Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Il grande casino del prelievo DNA e finalmente il primo corso da matricolista


Polizia Penitenziaria - Il grande casino del prelievo DNA e finalmente il primo corso da matricolista

Notizia del 27/06/2016

in Interventi Ricevuti

(Letto 2919 volte)

Scritto da: Interventi ricevuti

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


I dubbi e le domande espresse dal collega Diego sono quelli che ognuno dotato di buon senso e che ha visto da vicino le procedure per i prelievi del DNA nelle carceri, si è posto immediatamente. Ed è un buon segno che a scriverci sia un "Assistente", significa che qualcuno dei "ruoli bassi" ancora non si è arreso. Di cose che non vanno sulla questione della banca dati del DNA ce ne sono molte, anche di rilievo legale, ma ora leggiamo l'intervento dell'Assistente Diego che si è posto delle domande alle quali, evidentemente, nessun dirigente del DAP è in grado di rispondere.

 

Il 10 giugno scorso è passato un pò in sordina il futuro delle indagini che porta il nostro paese al passo con gli standard europei, finalmente il DNA.

Se ne è parlato per anni, dal famoso 2009 quando è uscita la legge 85 del 2009 che prevede il prelievo obbligatorio, anche coattivo, del Dna di tutti i detenuti e degli arrestati per delitti non colposi, obbligo introdotto con l’obiettivo di realizzare una banca dati nazionale, principalmente nell’ottica antiterrorismo (ma non solo).

Ci sono voluti 7 anni per far diventare realtà quello che poteva essere realizzato in tempi molto brevi, ma siamo in Italia, paese famoso per la lentezza burocratica. Mi aspettavo un avvio in pompa magna, perchè finalmente il nostro corpo di polizia diventava il primo ad avere in carico un onere/onore di tale spessore, degno delle serie televisive CSI, invece nessuno comunicato stampa del DAP con tanto di articoloni sul giornale, qualche passaggio sui giornali, niente di più.

(leggi la denuncia del SAPPE: Burocrati del DAP stiano lontani dalla Polizia Penitenziaria: dura presa di posizione del Sappe sulla banca dati del DNA - ndr)

Quello che invece non poteva e non doveva succedere è stata la cattiva gestione di tutto ciò che concerse il prelievo: formazione, consegna kit, preparazioni stanze "bianche" ecc.. Da operatore sono rimasto sconcertato come si è potuto gestire cosi male un progetto così importante.

I kit per il prelievo dati in dotazione erano già scaduti da mesi, non c'è stata uniformità nella creazione delle stanze bianche, ognuno ha fatto come gli pareva, soldi spesi per attrezzatura inutile, la formazione gestita solo in teoria senza nessuna pratica, il classico armatevi e partite. Uno scandalo di cui nessuno si è voluto occupare, di cui nessuno pagherà le conseguenze, perchè in molti istituti i kit fatti arrivare in fretta e furia perchè gli altri scaduti, sono andati esauriti in pochissimi giorni, disattendendo una disposizione di legge, senza contare che molti dei kit dell'ultimo minuto erano senza le buste apposite.

Non capisco come mai le matricole, che sono il vero cuore pulsante di tutti gli istituti penitenziari non siano valorizzate e incentivate a dovere,dove il personale, mai formato, che vi opera si mette in gioco ogni giorno con situazioni nuove e incombenze  che si moltiplicano. Vorrei ricordare che gli uffici che funzionano rendono il clima interno molto più sereno e le sezioni gestibili più facilmente.

Ritornando alla banca dati DNA, il regolamento di esecuzione parla chiaro, che a tutte le persone che passeranno dal carcere dovra essere fatto il prelievo, tranne casi particolari, il tutto oberando il già enorme lavoro che le varie matricole d'Italia svolgono ogni giorno. Sta passando anche in sordina anche un altro evento storico, finalmente dal 13 di giugno è partito il primo corso di specializzazione matricola, anche questo dopo 7 anni dal decreto, un passo avanti per un corpo di polizia che vede riconosciuta la professionalità e dedizione di quelle persone che lavorano ogni giorno a contatto con Tribunali, Procure, forze di polizia ed enti pubblici e non.

Questo mese di giugno ha dato molto risalto alla Polizia Penitenziaria e dovremmo esserne orgogliosi tutti e vorrei spronare le nuove generazioni di agenti a non disertare gli interpelli per l'ufficio matricola, si lavora molto ma da tante soddisfazioni personali e si impara tanto.


Assistente Diego

 

 

Burocrati del DAP stiano lontani dalla Polizia Penitenziaria: dura presa di posizione del Sappe sulla banca dati del DNA

 

 


Scritto da: Interventi ricevuti
(Leggi tutti gli articoli di Interventi ricevuti)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Il carcere di Sala Consilina rimarrà chiuso: il Consiglio di Stato ha accolto provvisoriamente il ricorso del Ministero contro il TAR
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. Arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata
Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma
Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni
Indagini nel carcere di Padova per capire chi ne ha disposto il declassamento da detenuti alta sicurezza a detenuti comuni
La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie
In arrivo un bando di gara per la fornitura di circa diecimila braccialetti elettronici


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 4


Xn3
Pensi che gliene importi a qualcuno di noi Idonei Tec. In graduatoria?
Siamo pronti a partire se ci chiamano, ma secondo me non serviamo a nessuno
I matricolisti fan tutto loro.
Mi chiedo sempre a che cosa sia servita la nostra Idoneità al servizio se hanno deciso di lasciarci a casa.
Secondo me è finita non ci chiameranno mai più.
Chi ha voglia faccia anche carabinieri o polizia.

Di  deluso  (inviato il 29/06/2016 @ 00:03:59)


n. 3


Da quello che leggo c’è carenza di personale matricolista, visto che c’è cosi tanto lavoro non si potrebbe assumere dalle graduatorie agenti e revisori tecnici selezionati nel 2015, ci sono 50 agenti e 20 revisori idonei in graduatoria, pronti a partire per la formazione e svolgere questo delicato lavoro.

Di  idoneo tecnico  (inviato il 28/06/2016 @ 16:42:36)


n. 2


Mi chiedo se per noi Agenti Tecnici Inv. Che abbiamo sostenuto un concorso pubblico esista qualcuno he ci possa appoggiare. Credo nessuno è una VERGOGNA.
VERGOGNA.
Andiamo a zappare è più gratificante sicuramente.
VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA.

Di  Gigi  (inviato il 27/06/2016 @ 20:53:26)


n. 1


La colpa è della fretta....sette anni per far partire il progetto del DNA erano veramente pochi........assurdo!!!
Sarebbe il caso di premiare i dirigenti ministeriali per la capacità dimostrata nel portare a compimento in soli sette anni, un compito che richiedeva, forse, il triplo degli anni!
Bravi, bravi, bravi!!!!

Di  Rossi  (inviato il 27/06/2016 @ 09:29:24)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.166.7.87


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 In ricordo di Roberto Pelati, ex atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre colpito da una grave malattia e scomparso prematuramente

3 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

4 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

5 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

8 Poliziotti penitenziari che lavorano negli uffici: pochi, troppi o adeguati?

9 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

10 La protesta dei poliziotti di Rebibbia e gli starnuti del RE





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

4 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

5 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

6 Polizia Penitenziaria e Carabinieri arrestano due persone pronti a sparare e con targhe contraffatte

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

9 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

10 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali


  Cerca per Regione