Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Il Mega Direttore Galattico Franco Ionta requisisce mezza spiaggia di Maccarese


Polizia Penitenziaria - Il Mega Direttore Galattico Franco Ionta requisisce mezza spiaggia di Maccarese

Notizia del 12/07/2011

in Ma mi faccia il piacere ...

(Letto 9311 volte)

Scritto da: Enzima

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Qual è la linea di demarcazione tra esigenze di sicurezza e ostentazione di potere?

Io non lo so qual'è e forse nemmeno Franco Ionta lo sa visto che domenica scorsa si è presentato al lido di Maccarese, presso lo stabilimento dell’Ente di Assistenza del personale dell’Amministrazione penitenziaria (passato in gestione a privati), con corredo di macchine di scorta per imprescindibili esigenze di sicurezza per tutelare la sua figura.

Il Capo della Polizia Penitenziaria del resto ha le sue esigenze, comprese quelle sacrosante di passare una domenica al mare come tutti noi.

Come tutti noi?

Franco Ionta quando va al mare ci va in Maserati, scortato e tutelato da altre macchine per un totale di circa 10.000 centimetri cubici di cilindrata. Se poi sommiamo il fatto che tutte le macchine sono dotate di idonea blindatura, non oso immaginare il rapporto litri di benzina fratto chilometri percorsi. Ma non potrebbe essere altrimenti: se il Direttore della Direzione Generale per l’Esecuzione penale esterna gira in Jaguar dotata di elevato livello di blindatura, è chiaro che il Capo DAP non può essere da meno.

Franco Ionta poi, quando arriva al lido di Maccarese ha bisogno di spazio, molto spazio. Non perché sia in sovrappeso come la maggior parte di quei sedentari di poliziotti penitenziari, ma per esigenze di sicurezza è ovvio. E allora al mare, di domenica, in una spiaggia gremita di poliziotti che si godono un po’ di riposo con le loro famiglie, Franco Ionta si fa largo e attorno a sé viene creata una distanza di sicurezza di una ventina di metri, invalicabile ed indispensabile: è evidente come quel camion giallo e arancione con cui sta giocando quel bambino, in realtà, potrebbe essere radiocomandato ed imbottito di tritolo ed ecco allora che i suoi “angeli custodi” obbligano i potenziali terroristi a scansarsi e ad evitare di chiedere: “perché non posso utilizzare quegli ombrelloni e quei lettini rimasti liberi considerato che il lido è tutto occupato?”

La risposta è fin troppo evidente e trapassa anche le lenti scure degli uomini della scorta: “Franco Ionta is here!”

Ma allora mi chiedo: per tutelare meglio un bersaglio strategico del terrorismo internazionale quale immagino sia il Capo dell’Amministrazione penitenziaria, non sarebbe opportuno mettere mano a quel decreto di istituzione della specializzazione di “Sommozzatore” della Polizia Penitenziaria e mettere a mollo un'altra squadra di agenti in prossimità dello spazio di mare adiacente all’ombrellone di Franco Ionta? E una motovedetta della Polizia Penitenziaria: non sarebbe opportuno farla girare al largo per dissuadere e sventare eventuali atti di pirateria? E gli elicotteristi? Che fine hanno fatto gli elicotteristi della Polizia Penitenziaria previsti pure quelli in una delle specializzazioni?

Oppure, signor Capo del Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria, Capo della Polizia Penitenziaria, Commissario Straordinario per l’emergenza carceri e Presidente dell'Ente di Assistenza, mi dia retta: la prossima volta che vuole passare una giornata di relax al mare, faccia qualche chilometro in più (tanto la benzina gliela paghiamo noi contribuenti, non si preoccupi) e con il suo corteo, si diriga verso lidi più consoni al suo rango e alle sua possibilità economiche e ci lasci quei pochi ombrelloni rimasti a Maccarese. Consideri anche che nei lidi più prestigiosi, i Vip, difficilmente metteranno in atto azioni suicida tese ad offendere la Sua persona. Oppure, se proprio ci tiene, impari a mischiarsi tra noi, tra i suoi poliziotti (però senza mettere in scena improbabili travestimenti). Vedrà che c’è ancora gente che la stima. Ne approfitti finché è in tempo.

Altrimenti andrà a finire che qualche malpensante, valuterà queste dimostrazioni non come un’esigenza di sicurezza, ma come un’ostentazione di potere nei confronti dei suoi sudditi, quel potere che in altri lidi forse non avrebbe modo di esercitare. Quei lidi dove non le sarebbe concesso un intero piano dello stabilimento per pranzare o un ombrellone con il vuoto intorno.


Scritto da: Enzima
(Leggi tutti gli articoli di Enzima)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. Arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata
Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma
Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni
Indagini nel carcere di Padova per capire chi ne ha disposto il declassamento da detenuti alta sicurezza a detenuti comuni
La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie
In arrivo un bando di gara per la fornitura di circa diecimila braccialetti elettronici
Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 16


Meno male che l'hanno giubilato. Era proprio insopportabile, con una presunzione illimitata.

Di  carla prati  (inviato il 02/11/2012 @ 22:36:57)


n. 15


Per un giornalismo serio ed indipendente questa sarebbe una bella storia da mettere in prima pagina, per denunziare abusi dello status symbol. A trovarlo, un giornalismo serio ed indipendente...

Di  Vero Eretico  (inviato il 19/07/2011 @ 22:55:05)


n. 14


Ma di chi è il Lido di Maccarese?
Non si capisce più. Il capo del dap ha voluto che fosse ceduto ad una ditta esterna in barba a tutti i dipendenti che pagano l’ente assistenza. Con quale risultato? Ospiti in casa nostra!
Domenica la farsa oggi la beffa!!!
Stasera cena di gala per inaugurare (il 19 luglio?) la stagione estiva.
Chi ha fatto gli inviti?
A quanto è dato di sapere sembrerebbe il nuovo gestore per ringraziare il capo del dipartimento (ringraziarlo di che? della cessione del lido?). Parrebbe però che gli inviti formali siano stati inviati direttamente dall’ente assistenza.
Chi sono gli invitati?
Il fior fiore dei vip! Il capo del dap – i direttori generali – i dirigenti del dipartimento – il procuratore capo – il capo di gabinetto del ministro – il ministro e così via. Dimenticavo… le oo.ss.!!
Avete forse visto tra gli invitati qualche poliziotto penitenziario? Qualcuno di quelli che contribuiscono in maniera molto influente a mantenere in piedi l’eap? Noooo!!!! Sarebbe stato sacrilego invitarli, qualcuno di loro dovrà accontentarsi di un posticino in disparte per tutelare l’incolumità degli illustri invitati.

Di  Operatore deluso  (inviato il 19/07/2011 @ 18:12:51)


n. 13


Caro enzima che articolone che hai scritto, quanto tempo hai impiegato per corredarlo di particolari a dir poco da film della serie "io vi troverò" forse non era meglio che questo tempo lo impiegavi in qualche turno di servizio in Istituto.
Giacomo

Di  Giacomo  (inviato il 15/07/2011 @ 10:49:06)


n. 12


sono tutte cavolate,chi si trovava allo stabilimento realmente e fisicamente può confermare.vergogna a chi scrive queste idiozie.la nostra amministrazione va a rotoli non per i capi dipartimento ,ma è solo colpa dei sindacati che mangiano molti più soldi di quel maserati parcheggiato a Maccarese .e noi cretini che gli stiamo a presso .

Di  gianluca  (inviato il 15/07/2011 @ 10:40:32)


n. 11


Quest'estate nun bado a spese vado dritto a Maccarese.
A sto posto così carino nun caccio er becco de 'n quattrino;
fate spazio fate largo che so er "CAPO" der Villaggio,
drento ar Lido de sto Ente de cui IO fò er Presidente.
Ben vestito, capi griffati sfoggio puro er Maserati.
Fate largo fate spazio che er bijetto fò cor cacchio.
Mentre ar sole rosolavo, ho pensato st'artra vorta,
un regalo fò alla scorta.
Eh 'ndovinate c'ho pensato? Je darò 'n pattino blindato,
così che quanno che sto a mollo fanno 'n giro de controllo.
Cor freschetto so ripartito,
alle spalle insieme ar lido ho lasciato,
quarche buffo allo Stato.

Di  PASQUINO  (inviato il 14/07/2011 @ 18:24:08)


n. 10


che amarezza tutto questo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!e noi senza nemmeno straordinari pagati ed obbligati al recupero ore.....

Di  spider  (inviato il 14/07/2011 @ 11:53:47)


n. 9


chi ha scritto quest'articolo è un imbecille.perchè io domenica ero a maccarese e posso dire che la scorta si è comportata egregiamente e non a stile americano come il film dello scrittore psicopatico che forse il sole gli è andato il sole in testa.hanno giocato anche la mia bimba di 3 anni

Di  annarita  (inviato il 13/07/2011 @ 23:18:46)


n. 8


è una vergogna,a noi non pagano straordinari e missioni,è dall'altra parte i soldi si buttano.Voi che siete ai vertici, (CAPOZZONI) se una coscienza l'avete prendete seri provvedimenti per il PROBLEMA CARCERI, i poliziotti penitenziari lavorano troppo sottostress POI SUCCEDONO I GUAI.P.S. VORREI VEDERE SE QUALCHE POLIZIOTTO SOTTOPOSTO A STRESS VENISSE AL MINISTERO è VI FAREBBE CAGARE ADDOSSO IL PROBLEMA SI RISOLVEREBBE?

Di  combattente  (inviato il 13/07/2011 @ 17:39:54)


n. 7


Io dico solo che è tutto uno schifo che non puo' essere piu' tollerato.
Quì non pagano piu' gli straordinari, gi automezzisono senza benzina e questi Dirigent,i di cui non se ne cura nessuno perche diciamolocelo chiaro ma chi sono i dirigenti del D.A.p? ma secondo me non dovrebbero avere neppure la scorta, ma chi li pensa a questi?....
Ma secondo voi qualcuno sprecherebbe delle pallottole per queste persone......MA VA LA!!!
I sindacati dovrebbero "svegliarsi" un pochino, fare una volta per tutte un attività sindacale seria e denunciare tutto queste porcherie.
Caro Ettore Sommariva, la frutta da quando ce la siamo fatta!!

Di  Picconatore  (inviato il 13/07/2011 @ 13:14:48)


n. 6


Pur lavorando e vivendo a Roma ormai da trent'anni, solo un paio di volte sono stato a Maccarese. Con la mia gloriosa Uno bianca, oggi sostituita da una Punto: macchine alle quali il rifornimento è sempre stato garantito dal mio portafoglio. Non ci sono più andato da quando, qualche anno fa, erano più gli ospiti a frequentare il nostro Lido che non noi poliziotti. Tanto che spesso per noi non c'era addirittura quasi posto per entrare. Quando era ora di pranzo poi, essendo i nostri pasti i migliori nel rapporto qualità prezzo con quelli degli altri stabilimenti balneari, era un affollamento generale di buona parte del litorale. Tutto per fare cassa, è ovvio. Non mi sembra che quegli introiti abbiano cambiato il corso della vita quotidiana per i poliziotti penitenziari che lavorano in carcere. Sono forse serviti per comprare Maserati e Jaguar e per pagare la benzina che serve a farle camminare?

Di  Vero eretico  (inviato il 13/07/2011 @ 09:28:55)


n. 5


Miseria umana....

Di  mvc  (inviato il 13/07/2011 @ 08:46:12)


n. 4


Si commenta da sola .............Siamo alla frutta.

Di  ETTORE SOMMARIVA  (inviato il 13/07/2011 @ 08:03:34)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.147.203.105


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

3 In ricordo di Roberto Pelati, ex atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre colpito da una grave malattia e scomparso prematuramente

4 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

5 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Poliziotti penitenziari che lavorano negli uffici: pochi, troppi o adeguati?

8 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

9 La protesta dei poliziotti di Rebibbia e gli starnuti del RE

10 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

4 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

5 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

6 Polizia Penitenziaria e Carabinieri arrestano due persone pronti a sparare e con targhe contraffatte

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

9 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

10 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali


  Cerca per Regione