Aprile 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Aprile 2018  
  Archivio riviste    
Il Dap prossimo venturo. Due nuovi dirigenti generali daranno il via al valzer delle poltrone


Polizia Penitenziaria - Il Dap prossimo venturo. Due nuovi dirigenti generali daranno il via al valzer delle poltrone

Notizia del 18/10/2016

in Dal buco della serratura

(Letto 7433 volte)

Scritto da: Giulio Raimondo Mazzarino

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


I recenti pensionamenti di Aldo Fabozzi e Salvatore Acerra hanno liberato due posti di funzione da dirigente generale e lasciato vacanti due importantissime poltrone al Provveditorato di Torino e a quello di Catanzaro.

Probabilmente, questa volta, dovrebbe essere quella buona per Silvio Di Gregorio che potrebbe finalmente coronare il suo sogno di dirigenza generale.

Insieme a lui potrebbe salire di livello l’attuale direttore di Napoli Poggioreale Antonio Fullone oppure  il segretario nazionale del Sidipe Rosario Tortorella.

Gli altri competitors (Forgione, D’Andria, Cimini, Pasquini, Fagone, De Luca e tutti i restanti dirigenti ministeriali)  dovranno aspettare, verosimilmente , la primavera del 2017, allorquando con il pensionamento di Massimo De Pascalis, Ilse Rusteni e Tommaso Contestabile, si libereranno altri tre posti.

La novità più importante di questa volta, è che il Ministro Orlando avrebbe dato tassative indicazioni che i futuri promossi debbano avere un “curriculum carcerario”, ovverosia debbano vantare una carriera passata in tutto, o in maggior parte, in carcere.

Ovviamente, questo sbarra la strada a tutti i dirigenti dipartimentali.

Anche se sarebbe lecito aspettarselo, le due nuove nomine non coincideranno automaticamente con l’assegnazione nei due provveditorati vacanti.

 Dovrebbero dare, invece, l’avvio a una mini rivoluzione d’autunno.

Si dovrà fare i conti, infatti, anche con l’addio di Massimo De Pascalis che, in virtù delle ferie non godute accumulate, dovrebbe lasciare definitivamente l’amministrazione il prossimo mese di dicembre.

Al suo posto continua ad essere accreditata la nomina di Pietro Buffa, che dovrebbe essere sostituito, secondo previsioni, da Gianfranco De Gesu.

L’eventuale nuovo dirigente generale Silvio Di Gregorio potrebbe andare al provveditorato di Roma, probabilmente lasciato libero da Cinzia Calandrino, candidata a sostituire Turrini Vita se questi assume l’incarico di Capo Dipartimento della Giustizia Minorile oppure a sostituire Lucia Castellano se questa si dovesse spostare dall’Esecuzione Penale Esterna.

In Calabria ha più di qualche chance Rosario Tortorella (sempre che venga nominato).

A Capo della Giustizia Minorile sembrerebbe candidata, oltre a Turrini Vita, l’attuale Vice Capo di Gabinetto Tuccillo.

Per quanto riguarda Santi Consolo, i più informati evidenziano che il posto di presidente di sezione in Cassazione non sarà libero prima di novembre 2017 e, quindi, fino ad allora non si dovrebbe muovere da Largo Daga.

Giovanni Melillo è in corsa per la Procura di Napoli. Dall’esito della sua domanda dipendono anche le possibilità di succedere, a fine 2017, a Santi Consolo.

Nel frattempo, sta per essere firmato dal Ministro Orlando il decreto attuativo per le funzioni di dirigente penitenziario. La firma del provvedimento comporterà il trasferimento di circa venti dirigenti penitenziari dal dipartimento dell’amministrazione penitenziaria in istituti penitenziari.

Già da tempo questa eventualità ha scatenato una sorta di “War of thrones”, interna al Dap, dove una cinquantina di dirigenti si stanno dando battaglia senza esclusione di colpi per difendere il loro piccolo regno.

La dipartita di questi venti dirigenti provocherà, inevitabilmente, una consistente movimentazione di direttori penitenziari, stante anche la nuova regola che limita a cinque anni il massimo della durata a capo di un istituto o servizio dell’amministrazione.

I direttori più a rischio risultano essere quelli della regione Lazio, ovviamente in testa a tutte le preferenze di coloro che dovranno allontanarsi dal Dap.

(Ci sono dirigenti che hanno messo le radici a Largo Daga da venti o trenta anni …)

Per una volta tanto, noi poliziotti penitenziari potremmo essere spettatori disinteressati di lotte altrui!

 

 


Scritto da: Giulio Raimondo Mazzarino
(Leggi tutti gli articoli di Giulio Raimondo Mazzarino)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Arretrati a Forze dell''Ordine, bidelli e docenti: ecco data ufficiale e importi
La start up che fa risparmiare i dipendenti delle forze dell’ordine
Droga e telefoni in carcere: in quattro finiscono a processo
In carcere aumentano le aggressioni
Carceri, strappo dei sindacati nel giorno della celebrazione della Polizia Penitenziaria
Scandalo Due Palazzi a Padova, processo da rifare
G8 2001, la corte dei Conti insiste sul danno d’immagine per la polizia
Milano, l’evasione-beffa dell’imam: Fuga con l’aiuto dei parenti. Il piano per scappare all’estero


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 7


Buonasera , solo stasera vedo che avete fatto dei commenti o complimenti sull'operato o futuro operato di De Gesu e Tortorella.
Che non vi importa nulla può anche starci.
Ma conoscendo i due Dirigenti posso tranquillamente che sono entrambi all'altezza sia per le capacità professionali che per l'umiltà che usano nei confronti dei Poliziotti Penitenziari e Civili.
Non è da escludere che qualcuno possa parlarne male!
Ma può farlo solo ed esclusivamente chi ha avuto brutte esperienze

Di  Totò  (inviato il 18/03/2017 @ 14:18:40)


n. 6


quindi i direttori che stanno nello stesso posto da 10-20 anni dovranno finalmente ruotare?

Di  nino  (inviato il 19/10/2016 @ 15:27:28)


n. 5


Caso Cucchi: Processo ad alcuni Carabinieri.

Non capisco perchè a tutt'oggi la famiglia del Cucchi non si scusi con l'intero Corpo della Polizia Penitenziaria.
Oggi come ieri, ci stiamo comportando talmente bene che sudiamo acqua Santa

Di  Angy  (inviato il 18/10/2016 @ 23:06:41)


n. 4


Si dice che Tortorella e De Gesu siano preparati e con esperienza di galera.
Ma a noi in fondo in fondo che caxxo ce ne fott!

Di  Serpe buona  (inviato il 18/10/2016 @ 18:51:11)


n. 3


e col pittore sacrilego vorreste fare pulizia? povero prap calabria

Di  orazio  (inviato il 18/10/2016 @ 16:49:55)


n. 2


RAMAZZZAAAA

Di  ssss  (inviato il 18/10/2016 @ 15:27:15)


n. 1


sì, un po' di pulizia ci vorrebbe.
speriamo tengano pulito anche dopo.

Di  pippo  (inviato il 18/10/2016 @ 14:20:03)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.80.183.100


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 In memoria di Rocco D''Amato, ucciso nella Casa Circondariale di Bologna da un detenuto il 13 maggio 1983

2 Fermate il mal di vivere dei poliziotti penitenziari!

3 La festa per ricordare che cos’era la Festa del Corpo. Santa Rita della Rosa nel Pugno al posto di San Basilide?

4 Poliziotto penitenziario condannato a tre anni di reclusione per stalking: minacciava un collega, la moglie e i figli

5 Ma la mobilità dei direttori quando la fanno?

6 La perquisizione straordinaria

7 Operazione Nucleo Cinofili a Regina Coeli: rinvenimento droga e arresto

8 Il Ministro Orlando dice che la situazione delle carceri è sotto controllo. Non ha dati aggiornati o non vuole spaventare gli italiani?

9 Sorveglianza dinamica …. quando al Dap si rifanno il maquillage senza trucco e parrucco

10 Lo stress dell’agente penitenziario: momento ancora possibile di cambiamento





Tutti gli Articoli
1 Nuovi sconti per gli appartenenti alle Forze Armate e agli operatori della Giustizia L''iniziativa rivolta a 500 mila persone consente di risparmiare fino a tremila euro l''anno

2 Sospeso lo stipendio a Sissy Trovato. La rabbia del padre: Le istituzioni l’hanno lasciata sola

3 Stipendi comparto Difesa e Forze dell''Ordine, arretrati a maggio, ecco le cifre

4 Forze Armate e di Polizia: ecco cosa prevede il contratto di Governo Lega-M5S

5 Altra incredibile follia della Amministrazione: camorrista ergastolano in cattedra alla scuola di Polizia Penitenziaria di Cairo.

6 Riforma Carceri: Orlando getta la spugna

7 Detenuto scatenato a Santa Bona: feriti cinque agenti di Polizia Penitenziaria

8 Direttore del Carcere di Bergamo Porcino va in pensione:I miei 40 anni con i detenuti

9 Alfonso Sabella: Ho pensato al suicidio. Condannato a morte dallo Stato

10 Evaso detenuto di Opera, rischio terrorismo islamico. Ricercato in tutta Italia


  Cerca per Regione