Dicembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2016  
  Archivio riviste    
Il Poliziotto Penitenziario e la difficile condizione di lavoro in presenza di detenuti di indole aggressiva


Polizia Penitenziaria - Il Poliziotto Penitenziario e la difficile condizione di lavoro in presenza di detenuti di indole aggressiva

Notizia del 03/06/2015

in Primo Piano

(Letto 5668 volte)

Scritto da: Rita Argento

 Stampa questo articolo


La realtà penitenziaria si presenta come sempre quale realtà piuttosto variegata, ove ogni ristretto ha un proprio carattere, una propria personalità, nonché un proprio modo di rapportarsi con il prossimo e con il vivere quotidiano tra le mura del carcere.

Ed è sotto quest’aspetto che talvolta si presenta il ristretto con un’indole violenta, di fatto, un fenomeno importante che assume non a caso in ogni Istituto penitenziario, il denominatore comune di un compito essenziale ovvero: prestare la massima attenzione, per evitare l’insorgere di situazioni non più controllabili.

L’aggressività, non sempre risulta essere conseguenza diretta di problemi di natura psichica. Non c’è dubbio che sussistono casi di alterazione mentale che portano inevitabilmente ad atteggiamenti aggressivi e alla violenza, ma è anche vero che non sempre risulta essere esatto il luogo comune del “matto violento”. Pertanto, aggressioni, lesioni, comportamenti violenti, sono presenti in egual misura nella cosiddetta popolazione normale e non soltanto in chi sia affetto da disturbi di natura psichica.

A tal proposito, è proprio in queste situazioni che il Poliziotto Penitenziario si ritrova a lavorare in una condizione di forte tensione. D’altronde, non tutti gli Istituti penitenziari presentano dei reparti che siano idonei per fronteggiare tali circostanze.

Un detenuto violento sente ancor di più “l’essere ristretto” e se non ben seguito da personale specializzato con un idoneo programma rieducativo, rischia di diventare una vera e propria “mina vagante” all’interno di una sezione, diventando così pericoloso per sé stesso ma anche per chi si ritrova a condividere lo stesso spazio.

Un turno regolare di un Poliziotto Penitenziario si sviluppa in sei ore, ma per condizioni di carenza di personale il più delle volte può diventare di otto ore e nei casi eccezionali anche oltre. E, purtroppo, non sempre ci si trova in questi reparti con il numero esatto di unità da impiegare.

Un aspetto fondamentale diventa focalizzare questa tipologia di detenuti che di certo richiedono un’attenzione costante da un’equipe educativa e sanitaria, capace di coinvolgere il ristretto in questione, cercando di inserirlo nel contesto comune del carcere.

Creare quindi delle sezioni detentive idonee per questa delicata tipologia di detenuti, mediante delle camere di detenzione che siano più indicate per tali soggetti, ovvero, intervenire realizzando un percorso costante da parte di personale specializzato che coinvolga il più possibile il ristretto che si ritrova in questa difficile condizione, attraverso colloqui più frequenti, corsi di intrattenimento, di rieducazione comportamentale eccetera, al fine appunto di cercare di reintegrarlo con la vita quotidiana della restante popolazione detenuta.

Il Poliziotto Penitenziario non può ritrovarsi ad affrontare continue situazioni di tensione, perché quando si parla di “benessere del personale di Polizia Penitenziaria”, in primo luogo deve partire proprio nel proprio contesto lavoro: la sezione detentiva.

 

 


Scritto da: Rita Argento
(Leggi tutti gli articoli di Rita Argento)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Tentano di fare sesso nella sala colloqui del carcere di Pisa: denunciati dalla Polizia Penitenziaria
Dopo 32 anni la pistola Beretta va in pensione: gli USA firmano contratto con la Sig Sauer
Terrorismo: i Poliziotti Penitenziari in ascolto e i terroristi islamici cambiano strategia
Carcere di Teramo: rientra la protesta, trasferiti 120 detenuti
Governo invia i militari per controllare le carceri: penitenziari brasiliani al collasso
Comunità ebraica di Milano: contro il radicalismo islamico nelle carceri, istituire corsi multi religiosi
Carcere di Teramo senza riscaldamento e in mezzo al terremoto: domani lo sfollamento
Carcere di Orvieto, un''eccellenza che rischia di andare in fumo per le scelte del DAP


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori
Nessun commento trovato.



Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.163.149.151


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria arresta estremista islamico. Prima operazione antiterrorismo dentro un penitenziario eseguita dal Nucleo Investigativo Centrale in collaborazione con la Digos

2 I suicidi nella Polizia Penitenziaria sono il doppio rispetto alle altre forze dell’Ordine e il triplo rispetto alla società civile

3 Como: poliziotto penitenziario muore stroncato da infarto in servizio

4 In memoria del collega Pietro Sanclemente, Assistente Capo del carcere di Trapani

5 Con il Decreto Milleproroghe arrivano le assunzioni nella Polizia Penitenziaria

6 Polizia Penitenziaria: serve un’efficace comunicazione per non alimentare una costante disinformazione

7 Replica a Il Fatto Quotidiano: i veri motivi per cui il Sappe ha querelato Ilaria Cucchi

8 Parte male il docente di islamismo per la Polizia Penitenziaria: "insegnerò ai secondini..."

9 La Stampa: la radicalizzazione nelle carceri italiane passa attraverso telefonini, sopravvitto e preghiera

10 Gli Uffici per l’Esecuzione Penale Esterna (UEPE)





Tutti gli Articoli
1 Terrorismo: i Poliziotti Penitenziari in ascolto e i terroristi islamici cambiano strategia

2 Chiusa la sala internet del carcere di Bolzano: detenuti cercavano contatti con l''isis

3 Dopo 32 anni la pistola Beretta va in pensione: gli USA firmano contratto con la Sig Sauer

4 Caso Cucchi: Carabinieri accusati di omicidio preterintenzionale e di aver accusato la Polizia Penitenziaria

5 Fabio Perrone aggredisce due Poliziotti penitenziari. Un anno fa venne arrestato per l''evasione con sparatoria dall''ospedale

6 Tentano di fare sesso nella sala colloqui del carcere di Pisa: denunciati dalla Polizia Penitenziaria

7 Ruba auto a Poliziotto penitenziario ma rimane bloccato dal passaggio a livello e viene arrestato

8 Carcere di Teramo senza riscaldamento e in mezzo al terremoto: domani lo sfollamento

9 Rientro dei distaccati dal carcere di Alessandria San Michele: prevista anche sorveglianza dinamica e automazione cancelli

10 Maltempo in Sardegna: 20 Poliziotti Penitenziari e 150 detenuti bloccati nella colonia agricola di Mamone


  Cerca per Regione