Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Il Salerno ferma l'Astrea: dopo tre mesi di imbattibilità 0 a 1 per i campani


Polizia Penitenziaria - Il Salerno ferma l'Astrea: dopo tre mesi di imbattibilità 0 a 1 per i campani

Notizia del 12/03/2012

in Fiamme Azzurre

(Letto 1829 volte)

Scritto da: Redazione

 Stampa questo articolo


Campionato Serie D- LND 2011/2012 (girone G) – 26^ giornata (9^ritorno) – Casal del Marmo, 11/03/2012

 o
 
ASTREA-SALERNO 0- 1
 

Astrea: Longobardi, Cipriani (14' st Giuntoli), Ugolini, Mollo, Sannibale, Di Fiordo, Gaeta, Battisti, Di Iorio, Gramacci, Bosi (14' st Bauco). All.Fazzini

 

 

Salerno: Sestito, Calori, Chirieletti, Puglisi, Giubilato, Proia, De Cesare (14’st Mounard), Montervino, Biancolino, Caputo (33'st Chiavaro), Giacinti. All.Perrone

 
Arbitro: Amoroso di Paola
 

Marcatori: 7’ st Biancolino

 

Note: AmmonitiBauco, Puglisi e Giacinti.  Angoli 3 a 5 per il Salerno.Recupero 1' pt 3' st, 800 spettatori circa.

 
 
 
 

(Foto Pivetta) Dopo tre mesi e mezzo termina la striscia positiva dell’Astrea in fatto di risultati positivi consecutivi. La corsa si è fermata in casa, contro la capolista del girone, capace di superare la squadra di Fazzini approfittando dell’unica, vera, nitida occasione da rete di un match in cui i nostri sono stati abilissimi a chiudere gli spazi di manovra dei pur bravi avversari, e ci si è resi conto sin dal calcio d’inizio che la gara, giocata soprattutto a centrocampo, si sarebbe potuta chiudere solo grazie a degli episodi. Se almeno uno dei due eclatanti creati dall’Astrea, con Gaeta prima, con Giuntoli poi nel finale, avesse imboccato la rete, a quest’ora commenteremmo un risultato diverso, sinceramente più giusto, con un pari che non avrebbe fatto rammaricare nessuno per ciò che si è visto sul campo dato il profondo equilibrio di valori e prestazioni dei 22 sul campo. Primo tempo più Salerno, nel secondo Astrea maggiormente incisiva soprattutto dopo il decisivo ingresso di Giuntoli. Tornando però alla realtà dei fatti, che poco ha a che vedere con i “se” ed i “ma” del dopo partita, il colpo di testa di Biancolino ha però lasciato i tre punti agli ospiti. In ogni caso la corsa ai play off per i nostri, sesti a quota 37 punti, non si ferma. Nella tribuna centrale di Casal del Marmo, per visionare il loro Salerno, non sono mancati il presidente Lotito ed il cofinanziatore Mezzaroma.

Nel primo tempo l’attacco degli ospiti si è fatto incisivo al 14’ pt con De Cesare che, servito da Caputo, ha provato a concludere in porta trovando però Di Fiordo pronto a contrare. Proprio su una respinta di Di Fiordo Caputo al 20’ pt dai 25 metri ha tentato la conclusione di potenza trovando però un ottimo Longobardi che in tuffo ha salvato sicuro. L’Astrea si è resa pericolosa soprattutto sul finale del primo tempo, con Gaeta che dalla fascia destra, all’altezza di metà dell’area avversaria ha provato la conclusione a rete, lambendo il secondo palo per pochi centimetri. Sempre Gaeta con un tiro cross al 45’ ha servito Bosi che ha concluso bene a rete, ma Sestito in extremis ha mandato in corner.

Nella ripresa al 7' st, la doccia fredda per l’Astrea:  angolo di De Cesare e Biancolino di testa (in foto l'azione del gol)  ha infilato l’incolpevole Longobardi sotto la traversa.

L’undici di Fazzini però non perso lucidità dopo la rete subita: al 21' st occasione d’oro non concretizzata dall'Astrea: cross di Bauco, Gramacci da posizione favorevole ha impattato malissimo la palla a pochi passi da Sestito.

Al 26' st  Mollo ha servito a Gaeta un delizioso cross in profondità, ma a pochi passi dalla porta il nostro numero 7  non ha trovato la coordinazione per il tiro, e la palla è stata intercettata da Sestito.

Al 32' st Giuntoli su azione personale ha colto una traversa su azione personale, dopo essersi agevolmente liberato di Puglisi.

 

Nel campionato juniores naufragio dell’undici di Mochi in casa del Palestrina: 6 a 1 il finale.

 

Per il settore giovanile bene gli allievi di Sambucini che per 3 a 1 hanno superato in casa il Forte Aurelio con le reti di Di Mario, Ranaldi e Taroni, stesso risultato, purtroppo subito, dai giovanissimi di Capozzi che hanno rimediato  l’1 a 3, sempre in casa, contro il Fonte Meravigliosa. Il marcatore dei biancoazzurri è stato Franceschini. 


Scritto da: Redazione
(Leggi tutti gli articoli di Redazione)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata
Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma
Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni
Indagini nel carcere di Padova per capire chi ne ha disposto il declassamento da detenuti alta sicurezza a detenuti comuni
La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie
In arrivo un bando di gara per la fornitura di circa diecimila braccialetti elettronici
Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori
Nessun commento trovato.



Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.204.189.167


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

3 In ricordo di Roberto Pelati, ex atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre colpito da una grave malattia e scomparso prematuramente

4 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

5 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Poliziotti penitenziari che lavorano negli uffici: pochi, troppi o adeguati?

8 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

9 La protesta dei poliziotti di Rebibbia e gli starnuti del RE

10 Razionalizzazione del personale: pure quello informatico però





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

4 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

5 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

6 Polizia Penitenziaria e Carabinieri arrestano due persone pronti a sparare e con targhe contraffatte

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

9 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

10 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali


  Cerca per Regione