Gennaio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2018  
  Archivio riviste    
Il nuovo ruolo degli Ispettori con carriera a sviluppo direttivo


Polizia Penitenziaria - Il nuovo ruolo degli Ispettori con carriera a sviluppo direttivo

Notizia del 07/02/2018

in Il Pulpito

(Letto 4272 volte)

Scritto da: Giovanni Battista De Blasis

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Con l’articolo 37 del riordino delle carriere viene modificato l’articolo 22 (Ruolo degli Ispettori) dell’Ordinamento del Personale (DLgs 443, 30.10.1992).

Il nuovo articolo, così modificato, stabilisce:

Il ruolo degli ispettori del Corpo di Polizia Penitenziaria, con carriera a  sviluppo direttivo, è articolato in cinque qualifiche, che assumono le seguenti denominazioni:

 

a) vice ispettore;

b) ispettore;

c) ispettore capo;

d) ispettore superiore;

e) sostituto commissario.

 

Successivamente viene specificato che al personale del ruolo degli ispettori sono attribuite le qualifiche di agente di pubblica sicurezza e ufficiale di polizia giudiziaria.

Per effetto del riordino, quindi, al personale del ruolo degli ispettori sono state conferite più qualificate funzioni (direttive) di comando, coordinamento e controllo, in corrispondenza con le attribuzioni che l’ordinamento del pubblico impiego prevede per i dipendenti della pubblica amministrazione di “Area Terza”.

In buona sostanza, l’Area Terza corrisponde ai vecchi C1, C2 e C3 o, ancor prima, al 7°, 8° e 9° livello (tenete conto che i vecchi C1, C2 e C3 sono quei collaboratori di istituto penitenziario (CIP) che con la legge Meduri sono diventati tutti dirigenti penitenziari).

Al ruolo degli ispettori, ferme restando le prerogative del direttore dell'istituto, sono attribuite funzioni che richiedono una adeguata preparazione professionale e la conoscenza dei metodi e della organizzazione del trattamento penitenziario nonché specifiche funzioni nell'ambito dei servizi istituzionali della Polizia Penitenziaria secondo le direttive e gli ordini impartiti dal direttore dell'area sicurezza comandante di reparto dell'istituto o della scuola ovvero dal funzionario del Corpo responsabile; sono altresì attribuite funzioni di coordinamento di una o più unità operative dell'area della sicurezza, dei nuclei e degli uffici e servizi ove sono incardinati nonché la responsabilità per le direttive e le istruzioni impartite nelle predette attività.

Gli appartenenti al ruolo degli ispettori possono partecipare alle riunioni di gruppo di cui agli articoli 28 e 29 del regolamento approvato con decreto del Presidente della Repubblica 30 giugno 2000, n. 230. Il personale del ruolo degli ispettori svolge, in relazione alla professionalità posseduta, compiti di formazione o di istruzione del personale di Polizia Penitenziaria.

Proprio in ragione di queste nuove funzioni direttive, i nuovi ispettori frequenteranno un corso di durata non inferiore a due anni, preordinato anche all'acquisizione della specifica laurea triennale. A tal fine gli allievi vice ispettori che al termine dei primi due anni del corso abbiano ottenuto il giudizio di idoneità al servizio di Polizia Penitenziaria quali vice ispettori e abbiano superato gli esami previsti e le prove pratiche sono nominati vice ispettori in prova e sono avviati alla frequenza di un periodo di tirocinio applicativo della durata non superiore ad un anno. I vice ispettori in prova, al termine del corso, superati gli esami di fine corso, prestano giuramento e sono confermati in ruolo con qualifica di vice ispettore.

Gli ispettori superiori ed i sostituti commissari, oltre a quanto già specificato, sono principalmente diretti collaboratori del personale della carriera dei funzionari, svolgendo, in relazione alla formazione accademica e professionale acquisita, funzioni di coordinamento anche dell'attività del personale del ruolo degli ispettori, e sostituiscono temporaneamente i diretti superiori gerarchici in caso di assenza o impedimento di questi.

Per di più, in relazione al qualificato profilo professionale raggiunto, ai sostituti commissari che maturano quattro anni di effettivo servizio possono essere affidati, anche permanendo nello stesso incarico, compiti di maggiore responsabilità ed e' attribuita, ferma restando la qualifica rivestita, la denominazione di «coordinatore», che determina, in relazione alla data di conferimento, preminenza gerarchica anche nei casi di pari qualifica con diversa anzianità.

Gli stessi nell'ambito del coordinamento di una o più unità operative, assumono l'onere di avviare gli interventi finalizzati alla verifica dell'efficienza dei servizi affidati alle medesime.

Tali attività sono svolte con particolare riguardo all'esigenza di garantire gli obiettivi di sicurezza dell'istituto ivi compresi l'ordine e la disciplina nelle sezioni detentive ed il perfetto funzionamento degli impianti di controllo interni ed esterni e del servizio di vigilanza armata.

Ovviamente, essendo diventato a tutti gli effetti una qualifica, il grado apicale del ruolo sarà “Sostituto Commissario” e non più, come era prima, “Ispettore Superiore Sostituto Commissario”.

 

 


Scritto da: Giovanni Battista De Blasis
(Leggi tutti gli articoli di Giovanni Battista De Blasis)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Mauro Palma garante dei detenuti: approvate la riforma Orlando così com''è, senza accogliere le indicazioni della Direzione Antimafia
Protesta nel carcere di Reggio Calabria: battitura delle inferriate da parte di 80 detenuti in alta sicurezza
Detenuto di 22 anni non rientra nel carcere minorile di Airola dopo la partita di calcio
Erika Stefani, Lega: basta svuota carceri, da Gentiloni ennesimo regalo ai criminali
Ancora telefonini nel carcere di Avellino. Telefoni trovati nella sezione alta sicurezza
Riforma ordinamento penitenziaria: anche l''Associazione Nazionale Funzionari del Trattamento contro i progetti del Governo
Così droga, cellulari e armi entrano nel carcere di Foggia
carcere di Brescia. detenuto tenta di colpire un medico con uno sgabello


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 71


Oltre il nuovo ruolo degli ispettori sarebbe l'ora che vengano impiegati anche nel ruolo della sorveglianza generale H24 . Il nuovo ruolo degli ispettori e cosa buona e giusta ma lo e anche il.dovere del ruolo e non solo i diritti del nuovo ruolo degli.
Arrivederci in miniera

Di  Anonimo  (inviato il 18/02/2018 @ 14:21:44)


n. 70


Perdonatemi tutti per quello che vi dico.
Caro sindacato autonomo di polizia penitenziaria leggo sempre i vostri comunicati sulle condizioni in cui opera e lavorano i colleghi in condizioni lavorative orribili.
Giustamente avere fatte tante molte manifestazioni centinaia di comunicati sindacali e centinaia di proclami sindacali in cui segnalate infornate i vertici di tutti gli eventi critici giornalieri e tutto quello che ha vostro avviso non funziona.
Ora vi chiedo con tutte le segnalazioni i comunicati le richieste di intervento da parte dei vertici cosa abbiamo ottenuto quali migliorie sono state apportate e quali provvedimenti risposte avete ricevuto dai vertici dap . Perché non e cambiato nulla la musica e sempre uguale i problemi idem , nella sostanza non cambia nulla siamo sempre punto e a capo.
Se non risolvono nulla le manifestazioni se non risolvono nulla le miglia di lettere sindacali di comunicati e richieste sindacali forse il sindacato dovrebbe cambiare modo di manifestare e prendere esempio dai colleghi Francesi .
Le manifestazioni nostre e come andare per turismo sono tutti sorridenti e felici, non si vede un solo sindalista seriamente incavolato e non si vede un solo manifestante seriamente incavolato
Cedolino febbraio niente arretrati però nel compenso si prendono indietro il conguaglio fiscale in una sola unica trattenuta mettendo in crisi colleghi e famiglie, ditemi voi secquesra non e una presa in giro oppure disprezzo verso i lavoratori che portano la divisa con onore e alto senso dello stato .
Mi chiedo perché si deve iscriversi al sindacato se poi alla fine non ce verso di porre fine fine ha tutto questo .
Cordialmente saluto

Di  Agente di custodia vecchia guardia  (inviato il 18/02/2018 @ 11:17:58)


n. 69


State tranquilli dopo le elezioni farò fare un altro riordino e proporrò l'ispettori tutti al ruolo dirigenziale al pari dei direttori.

Di  Anonimo  (inviato il 18/02/2018 @ 08:23:30)


n. 68


Perdonatemi, invece io darei molta importanza alla parola, motivo per cui non va decontestualizzata.
Principalmente è un avverbio che è sinonimo di: soprattutto, specialmente, primariamente, maggiormente, massimamente, fondamentalmente, essenzialmente, in primo luogo, prima di tutto, innanzitutto.
Con riferimento a persona, che ha maggiore autorità e prestigio, o maggiore responsabilità, o che, per qualsiasi altro motivo, è più importante rispetto ad altri.
Un caloroso abbraccio.

Di  Gianmarco  (inviato il 16/02/2018 @ 09:51:59)


n. 67


@momo
Io non darei così tanta importanza ad una parola. Tantomeno la decontestualizzerei. Io credo che la norma sia abbastanza chiara circa le mansioni direttive del ruolo, specificando altrettanto bene funzioni e competenze.
Se poi mi dici che sarà difficile ottenere il rispetto letterale del dettato legislativo non posso che essere d'accordo con te.
Difficile però non significa impossibile.


Di  GB de Blasis  (inviato il 15/02/2018 @ 18:32:01)


n. 66


Voglio fare capire ai tanti che fanno finta di non comprendere che la presenza nelle 24 ore di almeno un sovrintendente un ispettore e una sicurezza per noi è per tutti .
Nutro molto rispetto rispetto per i sottufficiali che però non si può tollerare la loro assenza nei quotidiani turni lavorativi poiché la loro presenza e sicurezza per tutti e tutto faccio riferimento al mio post precedente delle ore 11.34.30 e ne chiedo comprensione vicinanza da parte del sindacato e colleghi .

Di  Gio  (inviato il 15/02/2018 @ 13:24:47)


n. 65


@De Blasis
Una domanda .....ma per quale motivo è stata messa la parola "PRINCIPALMENTE" quando si riferisce agli"ispettori superiori e sostituti commissari ?...con questa "dicitura" secondo me, si vuole dare comunque al Direttore la possibilità di decidere chi potrà , eventualmente , sostituire il superiore gerarchico ( e di conseguenza ,non necessariamente un isp.sup/sost.comm)...di seguito la norma:
"Gli ispettori superiori ed i sostituti commissari, oltre a quanto già specificato, sono PRINCIPALMENTE diretti collaboratori del personale della carriera dei funzionari, svolgendo, in relazione alla formazione accademica e professionale acquisita, funzioni di coordinamento anche dell'attività del personale del ruolo degli ispettori, e sostituiscono temporaneamente i diretti superiori gerarchici in caso di assenza o impedimento di questi."
E' mia modesta opinione che "tale dicitura" sia quantomeno inopportuna
Grazie per una eventuale cortese risposta

Di  momo  (inviato il 15/02/2018 @ 12:04:33)


n. 64


Il nuovo ruolo degli assistenti capo che lavorano in prima linea comandati in mansioni superiori al posto dei sovrintendenti e ispettori .
Assistenti capo che svolgono mansioni superiori sorveglianza generale con annessi e connessi con solo responsabilità senza riconoscimento alcuno .
Tutto questo con buona pace di tutti .
Chiedono rispetto del ruolo si lamentano del riordino intanto fanno carriera , ma noi assistenti capo non abbiamo il parametro stipendiale da sovrintendenti ispettori e non avanziamo mai di carriera neanche se fanno un riordino tutte le settimane .
Ma noi assistenti capo non abbiamo lo stesso stipendio del ruolo sovrintendi ispettori.
Ma noi assistenti capo non abbiamo la qualifica da ufficiale di p.g.
E allora perché si deve assumere responsabilità di comando quando i compiti di comando appartengono per diritto e dovere al ruolo sovrintendente ispettori .
Quando il sindacato prenderà seriamente in considerazione di verificare se esistono reali e vere carenze del ruolo sovrintendi ispettori verificando anche come e dove sono impiegati.
Anche il ruolo agenti assistenti chiede il diritto del riconoscimento dei ruoli tutti.


Di  Anonimo  (inviato il 15/02/2018 @ 11:34:30)


n. 63


Cedolino febbraio arretrati assenti . Signori si vive di sola aria fritta . Questo mese sarà ricordato come il mese della vergogna.
Ricordatevi di votare il.4 marzo quello che più vi e simpatico .

Di  Anonimo  (inviato il 13/02/2018 @ 21:46:17)


n. 62


Commento 19/38 Anonimo.
Collega carissimo/a Il fatto e' di chi concede ,non solo anche Perche' lo concede.
Ognuno deve essere valorizzato per quello che vale,non e' sempre cosi.
L'Amministrazione deve fare le piante organiche,dove ci sono tanti graduati in esubero,vanno mandati dove servono.
Cosi il caro Assistente Capo puo' stare tranquillo anche di giorno.

Di  Anonimo  (inviato il 13/02/2018 @ 21:25:17)


n. 61


Vogliono carriera rivendicano il ruolo come giusto che sia e ci mancherebbe , però l'assistente capo si assume la responsabilità in turni di sorveglianza generale eppure l'assistente capo non rivendica nulla . Questa è la differenza tra l'assistente capo e superiori.

Di  Anonimo  (inviato il 13/02/2018 @ 19:38:53)


n. 60


Antonio ,con tanto di rispetto per te anche perche' lo meriti.
A noi non ci pensa nessuno,leggi e' ti accorgi che solo in questa pagina trovi interesse per il bene di tutti.
Solo il Sappe si muove per tutti.
La vita e' questa quando vai in pensione non prendi piu' come lo stipendio e piu' passa il tempo piu' prendi di meno questo e' tutto.

Di  Anonimo  (inviato il 13/02/2018 @ 14:42:30)


n. 59


Vi sfugge anche una considerazione, possono essere anche persone che sono sempre state operose e solo al pensiero di non avere l’impegno di alzarsi la mattina per andare a fare il loro dovere si sentono persi.
Oppure chi con sacrifici dopo una vita che attende la pensione se ne dovrà andare via con una pensione da fame, rispetto a rimanere in servizio. Oggi se stai ancora in servizio con gli accessori riesci a campare, in pensione ti puzzerai di fame! La legge sulle pensioni , per chi è contributivo, sfornerà i poveracci del futuro. Cosa diversa per chi è retributivo, ha gli anni è ancora si lamenta che non vuole andare via.
A differenza di chi non ha mai fatto un tubo fregandosene del collega, rendendosi assente dal lavoro, escogitando le peggiore giustificazioni affinché riuscisse a svolgere il suo vero lavoro… cioè fuori!
Ad ogni buon conto, se qualcuno oggi non ha intenzione di andarsene in pensione e rientra in una condizione sfavorevole, come appena citata, io non lo biasimo se ancora non vuole mollare.
Anziché fare queste considerazioni che lasciano il tempo che trovano, non pensate che è meglio sprecare le nostre energie per far capire che c’è troppa differenza nel trattamento pensionistico tra il retributivo e il misto ed infine contributivo? Costruire un futuro migliore dopo la pensione!
Un caloroso abbraccio a tutti.

Di  Antonino  (inviato il 13/02/2018 @ 09:40:56)


n. 58


Certamente il vecchietto che non vuole andare in pensione,Perche' si annoia:
1) Perche' ha l'impronta nella schiena della sedia.
2) Perche' si e' sempre adeguato al sistema ma ha sempre fatto finta?
3) Perche' e' rimasto sempre in trincea usando gli altri per suo comodo.
4)Perche' ha sempre predicato bene e razzolato male.
5) non tiene conto per il 2019 - 5% per tutti in base al netto.
6) Godetevi la vita gente finche' siete in tempo.
7) Ad alcuni non tutti gli farei cambiare sede Perche' abituati bene,senza responsabilita' ,e poi sempre vissuto come parassiti.
Bella la vita quando si scarica la responsabilita' ad altri.
Comunque rispetto per tutti i colleghi anziani tranne per i parassiti della societa' quelli che hanno sempre campato con le responabilita' di altri.
Salutoni per De blasis.

Di  In riferimento al commento 12/19 di Gio.  (inviato il 12/02/2018 @ 15:05:32)


n. 57


Ci sono colleghi vecchietti che proprio non vogliono andare in pensione incredibile dicono che in pensione si annoiano robe da pazzi .

Di  Gio  (inviato il 12/02/2018 @ 10:19:21)


n. 56


Fa freddo i colleghi sono senza adeguata fornitura di vestiario, anzi sono in mutande.
Spronate i componenti della commissione vestiario perché non e più possibile ridursi da straccioni elemosinare un paio anfibi una tuta .
I componenti commissione vestiario sono rappresentati sindacali , inaudito assurdo che nulla fanno
Quando chi rappresenta i lavoratori non adempie al mandato allora questo vanno cacciati via immediatamente.

Di  Lombardia  (inviato il 11/02/2018 @ 19:19:09)


n. 55


Erano sovrintendenti poi riordinati ispettori , oggi rivendicano il diritto dell'avanzamento a gratis al ruolo ancora più più.
Non siete mai contenti e proprio il caso del caro vecchio detto : la moglie ubriaca e la botte sempre piena .
Come vi sopporta il Sappe e il caso di dire Sappe Santo Subito

Di  Sovrintendente 2002  (inviato il 11/02/2018 @ 14:00:36)


n. 54


Pensate al ruolo agenti assistenti piuttosto che ruoli ispettori. La carretta la tirano agenti e assistenti tutti i giorni santi .

Di  Settantreesimo corso Ercolano  (inviato il 11/02/2018 @ 13:10:37)


n. 53


Si lamentano pure , l'unica categoria che può vantare reclami sono gli assistenti capo lo dico seriamente basta confrontare le buste paghe tra ispettori e assistenti per vedere le differenze stipendiali , per fortuna sono uno degli ultimi retributivi puro al 31 12 1995 anni 20 mesi 2 giorni 25 . Maggio 2018 in pensione totale euro 2.130,60 puliti mensili, finalmente sta finendo .
Tanti auguri per me .buona carriera per voi

Di  Matteo  (inviato il 10/02/2018 @ 20:31:46)


n. 52


Ottimo commento numero 48
Il delinquente non deve essere pagato,ma deve essere lui che deve pagare per risarcire il danno o i danni.
Le pensioni sono da fame Perche' i soldi vengono usati male.
Tra poco e' il 4 Marzo.

Di  Anonimo  (inviato il 10/02/2018 @ 20:23:57)


n. 51


@ De Blasis commento 43
Ho avuto modo di leggere le Vostre proposte in merito ai correttivi de "Riordino " e non solo quello relativo agli ispettori(è quello a cui sono interessato)..e trovo la proposta OTTIMA ...ma di difficile attuazione per via dei costi aggiuntivi che ne conseguono. Certo, ci saranno dei risparmi dovuti a mancate richieste di passaggio di ruolo (purtroppo ) in quanto in alcuni casi Non conveniente(quasi sempre per il personale anziano a cui un eventuale passaggio non apporta benefici economici)...ma difficilmente , senza risorse aggiuntive , si potranno raggiungere gli obbiettivi sperati ...ma " spes ultima dea est speremus igitur semper" .
P.S. sono uno degli ispettori passati (comma d) il 14/09/1995 ..e come detto , l'unico vantaggio è stato di avere 2 anni in più (praticamente per nulla) da ispettore capo ...ma meglio non lamentarsi , ne conosco che ne hanno fatti 15 di anni prima di passare sup.
Grazie
Distinti saluti

Di  momo  (inviato il 10/02/2018 @ 20:03:05)


n. 50


Purtroppo c' e' sempre chi vuole troppo.
Ringraziate De blasis che vi fornisce sempre le giuste delucidazioni.
Vorrei sapere di tutti questi graduati quanti sono in reparto a lavorare,sempre che vi lamentate,mai contenti.
Ora nei nuovi corsi speriamo che non lascino graduati in esubero,che gli stessi vengano mandati dove servono,troppo bello fare i corsi ed essere lasciati in esubero.
Vuoi il grado allora vai dove servi!
Non trovo giusto questo continuo lamentio.

Di  Sono per la mobilita',contrario agli esuberi  (inviato il 10/02/2018 @ 14:57:34)


n. 49


Italia, Allucinante veramente...“Ai detenuti 1.000 euro al mese” ma lo Stato non ha i soldi per la Polizia Penitenziaria. Il problema è che pare che in qualche carcere, a qualche agente sia stato chiesto di pagare vitto o bollette.* “Mentre allo Stato, ovvero a ogni italiano che paga le tasse, ogni detenuto costa al giorno circa 160 euro.

Quello stesso Stato che dice di non avere soldi per noi agenti e che dà pensioni da fame a chi ha lavorato una vita. Non ha alcun senso”

Di  Anto  (inviato il 10/02/2018 @ 13:58:25)


n. 48


I riordinati del 95 hanno avuto la fortuna del vecchio gratta e vinci , gratta e vinci l'avanzamento al grado.
Tutti i gratta e vinci erano vincenti .

Di  Anonimo  (inviato il 10/02/2018 @ 13:51:54)


n. 47


Nel frattempo l'assistente capo svolge i compiti dei sovrintendenti ispettori e qui discutere del più del meno

Di  Anonimo  (inviato il 10/02/2018 @ 12:42:21)


n. 46


A tutti i ruoli, voi pensate al riordino, mentre tutto accade, questa è la realtà di ogni santo giorno...LE AGGRESSIONI ALLA POLIZIA PENITENZIARIA. BASTA BUONISMO VERSO I DIVERSAMENTE LIBERI VIOLENTI.

Di  Anto  (inviato il 10/02/2018 @ 12:06:18)


n. 45


Aggiornamento reale, Polizia penitenziaria alle pezze: divise estive in inverno e stivali usati alle nuove leve...corriere salentino...

Di  Anto  (inviato il 10/02/2018 @ 10:34:37)


n. 44


Il precedente e l'attuale riordino non ha fatto altro che sfornare gratta e vinci turista per sempre.

Di  Anonimo  (inviato il 09/02/2018 @ 22:35:42)


n. 43


I riordinati del 95 hanno avuto tutto ed anche di pìù
Mi spiace dovermi grattare le pa..., ma è quello che rimane da fare di fronte a TANTA INGIUSTIZIA!

Di  Grattata violenta🐒  (inviato il 09/02/2018 @ 22:32:36)


n. 42


@Mauro
ripeto: anche nella Polizia di Stato così come da noi la promozione da ispettore a ispettore capo si consegue dopo 7 anni.
Per la Polizia di Stato la riduzione a 5 c'è stata solamente per coloro che sono diventati ispettori con procedure a cavallo dell'entrata in vigore del riordino del 1995. E di conseguenza noi abbiamo chiesto di applicarla anche a noi perchè a quel tempo non ci fu estesa.

Di  GB de Blasis  (inviato il 09/02/2018 @ 21:18:04)


n. 41


Che la permanenza da Ispettore a Ispettore Capo rimanga 7 anni, quando i pari grado della polizia di stato è dal riordino precedente che diventano ispettori capo dopo 5 anni....è cosa assurda, considerando che la base della legge dovrebbe essere un riallinamento tra tutte le forze dell'ordine.....BEL RIALLINEAMENTO....chi è diventato Ispettore vincendo un concorso, dopo essere diventato ispettore Capo dopo 7 anni ne deve aspettare altri 9 per diventare Ispettore Superiore mentre gli altri che già hanno beneficiato del primo riordino ne beneficiano anche in questo avendo avuto già pagati i 2 anni in più.....gli altri niente.....nè riduzione nè pagamento.......SE E' GIUSTIZIA QUESTA......

Di  Mauro  (inviato il 09/02/2018 @ 21:14:00)


n. 40


Ora Dottor De blasis speriamo che tutti quei correttivi vadano in porto.
Speriamo che tutte le disparita' sperequazioni siano eliminate del tutto per tutti pensionati compresi.
Quello che ha sempre fatto onore al Sappe e' questo l'interesse continuo di tutto per tutti.
Portate avanti i vostri progetti Perche' i vostri progetti sono anche i nostri e quello dei nostri figli che si vogliono arruolare nel corpo della
Polizia Penitenziaria dove hanno mangiato i loro padri,fieri di questo corpo,fieri di tutta la gente che porta la divisa.
Grazie De blasis Grazie Dottor Capece,Grazie Sappe.
Portate avanti questi correttivi per tutti noi.

Di  Il mio nome puo' solo essere W la Pol.Pen.  (inviato il 09/02/2018 @ 21:13:38)


n. 39


@momo
la riduzione di due anni per la promozione da ispettore ad ispettore capo è stata applicata solamente agli ispettori inquadrati a seguito del riordino del 1995 ovvero con le procedure di inquadramento a cavallo con l'entrata in vigore del riordino del 1995.
Questo è stato fatto per riallinearli ai colleghi della Polizia di Stato che trovandosi nella stessa condizione avevano beneficiato di questa riduzione.
Per il resto, la progressione in carriera nel ruolo degli ispettori è rimasta la stessa di prima: da ispettore a ispettore capo sette anni.
Per quello che riguarda le proposte di modifica in fase di correttivi al riordino del 2017, in considerazione del fatto che la progressione in carriera nel ruolo degli ispettori ci sembra troppo lunga, anche in confronto agli altri ruoli, e cioè abbiamo calcolato che ci vogliono trent'anni per arrivare alla qualifica apicale di sostituto commissario coordinatore, abbiamo chiesto una riduzione dei tempi di permanenza nelle qualifiche proporzionata alle altre carriere.
2 anni da vice ispettore a ispettore;
5 anni da ispettore a ispettore capo;
5 anni da ispettore capo a ispettore superiore;
6 anni da ispettore superiore a sostituto commissario;
4 anni da sostituto commissario a sostituto commissario coordinatore.
Infine, ci sembrerebbe giusto che tutti coloro che sono stati inquadrati in una qualifica superiore (di tutti i ruoli) potessero portarsi dietro una riduzione per la promozione alla qualifica successiva pari agli anni di permanenza ulteriori rispetto a quelli necessari per la promozione acquisita in prima applicazione.

Di  GB de Blasis  (inviato il 09/02/2018 @ 20:10:14)


n. 38


Grazie sei gentile commento delle ore 13 .28.06 tranquillo sono già in cura al centro mentale .

Di  Anonimo  (inviato il 09/02/2018 @ 20:01:11)


n. 37


Il mio nome non dipende dalla smorfia,il mio nome dipende dai comportamenti altrui.
Un nome pensato e' sempre meglio di uno falsificato.
Non guardare il mio nome esprimi il tuo pensiero.

Di  Prima di scrivere pensa  (inviato il 09/02/2018 @ 19:50:31)


n. 36


Riordino carriere = gratta e vinci turista per sempre.

Di  Anonimo  (inviato il 09/02/2018 @ 19:22:22)


n. 35


@ De Blasis
Continuo a leggeri di fantomatiche "ricostruzioni di carriera" per gli ispettori 95 (art.8 comma d ..del D.L 200) con riduzione di 2 anni (da 7 a 5 ?) ...(vedasi nota CISL del 8/2/2018) ...."ricostruzione" che a me , vista la L.95 /2017 , non risulta .( anticipo da Isp.capo /isp.sup .. solo con arretrati,che non ho ancora visto... ma fatto solo 2 anni in più da isp.capo(10) per passare sup. ) ..non mi risulta che si sia passati sup. 2 anni prima (2011 anzichè 2013)
Gentilmente ..a Lei , cosa risulta?
Grazie per un cortese riscontro
Distinti Saluti

Di  momo  (inviato il 09/02/2018 @ 17:59:38)


n. 34


Scusa Mauro è rivolto al commento sopra il tuo!!

Di  Anonimo  (inviato il 09/02/2018 @ 17:35:20)


n. 33


Scusa sei passato al n. 30....anche in questo caso la smorfia ti aiuta!!!

Di  Anonimo  (inviato il 09/02/2018 @ 17:33:26)


n. 32


Anonimo del commento n. 29 ci ha pensato la smorfia a darti il nome!!!! calza a pennello......!!!

Di  Anonimo  (inviato il 09/02/2018 @ 17:31:41)


n. 31


Per anonimo del commento 11.31.
Ci sono dei buoni specialisti sicuramente faresti meglio piu' a rivolgerti a loro che commentare in questa maniera.
Ti saluto,non prendertela,anzi se vuoi dei consigli sono a tua completa disposizione.

Di  Prima di scrivere pensa  (inviato il 09/02/2018 @ 13:28:06)


n. 30


Il riordino delle carriere vanno aboliti per legge non è giusto addormentarsi da vice sovrintendente da ispettore e svegliarsi al mattino ispettore e sostituto commissario .
La qualifica di commissari e sostituto commissario solo per concorso con titolo di laurea , le qualifiche di sovrintendenti ispettori solo per concorso con titolo non inferiore al diploma superiore.
Porre un freno all'età non superiore agli anni 40 per partecipare ai concorsi da sovrintendenti ispettori commissari .
Mandare in pensione d'ufficio obbligatoriamente chi supera l'età 53 anni con qualsiasi contribuzione posseduta , eliminare per decreto legge tutte le cause di servizio tranne per le vittime del dovere accertate .
Bandire concorsi riservato personale esterno arruolamento alle qualifiche iniziali fel ruolo sovrintendenti ispettori .
Eliminare i servizi non attinenti ai compiti d'istituto.
Assumere personale civile per servizi esterni ritiro consegna posta pacchi diversamente liberi e direzione autista direttori .
Bandire bandi concorsi assunzione personale specializzazione servizio di polizia traduzioni e piantonamenti penitenziari .
Ridare all'istituto penitenziario tutto quel personale che non svolge lavoro al di fuori dei penitenziari .


Di  Anonimo  (inviato il 09/02/2018 @ 11:31:56)


n. 29


Mi auguro che gli anni trascorsi in piu come sovrintendente e ispettore in sede di correttivi vengano considerati per ridurre il numero di anni necessari alla qualifica successiva. Non può esistere una diversità di trattamento in questo modo...

Di  Mauro  (inviato il 09/02/2018 @ 09:58:06)


n. 28


@ Rassegnato
Capisco perfettamente la tua delusione che, in parte, condivido.
Effettivamente il corso sovrintendenti del 2002 è stato particolarmente sfortunato, per tutta una serie di circostanze.
Va detto, però, che a livello di percezione sono tanti altri i colleghi che si sentono, e si sono sentiti, altrettanto svantaggiati. Ti posso citare, ad esempio, quelli che vinsero il concorso ispettore superiore nel 2004 e poi alla fine furono esclusi. Ti posso citare i colleghi che hanno partecipato all’ultimo concorso commissari, ammessi con riserva, che hanno frequentato l’intero corso di formazione per essere poi esclusi anch’essi alla fine.
Ti posso citare gli ultimi due concorsi da ispettore le quali procedure sono durate più di dieci anni.
Ti posso citare, infine, il caso di una decina di colleghi prima promossi per meriti eccezionali direttamente dal Presidente della Repubblica e, poi, a distanza di due anni sono stati retrocessi per annullamento delle procedure.
Questi sono solo alcuni esempi di uno scenario molto più ampio e servono soltanto a far capire che il malcontento è abbastanza diffuso e che anche il riordino ha creato altrettanto malumore per tutti i casi in cui sono state deluse le aspettative.
Bada bene, non voglio fare il solito discorso del “mal comune mezzo gaudio”, ma semplicemente spiegare quanto vasto e soggettivo sia il malessere del Corpo.
Non è vero, però, che non abbiamo prestato attenzione al problema del tuo corso. Sono anni che rivendichiamo il vostro diritto alla retrodatazione della decorrenza giuridica. Lo abbiamo inserito da sempre della battaglia del riallineamento, iniziata fin dai tempi di Mastella Ministro della Giustizia.
Ancora oggi, abbiamo proposto in sede di correttivi al riordino la retrodatazione al gennaio 2000 anziche al dicembre.
E abbiamo anche chiesto di recuperare gli anni surplus impiegati per l’avanzamento alle due qualifiche successive.
Quindi forse abbiamo peccato di comunicazione ma non certo di impegno anche per il corso sovrintendenti del 2002.
Un abbraccio


Di  GB de Blasis  (inviato il 09/02/2018 @ 08:50:58)


n. 27


Replico brevemente alla cortese risposta dell'autore cercando di esere piu' esplicito. Ho letto diverse note ed articoli sul ruolo ispettori subito dopo il decreto 95/2017 ma praticamente nulla sul personale ddei sovrintendenti, soprattutto su quei 1757 che hanno avuto la fortuna (?) di partecipare al Corso del 2002. Massacrati con riguardo alle procedure concorsuali rispetto ai corsi successivi, ai criteri e decorrenze per l'avanzamento riconosciute solo oggi, letteralmente ignorati da un riordino che non ci dato praticamente nulla di piu' di quanto ci spettasse....resteremo gli unici nella storia del Corpo che hanno indossato le qualifiche per 14 anni EFFETTIVI. Parole sull'argomento........pochissime!!!!

Di  Rassegnato  (inviato il 09/02/2018 @ 08:32:41)


n. 26


Polizia Penitenziaria: accorpamento o no? Ecco le funzioni del corpo

A inizio anno Informazione Fiscale riepilogò i compiti della Polizia Penitenziaria, facendo riferimento alla Legge 395/1990. In questa legge si snocciolano compiti e doveri dei membri della Polizia Penitenziaria. Vale a dire: garantire l’esecuzione delle misure privative della libertà personale; assicurare l’ordine all’interno degli istituti di prevenzione e tutelarne la sicurezza; partecipare attivamente all’osservazione e alla rieducazione dei detenuti; espleta il servizio di traduzione dei detenuti e internati e il servizio di piantonamento dei detenuti e internati ricoverati in luoghi esterni di cura. Inoltre, gli appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria non possono essere impiegati in mansioni che non siano direttamente connesse ai servizi di istituto...e questo è tutto, rimarrà tutto come sta, quella è la canzone! Anto.

Di  Anto  (inviato il 08/02/2018 @ 21:27:26)


n. 25


Non so se ridere se piangere leggendo tutte le lagnanze che scrivete , il. precedente riordino e stato un gratta e vinci turista per sempre , l'attuale e nuovi gratta e vinci il riordino non vi soddisfa per via dell'esigua vincita .
Sarebbe ora che l'avanzamento ai ruoli superiori avvengano solo per concorsi , qualsiasi riordino nel comparto sicurezza difesa e un gratta e vinci turista per sempre.

Di  Sovrintendente 2092  (inviato il 08/02/2018 @ 20:17:23)


n. 24


@momo
Sui 3 ma …
1) Non ho capito a cosa o a chi ti riferisci;
2) Mi sembra che siamo d'accordo sul punto;
3) NOI siamo tutti noi … poliziotti e sindacati … anche qui siamo abbastanza vicini 38 anni di servizio … 23 da Ispettore … 59 di età e grazie al riordino sono passato Sostituto Coordinatore nel 2017 (10 mesi prima della pensione).
P.S. Intanto le cose "belle" cominciamo a scriverle sulla carta, poi ci batteremo per farle mettere in pratica. Lao Tse diceva che anche un viaggio di mille chilometri comincia con un passo.

Di  GB de Blasis  (inviato il 08/02/2018 @ 18:53:11)


n. 23


@rassegnato
scusami collega ma non è affatto vero che "da troppo tempo si parli a senso unico e solo di alcuni 'ruoli' ben precisi", almeno per quello che mi riguarda.
Infatti questo articolo sul ruolo degli ispettori è soltanto il terzo e ultimo che ho scritto dopo il riordino.
Il primo è stato sul ruolo agenti e assistenti. Il secondo sul ruolo dei sovrintendenti.


Di  GB de Blasis  (inviato il 08/02/2018 @ 18:42:03)


n. 22


Bisogna ammetterlo, è stato fatto un riordino dei riordinati, praticamente 2 al prezzo di nulla, e chi pensava di avere qualcosina dopo anni e anni di aspettative, non di cambiare ruolo per carità, quelli sono stati tutti presi dai già riordinati, ma nulla, anzi hanno ideato il coordinatore per tutte le qualifiche. Davvero un bellissimo gioco di prestigio. Il bello è che si lamentano anche i due volte riordinati, (avete capito chi sono)magari speravano nella legge Meduri, aspiravano al Ruolo di Commissario. Ragazzi qui c'è chi non ha preso nulla. Complimenti vivissimi e Buon Riallineamentoriordino, o schiforiordino fate voi, ma poi perché si chiama ancora riordino????. Misteri della vita. Senza parole, preferisco fermarmi qui.

Di  Mario64  (inviato il 08/02/2018 @ 18:11:26)


n. 21


Mi permetto da rivolgere una piccola critica all'autore. Mi sembra che da troppo tempo si parli a senso unico e solo di alcuni "ruoli" ben precisi dimenticando che nel Corpo ci sono tante altre qualifiche, puntualmente ignorate. Ed alcune di queste sono quelle che troppo spesso fanno da parafulmini alle nuove figure"direttive". Non me ne voglia nessuno!!!

Di  rassegnato  (inviato il 08/02/2018 @ 09:55:48)


n. 20


e già....non bastava un riordino per quelli del 95, hanno dovuto fare un altro riallinamento per loro, mentre i vincitori di concorso diretto ad ispettore evidentemente non sono meritevoli di nulla, questa è la meritocrazia italiana, ma per favore....cose dell'altro mondo....

Di  marcello  (inviato il 08/02/2018 @ 08:07:33)


n. 19


@antonello N°17
"I Vice Sovrintendenti del 1995 riordinati da Ispettori, i quali nel 2017 vengono riallineati...."
Mi dispiace contraddirTi ma nel 2017(penso Ti riferisca la D.L.95) i Vice Sorintendenti del 95 NON hanno avuto nessun riallineamento ....e anche Noi siamo rimasti pochini e non facciamo testo( credo meno di 300)
LA mia non è polemica , ma solo una doverosa precisazione
Distinti Saluti

Di  momo  (inviato il 07/02/2018 @ 22:22:33)


n. 18


@ De Blasis risposta N°12
Prima di tutto, grazie per la cortese risposta .....ma ci sono 3 ma...
1) Non capisco perchè si voglia e si debba considerare come superiore un VICE ISPETTORE (per la cronaca assunto come agente quando io ero già ISPETTORE nel lontano 1997)
2) Arrendersi ???? L'epoca di Don Chisciotte (fra 4 anni compie 4 secoli) ..mi pare un tantino passata .....Ho raccolto tutta la documentazione per un Ricorso al Tar ..per poi cosa avere ??? solo speso 4000 euro .E comunque , non ho detto che mi arrendo ..ho solo detto che mi hanno DEMANSIONATO ..e non potendo farci nulla , non mi ci mangio il fegato.
3)L'art. 23 ...non fa una piega ..ma non capisco a chi sia rivolto il termine "dipende poi da noi farlo rispettare anche nella realtà "...Quel NOI , chi è ? Noi Voi oppure Noi Io ?
30 anni di servizio ...23 da Ispettore ..58 di età ...e grazie al Riordino , forse passero' Sostituto nel 2021 (3 mesi prima della pensione) ....sempre facendo i miei 2 lavori da Assistente .....
P.S. Ho letto la proposta di modifica del D.L.95 ...anche questo, sulla carta bello ...ma sulla carta è e sulla carta rimarrà ...come il citato art.23
Distinti saluti

Di  momo  (inviato il 07/02/2018 @ 22:06:59)


n. 17


Non sono d'accordo di transitare nella polizia di stato ne tanto meno al transito nei carabinieri. I favorevoli al passaggio nella polizia di stato nei carabinieri credono di fare servizio al pari della polizia di stato e carabinieri, ma non è così anzi sarà l'opposto farete solo servizio interno all'istituto. La forestale e l'esempio del paesaggio nei carabinieri fanno ugualmente servizio di polizia forestale . Stessa cosa la polizia penitenziaria fare solo servizio penitenziario vigilanza osservazione diversamente liberi . Leducatore diventerà funzionario forse anche dirigente responsabile area trattamento osservazione con compiti di coordinamento comando. Meditate bene anziché gioire .

Di  Salvo  (inviato il 07/02/2018 @ 20:17:54)


n. 16


Vorrei sapere se è giusto per gli Ispettori del I corso esterno diventati Ispettori Capo dopo 7 anni (e non 5 come in Polizia di Stato) diventare Ispettori Superiori dopo 9 anni senza la riduzione dei 2 anni. Gli ispettori Capo riordinati hanno avuto i 2 anni in più riconosciuti e quindi pagati. E' PROPRIO VERO....HANNO CREATO UN DISALLINEAMENTO NEL RIALLIMENTO.
Mi auguro si intervenga con i correttivi e si consenta a questi Ispettori Capo diventare Ispettori Superiori con la riduzione dei 2 anni!

Di  Mauro  (inviato il 07/02/2018 @ 19:07:09)


n. 15


Ringrazio sinceramente tutta la redazione sappe il Dott.Donato Capece il signor De Blasis Giovanni per l'interessamento nei confronti dei sovrintendenti 2002 in servizio e pensionati . La nota del sappe e l'ultima speranza per noi sovrintendenti del 2002 sul riconoscimento della decorrenza dal 01.01.2000 per l'eventuale riconoscimento del diritto di tutti i sovrintendenti 2002 in servizio e pensionati .
Si ringrazia con stima Giulio

Di  Giulio  (inviato il 07/02/2018 @ 18:19:39)


n. 14


Che mondo tutti rivendicano avanzamenti di carriera però domandano come devono farsi chiamare ispettori capo oppure sostotituto commissario e / o funzionario .
Nel frattempo il ruolo assistenti svolge servizio mansioni superiori in compiti di sorveglianza generale però solo nei festivi grandi festività nei servizi di 15,50/24 .00
e 23,50 /8.00 , mi arrendo adesso voglio appartenere anch'io al ruolo dei sovrintendenti ispettori sostituti commissari oppure funzionario

Di   (inviato il 07/02/2018 @ 17:41:56)


n. 13


I Vice Sovrintendenti del 1995 riordinati da Ispettori, i quali nel 2017 vengono riallineati ... e gli Ispettori, che non erano Sovrintendenti, nel 2017 sono stati .... ??????? forse manca un passaggio ... Buon Riallineamentoriordino a tutti ... ad eccezione degli Ispettori Capo del Primo Corso, o forse Secondo ... anche qui mistero ... ah si !!! mi hanno risposto che siamo rimasti in pochini e non facciamo testo ...
Antonello

Di  Antonello  (inviato il 07/02/2018 @ 15:29:36)


n. 12


Incredibile di quali problemi si debba discutere , su come chiamare i graduati .
Siamo a posto

Di   (inviato il 07/02/2018 @ 15:02:43)


n. 11


@Antonino
il sostituto commissario va chiamato sostituto commissario senza alcun dubbio.
Altrimenti non sarebbe stato modificato da denominazione in qualifica.
precedentemente la denominazione andava aggiunta come si fa adesso con quella di coordinatore.
Quindi:
prima era Ispettore Superiore Sostituto Commissario
così come oggi è Sostituto Commissario Coordinatore

Di  GB de Blasis  (inviato il 07/02/2018 @ 12:05:40)


n. 10


@Riallineamento?
non è vero che non siamo stati riallineati.
Anche in Polizia di Stato la promozione da ispettore ad ispettore capo continua ad essere prevista dopo sette anni.
Anche in Polizia di Stato la riduzione di due anni è stata applicata soltanto a quelli che avevano le procedure a cavallo con il riodnino del 1995

Di  GB de Blasis  (inviato il 07/02/2018 @ 12:02:06)


n. 9


@momo
in parte hai ragione ... è dura "combattere" contro certi superiori, talvolta anche peggio del relazionarsi con la popolazione detenuta.
Dall'altra parte, però, non condivido il volersi arrendere.
Se è vero che l'art. 23 non fa una piega sulla carta, dipende poi da noi farlo rispettare anche nella realtà

Di  GB de Blasis  (inviato il 07/02/2018 @ 11:59:50)


n. 8


@Imbimbo
Ciao Giuseppe, ricambio i saluti con affetto.
Un direttore che usa certi sotterfugi ha bisogno di sminuire l'interlocutore perché non si sente alla sua altezza.
Noi siamo quello che facciamo e per te parla tutto quello che hai fatto in carriera.
Io ho sempre sentito parlare bene di te e qualche volta sei anche stato citato come esempio.
La direttrice del tuo istituto non so nemmeno chi sia ...
Un abbraccione

Di  GB de Blasis  (inviato il 07/02/2018 @ 11:55:53)


n. 7


Grazie della delucidazione, questo e tutto scritto è si può leggere, ma infine ancora non ho capito a sviluppo direttivo, in soldoni (in pratica), cosa vuole dire.
E poi per la nuova qualifica di Sostituto Commissario (pur essendo nel ruolo degli Ispettori con sviluppo direttivo) qual è “l’appellativo”, come ci si deve rivolgere nel chiamarli in causa, ancora Ispettori?
Un collega sottolineava, in un altro post, visto che la nuova qualifica è nel ruolo degli ispettori va chiamato ancora Ispettore. In considerazione che “Non ci si chiama per qualifica, ma per ruolo.” E così?
Dico ciò in quanto ho leso la suscettibilità altrui.
Cordialmente ringrazio e saluto.

Di  Antonino  (inviato il 07/02/2018 @ 11:45:40)


n. 6


Intanto con il riordino non hanno riallineato la permanenza nel grado di Ispettore a 5 anni come in Polizia di Stato, necessari per ottenere la qualifica di Ispettore capo, lasciandola a 7anni.
Tuttavia hanno riconosciuto la detrazione dei due anni di permanenza nella qualifica solo a coloro i quali beneficiarono del riordino già nel lontano 95.
Praticamente hanno creato un disallineamento nel riallineamento.
Speriamo che modifichino la norma e che l’ amministarazione fornisca i pareri per le modifiche attuabili entro un anno.

Di  Riallineamento?  (inviato il 07/02/2018 @ 10:54:33)


n. 5


@De Blasi
Ne avevamo parlato già tempo fa e da allora , nulla è cambiato .Infatti continuo a fare ,come ispettore superiore , 2 lavori da assistente e uno da cancelliere del tribunale (spese di mantenimento...quando il pc funziona ...ovvero quasi mai) . Credo che fintanto che la dicitura:"ferme restando le prerogative del direttore dell'istituto " nulla potrà veramente cambiare .Mi sento umiliato? ...SI ..mi sento demansionato ...SI .....ma le cose girano così e , o te ne fai una ragione o ti scoppia il fegato ...mio malgrado, me ne sono fatta una ragione e non mi resta che aspettare il momento della pensione .
" Gli ispettori superiori ed i sostituti commissari, oltre a quanto già specificato, sono principalmente diretti collaboratori del personale della carriera dei funzionari, svolgendo, in relazione alla formazione accademica e professionale acquisita, funzioni di coordinamento anche dell'attività del personale del ruolo degli ispettori, e sostituiscono temporaneamente i diretti superiori gerarchici in caso di assenza o impedimento di questi.
Anche qui' c'è da discutere ...perchè AGGIUNGERE "PRINCIPALMENTE "..non ha senso...o sono o non sono ....e visto che il mio "Diretto Superiore è un Vice ispettore" ...scusa ma la voglia di "SOSTITUIRLO" proprio NON ce l'ho .
Ho perso molto ma non la DIGNITA' .E con dignità continuo a fare i 2 lavori da Assistente.
Sulla carta , il citato art. 23 , non fa una piega ...ma solo sulla carta
Distinti saluti

Di  momo  (inviato il 07/02/2018 @ 10:49:48)


n. 4


Fatelo leggere a qualche direttore che da cip è diventato onnipotente e crede che il carcere è casa sua! (Gigliola cinguetti Sanremo 1971)! Caro de blasis siamo pari corso e oggi pari grado (sost. comm. coord.)! La signora direttrice mi scrive le letterine con il grado di Isp. Sup.
Un abbraccio Imbimbo Giuseppe

Di  E il Corpo!  (inviato il 07/02/2018 @ 10:25:40)


n. 3


@Rico
il ruolo non ha più "mansioni di concetto" ma direttive.
Quindi, superiori rispetto a prima.
I compiti nei quali può essere impiegato sono dettagliate nella nuova formulazione dell'art. 23 del 443/92.
Non può pertanto essere impiegato in mansioni inferiori o che comunque non gli appartengono.

Di  GB de Blasis  (inviato il 07/02/2018 @ 09:48:26)


n. 2


Però una cosa la voglio dire...Che fine ha fatto la mansione di concetto..?? Sarà pure carriera a sviluppo direttivo ma senza la fatidica parolina niente potrebbe impedire ad un comandante o a un direttore di poter impiegare il ruolo in mansioni inferiori o che non gli appartengono. Chi potrebbe negarlo..??

Di  Rico  (inviato il 07/02/2018 @ 09:27:46)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.196.215.69


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Il nuovo ruolo degli Ispettori con carriera a sviluppo direttivo

2 Le osservazioni del Cons. Ardita sulla riforma ordinamento penitenziario: il testo integrale audizione Commissione Giustizia del Senato

3 La riforma dell’ordinamento penitenziario: osservazioni e considerazioni

4 Ma chi siamo?

5 Max Forgione, un grande uomo salito in cielo

6 In memoria dell''Assistente Capo Paolo Gandolfo

7 Nuova circolare Dap per uso dei social: regole deontologiche, immagine e decoro. (o nascondere degrado, incuria e abbandono?)

8 Il Commissario Capo Giuseppe Romano insignito del prestigioso premio: Il discobolo d’oro

9 Le osservazioni del Procuratore Aggiunto di Catania Sebastiano Ardita alla riforma dell''ordinamento penitenziario

10 Il piano del Governo per svuotare le carceri: benefici anche per reati gravi e senza il parere della Direzione Nazionale Antimafia





Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria: accorpamento nella Polizia di Stato o nei Carabinieri?

2 Polizia Penitenziaria: accorpamento non si farà, ecco perchè

3 Il boss e il pentito si incrociano in aereo: la Polizia Penitenziaria evita alo scontro fisico tra i due

4 Corte Cassazione: Sciopero della fame detenuti è un''azione dimostrativa di scontro e di ostilità verso le istituzioni

5 Rapporto Ragioneria Generale dello Stato: dipendenti statali meno 7,2 per cento. Polizia Penitenziaria meno trentacinque per cento!

6 Ancora due Agenti penitenziari aggrediti da detenuto nel carcere di Rebibbia

7 Riforma ordinamento penitenziaria: anche l''Associazione Nazionale Funzionari del Trattamento contro i progetti del Governo

8 Comunicato DAP: la solidarietà a Luca Traini in carcere è una notizia priva di fondamento

9 Carcere di Parma: un’altra grave aggressione ad agente penitenziario

10 Il carcere è troppo duro per Michele Zagaria: il suo avvocato dice che il 41-bis lo deprime


  Cerca per Regione