più a trovare un buon motivo per fare ciò che ho sempre fatto. E anche se riprovassi a lavorare come prima mi stopperebbero subito come fatto appena un mese fa in occasione di un fatto grave, fatto passare come una cavolata. Direttore, comandante, ducatori, volontari cappellano ecc. tutti addosso senza alcuna decenza con me ed altri colleghi.
Vada a quel paese anche il mio modo di essere e di fare....mi sto odiando tutti i giorni per farmi passare del tutto la voglia di andare al lavoro.
Spero di riuscire nell'impresa

Di  Ass.te Capo 86  (inviato il 29/12/2016 @ 22:55:54)


n. 40


Il personale in divisa non ha bisogno di essere seguito.
Il personale in divisa sa il fatto suo.
Basta con queste frasi senza senso .
Ma che esempi si fanno.
Fare il proprio dovere non è un atto eroico ma è nel DNA .
Non ho capito bene il commento numero 38.
Spiegati meglio.
Forse sei stanco/a.riposati poi spiegaci cosa intendi dire nel tuo discorso.

Di  Anonimo  (inviato il 29/12/2016 @ 22:26:52)


n. 39


Certo che bisogna dare il buon esempio.
Ma mi sembra che il buon esempio lo debbano dare altri non noi .
Noi è una vita che diamo il buon esempio .
ed è una vita che veniamo derisi da tante situazioni.

Di  Tex  (inviato il 29/12/2016 @ 22:21:42)


n. 38


Per il commento 36 .
Non sono d'accordo con le tue parole solo su quello che dici che bisogna stare in silenzio.
Bisogna parlare dire la nostra e se si può usare quei mezzi che servono a farci valere.
Mai stare in silenzio...

Di  Tex  (inviato il 29/12/2016 @ 22:19:09)


n. 37


Per carità vi parlo da ex agente di custodia non rimpiangerei mai il passato da AA CC. eravamo trattati dai superiori come schiavi e non da agenti di custodia, non venivi saluato non ti davano neanche uno sgabello in sezione per sederti almeno 5 secondi , perseguitavano di continuo , oltre 10 ore continuative in sezione . Riposi 1 al mese , una notte ogni 3 giorni e così via , sul muro di cinta in pieno inverno il cappotto si inzuppava di umidità sino al punto da pesare 12 kg , niente stufa e sempre al freddo nulla importava se ti congelavi e nulla se prendevi uninsolazione al caldo estivo e non ti potevi portare neanche la bottiglia dell'acqua e non esistevano clima è pompe di calore.
La vecchia zimarra era padre e padrone .
Il direttore altro padre padrone.
Erano tempi duri solo per la truppa e tempi d'oro dei padri padroni negavano il più elementare minimo diritto.


Di  Antonio  (inviato il 29/12/2016 @ 22:04:59)


n. 36


Per il commento numero 34
Posso solo darti ragione.
La tua realtà è la vera realtà .

Di  E' sempre opera sua  (inviato il 29/12/2016 @ 21:41:51)


n. 35


Ho sempre detto che pur di fare bella figura si nasconda la verità.
Le verità nella vita sono scomode è sempre meglio fare finta che tutto vada bene,che tutto sia risolto.
Ma poi alla fine ???

Di  Nausica  (inviato il 29/12/2016 @ 21:36:49)


n. 34


Un Corpo in continuo declino senza nè capo e nè coda dove non esiste più niente ma solo un gran menefreghismo.
Meglio un tempo senza se e senza ma!
E voi sindacati, nessuno escluso, dove siete?


Di  Gallo cedrone  (inviato il 29/12/2016 @ 21:35:00)


n. 33


Rispondo a Mario 64.
Tutto questo che risultato è.

Di  L'erba voglio  (inviato il 29/12/2016 @ 21:33:11)


n. 32


Ormai che delusione!
Cosa si può fare per migliorare le cose?
Ho visto tutti questi vari commenti.
Ho visto il commento di Zio Tom.
Sono veramente amareggiato .
Qui significa che non vi è un timone .
Significa che la barca va solo per le onde.

Di  Il nostromo  (inviato il 29/12/2016 @ 21:28:31)


n. 31


Quante volte ho pensato e ripensato alla firma messa sul modulo nel 1991 per passare dagli Agenti di Custodia alla Polizia Penitenziaria, tornassi indietro non firmerei più. Penso che molti di noi, me compreso, ci siamo lasciati ammaliare e affascinare dalla nuova denominazione, quel Polizia che tanto ci mancava e che forse ci ha illuso di essere entrati nel mondo della Polizia che conta, ma aimè così non è stato. Siamo scivolati sempre più in basso, abbiamo passato anche il fondo della miseria e della disperazione, abbandonati da tutto e tutti, soli con i nostri tormenti. Quanto mi mancano gli Agenti di Custodia, e che rimpianti paragonato ad oggi. Siamo senza speranza, secondo me sarebbe meglio sciogliere il Corpo non penso se ne accorgerebbero in molti, se lo hanno fatto con a Forestale.....
Stanco di sentir solo parlare, adesso mi turo le orecchie e passo.

Di  Mario64  (inviato il 29/12/2016 @ 20:18:47)


n. 30


x18.59
Fare il proprio dovere non è mica un atto eroico, l'eroismo è rimanere nel Penitenziario ed uscirne illesi ogni giorno senza aver ricevuto insulti, sputi, o le botte dei delinquenti bulli di turno che sono lì pronti ad azzannarti! Senza il buon Dio che ti da una mano, il Penitenziario è duro, ma è pur fatto da uomini e donne in carne ed ossa come noi, hanno sbagliato e bisogna armarsi di tanta pazienza e sopportare in silenzio, dando il buon esempio nei piccoli gesti quotidiani.
Cattivi si diventa e non si nasce; Siamo Bianchi alla nascita e diventiamo sempre più scuri o più grigi o meno bianchi con l'età e le esperienze di vita.
Un caro vecchio amico mi diceva: vedi, il cannibale dell'amazzonia non si rende conto di ciò che fa, per lui è normale mangiare i suoi simili e non comprenderà il contrario se non immettendolo fuori da quel circuito in cui è nato; siamo come spugne ragazzi!
Così è per i poveri Delinquenti! Una spugna imbevuta di nero rimane nera se non la si stringe e non si toglie via il nero da DENTRO.
Va usata il Bastone e la carota, ma per usare il bastone bisogna avere l'autorità e la serenità d'animo che solo Dio può dare.
Il Personale in divisa va Formato continuamente con corsi ad hoc di difesa personale, corsi di psicologia e preghiera per temprare l'animo.
Il Personale in divisa va seguito da formatori ben preparati che si dedichino solo ed esclusivamente alla formazione e al benessere degli uomini in divisa!



Di  Anonimo  (inviato il 29/12/2016 @ 19:41:46)


n. 29


E' anche vero che il passato è passato ,però rimpiangere il passato vuol dire essere fermi.
Perciò accendete le vostre macchine lavorative ,andate avanti ragazzi non vi fermate,avete pasta.

Di  Agente di Custodia  (inviato il 29/12/2016 @ 19:36:47)


n. 28


Quante volte Zio Tom risolveva i problemi.
Quante volte da Zio Tom venivano per i consigli.
Quante volte Zio Tom levava le castagne dal fuoco.
Quante volte Zio Tom si sentiva dire Zio Tom è un grande.
Zio Tom aveva tutta la capanna sulle sue spalle.
Poi alla fine la capanna di Zio Tom è stata bruciata .
Questo è un esempio del senso della vita.
Perciò ragazzi massima riflessione.

Di  Zio Tom  (inviato il 29/12/2016 @ 19:31:17)


n. 27


Approsito del titolo,dico che l'autore ha sfondato una porta aperta! Forse non c'è mai stato un Corpo di Polizia Penitenziaria,e lo dico senza tanta retorica come i post precedenti. Buona serata.

Di  Frank  (inviato il 29/12/2016 @ 19:25:53)


n. 26



Credere in ciò che si fa ,facendo le cose onestamente e usando la vostra dignità,non ha prezzo.
Siete Grandi ragazzi.

Di  Attalos  (inviato il 29/12/2016 @ 19:19:01)


n. 25


Leggere tutti questi commenti ti fa pensare tanto .

Di  Agente di Custodia  (inviato il 29/12/2016 @ 19:02:26)


n. 24


Ottimo commento N 22
La testa alta è tutto,il pane guadagnato onestamente idem e quando viaggi con la tua dignità sei nel viaggio migliore che tu possa intraprendere
Bisogna sempre ringraziare Dio per tutto.
Sei Grande 22.

Di  E' sempre opera sua  (inviato il 29/12/2016 @ 18:59:42)


n. 23


Riferimenti commento numero 7
Non è tanto di chi ti supera .il problema è chi deve impedire che tu venga superato.
Anche gli interventi dei sindacati ci devono essere sempre ,altrimenti a cosa servono ?
Interventi a tutela del lavoratore non del potere e di chi gestisce le
situazioni.
Trovo le parole del commento numero 7 giustissime ,certe cose non devono accadere,quando ci sono cose che non vanno oppure che creano problemi ci deve stare un grande ed efficace intervento da parte dei sindacati.
Non facciamo che tutto poi necessita di contestazioni quando le circolari ormai sono già state emanate .
Perciò cari sindacalisti datevi da fare .


Di  Il Falegname  (inviato il 29/12/2016 @ 18:53:01)


n. 22


Si dice: Da noi i delinquenti la fanno da padrone nelle carceri e tu hai il timore di entrare anche solo per un attimo in quei lunghi e interminabili corridoi, potresti imbatterti in un'imboscata da parte dei detenuti e trovarti al pronto soccorso senza aver fatto nulla.
Da noi ricevi gli sputi da parte dei detenuti, gli insulti, gli spintoni, molte volte si viene picchiati, ma questo non fa notizia perchè il detenuto ha sempre ragione!
Da noi il Poliziotto Penitenziario deve essere colui che apre e chiude una porta, colui che salva vite umane, colui che fa anche da psicologo e aiuta i reclusi in difficoltà, colui che fa anche turni di 10h senza mai lamentarsi, colui che non sa più in che Forza di Polizia si trovi perchè forse non ne ha mai avuta una dietro!
Da noi fare il Poliziotto è un Sacrificio senza riconoscimenti, ma quando ti rendi conto di aver fatto il tuo dovere e sei tornato a casa stanco, dopo una lunga ed interminabile giornata di lavoro, sai che ti sei cucito addosso la divisa della dignità e dell'onore e potrai guardare il giorno dopo a testa alta, senza dover dire grazie a nessuno se non a DIO che ti da l'opportunità di guadagnarti il tuo pezzo di pane onestamente.

Di  Anonimo  (inviato il 29/12/2016 @ 18:42:42)


n. 21


Trovate l'unione ragazzi .
Vi manca l'unione quella che c'era una volta l'unione è tutto

Di  Mona Lisa  (inviato il 29/12/2016 @ 18:39:55)


n. 20


Complimenti per questo post.
Fatto da una persona che ha dei grandi attributi .

Di  Augusto  (inviato il 29/12/2016 @ 18:31:12)


n. 19


Allora il duecentesimo anniveversario è vicino chiudiamo in bellezza forza tutti insieme !!!!!!!!!!

Di  Anonimo  (inviato il 29/12/2016 @ 18:27:58)


n. 18



Tutto questo è toccante.
Un corpo che si è formato con tante sofferenze,con tanto impegno,con tanta dedizione.
Che rabbia.

Di  America  (inviato il 29/12/2016 @ 18:21:24)


n. 17


e voi continuate a pagargli la tessera bravi bravi

Di  Anonimo  (inviato il 29/12/2016 @ 18:10:07)


n. 16


Più passa il tempo e più mi rendo conto di quanto aveva ragione mio nonno quando diceva ,caro nipote il problema se non hai capacità di risolverlo lascialo risolvere a chi ha le capacità altrimenti da uno ne troverai tanti.
Mio nonno aveva ragione.

Di  Tenente Colombo  (inviato il 29/12/2016 @ 17:52:37)


n. 15


Quella famosa colpa del custode che in tanti volevano rivedere.
Poi boh ? non si è saputo più nulla.
Era tutto in riferimento al fatto che ormai su tutto ciò che leggiamo non c'è nulla da meravigliarsi,però poi quando si deve trovare il colpevole quando si deve risolvere il caso allora spunta sempre la colpa del custode.
Boh !
Sono questi ultimi anni ad aver creato tanti problemi e disagi.
Qualcuno è mai andato a vedere dove sono nati questi problemi e disagi ??
Chissà perchè nelle aziende quando non funziona qualcosa fanno delle verifiche e intervengono.
Da noi ?? questo non accade mai oppure quando viene fatto risultati ?

Di  Airone  (inviato il 29/12/2016 @ 17:19:42)


n. 14


Anonimo Commento 11.
Sei Un Grande.

Di  Attalos  (inviato il 29/12/2016 @ 17:06:28)


n. 13


La Vecchia Guardia condivide i vostri commenti.

Di  La Vecchia Guardia  (inviato il 29/12/2016 @ 16:34:15)


n. 12


Il Corpo è stato superato dalla Polizia Locale perchè non vi è una gerarchia in grado di guidare gli uomini assegnati.
Sono straconvinto che prima o poi il Corpo verrà sciolto e al suo posto entreranno a far parte le guardie giurate e gli educatori; allora si che i Penitenziari diverranno il terreno florido per la Delinquenza.
I troppi diritti ai detenuti sta creando lo sfacelo e la rieducazione sta diventando il sinonimo di libertà, cosicchè chi entra dentro un carcere diventa più delinquente di quando è entrato!
Pochissimi delinquenti vengono recuperati se non quelli che hanno dietro le spalle famiglie con delle minime basi educative solide.
Il Leone a cui viene dato un braccio, prima o poi ti si mangia tutto il corpo!!
Il Carcere dovrebbe essere il luogo dei lavori forzati, il luogo dello studio obbligatorio per tutti i detenuti, il luogo in cui il Poliziotto Penitenziario è temuto e rispettato da tutti, il luogo della rinascita!!!!

Di  Anonimo  (inviato il 29/12/2016 @ 16:32:12)


n. 11


Purtroppo indietro non si può tornare.
Si deve andare avanti .
L'unione fa la forza.

Di  Attalos  (inviato il 29/12/2016 @ 16:23:19)


n. 10



Caro Maresciallo,giuste le sue parole.
La disciplina certo era il massimo,nessuno sbagliava.
Ma anche se qualcuno avesse sbagliato ,sicuramente sarebbe stato di buon insegnamento per il futuro.
Ora vorrei sapere cosa possono imparare i giovani da questo sistema ?
I giovani che vedono gente che non vuole fare i reparti,la sezione i giovani che vedono gente che pensa solo a passare di grado,i giovani che vedono sentirsi dire quello è bravo ed invece non lo è,ma lo è solamente perchè non si oppone alle cose che non vanno ,per le sue convenienze giornaliere ,mensili e annuali.
Certo ora non c'è più l'agitazione perchè ognuno pensa al suo posticino in ufficio,oppure al suo posticino fuori dalle sezioni detentive e i reparti;oppure questi soggetti vanno a riferire a modo loro tutto quello che possono inventando anche, basta che il loro viso sia pulito agli occhi di chi deve decidere.
Ormai mancano tante cose ??
Chi dovrebbe pensare a queste cose ??
Manca l'unione Caro Maresciallo.

Di  Sono sempre io  (inviato il 29/12/2016 @ 15:51:23)


n. 9


Padre padrone ,poi se ci sono delle cose che non vanno quasi sicuramente avrai tante possibilità per risolverle vai sempre da un padre padrone che ti aiuta .
Siamo sempre li.

Di  Alcatraz  (inviato il 29/12/2016 @ 15:37:17)


n. 8


Ai miei tempi vi era una disciplina militare estremamente rigida che non ti dava possibilità di scelta. Rimanere o andare via dagli Agenti di Custodia. Ma siccome il lavoro nei campi era ancora più duro rimanevano tutti.
Oggi vorrei vedere questi giovani al comando cosa saprebbero fare se il corpo tornasse ad essere militarizzato.
Il periodo del terrorismo italiano degli anni 70/80 ha reso più pesante il nostro lavoro. Lo ricordo come se fosse adesso e non lo auguro a nessuno di voi.
Avevi i tuoi uomini. Va bene anche poco istruiti ma valorosi in tutto e per tutto.
E' stata la forza militare del Corpo che reggeva tutto il sistema in quel periodo che ha segnato la storia.
Uomini presi in ostaggio e malmenati, direttori presi in ostaggio, uomini uccisi come cani con la testa fracassata.
Quello che mi fa male è non vedere più un corpo di uomini che un tempo furono il meglio che ogni comandante poteva desiderare.
Vigeva l'obbedienza ai superiori, lealtà ed onore nel vestire quel panno grigio-verde che ti dava importanza.
Ai miei tempi l'agitazione degli Agenti di Custodia destava grande preoccupazione a livello politico romano e al ministero.
Ho vissuto gli arresti semplici e gli arresti nella sala di disciplina per le mie intemperanze nei confronti di direttori e ragionieri. Momenti di vita che ti facevano diventare duro come il ferro e vecchio a quarant'anni.

Per correttezza ha scritto queste parole mio nipote Carmine.
Vi auguro tante cose buone e felice anno nuovo alle vostre stimate famiglie.

Di  comandante in pensione dal 1981  (inviato il 29/12/2016 @ 15:20:04)


n. 7


Ormai se non sei educatore non vai da nessuna parte.

Di  Rocco  (inviato il 29/12/2016 @ 15:01:30)


n. 6


Speriamo che subito si trovi qualche persona con gli attributi .
Che non intenda "solo" fare carriera e che dedichi il suo tempo a mettere a posto tutte queste situazioni che non vanno ,senza accettare compromessi,convenienze ,condizionamenti .
Una persona che si opponga alle cose quando non vanno , che non viva solo di signorsiiiii , una persona che voglia far risplendere il nostro corpo ormai in stallo da molto tempo.

Di  Romeo  (inviato il 29/12/2016 @ 14:57:10)


n. 5


Negli ultimi anni per i colleghi poco è stato fatto,nessun impegno,nessuno parla mai del personale? dei problemi dei disagi,di cosa si può fare per migliorare,per rendere la gente più serena.


Di  Zio Tom  (inviato il 29/12/2016 @ 14:33:23)


n. 4


Vi ricordate del passato ?

Si era fieri dei Marescialli,si era fieri di loro per il loro impegno,per il loro valore ,per quello che loro ti insegnavano ogni giorno,ogni mese ,ogni anno.
Loro erano sempre presenti .

Di  Nonno  (inviato il 29/12/2016 @ 14:27:46)


n. 3


Mi stavo quasi ammalando per tutta questa distruzione che si respira attorno a noi.
Alla fine aveva ragione il mio vecchio.
Aveva notato attraverso i miei sfoghi che ero giù di corda da qualche settimana e mi ha detto queste parole.
Non pensare figlio mio che si potrà più tornare indietro.
Il Corpo in cui ti sei arruolati tanti anni fa non esiste più. Anche le vostre funzioni e tutto quello che avete fatto in decenni di storia è definitivamente abbandonato, superato.
Inizia ad abituarti all'idea.
Ho ripreso a sorridere e a fregarmene in tante cose poco tempo dopo.
Adesso sto meglio e aspetto la mia meritata pensione.
Buon fine anno a tutti

Di  anonimo  (inviato il 29/12/2016 @ 14:14:10)


n. 2


Concordo pienamente con quanto contenuto sull intervento pubblicato. Purtroppo e ' vero, anche i vigili urbani ci hanno superato, un corpo comunale che supera un Corpo di Polizia dello Stato....
Che dire! Bravi tutti quelli che hanno lavorato per renderci i questo stato, meno bravi i nostri efficenti sindacato che hanno lasciato che tutto ciò accadesse. L ultima spallata al Corpo è stata proprio una circolare a firma di questo attuale capo dap, che impedisce al Corpo di partecipare ad eventi particolari e di ordine pubblico nonché di rappresentanza, anche qui'tutto si è svolto con l assuluto silenzio dei nostri sindacati. auguri a tutti di buon anno.

Di  Poliziotto penitenziario  (inviato il 29/12/2016 @ 13:53:52)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.162.125.164


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Servizio di polizia stradale: la penitenziaria è la più temuta tra le forze dell''ordine!

2 Ecco le nuove insegne di qualifica dopo il riordino delle carriere

3 Un anno fa ci lasciava Nicola Caserta

4 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

5 Riordino delle carriere: buono l’esito delle consultazioni dei sindacati e dei Co.Ce.r. presso le commissioni parlamentari

6 Francesco Di Cataldo: in memoria del Maresciallo Maggiore degli Agenti di Custodia ucciso dalle BR a Milano il 20 aprile 1978

7 Riordino: una proposta per le nuove insegne di qualifica della Polizia Penitenziaria

8 Riordino delle carriere. Analisi della situazione dei Sovrintendenti

9 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

10 Riordino: perché negare l’evidenza dei benefici?





Tutti gli Articoli
1 Concorso per 540 allievi di Polizia Penitenziaria: domanda entro l’8 maggio

2 Gli Agenti penitenziari assolti dal caso Cucchi citano in giudizio tre Ministeri: Giustizia, Difesa e Interno

3 Fuorni. Bomba in carcere, si indaga. Oggi la protesta dei Poliziotti Penitenziari

4 Travolta e uccisa una ciclista: Poliziotto penitenziario indagato per omicidio stradale

5 Intimidazioni alla Polizia Penitenziaria: forate le ruote delle auto del Corpo a Cagliari

6 Torino, agente penitenziario si porta a casa il rame dei condizionatori

7 Igor il russo, l''ex compagno di cella: E'' diventato Ezechiele dopo la conversione

8 Arrestato di nuovo boss Concetto Bonaccorsi: era evaso da permesso premio dal carcere di Secondigliano

9 Palermo, i familiari di Francesca Morvillo lasciano la fondazione Giovanni Falcone

10 Lanciano, poliziotti penitenziari costretti a saltare i pasti


  Cerca per Regione