Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Impiego nei reparti detentivi: rotazione individuale e giornaliera o istituzione di specifici gruppi con rotazione temporale?


Polizia Penitenziaria - Impiego nei reparti detentivi: rotazione individuale e giornaliera  o istituzione di specifici gruppi con rotazione temporale?

Notizia del 02/12/2013

in Opinioni

(Letto 3815 volte)

Scritto da: Rita Argento

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


                                                                                                          

Un aspetto che merita costante attenzione all’interno degli Istituti Penitenziari è l’ottemperanza di quanto previsto dall’Accordo Quadro Nazionale, ove si ribadisce che il personale di Polizia Penitenziaria maschile e femminile, nelle rispettive sezioni per ristretti uomini e donne detenute, debba essere impiegato secondo il principio dell’eguaglianza di posizione, attitudine e dignità professionale.

Partendo da questo presupposto, si prende in riferimento una ipotetica realtà detentiva di media- grande portata, ove si presentano più reparti detentivi, ciascuno differente in primis per tipologia della popolazione detenuta  presente.

Pensiamo ad esempio ad una classica ripartizione in una casa circondariale, che distingue: un reparto per detenuti giudicabili, un altro per definitivi, un reparto specifico di infermeria, per la cura e l’assistenza di detenuti con patologia sanitaria importante o in terapia metadonica, eccetera, eccetera …

A questo punto, ci si chiede: “all’interno di un Istituto Penitenziario, comporterebbe maggior vantaggio impiegare gli appartenenti del ruolo agenti assistenti attraverso la rotazione individuale e giornaliera dei posti di servizio ovvero provvedere attraverso l’istituzione di specifici gruppi con rotazione temporale in ciascun reparto?”

La rotazione individuale e giornaliera da parte dell’appartenente al ruolo agente assistente realizzerebbe da un lato il vantaggio della rotazione quotidiana in modo equo, ma allo stesso tempo verrebbe a determinare  lo svantaggio di una più difficile collaborazione: dove l’adozione di una metodologia di lavoro uniforme potrebbe rivelarsi un’incognita. Il tutto per il venir meno di due requisiti importanti, quali continuità e stabilità.

Cosa accadrebbe invece se, dopo una attenta presa visione dell’organico in dotazione, in ciascun Istituto penitenziario il ruolo agenti assistenti fosse ripartito in specifici gruppi, assegnati con cadenza temporale in ciascun reparto detentivo? Probabilmente, il lavorare in squadra comporterebbe un maggior affiatamento e una maggiore consapevolezza nel dare vita ad una metodologia di lavoro uniforme. In questo caso troverebbero piena applicazione i requisiti di stabilità e continuità.

In tal caso, è necessario ribadire come la rotazione non più individuale bensì di gruppo non smetterebbe di esistere, anzi verrebbe a manifestarsi con cadenza non più giornaliera bensì temporale. E per temporale s’intende: trimestrale, semestrale, eccetera … Cadenza che, ad ogni modo, diventerebbe discrezione organizzativa, più affine all’Istituto di riferimento.

Oggi, probabilmente, già esistono realtà detentive che scelgono di optare in merito. Certo, talvolta la carenza di organico compromette molti buoni propositi e diventa tutto più problematico. Di certo, credo e sono convinta, che la Polizia Penitenziaria quando lavora deve agire nella piena collaborazione e nel rispetto ciascuno ed ognuno del servizio svolto in comune.

Diceva Henry Ford,Industriale, ingegnere e progettista statunitense:  “Trovarsi insieme è un inizio, restare insieme un progresso … LAVORARE INSIEME UN SUCCESSO.”
  


Scritto da: Rita Argento
(Leggi tutti gli articoli di Rita Argento)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Poliziotto penitenziario assolto definitivamente: era accusato di associazione mafiosa ad una cosca di Lamezia Terme
Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere
Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage
Detenuto in alta sicurezza aggredisce Poliziotto penitenziario dopo colloquio con i familiari nel carcere di Siracusa
Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza
Il carcere di Sala Consilina rimarrà chiuso: il Consiglio di Stato ha accolto provvisoriamente il ricorso del Ministero contro il TAR
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. Arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 5


Rotazione?? Presso la Casa Circondariale di Campobasso non esiste la Rotazione...Vi è Personale di Polizia Penitenziaria che svolge da 20 anni servizio negli uffici vari e Personale che, come me da 20 anni e oltre svolge sempre servizio nei reparti detentivi....il DAP non c'entra niente in tutto questo, sono le Direzioni degli Istituti unitamente ai Sindacati che devono fare qualcosa in merito alla dignità del Personale.....la divisa è uguale per tutti, lo stipendio lo prendiamo tutti, i doveri sono di tutti e tutti devono conoscere il bene ed il male!!!!
Michele Oriente da CC Campobasso

Di  Michele  (inviato il 12/12/2013 @ 16:05:14)


n. 4


condivido valentino dove lavoro io ci son delle colleghe che sono veri fossili nei posti dove lavorano ci sono dai tempi della pietra e sguazzano nel piu' totale sbrago e i superiori???? se ne sbattono non si affacciano per niente quindi nisba!!!!!
Teresa

Di  Teresa  (inviato il 03/12/2013 @ 22:16:45)


n. 3


il problema principale sono i rappresentanti sindacali che occupano i vari posti fissi, chiedere in primis ai vostri................

Di  federco  (inviato il 03/12/2013 @ 08:28:53)


n. 2


Nel caso di istituti non molto grandi è preferibile la rotazione individuale giornaliera (su tutti i posti) in modo che tutti conoscano tutto. Nel caso di istituti grandi la rotazione individuale giornaliera può nascondere il trucco di far girare una parte del personale sempre e solo sui posti a diretto contatto con i detenuti. La rotazione temporale di gruppo garantisce continuità ma occorre che dal gruppo una unità per volta esca per affrontare altre esperienze ed arricchire altri gruppi. L'importante è non far fossilizzare sempre gli stessi colleghi nei posti dove nessuno, nemmeno il Comandante, si affaccia.

Di  Di Bartolomeo Valentino  (inviato il 03/12/2013 @ 00:52:36)


n. 1


Parlando di rotazione, ciò non avviene quasi mai nei reparti detentivi nei tanti istituti sopratutto sud italia ci sono agenti-assistenti capo da più di 20 anni sempre nello stesso reparto o sezioni e non va bene il personale devrebbe ruotare.

Di  Luigi  (inviato il 02/12/2013 @ 11:44:46)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.211.82.105


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

2 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

3 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

4 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

5 Rosario Di Bella, Sovrintendente Capo della Polizia Penitenziaria è deceduto. Lavorava nel carcere di Imperia

6 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

7 Focus su: batteri, virus e malattie infettive nella carceri. Poliziotti e detenuti a rischio contagio

8 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

9 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP

10 Qualcuno ci aiuti a fermare la strage!





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage

3 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

4 Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere

5 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

9 Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini

10 Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni


  Cerca per Regione