Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Il Generale Alfonso Mattiello è in pensione: onori alla Leggenda!


Polizia Penitenziaria - Il Generale Alfonso Mattiello è in pensione: onori alla Leggenda!

Notizia del 02/03/2016

in Orgoglio della Polizia Penitenziaria

(Letto 13761 volte)

Scritto da: Interventi ricevuti

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


È da qualche giorno che ho saputo che una delle persone che più stimo sulla terra si è pensionato dalla nostra ammirazione e devo ammettere che all'inizio non volevo crederci perché questa strana notizia durante la mia carriera mi era stata riportata più volte, visto che già quando mi sono arruolato ben 30 e passa anni fa per noi tutti lui era già un mito,uno di quelle persone da ammirare e rispettare sempre e non vedere pubblicato nessun articolo come ringraziamento o come augurio di buona pensione mi ha fatto pensare a qualche riga per ringraziare quello che per me e molti altri è stato un grande esempio.

Polizia Penitenziaria: Bandiera del GOM - Generale Alfonso Mattiello

In quei giorni eravamo abbandonati a noi stessi fin quando non arrivò l'allora Capitano MATTIELLO , il quale fu il primo e l'unico Ufficiale ad avere l'incarico di Comandante e contemporaneamente di Comandante Regionale, da quel momento tutto cambiò ,avevamo fiducia in noi stessi perché vedere un'ufficiale camminare davanti a noi armato per le sezioni ci dava la forza per combattere e in poco più di 4/5 giorni si mise apposto una situazione che era degenerata da tempo e non me ne vogliate se tendo a precisare che molti che si vantano di aver messo le cose apposto in quel casino totale arrivarono solo dopo.ma queste è una storia lunga e non basterebbe un libro per raccontarla, scrivo qui sopra solo per elogiare una persona vera che nel momento del bisogno era sempre a disposizione ,per lui venivano prima di tutto i suoi uomini , se avevi un problema non c'era bisogno di bussare alla sua porta anche perché era sempre aperta a tutti e non aveva solo che due risposte "SI WAGLIO" o nella peggiore delle ipotesi "NO WAGLIO"  e comunque ti dava sempre un consiglio su come imboccare la strada giusta , come se non fosse un'ufficiale ma un padre che consiglia il proprio figlio.

Sono onorato di aver avuto la possibilità di lavorare sotto il suo comando ai tempi duri,quelli veri,quelli della rivolta di poggioreale ,quando nelle perquisizioni non trovavi il "pericolosissimo" cellulare o le "mortali" lamette ma bensì vere e proprie pistole,fucili e coltelli che a confronto quello di rambo è un coltellino svizzero.

Polizia Penitenziaria: Bandiera del GOM - Generale Alfonso Mattiello

Mi emoziono ancora oggi quando rivedo le immagini del 2011,quando di fronte alle più alte cariche dello stato l'ho visto ricevere e baciare con orgoglio la bandiera italiana, da questi piccoli gesti chi non la conosciuto può capire che persona è, lui che ha dato tutto per noi e per il suo GOM.

Il nostro reparto d'elite che dir si voglia forse è l'unica cosa che in questa amministrazione ha sempre funzionato come si deve e non a caso è stata la sua creatura fino a poco tempo fa... Ora non vi stancherò con le innumerevoli vicende che fanno si che questa persona sia  una pietra miliare del nostro Corpo, dal trasporto all'estero di uno dei più grandi pentiti della storia al coraggio di dire di no a strani, loschi e "segreti" individui dello stato, ma sono qui a scrivere un semplice GRAZIE a quello che poteva essere e che purtroppo per strani giochi politici non è stato il nostro unico e vero "Comandante del Corpo" perché lui non era un semplice comandante, lui era e rimarrà sempre il nostro "CAPO", vera è propria leggenda vivente degli Agenti di Custodia e della Polizia Penitenziaria.

... le auguro buona e lunga pensione capo!!!

 


Scritto da: Interventi ricevuti
(Leggi tutti gli articoli di Interventi ricevuti)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie
In arrivo un bando di gara per la fornitura di circa diecimila braccialetti elettronici
Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini
Comune di Catanzaro denuncia il DAP per 242 mila euro di risarcimento
Intimidazione ad Agente penitenziario: incendiata la sua auto a Rosolini
Andrea Orlando: il carcere di Sassari migliore della media nazionale, un carcere di qualità
Tre detenuti devastano una cella di Orvieto e feriscono un Poliziotto penitenziario
Porta hashish al figlio nel carcere di Viterbo ma viene scoperta dai cinofili della Polizia Penitenziaria


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 9


Ricordo quando nella notte del terremoto a l'Aquila dopo circa 2 ore dalla scossa il Generale Mattiello era gia giunto sul posto a soccorrere il personale e dirigerlo per la messa in sicurezza dell'istituto e ripeto che è stato l'unico e ripeto l'unico che si sia visto,altre cariche del dap arrivarono giorni dopo e questo sta a testimoniare cosa significa voler bene il proprio personale .
Alle parole del signor piermattia nemmeno voglio rispondere perchè sono chiaramente e palesemente spinte da qualche invidia o probabili vecchi screzi,continuo a leggere dopo anni persone che se la prendono con lui per quello che potevano fare e non hanno fatto i nostri generali,questo dovreste chiederlo ad altri suoi pari grado che si sono richiusi nei vari prap o scantinati di scuole di formazione ad aspettare san paganino ma non a lui che è sempre stato in giro per i suoi uomini e a far valere i loro diritti .....purtroppo la guerra non puo farla un solo generale ,a meno che qualcuno non gli dia il potere giusto (comando del corpo) che però la politica ha paura di concedere.

Di  R.Mario  (inviato il 04/03/2016 @ 14:02:00)


n. 8


Ma quale leggenda, leggenda di che e di che cosa, ha dato del suo a suo volere per pochi ristretti e farsi un suo corpo speciale!! e il restante 40 mila del Corpo della Polizia Penitenziaria?.
Ci aspettavamo di più dai Generali...invece?.
Comunque Buona Salute Sig. Generale e si godi la sua pensione.

Di  carpegna  (inviato il 04/03/2016 @ 09:01:44)


n. 7


io l'ho conosciuto alla fine del 1983, ovvero per prima cosa ho conosciuto suo padre ex appuntato, gestiva nella c.c.bellizzi irpino il sopravvitto, assieme a lui e altri colleghi abbiamo spronato per le montagne dell'avellinese con moto yamaha, lui era il capobanda ahaha.e' stato un piacere conoscerlo..buona pensione

Di  tonino manno  (inviato il 03/03/2016 @ 19:23:03)


n. 6


Egregio Sig. Piermattia, dare una disponibilità incondizionata a continui spostamenti sulla penisola per i servizi d'istituto ambito 41 bis e collaboratori, è di per se un qualcosa di speciale.
Nessun super uomo, nessun agente capace di volare come superman, ma solo tanta (non tutta per carità) gente capace di adempiere al proprio dovere nel migliore dei modi, senza certamente arrogarsi la presunzione di salvare gli istituti penitenziari, ma cercando soltanto di garantire quegli standard di sicurezza e dignità che le leggi (le leggi, non le sue o le mie considerazioni) prevedono.
Troppo semplice denigrare una persona e chi ha lavorato alle sue dipendenze; ricordo bene il pregiudizio che spesso trovavamo negli istituti ad ogni arrivo, ma ricordo anche il "ricredersi" di tanti colleghi e le tante splendide collaborazioni.
In particolare, nel 98', ricordo le lacrime di alcuni colleghi all'Aquila mentre andavamo via.
Non sia "contro" a prescindere; il GOM è un fattore umano, e come tale offre lati positivi e altri meno, ma dal Generale Mattiello a scendere non era difficile cercare e trovare tanto senso di respondabilità e dedizione al lavoro.
ps: per quanto concerne le "pietre miliari"....stia attendo che spesso strofinando viene fuori il carbone.

Di  g  (inviato il 03/03/2016 @ 09:50:23)


n. 5


Alfonso Mattiello mi è stato vicino nei momenti peggiori. Quando avevo deciso di gettare la spugna fu lui a volermi al servizio centrale traduzioni e piantonamenti e a motivarmi a restare e a combattere.
Non posso mai ringraziarlo abbastanza per l'umanità dimostrata nei miei confronti, per le parole che seppe pronunciare e per la fiducia che ebbe in me. Un vero capo ed un leader.
Un augurio di cuore per un periodo sereno e felice.

Di  Luca Sardella  (inviato il 03/03/2016 @ 09:20:52)


n. 4


Caro Piermattia,
in parte ti do ragione.
Però scusa, quest'uomo nei primissimi anni, girovagava il paese in lungo ed in largo, dalle Alpi alla Siculia. Quindi pur sempre in galera era, pur sempre è stato nell'occhio del ciclone e di molti mafiosi ecc!
Va anche detto però che a beneficiare delle sua aurea paternale, normalmente in tutti questi anni sono stati soprattutto i campani, quasi gli unici a stare davvero bene per molti anni. Poi è arrivata la crisi, e con essa la legge del taglio su ogni cosa mobile ed immobile.....capisci ammè!
Non me ne voglia nessuno.
Ne ho fatto parte anch'io per soli 15 giorni circa 16 anni fa.
Giusto il tempo per capire che avrei dovuto fare lo sciacquino ai soliti noti, che guarda caso dovevano stare, per via del grado e dell'anzianità sotto le mie p....

Comunque sia andata, (oggi) non credo vi siano Uomini o Donne, in grado di Comandare ed affrontare tutto ciò che avveniva 20/25 anni fa.
Auguro nonostante tutto buona pensione a quest'uomo che ha dato.

Di  Angelo  (inviato il 02/03/2016 @ 15:38:14)


n. 3


La leggenda di chi? Solo due Ufficiali sono stai, le pietre miliari degli Agenti di Custodia, di certo non il Sig. Mattiello e come lui tutti i restanti si intravedevano nelle Patri Galere, sporadicamente giusto per alcune loro convenienze. Il GOM... ma finiamola, di quale reparto speciale stiamo parlando? Anni fa, per chi si ricorda, si chiamava normalmente squadretta.

Di  Piermattia  (inviato il 02/03/2016 @ 12:07:44)


n. 2


Tutte le storie si concludono sempre così.
E' naturale che il ringraziamento VERO parta dal basso, dagli Uomini e dalle Donne che gli hanno collaborato fino all'ultimo.
Si goda la pensione Sig. Generale e dimentichi presto tutto "se può".
E' stato un onore lavorare con Lei,
le invio un grande abbraccio.
Corrado

Di  Corrado  (inviato il 02/03/2016 @ 10:48:54)


n. 1


A prescindere dalle personali esperienze, sono fermamente convinto che la vita sia un percorso, ed in questo percorso ci siano incontri che, anche inconsapevolmente, quel cammino te lo segnano, anche contro il tuo volere.
Il gom è stata un'esperienza unica, ed il Generale Mattiello è stato senza ombra di dubbio artefice di quella esperienza; in molti si sono sprecati a tessere lodi o ad emettere sentenze, ciò purtroppo sempre in virtù delle personali vicissitudini.
Io credo invece che, in quanto uomo tra gli uomini, abbia sempre dovuto fare i conti con l'umanità di questo bellissimo mestiere, nel bene e nel male.
Ma sono anche convinto che quel bacio a quella bandiera gli sia venuto da cuore, e tanto mi basta.
Un saluto Generale

Di  g  (inviato il 02/03/2016 @ 09:43:21)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.205.213.75


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 In ricordo di Roberto Pelati, ex atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre colpito da una grave malattia e scomparso prematuramente

3 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

4 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

5 Poliziotti penitenziari che lavorano negli uffici: pochi, troppi o adeguati?

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 La protesta dei poliziotti di Rebibbia e gli starnuti del RE

8 La protesta di Rebibbia: il Dap preannuncia trattativa sugli organici intra ed extra moenia

9 Razionalizzazione del personale: pure quello informatico però

10 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale





Tutti gli Articoli
1 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

2 I NAS dei Carabinieri chiudono la mensa del carcere di Terni

3 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

4 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

5 Polizia Penitenziaria e Carabinieri arrestano due persone pronti a sparare e con targhe contraffatte

6 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

7 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

8 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali

9 A Rebibbia mancano i Poliziotti: sospese le attività pomeridiane dei volontari

10 Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini


  Cerca per Regione