Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Il Nucleo Investigativo Centrale e p.g. di Napoli arrestano due pericolosi latitanti camorristi


Polizia Penitenziaria - Il Nucleo Investigativo Centrale e p.g. di Napoli arrestano due pericolosi latitanti camorristi

Notizia del 04/08/2015

in Buone notizie

(Letto 3051 volte)

Scritto da: Redazione

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Coordinati dal Nucleo Investigativo Centrale, l’aliquota di p.g. della Polizia Penitenziaria del Provveditorato partenopeo, nella tarda serata di ieri, traeva in arresto  PIZZONE Rosario[1] e  SORBINO Carlo[2], poichè ricercati in esecuzione di ordini carcerazione emessi dalla Procura della Repubblica di Napoli, a seguito di condanna alla pena di anni 9 di reclusione uno e l’altro alla pena di anni 8, mesi 11 e giorni 26 di reclusione nonché condannati all’interdizione legale per la durata della pena ed all’interdizione perpetua dai pubblici uffici, perchè riconosciuti colpevoli dei reati previsti e puniti dagli art. 110, 81, 628 e 629 del C.P. e art.7 C.1 d.l. 152/1991.

Trattasi di soggetti pericolosi, già sottoposti alla misura di sicurezza della “sorveglianza speciale di P.S.”.

Agli atti risultano appartenenti al clan camorristico “Rossi-Sorprendente”, operante nell’area flegrea di Napoli, contrapposto al clan D’Auslio di Bagnoli.

La complessa  operazione, ha richiesto una articolata  attività di investigazione, analisi, monitoraggio ed osservazione.

Dopo le formalità di rito sono stati associati presso la Casa Circondariale di Napoli Poggioreale e messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.

Nucleo Investigativo Centrale

 


Scritto da: Redazione
(Leggi tutti gli articoli di Redazione)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone
Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti
Giornata della legalità: nel carcere di Arienzo i detenuti leggono i nomi di tutte le vittime di mafia e minuto di raccoglimento per Don Peppino Diana
Detenuto girava video dal carcere: arrestato con arsenale in casa, torna ai domiciliari con il braccialetto elettronico
Delega al Governo per dare Skype anche ai mafiosi? Insorge l''Associazione Vittime del Dovere
Tentata evasione dal carcere di Ivrea: detenuto fermato prima che arrivasse al muro di cinta
Detenuto ricoverato, esponente di spicco di un clan di Messina, libero di girare per l''ospedale di Parma
Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 4


Totò, quello è un territorio altamente agricolo e la gente umile di quel posto, è abituata purtroppo alla paura ed alla sottomissione psicologica della malavita.
Conosco bene anch'io quei posti, ma il territorio è davvero vasto, oltre a quelli che indichi.
Buona caccia a tutti quelli impegnati alla cattura di stù fitenti.
Buona Domenica

Di  anonimo  (inviato il 27/02/2016 @ 14:33:34)


n. 3


La caccia a MATTEO MESSINA DENARO passa anche dai social network.

Normalmente un latitante non si allontana mai dal proprio territorio d'origine. E se lo fa, piuttosto preferisce vivere in campagna non lontano dal paese.
Proprio in paese si sa tutto di tutti, annessi i movimenti delle esigue Forze dell'Ordine, soprattutto se vi è una caserma con tre/quattro Carabinieri.
I fuori strada sono i mezzi preferiti per attraversare le brulicanti campagne.
La mia personalissima idea è quella che il Messina Denaro si sposti fra queste località. Non lo so, ma il mio istinto da tempo mi spinge a pensare ciò.
- Torretta Granitola
- Granitola
- Zona villaggio Kartibubbo
- Tre Fontane
- C/da Bosco Vecchio
- Borgo Elefante
- Archi.........chi vivrà vedrà.
Spero lo assicurino presto alla Giustizia questo mafioso di mer....
Un abbraccio alla Dottoressa Principato e tutti gli Uomini e Donne che gli danno la caccia.

Di  Totò  (inviato il 27/02/2016 @ 11:23:20)


n. 2


Giusto...anch'io in post precedenti avevo posto questa domanda...senza mai una risposta, tra l'altro.

Di  claudio  (inviato il 05/08/2015 @ 18:05:15)


n. 1


Vorrei intervenire su questo articolo per dire due cose. La prima complimentarmi per l'operazione svolta, la seconda per cercare di capire come mai il NIC continua a far conoscere le loro brillanti operazioni solo con comunicati interni, mentre nulla compare sulla carta stampata e mass media.
Questa procedura, come ben possiamo capire, non da ne immagine e ne lustro a questo Corpo che continua, anche per suo volere, a rimanere anonimo e in disparte diversamente alle altre forze di polizia.
Vorrei proprio capire come mai.....

Di  Poliziotto Penitenziario  (inviato il 05/08/2015 @ 10:23:53)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.166.24.181


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente della Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza in casa davanti ai familiari

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

4 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

5 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

6 Riordino vuol dire mettere ordine

7 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

8 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

9 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?

10 Cos''è e come funziona la Banca dati nazionale del Dna





Tutti gli Articoli
1 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

2 Agente penitenziario suicida: non riusciva a mantenere i tre figli disoccupati

3 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

4 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

5 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

6 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

7 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

8 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone

9 Detenuto evade dal carcere di Alessandria: era addetto alla pulizia delle aree esterne del penitenziario

10 Nuovi particolari su evasione da Frosinone: i complici sono saliti sul muro di cinta con una scala


  Cerca per Regione