Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Il Dap prossimo venturo. Scenari da Deserto dei Tartari in attesa degli imminenti cambiamenti


Polizia Penitenziaria - Il Dap prossimo venturo. Scenari da Deserto dei Tartari in attesa degli imminenti cambiamenti

Notizia del 04/04/2014

in Dal buco della serratura

(Letto 4754 volte)

Scritto da: Giulio Raimondo Mazzarino

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Il Dap di questi tempi assomiglia sempre di più alla Fortezza Bastiani di Dino Buzzati.

Anche qui, infatti, tutti alla finestra in attesa di vedere il nemico avvicinarsi dal deserto dei tartari.

Il clima di attesa è palpabile …

Attesa del decreto di riorganizzazione del Dap che dovrebbe tagliare un posto da vice capo e resuscitare l’Ispp.

Attesa dell’avvicendamento del capo Dap.

Attesa della nomina dei nuovi dirigenti generali (allo stato i posti sono due).

Attesa dei movimenti dei Provveditori.
Attesa …

In questi giorni le uniche cose che si muovono freneticamente sono le voci di corridoio. Secondo il gossip che rimbalza da largo Daga a via Arenula, l’aria che tira è quella di grandi cambiamenti.

Ad iniziare dal capo dap laddove i nomi più accreditati sono quelli di Paolo Mancuso e Luigi Birritteri.

Per la poltrona di vice (unico posto che rimarrà), i bene informati vociferano della candidatura di Massimo De Pascalis che dovrebbe lasciare libero il posto all’Ispp per Riccardo Turrini Vita che, a sua volta, potrebbe essere sostituito da Carmelo Cantone.

I due posti da dirigente generale dovrebbero essere assegnati a Cinzia Calandrino e Silvio Di Gregorio (che nel frattempo ha incassato un “anticipo” di nomina come provveditore vicario della Sardegna).

In uscita dal dap, quindi, Tamburino, Cascini, Pagano, Turrini e, probabilmente, Piscitello.

In pratica, un vero e proprio spoil system.

Rivoluzione anche tra i disciolti ufficiali: via Pelliccia dall’Uspev e dal Sadav (soppresso come sede di dirigenza), al suo posto in lista di attesa Zito e Fiumara, Mattiello candidato alla direzione della scuola di Roma, Dattilo in lizza per le Traduzioni e probabile rimpasto tra i generali rimanenti.

Per quello che riguarda, infine, la Polizia Penitenziaria … previsti anche qui grandi movimenti: Commissari e Vice Commissari dovrebbero passare dalla tribuna laterale a quella centrale, Commissari Capi dalla tribuna centrale al parterre e ispettori superiori e sostituiti commissari dalla curva alla tribuna laterale.

Se non altro, tutto sommato, alla fine avremo la possibilità di vedere molto meglio lo spettacolo …

 
 
 

Scritto da: Giulio Raimondo Mazzarino
(Leggi tutti gli articoli di Giulio Raimondo Mazzarino)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere
Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage
Detenuto in alta sicurezza aggredisce Poliziotto penitenziario dopo colloquio con i familiari nel carcere di Siracusa
Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza
Il carcere di Sala Consilina rimarrà chiuso: il Consiglio di Stato ha accolto provvisoriamente il ricorso del Ministero contro il TAR
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. Arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata
Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 11


Piuttosto, il SADAV, è un posto riservato alla Dirigenza della Polizia Penitenziaria, perché dovrebbe rientrare in una ipotetica "spending review", quando quei dirigenti volente o nolente percepiscono quel trattamento economico?
cosiì già faticano poco, tagliamo i posti..
DOVETE TAGLIARE I posti dei DIRIGENTI PENITENZIARI, ambigui personaggi con 2/3 anche 4 incarichi, ed ogni incarico corrisponde ad una specifica indennità.....
Rispettate la norma....
Come la favola della vetture in vendita
la legge taglia le auto blu e loro vendono quelle "Polizia Penitenziaria"
Al PRAP Roma, tolgono una LYBRA che vale si e no 1000€ sulla quale ci hanno appena speso soldi per renderla funzionante, mica obbligano il Provveditore a far cessare il noleggio della lussuosa BMW 525

Di  Sonny Barger  (inviato il 15/04/2014 @ 14:58:41)


n. 10


Caro Pasquino, come al solito ci risiamo e come sempre hai ragione.
Al Signor Generale di B. Migliaccio Pasquale, mi permetto solamente di dire che un vero Ufficiale non si giustifica mai a tali provocazioni e tanto meno rappresentare quello che si è fatto durante la carriera, perché se così fosse, la sua parlerebbe da sola.
Tanto per citarne qualcuno: Alfredo Gabrielli l’unico vero comandante del Corpo ed Enrico Ragosa.
Non me ne voglia, il Gen.le Migliaccio, ma purtroppo siete Ufficiali in un’Amministrazione sbagliata che non vi pensa e vi mette all’angolo. Ma tutto ciò è anche un po’ colpa vostra, ognuno pensa a sé e mai ad unirsi per concretizzare un progetto serio per il Corpo e dare una collocazione vera ed importante a voi Ufficiali.

Di  ariete  (inviato il 14/04/2014 @ 18:52:59)


n. 9


l titolo di nobilis homo (abbreviazione N.H.) cui Lei fa riferimento, vede indiscutibilmente la propria genesi nell'ambito della materia araldica e più in generale nobiliare, anche se, nel tempo, ha trasceso tale contesto per essere utilizzato, quale forma di cortesia nei rapporti sociali, senza nesso alcuno con la qualità patriziale.


In base alla Tradizione, ripresa fedelmente dall'ultimo testo sull'Ordinamento dello Stato Nobiliare Italiano, approvato con Regio Decreto n. 651 del 7 giugno 1943, tale titolo è appannaggio esclusivo dei Patrizi Veneti, ai quali, in base al testo citato, “compete per antica consuetudine, oltre alla qualità patriziale, la qualifica ed il trattamento di Nobil Uomo e Nobil Donna”.


Tale titolatura è pertanto utilizzata di pieno diritto solo da coloro la cui nobiltà derivi da un atto di concessione della Serenissima Repubblica di San Marco, antecedente, come ovvio, all'anno 1797.(all'incirca 867 famiglie molte delle quali oggi purtroppo estinte).


L'ordinamento nobiliare della Serenissima non prevedeva che il patriziato si distinguesse al suo interno per “gradi” di nobiltà (Duca, Marchese, Conte etc). Tutti gli esponenti delle famiglie nobili – fossero primogeniti o cadetti – si fregiavano dell'unico ed “egualitario” titolo di nobilis homo, potendo tutti, indistintamente, aspirare in potenza alla carica dogale ed alle magistrature della repubblica.


Il titolo di NH e di ND – di esclusiva pertinenza veneziana, come chiarito - si è poi nel tempo sovrapposto e quindi confuso con il più generico titolo di “nobile” che, in quasi tutti gli ordinamenti nobiliari dell'Europa continentale, costituisce il primo (nel senso di più basso) grado di nobiltà, cui segue quello di barone, di conte, di marchese, di duca ed infine di principe.

Sono inoltre appellati “nobili” gli appartenenti ai rami cadetti di una famiglia aristocratica in possesso di un titolo superiore. (e quindi per fare un esempio: Marcantonio, figlio cadetto del Principe Colonna di Paliano, sarà Nobile Marcantonio Colonna dei Principi di Paliano).


Fin qui la materia nobiliare. Lei ha correttamente osservato che il “gratificante” NH sia talvolta attribuito anche a coloro che sono privi di ascendenza gentilizia.

Invero tale prassi si è sviluppata, quasi esclusivamente nell'ambito militare, laddove l'appellativo di NH veniva utilizzato nella corrispondenza indirizzata agli Ufficiali delle Forze Armate dello Stato.


Questa è una consuetudine sociale – una forma di cortesia – che dovrebbe francamente essere abbandonata; non già in spregio agli usi dei nostri Padri, ma in ragione del fatto che essa ha perduto ogni pur minima giustificazione ed aderenza alla realtà.


Infatti la consuetudine di rivolgersi agli Ufficiali con il titolo di NH nacque nel periodo della Restaurazione, allorquando un Ufficiale non poteva non essere un nobile, in quanto l'accesso ai ruoli di comando militare era, per legge dello Stato e per volontà sovrana, riservato agli esponenti delle famiglie aristocratiche.

Già nella seconda metà dell'800 tale limitazione non esisteva più ed i borghesi capaci e meritevoli ben presto raggiunsero anche la sospirata “greca”.

Oggi, in tempi di repubblica, non avrebbe senso alcuno “presumere” i nobili natali di un Generale o di un Ammiraglio, tuttavia il fascino discreto di due semplici lettere aleggia ancora nei circoli e nei quadrati ufficiali delle nostre Forze Armate.


Cavallereschi saluti,
Senza nulla togliere a quanto è stato enunciato come contributo professionale fornito all'amministrazione, si noti bene, anche in questo caso, volutamente con la "a" minuscola....

Di  PASQUINO  (inviato il 14/04/2014 @ 17:34:27)


n. 8


Mi sia consentito esprimere la mia opinione, essendo stato chiamato in causa da "signore si nasce....". In primis trovo ben poco di signorile nei commenti del Signoresi..., si possono esprimere le proprie idee anche con educazione e senza offese. Sono, non ho bene capito se "il fiolosofo" o quello "che si intrattiene al sottopancia", comunque Pasquale Migliaccio, mi firmo con nome e cognome. Il punto è se Signoresi... parla per ignoranza o per sentito dire che in ambedue i casi non pone certamente a favore della sua credibilità. Vorrei solo, appunto per informazione, ricordare a Signoresì che a questo punto individuo il filosofo nell'amico Angelo De Iovanna. Il filosofo appunto, ha svolto incarichi di livello dirigenziale ben superiori al grado rivestito. Grazie alla sua filosofia si sono avuti atti normativi che hanno istituito Servizi per la Polizia Penitenziaria ancora oggi attuali: SADAV, USPEV e da ultimo anche l'Ufficio -chiamiamolo per semplificare- Informatico Dipartimentale conosciuto come CED. Ce lo ricordiamo tutti cosa erano il Magazzino ed il CED vero? Oggi potete chiedere ai colleghi che vi lavorano qual'è stata e qual'é la differenza. Mi fermo qua per il collega sennò dovrei inflazionare tutto lo spazio. Nella mia modesta carriera vorrei solo parteciparLe, Signoresì, che anch'io svolsi più incarichi da quando ero Tenente Colonnello, ben 4, sovrapponibili vero ma comunque impegnativi. Alcuni risultati raggiunti? Bene, dovete sapere che dopo ben 10 anni dall'acquisto ero riuscito, con impegno formale dalla Rabintex a farmi sostituire circa 200 caschi Superubott, con altri modelli più efficienti che tutt'ora sono in dotazione agli SWAT ed alle forze di Polizia tedesche dei reparti di pronto intervento. L'amministrazione (volutamente minuscola) non è riuscita a completare la sostituzione, doveva solo effettuare il collaudo dei caschi, semplici prove a fuoco. E così è svanita un'opportunità per l'amministrazione di recuperare materiale per circa 300.000 €. Caso volle che in quel periodo fossi ricoverato per problemi personali. Vogliamo parlare del Decreto per le armi del Corpo? Licenziato dal Filosofo e dal sottoscritto ormai da anni. Vi siete chiesti chi è stato l'artefice per la produzione delle nuove patenti o meglio "certificati di conduzione o guida"? Pensate un pò, contenzioso sospeso per 7 anni, risolto dal sottoscritto in 7 mesi. Proseguiamo, Vi siete accorti che sul mercato elettronico c'è un Kit denominato "Kit per traduzioni e piantonamenti"? Trattasi di dispositivi di protezione individuale per il Personale di Polizia Penitenziaria impiegato nelle traduzioni. Questo kit è una delle componenti di tutta una serie di dispositivi di protezione per i Poliziotti e le Poliziotte Penitenziari che lavorano a contatto con agenti contaminanti, si pensi alle persone recluse nei reparti infettivi. Questi temi erano pronti per essere sviluppati anni or sono ma non essendo più titolare delle Sezioni di quell'Ufficio, non ho potuto più occuparmene. Da ultimo mi sto curando un progetto per la telefonia sicura dei detenuti che, se attuato, avrebbe ricadute positive anche sulle incombenze relative affidate alla Polizia Penitenziaria. Non credete a me? Chiedete ai Colleghi degli Istituti di Vicenza e Venezia Femminile. Gli sviluppi del Sistema potrebbero riguardare un sistema di video conferenza che potrebbe diminuire drasticamente i carichi di lavoro per i NTP. Il tutto comunque senza supporto, da solo e senza tutte le prerogative dei dirigenti, mi sia consentito. Per finire poi Le partecipo, Signoresì, che io ed il Collega abbiamo, a suo tempo, inoltrato le nostre richieste di attribuzione per l'incarico, per le quali siamo in attesa di ricevere soddisfazione dal TAR; e sì! Indovinate perchè? Allora Signoresì, mi dica tutte le cose che ha detto sono farina del suo sacco? Le conosce di persona? O perchè come un fazzoletto appeso ad uno stecco sventola in presenza di vento? Lascio stare le Bandiere per me sono una cosa seria. Non la conosco, mi piacerebbe confrontarmi con Lei, anche per parteciparle che non esistono solo anni ed anni di vessazioni, si può tranquillamente esprimere la propria opinione educatamente e guardare più a come si può cambiare lo stato delle cose che puntare il dito contro altri, che in questo caso hanno la colpa di non voler accettare questo stato di cose. Di cui tutti si lamentano e pochi lo affrontano. Vi saluto tutti, ma proprio TUTTI, ricordando, mi sia consentito, a Signoresì, che io ed il mio amico non ci pavoneggiamo anche se quando diventammo Ufficiali acquisimmo il titolo di Nobil Hominis!

Di  pasquale migliaccio  (inviato il 14/04/2014 @ 12:43:23)


n. 7


Caro Pasquino hai perfettamente ragione.
Ma facciamo capire che tutti questi Dirigenti se così si possono chiamare, sono niente anzi, non esisterebbero senza la Polizia Penitenziaria visto che siamo 45000 circa rispetto ai civili ed è per questo che i nostri Ufficiali se fossero uniti ed insieme a tutti noi facessero leva su questo aspetto, il Corpo riprenderà l'onore ed il rispetto perso dalla gestione di questa banda d'incapaci.

Di  ariete  (inviato il 11/04/2014 @ 12:36:09)


n. 6


La soppressione del SADAV come sede dirigenziale non è credibile.
Gli Ufficiali con funzioni dirigenziali, come tutti i dirigenti del comparto sicurezza percepiscono quel trattamento economico, con o senza incarico.
Se hanno 1, 2 o 10 incarichi percepiscono sempre il medesimo trattamento economico.
I dirgenti "amministrativi" percepiscono uno specifico trattamento legato direttamente al tipo di incarico.
Questo dovrebbe far riflettere su quei direttori che hanno 2 o più incarichi.
Un vero e proprio spoil system, sarebbe quello di tagliare "ghigliottinare" i dirigenti "amministrativi" e azzerare i benefici economici e giuridici della legge meduri, la quale ha di fatto reintrodotto per la categoria dei dirigenti penitenziari i benefici dell'articolo 40 della 395/90, benefici, i quali sono propri del "comparto sicurezza"....

Di  PASQUINO  (inviato il 07/04/2014 @ 09:04:18)


n. 5


Secondo me tutta na bufala

Di  Ombra  (inviato il 06/04/2014 @ 16:10:45)


n. 4


chiacchiere da bar non si muovera' una foglia, e poi sti C....basta che pavano a fine mese.

Di  antonio  (inviato il 04/04/2014 @ 22:27:37)


n. 3


Dirigenti: l'uno vale l'altro! quale è la novità per il Corpo? solo gossip sindacale. Sarebbe bastato un dirigente intelligente, preparato e possibilmente svincolato dalla politica di palazzo molto servile ai big di turno.
inoltre, "e probabile rimpasto tra i generali rimanenti", che risate ahahah, al 4^ piano del DAP ce ne sono tre di questi grandi Ufficiali che rivestono sconosciuti incarichi, ormai da anni:
- uno, che non si vede e non si sente , chiuso sempre nella propria stanza, ha l'incarico di grattarsi i coxxxni per passare il tempo ed arrivare a fine giornata;
- un altro, "il filosofo", non si vede spesso ma quando è presente filosofeggia istituzionalmente in attesa, forse, che qualche santo si accorga di lui; così intelligente personaggio che, nel frattempo si gratta la panza fino a sera;
- infine, il terzo fortunato, boh? si intrattiene spesso con il filosofo, o meglio, al sottopancia di questi.
quindi, il rimpasto di questi generali "rimanenti" in che consisterà, nello scambio della stanza??? invertendo gli addendi, il risultato non cambia... con lo stipendio versato a questi grand'Uomini, l'Amministrazione avrebbe potuto assumere 9 Agenti.

Di  Signori si nasce, ed io lo nacqui!  (inviato il 04/04/2014 @ 20:10:45)


n. 2


Al di là di quanto scritto sulla rivoluzione dei dirigenti , vice capi del Dap , fossi in me non parlerei di una rivoluzione copernicana , ma di una dinamica rivoluzione con fine di tutti vissero felici e contenti. Senza personale, carcerati liberi per i reparti, usciti per effetto del decreto carceri e poi tra un anno stiamo punto e a capo come nel 2006 !
I grandi ruotano con le poltrone , invece i minatori pikkoli ruotano i pollici senza pensieri.............vai avanti, avanti tutta...

Di  minatore....  (inviato il 04/04/2014 @ 18:30:52)


n. 1


VAI....SPETTACOLO ASSICURATO

Di  CARPEGNA  (inviato il 04/04/2014 @ 16:21:21)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.205.176.107


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

2 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

3 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

4 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

5 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

6 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

7 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

8 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP

9 Qualcuno ci aiuti a fermare la strage!

10 Dal servizio di sentinella al sistema di videosorveglianza. Ma la tecnologia, da sola, non basta





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage

3 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

4 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

5 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

9 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

10 Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere


  Cerca per Regione