Maggio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Maggio 2018  
  Archivio riviste    
Il Dap si riorganizza ... ma si dimentica sempre dell''Appuntato Caputo


Polizia Penitenziaria - Il Dap si riorganizza ... ma si dimentica sempre dell''Appuntato Caputo

Notizia del 13/06/2018

in L''Angolo della Speranza

(Letto 664 volte)

Scritto da: Massimo de Pascalis

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


A proposito dei fatti di Bergamo che rendono oramai ineludibile il cambiamento del modello organizzativo del carcere.
Qualcuno ricorderà, quando negli anni settanta, circolava una barzelletta sull’organizzazione. Erano i tempi, quelli, in cui cominciavano a diffondersi tra i giovani i festini del sabato sera che, a volte, si concludevano sperimentando (in modo alquanto innocente però) un’ammucchiata. La barzelletta raccontava proprio questo. 
Uno dei ragazzi, quando la serata volgeva al termine, gridava “…dai ragazzi, organizziamoci” spegnendo la luce della sala. Dopo un po’, lo stesso ragazzo, riaccendendo la luce, invitava nuovamente gli amici e le amiche a “…riorganizzarsi”. Ed ancora, dopo un po', sempre spegnendo e riaccendendo la luce, rinnovava l’invito a riorganizzarsi. Fino a quando, preso dallo sconforto, riaccendendo per l’ennesima volta luce, non esclamò “…no ragazzi, così non va!!! Non capisco perché, nonostante ci siamo riorganizzati, io continuo sempre a prenderlo…(censura)”
Questa è una metafora che disegna bene l’organizzazione del Sistema penitenziario, che nelle svariate occasioni in cui si è “riorganizzato” ha sempre trascurato le esigenze del carcere e del personale che in esso vi opera, ben rappresentato umoristicamente dalle vignette dell’ass.te Caputo sulla rivista del Sappe. L’assistente Caputo, che continua a spegnere e accendere la luce del nostro Sistema penitenziario, ostinatamente fiducioso che prima o poi anche lui potrà godere della giusta attenzione. 
L’ultima volta che si è spenta la luce, con le conseguenze che oramai tutti avrete capito, è accaduto nel carcere di Bergamo dove l’assistente Caputo ha assunto le sembianze del direttore, del comandante, di alcuni agenti e persino di alcuni medici. Ovviamente, non ho commenti da fare sull’azione giudiziaria avviata. Mentre ne ho ben donde sull’organizzazione obsoleta del carcere che, pur generando un’enorme quantità di processi lavorativi di organizzazione, di programmazione, di coordinamento e soprattutto di gestione negli ambiti della sicurezza, del trattamento, della contabilità, della tutela della salute e della sicurezza sul posto di lavoro, si ostina a ricondurre le responsabilità amministrative, contabili, civili e penali al direttore penitenziario che, di volta in volta, condivide quasi sempre con il comandante e il personale di polizia e, in altre rare occasioni, con l’altro personale. E’ accaduto a Civitavecchia, a seguito della morte di un detenuto, a Rebibbia N.C. dopo l’evasione di alcuni detenuti, a Regina Coeli, a Viterbo, a Firenze, a Genova per il mancato rientro da un permesso… insomma, la storia continua a produrre storie giudiziarie in quasi tutti gli istituti penitenziari, senza che nessuno sappia ascoltare i bisogni dell’assistente Caputo.
L’organizzazione attuale ne è responsabile.Quindi è necessario introdurre un nuovo modello organizzativo del carcere che crei i presupposti per rendere trasparenti funzioni, competenze e responsabilità; che sia in grado di riconoscere una nuova funzione del direttore per liberare nuove competenze autonome da riservare alla Polizia Penitenziaria e alle aree amministrativa, contabile, trattamentale e sociale. Sarebbe un percorso rapido e senza costi particolari che aprirebbe le porte persino alla dirigenza generale della Polizia Penitenziaria che, per resistenze interne al sistema stesso, ho vanamente sostenuto in sede di riordino; e che. forse, aprirebbe anche al primo contratto della dirigenza penitenziaria, ancora inapplicato dopo oltre dieci anni dalla sua previsione, pure in questo caso per un pigro accomodamento della dirigenza sul contratto della Polizia di Stato!
Gli scenari di un nuovo modello organizzativo, renderebbero più efficace il controllo, anche giudiziario, sulla legalità dell’azione penitenziaria che quotidianamente viene espressa in un carcere. L’assistente Caputo continuerà a rimanere inascoltato al grido di “…riorganizziamoci”?...continuando, imperterriti, a puntare il dito della colpevolezza sempre verso il carcere e trascurando invece altre responsabilità che, in modo molto più critico, appartengono ai livelli superiori e viciniori? Il vaso di Pandora andrebbe scoperto a quest'ultimo grido di “riorganizziamoci” per tradurre la speranza in realtà.


 


Scritto da: Massimo de Pascalis
(Leggi tutti gli articoli di Massimo de Pascalis)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Carcere di Taranto: Nessuno tocchi caino, ma di abele chi si preoccupa?”
Porta droga per il fratello: Scoperto dalla Penitenziaria e ora è dietro le sbarre con lui
Cassazione: detenuti per mafia non possono scrivere ad associazione per diritti carcerati
Caos al carcere di Prato: detenuto picchia agente, fuoco nelle celle
Stancanelli (Vice Pres. Comm. Giustizia): nuove strutture carcerarie e nuove assunzioni nel campo delle forze dell''ordine
I nuovi Presidenti della Commissione Giustizia: nominati Giulia Sarti e Andrea Ostellari
Carla Spagnoli (Presidente Movimento per Perugia):lo Stato aiuti la Polizia Penitenziaria.
Venezia, sesso in carcere con le detenute: medico patteggia 18 mesi di reclusione


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 7


Concorso pienamente con Giovanni penso sia ora che il sindacato si adoperi seriamente per riconoscere qualcosa ai pensionati entro 2015 che hanno atteso invano un contratto mai arrivato. Dott. Capece si faccia promotore Lei che tra l'altro da pensionato dovrebbe essere il nostro paladino solo Lei se vuole può ottenere il gousto

Di  Pensionato 2015  (inviato il 15/06/2018 @ 16:53:18)


n. 6


Cambiano i Governi e cambiano i Ministri , ma come mai sono sempre le stesse persone nei sindacati della polizia penitenziario. Poi i sindacati parlano di pari opportunità e pari diritti mentre stanno ben attaccati incollati alla poltrona sindacale e si guardano bene dal mollare la poltrona sindacale per non ritornare in miniera

Di  Minatore pensione  (inviato il 15/06/2018 @ 12:54:16)


n. 5


Il sindacato si guarda bene dal rispondere alle domande di noi pensionati . Sino qualche mese addietro l'unico che dava risposte era De Blasis. Cosa abbiamo di diverso dagli altri corpi di polizia .

Di  Giovanni  (inviato il 15/06/2018 @ 10:14:06)


n. 4


sempre geniale il nostro ex DG., che nonnostante appartenga alla categoria dei direttori si è schierato dalla parte della polizia epnitenziaria

Di  W DEL GAUDIO e de pascalisi  (inviato il 14/06/2018 @ 18:25:07)


n. 3


Concordo pienamente un sindacato vero lotta per tutti compreso chi non ha avuto un contratto da tanti anni non limitando eventuali benefici agli ultimi due anni. Ma un sindacato difende veramente i suoi uomini o difende l'Amministrazione?

Di  Fernando  (inviato il 14/06/2018 @ 09:15:55)


n. 2


Buongiorno redazione e colleghi . Certamente il sindacato non è da meno del Dap, avete permesso l'esclusione dei sovrintendenti del 2002 e avete permesso l'esclusione dei pensionati dal rinnovo contrattuale. Solo quelli in pensione dal 01.01.2016 avranno il diritto , mentre per tutti i pensionati al 31.12.2015 restano esclusi da qualsiasi diritto contrattuale.
Ritenete sia giusto l'esclusione per i pensionati al 31.12.215 , alquanto sembra Si visto che tacete sulla questione.

Di  Pensionato 31.12.2015  (inviato il 13/06/2018 @ 15:28:58)


n. 1


Dove sono le tutele per gli assistenti capo che svolgono servizio di sorveglianza generale che nel frattempo continuano a prenderlo nel.......censura .

Di  Anonimo  (inviato il 13/06/2018 @ 13:45:48)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.225.31.188


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Salvate il Gruppo Operativo Mobile (e gli altri servizi della Polizia Penitenziaria)

2 Carceri: procuratore aggiunto Potenza Basentini verso guida Dap

3 Col Ministro Bonafede avrà finalmente fine il paradosso dei direttori che esercitano funzioni di polizia, tolte alla Polizia Penitenziaria?

4 Ma col Ministro Orlando c’era un progetto, a tavolino, per depotenziare la Polizia Penitenziaria?

5 Alcune considerazioni sull’esonero, per motivi sanitari, da alcuni posti di servizio

6 Tempo di bilanci per il Ministero della Giustizia

7 In sezione comme a la guerre

8 Il Dap si riorganizza ... ma si dimentica sempre dell''Appuntato Caputo

9 Firenze Sollicciano: bubbole, fandonie e fanfaluche

10 La favoletta dell’autoconsegna di Siracusa e le fake news di certe paginette facebook





Tutti gli Articoli
1 Supermercato in caserma, i Carabinieri ne Aprono uno per tutti i Militari di Firenze

2 Non gradisce la sistemazione in cella, detenuto aggredisce agente della Penitenziaria

3 Noipa: nel cedolino di giugno al via gli incrementi stipendiali. Tutte le date degli accrediti

4 Carceri:Ariano Irpino,sequestrato agente

5 Carceri, SAPPE a Bonafede: “Ecco la situazione degli agenti penitenziari

6 Disordini Ariano Irpino: Bonafede, a chi lavora in carcere il sostegno concreto dello Stato

7 Accoltellamento a Trezzano, un poliziotto penitenziario salva la vita all’anziana aggredita

8 Grand Hotel Poggioreale, cellulari e 100mila euro: la “stanza” d’oro di Genny ‘a carogna

9 Rivolta in carcere ad Ariano Irpino, feriti due agenti della penitenziaria

10 Ariano Irpino:Si sono offerti in ostaggio per salvare i loro colleghi


  Cerca per Regione