Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
Il Dap prossimo venturo. Due nuovi dirigenti generali daranno il via al valzer delle poltrone


Polizia Penitenziaria - Il Dap prossimo venturo. Due nuovi dirigenti generali daranno il via al valzer delle poltrone

Notizia del 18/10/2016

in Dal buco della serratura

(Letto 6265 volte)

Scritto da: Giulio Raimondo Mazzarino

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


I recenti pensionamenti di Aldo Fabozzi e Salvatore Acerra hanno liberato due posti di funzione da dirigente generale e lasciato vacanti due importantissime poltrone al Provveditorato di Torino e a quello di Catanzaro.

Probabilmente, questa volta, dovrebbe essere quella buona per Silvio Di Gregorio che potrebbe finalmente coronare il suo sogno di dirigenza generale.

Insieme a lui potrebbe salire di livello l’attuale direttore di Napoli Poggioreale Antonio Fullone oppure  il segretario nazionale del Sidipe Rosario Tortorella.

Gli altri competitors (Forgione, D’Andria, Cimini, Pasquini, Fagone, De Luca e tutti i restanti dirigenti ministeriali)  dovranno aspettare, verosimilmente , la primavera del 2017, allorquando con il pensionamento di Massimo De Pascalis, Ilse Rusteni e Tommaso Contestabile, si libereranno altri tre posti.

La novità più importante di questa volta, è che il Ministro Orlando avrebbe dato tassative indicazioni che i futuri promossi debbano avere un “curriculum carcerario”, ovverosia debbano vantare una carriera passata in tutto, o in maggior parte, in carcere.

Ovviamente, questo sbarra la strada a tutti i dirigenti dipartimentali.

Anche se sarebbe lecito aspettarselo, le due nuove nomine non coincideranno automaticamente con l’assegnazione nei due provveditorati vacanti.

 Dovrebbero dare, invece, l’avvio a una mini rivoluzione d’autunno.

Si dovrà fare i conti, infatti, anche con l’addio di Massimo De Pascalis che, in virtù delle ferie non godute accumulate, dovrebbe lasciare definitivamente l’amministrazione il prossimo mese di dicembre.

Al suo posto continua ad essere accreditata la nomina di Pietro Buffa, che dovrebbe essere sostituito, secondo previsioni, da Gianfranco De Gesu.

L’eventuale nuovo dirigente generale Silvio Di Gregorio potrebbe andare al provveditorato di Roma, probabilmente lasciato libero da Cinzia Calandrino, candidata a sostituire Turrini Vita se questi assume l’incarico di Capo Dipartimento della Giustizia Minorile oppure a sostituire Lucia Castellano se questa si dovesse spostare dall’Esecuzione Penale Esterna.

In Calabria ha più di qualche chance Rosario Tortorella (sempre che venga nominato).

A Capo della Giustizia Minorile sembrerebbe candidata, oltre a Turrini Vita, l’attuale Vice Capo di Gabinetto Tuccillo.

Per quanto riguarda Santi Consolo, i più informati evidenziano che il posto di presidente di sezione in Cassazione non sarà libero prima di novembre 2017 e, quindi, fino ad allora non si dovrebbe muovere da Largo Daga.

Giovanni Melillo è in corsa per la Procura di Napoli. Dall’esito della sua domanda dipendono anche le possibilità di succedere, a fine 2017, a Santi Consolo.

Nel frattempo, sta per essere firmato dal Ministro Orlando il decreto attuativo per le funzioni di dirigente penitenziario. La firma del provvedimento comporterà il trasferimento di circa venti dirigenti penitenziari dal dipartimento dell’amministrazione penitenziaria in istituti penitenziari.

Già da tempo questa eventualità ha scatenato una sorta di “War of thrones”, interna al Dap, dove una cinquantina di dirigenti si stanno dando battaglia senza esclusione di colpi per difendere il loro piccolo regno.

La dipartita di questi venti dirigenti provocherà, inevitabilmente, una consistente movimentazione di direttori penitenziari, stante anche la nuova regola che limita a cinque anni il massimo della durata a capo di un istituto o servizio dell’amministrazione.

I direttori più a rischio risultano essere quelli della regione Lazio, ovviamente in testa a tutte le preferenze di coloro che dovranno allontanarsi dal Dap.

(Ci sono dirigenti che hanno messo le radici a Largo Daga da venti o trenta anni …)

Per una volta tanto, noi poliziotti penitenziari potremmo essere spettatori disinteressati di lotte altrui!

 

 


Scritto da: Giulio Raimondo Mazzarino
(Leggi tutti gli articoli di Giulio Raimondo Mazzarino)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere
Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa
Tenta di evadere dall''ospedale: detenuto ricoverato strattona gli Agenti e si da alla fuga
Poliziotto penitenziario blocca rapinatore: aveva appena rubato uno zainetto ad un vigilantes
Due detenuti non rientrano dai permessi nel carcere minorile di Torino
Catturato il detenuto marocchino che non era rientrato a Mamone dopo il lavoro esterno
Isola di Santo Stefano: inaugurata elisuperfice per iniziare il restauro del carcere
Il Gip archivia le accuse contro gli Agenti penitenziari di Trento: non ci furono maltrattamenti nei confronti dei detenuti


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 7


Buonasera , solo stasera vedo che avete fatto dei commenti o complimenti sull'operato o futuro operato di De Gesu e Tortorella.
Che non vi importa nulla può anche starci.
Ma conoscendo i due Dirigenti posso tranquillamente che sono entrambi all'altezza sia per le capacità professionali che per l'umiltà che usano nei confronti dei Poliziotti Penitenziari e Civili.
Non è da escludere che qualcuno possa parlarne male!
Ma può farlo solo ed esclusivamente chi ha avuto brutte esperienze

Di  Totò  (inviato il 18/03/2017 @ 14:18:40)


n. 6


quindi i direttori che stanno nello stesso posto da 10-20 anni dovranno finalmente ruotare?

Di  nino  (inviato il 19/10/2016 @ 15:27:28)


n. 5


Caso Cucchi: Processo ad alcuni Carabinieri.

Non capisco perchè a tutt'oggi la famiglia del Cucchi non si scusi con l'intero Corpo della Polizia Penitenziaria.
Oggi come ieri, ci stiamo comportando talmente bene che sudiamo acqua Santa

Di  Angy  (inviato il 18/10/2016 @ 23:06:41)


n. 4


Si dice che Tortorella e De Gesu siano preparati e con esperienza di galera.
Ma a noi in fondo in fondo che caxxo ce ne fott!

Di  Serpe buona  (inviato il 18/10/2016 @ 18:51:11)


n. 3


e col pittore sacrilego vorreste fare pulizia? povero prap calabria

Di  orazio  (inviato il 18/10/2016 @ 16:49:55)


n. 2


RAMAZZZAAAA

Di  ssss  (inviato il 18/10/2016 @ 15:27:15)


n. 1


sì, un po' di pulizia ci vorrebbe.
speriamo tengano pulito anche dopo.

Di  pippo  (inviato il 18/10/2016 @ 14:20:03)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.224.172.145


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Michele Gaglione: Agente di Polizia Penitenziaria, ucciso dalla camorra il 7 agosto 1992

2 In memoria dell''Appuntato del Corpo degli Agenti di Custodia Nerio Fischione, ucciso a Brescia durante tentativo di evasione nel 1974

3 Stabilimento balneare di Roma-Maccarese: quando la Polizia Penitenziaria è ospite (indesiderato) a casa sua.

4 Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

5 Uno sguardo alle prime procedure applicative del riordino della Polizia di Stato

6 La vigilanza dinamica è un fallimento! Parola di Santi Consolo, che dà ragione al Sappe, ma vorrebbe il ritorno delle “veline”.

7 Noi, vittime della Torreggiani

8 Sicilia: c''era una volta la polizia stradale

9 Come ci è stato scippato l’Ente Orfani trasformato in Ente di Assistenza di tutti, gestito da pochi

10 Carceri al collasso. La soluzione? Uova, uova di quaglia per tutti





Tutti gli Articoli
1 Assunzioni in Polizia Penitenziaria, Orlando: per il 2017 altri 305 Agenti assunti in aggiunta a quelli già previsti

2 In fuga ed è pericoloso: arrestato dopo sparatoria con la Polizia di Stato, piantonato in ospedale riesce a fuggire

3 Detenuto evade da ospedale: arrestato dopo qualche ora

4 Poliziotto penitenziario blocca rapinatore: aveva appena rubato uno zainetto ad un vigilantes

5 Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere

6 Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa

7 Baby boss nelle carceri minorili: M5S conto i 25enni nelle carceri minorili

8 Detenuto frattura un dito ad Ispettore di Polizia Penitenziaria di Imperia: non voleva rientrare dalle celle aperte

9 Il Gip archivia le accuse contro gli Agenti penitenziari di Trento: non ci furono maltrattamenti nei confronti dei detenuti

10 Isola di Santo Stefano: inaugurata elisuperfice per iniziare il restauro del carcere


  Cerca per Regione