Dicembre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2017  
  Archivio riviste    
Il Nucleo Investigativo Centrale della Polizia Penitenziaria arresta i favoreggiatori dell''evasione di Rebibbia


Polizia Penitenziaria - Il Nucleo Investigativo Centrale della Polizia Penitenziaria arresta i favoreggiatori dell''evasione di Rebibbia

Notizia del 13/07/2017

in Accadde al penitenziario

(Letto 4417 volte)

Scritto da: Redazione

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


All'alba di oggi il Nucleo Investigativo Centrale della Polizia Penitenziaria in collaborazione con la squadra mobile di Roma e Milano  ha dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Roma, su richiesta della DDA di Roma, nei confronti di quattro albanesi: O. A., 26 anni, già ristretto presso la casa circondariale di Regina Coeli; M. A., 23 anni, già agli arresti domiciliari nella provincia di Cremona; M. K., 21 anni; S. M., 40 anni, tutti responsabili, in concorso tra di loro, del reato di procurata evasione.

I provvedimenti sono stati eseguiti a Roma e nel cremonese per quanto concerne O.A. e M. A., mentre per M.K. e S.M., sono in atto ricerche nell'intero territorio nazionale.

L'indagine. L'ordinanza è stata emessa a seguito di una complessa ed articolata attività investigativa coordinata dalla direzione distrettuale antimafia di Roma, scaturita dall'evasione di Rebibbia degli albanesi B.T., di 36 anni, detenuto per omicidio, condannato all'ergastolo; P.I., 40 anni, detenuto per tentato omicidio, possesso di armi e sequestro di persona, con fine pena prevista per il dicembre 2041 e H. M., 38 anni, detenuto per associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanza stupefacente, con fine pena prevista nel marzo 2020.
L'evasione. La notte del 27 ottobre 2016, dalla casa circondariale di Rebibbia i tre detenuti, dopo aver segato le sbarre della finestra della loro cella ed aver percorso un tortuoso itinerario all'interno del carcere, avevano raggiunto il muro di cinta e, calandosi con delle lenzuola annodate, erano riusciti ad abbandonare la struttura. Dalla dinamica dell'evasione apparve subito chiaro che i tre avevano pianificato con cura le modalità di fuga e che godevano della complicità, fuori dal carcere, di qualcuno che li aveva fatti salire in auto nei pressi delle mura di cinta, consentendogli di allontanarsi velocemente.

La fuga. Le indagini del NIC  sono state articolate su una complessa analisi dei tabulati telefonici delle utenze di ciascun detenuto e su intercettazioni telefoniche nei confronti di familiari dei tre fuggitivi. Grazie a tale attività, sono stati scoperti i favoreggiatori, oggi arrestati. Gli elementi acquisiti hanno infatti consentito di ricostruire l'accaduto durante e dopo l'evasione. I fratelli A. e K. M., nipoti dell'H.M., insieme a S.M., la sera del 26 ottobre, dopo essere stati contattati dall'interno del carcere, erano partiti da Milano per raggiungere la capitale dove, nei pressi di Rebibbia, si incontrarono con O.A. I quattro prelevarono poi gli evasi dandosi alla fuga e facendo perdere le proprie tracce.

Gli arresti. Nell'ambito delle incessanti attività volte a ritrovare i tre evasi, O.A. è stato arrestato dal NIC  nel novembre scorso poiché trovato in possesso di circa 45 chili di marijuana. H. M. è stato catturato la sera del 10 febbraio scorso in provincia di Como, in località Luisago, ove si nascondeva all'interno di un'abitazione a tre piani presa in affitto, favorito nella latitanza da alcuni parenti tra cui il cugino K., il quale, a seguito di perquisizione domiciliare della sua abitazione di Concagno (Co), è stato trovato in possesso di 1 chilo di cocaina. Al momento dell'arresto, H.M. aveva con sé documenti romeni contraffatti.

Evasione da Rebibbia NC, ecco le foto e chi sono gli evasi dal carcere romano

 


Scritto da: Redazione
(Leggi tutti gli articoli di Redazione)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Forze dell’Ordine, arriva il Taser. Ecco il modello scelto per la sperimentazione
Ergastolano ordinava estorsioni e pestaggi dal carcere di Bologna: utilizzava il telefono del compagno di cella che era in semilibertà
Pagarono 50 euro al medico per falsi certificati: licenziati due Poliziotti penitenziari già sospesi
Agenti intossicati a Cairo Montenotte: prime analisi confermano batteri nel filtro della cucina della scuola
Arrestato ex Agente penitenziario dai Carabinieri: in casa teneva pistole, munizioni e paletta della Polizia Penitenziaria
Carcere di Salerno: detenuti si lanciano olio bollente, Agente ferito con arma da taglio, telefonino e chiavetta usb
Enrico Sbriglia: a Padova ci sono scandali perché qui si indaga. Nelle altre carceri c''è omertà e copertura
Colloqui disinvolti nel carcere di Padova: ai boss veniva consentito anche di incontrare persone sotto inchiesta del proprio clan


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 2


Tutte le amministrazioni si stanno dando da fare con circolari per attuare il riordino ed ancora non vedo una circolare che attua il riallineamento che ha decorrenza 1gennaio 2016. Sappe pensaci tu

Di  en  (inviato il 13/07/2017 @ 16:48:41)


n. 1


La polizia sa fare tutto, non può essere relegata in carcere. Grazie al sappe per il servizio che rendi all'immagine del corpo e che dovrebbe essere più pubblicizzato anche nei canali istituzionali

Di  W la pol pen  (inviato il 13/07/2017 @ 16:36:32)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.234.0.2


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 La resa e lo scioglimento della Polizia Penitenziaria: una scelta che avrà pesanti ricadute per lo Stato

2 Gratteri, Ardita, Stati Generali... fino ad oggi sono state ignorate tutte le proposte di riforma della Polizia Penitenziaria ...il 2018 sarà l’anno buono?

3 Amministrazione di cartone o cartoni animati dell’Ammistrazione?

4 Se San Basilide volesse farci una grazia, accetteremmo volentieri il passaggio agli Interni

5 In ricordo dell’assistente capo Salvatore De Luca

6 Gli ex-terroristi salgono in cattedra nelle carceri, nel tentativo di mettere il bavaglio ai poliziotti che protestano

7 Una riforma necessaria: dalla sentenza Torreggiani ad oggi

8 La XVII Legislatura volge al termine. Il futuro è molto incerto

9 Videoconferenze tra DAP e periferia: ogni tanto una buona notizia

10 Il servizio di tutoring e la beneficienza all''amministrazione





Tutti gli Articoli
1 Forze dell’Ordine, arriva il Taser. Ecco il modello scelto per la sperimentazione

2 Colloqui disinvolti nel carcere di Padova: ai boss veniva consentito anche di incontrare persone sotto inchiesta del proprio clan

3 Pagarono 50 euro al medico per falsi certificati: licenziati due Poliziotti penitenziari già sospesi

4 Frosinone, 5 agenti di Polizia Penitenziaria aggrediti da un detenuto

5 Poliziotto aggredito e sequestrato nel carcere di Nisida: detenuti gli rubano le chiavi e aprono le altre celle

6 Migliorano le condizioni degli allievi a Cairo Montenotte. Il sindaco: bollite l''acqua

7 Petardi lanciati nel carcere di San Vittore Francesco Di Cataldo nella notte di capodanno: due Poliziotti penitenziari al pronto soccorso

8 Arrestato ex Agente penitenziario dai Carabinieri: in casa teneva pistole, munizioni e paletta della Polizia Penitenziaria

9 Uno Bianca, i fratelli Savi nello stesso carcere

10 Enrico Sbriglia: a Padova ci sono scandali perché qui si indaga. Nelle altre carceri c''è omertà e copertura


  Cerca per Regione