Gennaio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2017  
  Archivio riviste    
Il pensiero di Matteo "Mazzini" Denaro


Polizia Penitenziaria - Il pensiero di Matteo

Notizia del 20/11/2009

in Nuvola Rossa

(Letto 2018 volte)

Scritto da: Nuvola Rossa

 Stampa questo articolo


A leggere il pizzino, sembra di avere a che fare con un patriota del Risorgimento, un latitante per motivi politici cui i Borboni danno la caccia: «...io non andrò mai via di mia volontà, ho un codice d’onore da rispettare... (che non è quello della Carboneria n.d.r.) ... lo devo a papà e lo devo ai miei princìpi (che non sono l’unità d’Italia né la lotta alla tirannide n.d.r.) lo devo ai tanti amici che sono rinchiusi e che hanno ancora bisogno... (questa frase sembra evocare immagini del passato quando i patrioti venivano rinchiusi in fetide celle perché cospiravano contro i Borboni) ...Lo devo a me stesso per tutto quello in cui ho creduto e per tutto quello che sono stato».

Io starò nella mia terra fino a quando il destino lo vorrà e sarò sempre disponibile per i miei amici, è il mio modo tacito di dire a loro che non hanno sbagliato a credere in me!

Già... i suoi amici... non hanno sbagliato a credere a questo grande filosofo pensatore, solo che non siamo di fronte ad un uomo che si batte per grandi ideali politici, non siano nemmeno di fronte ad un combattente che fa la resistenza contro una dittatura, siamo invece di fronte al nuovo capo della mafia siciliana, ideatore ed esecutore di svariati omicidi; un delinquente che nonostante la latitanza, si sposta in aereo in compagnia di una bella donna, per andare a curare i suoi loschi affari in Sudamerica.

E’ il Messina Denaro pensiero, rivolto ai mafiosi siciliani, ai quali dice che non hanno sbagliato a credere in lui, il grande condottiero mafioso, è il classico esempio di chi analizza la realtà secondo il proprio punto di vista, e secondo il suo punto di vista la sua vita è improntata a dei princìpi, al valore dell’amicizia, all’attaccamento alla propria terra, alle proprie origini, ad un presunto codice d’onore che lo fa restare latitante in Sicilia dove conduce una lotta sotterranea contro le istituzioni democratiche.

Un Messina Denaro che grazie ad aggrovigliate amicizie e scatole cinesi varie, riciclando denaro sporco, apre grandi magazzini, centro commerciali, supermercati, dando paradossalmente lavoro a tanta gente, indifferente al fatto che tali attività possano ricondursi all’attività criminale del nuovo liberal – mafioso che potremmo chiamare, per via del suo pensiero Matteo Mazzini Denaro.


Scritto da: Nuvola Rossa
(Leggi tutti gli articoli di Nuvola Rossa)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Poliziotti e detenuti ripareranno insieme le auto della Polizia Penitenziaria
Caso Cucchi: Poliziotti penitenziari chiederanno risarcimenti milionari ai Carabinieri
Detenuti di Poggioreale rifiutano le celle aperte: vissute come una minaccia alla propria incolumità
Fino a 6 mesi di carcere e 1000 euro di multa per chi sporca edifici e mezzi di trasporto, sia pubblici che privati
Dal carcere di Milano alla Siria: così si è radicalizzato il giovane foreign fighter
Sanremo, rissa tra detenuti sedata dalla Polizia Penitenziaria
Poliziotti Penitenziari aggrediti da un detenuto nel carcere di Busto Arsizio
Ndrangheta: boss impartiva ordini dal carcere de L’Aquila. 12 arresti


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori
Nessun commento trovato.



Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.158.127.188


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le foto dei tre detenuti evasi dal carcere di Firenze Sollicciano

2 Catturato dalla Polizia Penitenziaria uno degli evasi dal carcere di Rebibbia: indagini in corso sui complici della latitanza

3 Ufficiali medici nel Corpo di Polizia Penitenziaria?

4 Foibe, il martirio degli Agenti di Custodia

5 La sospensione delle ordinarie regole di trattamento penitenziario (art. 41-bis)

6 Rapporto Eurispes: la Polizia Penitenziaria sgradita a un italiano su due

7 Diventa anche tu Capo del DAP!

8 Il Ministro Orlando dichiara cessata l''emergenza sovraffollamento delle carceri, ma i dati lo smentiscono

9 C’era una volta la sentinella

10 Clamorosa evasione dall''istituto … dal carcere ... insomma quello lì, come si chiama?





Tutti gli Articoli
1 Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria

2 Caso Cucchi: Poliziotti penitenziari chiederanno risarcimenti milionari ai Carabinieri

3 Blitz della Polizia Penitenziaria: tre arresti per spaccio di droga a Napoli nelle prime ore della mattinata

4 Detenuto cinese violenta la figlia: compagno di cella marocchino lo sodomizza per un mese nel carcere di Prato

5 Detenuti di Poggioreale rifiutano le celle aperte: vissute come una minaccia alla propria incolumità

6 Tre detenuti evadono dal carcere di Firenze Sollicciano, Sappe: la responsabilità è dei colletti bianchi, evasione annunciata

7 Agente Penitenziario sorprende i ladri in casa che lo aggrediscono: ricoverato al pronto soccorso

8 La latitanza dorata del detenuto evaso da Rebibbia catturato dal NIC della Polizia Penitenziaria

9 Bonus 80 euro: quando e come saranno stanziati dopo ennesimo slittamento

10 Due Poliziotti feriti nel carcere di Regina Coeli: aggrediti da detenuti magrebini infastiditi dalle perquisizioni


  Cerca per Regione