Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
In ricordo dell'Ispettore Ignazio Belfiore


Polizia Penitenziaria - In ricordo dell'Ispettore Ignazio Belfiore

Notizia del 24/10/2012

in Memoria del Corpo

(Letto 18021 volte)

Scritto da: Giuseppe Romano

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


L’Ispettore Superiore di Polizia Penitenziaria, Ignazio Belfiore era originario di quella splendida parte della Sicilia, che ha dato i natali a gente meravigliosa, discendenti di quei Greci che fondarono Akragas e civilizzarono la parte meridionale dell’isola.

Anche lui era una splendida persona, solare, intelligente, acuto osservatore e dotato di un eccezionale sense of humor. Ci ha lasciato nella calda mattina di un’estate fuori stagione, il 16 ottobre scorso, dopo una breve ma terribile malattia. Era nato ad Agrigento il 16.4.1950 e si era arruolato giovanissimo nel Corpo degli Agenti di Custodia, nel 1968, prestando servizio presso numerosi penitenziari della penisola fra questi Portoazzurro, Torino, Caltanissetta, Ragusa dove era stato il Comandante e al vecchio carcere di Agrigento “San Vito” dove per un periodo ha svolto le mansioni di Comandante e nel 2003 era andato in pensione dalla Casa Circondariale di Sciacca .

Ma questo non l’aveva reso sedentario, anzi si era attivato nel costituire la sezione ANPPE di Agrigento. Aveva scalato tutte le vette della carriera, brigadiere, maresciallo, e infine Ispettore Superiore, prestando servizio in numerosi Istituti di pena, facendosi sempre apprezzare per le sue dote umanitarie e per l’attenzione posta ai problemi lavorativi del personale di Polizia Penitenziaria, che sfociò nella naturale adesione al Sindacato, dove al fianco del suo inseparabile amico, nonché attuale segretario regionale del Sappe, iniziò una lunga militanza sindacale, fatta di tanti sacrifici ma costellata anche da tanti successi ottenute con vere battaglie sindacali.

Lo conobbi a metà degli anni ’90 quando da segretario regionale del SAPPE combattei una lunga battaglia sindacale a fianco degli amici agrigentini a seguito di una serie di rapporti disciplinari, denunce penali che avevano decimato le file del SAPPE in quell’Istituto i cui iscritti e delegati erano solo rei di non essere accondiscendenti nei confronti di una certa gestione dell’istituto portata avanti dal direttore dell’epoca. E proprio Ignazio restò sbalordito quando mi presentai ad Agrigento per difendere i loro diritti, munito di una croce di legno di due metri, pronto ad incatenarmi ai cancelli della “Petrusa”. In seguito lo ebbi gradito compagno di viaggio, sulla mia Fiat Tempra SW, alla volta di Roma, per incontrare il Capo del Dipartimento affinchè si mettesse la parola fine al caso Agrigento. Erano tempi pioneristici quelli del sindacato dei primi anni novanta, che ebbero in Ignazio Belfiore un ottimo interprete dello spirito sindacale di quei tempi, un amico su cui contare, uno di quelli che ti da il consiglio giusto al momento giusto.

Caro Ignazio, ti ricorderemo sempre per la tua arguzia, per quello che ci hai saputo insegnare in questo difficile mestiere, e per il contributo che hai dato per la crescita di questo meraviglioso Corpo della Polizia Penitenziaria.


Scritto da: Giuseppe Romano
(Leggi tutti gli articoli di Giuseppe Romano)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone
Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti
Giornata della legalità: nel carcere di Arienzo i detenuti leggono i nomi di tutte le vittime di mafia e minuto di raccoglimento per Don Peppino Diana
Detenuto girava video dal carcere: arrestato con arsenale in casa, torna ai domiciliari con il braccialetto elettronico
Delega al Governo per dare Skype anche ai mafiosi? Insorge l''Associazione Vittime del Dovere
Tentata evasione dal carcere di Ivrea: detenuto fermato prima che arrivasse al muro di cinta
Detenuto ricoverato, esponente di spicco di un clan di Messina, libero di girare per l''ospedale di Parma
Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 7


il ricordo di un'amico, non è quello delle belle facciate tra i conoscenti con fiori e condoglianze tra i parenti i in chiesa, ma semplicemente portare dentro di tè il ricordo di chi per anni a condiviso la vera 'amicizia sincera del Maresciallo Belfiore così lo chiamavo da vivo.
VINCENZO MONTALBANO.

Di  Anonimo  (inviato il 28/10/2012 @ 12:51:05)


n. 6


R.I.P.

Di  Frank  (inviato il 26/10/2012 @ 10:18:26)


n. 5


Caro Ignazio Belfiore...che dire non ho parole per esprimere il rammarico di questa triste notizia giunta a tutti noi colleghi della Casa Circondariale di Sciacca ...proprio li è stata la tua ultima sede prima di andare in quiescenza...Ti ricordiamo con tanto affetto anche perchè sei stato affettuoso con tutti noi...ricordo bene il tuo stile...davi sempre dei buoni consigli professionali senza avvelerti mai del tuo grado gerarchico...ti ricorderemo sempre sarai sempre tra di noi ...Salvatore Aliotta...

Di  Anonimo  (inviato il 25/10/2012 @ 21:25:41)


n. 4


Caro Ispettore, Ti conosco da sempre e TI ho apprezzato come uomo e persona, sapevo che sei stato un meraviglioso membro della POLIZIA PENITENZIARIA - tutti ti an voluto bene, nella TUA SEVERITA' eri meravigliosamente uno che ha veramente servito lo Stato e le sue istituzioni ciao enzo ti vorrò bene per sempre anch'Io parola di un Carabiniere come me, che ormai se Dio vorrà tra qualche anno andrà in pensione ciao Enzo, riposa tra gli angeli e gli ONESTI !!!

Di  NINO casa  (inviato il 25/10/2012 @ 20:06:10)


n. 3


In ricordo del carissimo Ispettotre superiore

Ignazio Belfiore:
Era l'anno 1981, lo conobbi a Termini Imerese, fu affettuoso e amico di tutt,i ci trasmise il coraggio e la sua esperienza... fu adorato come un genitore..Carissimo Ignazio.. sarai per sempre nei ricordi di chi ti ha voluto bene....Con affetto Enrico Pischedda

Di  Enrico  (inviato il 24/10/2012 @ 21:14:11)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.163.157.48


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente della Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza in casa davanti ai familiari

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

4 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

5 Riordino vuol dire mettere ordine

6 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

7 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

8 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

9 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?

10 Cos''è e come funziona la Banca dati nazionale del Dna





Tutti gli Articoli
1 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

2 Agente penitenziario suicida: non riusciva a mantenere i tre figli disoccupati

3 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

4 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

5 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

6 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

7 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

8 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone

9 Detenuto evade dal carcere di Alessandria: era addetto alla pulizia delle aree esterne del penitenziario

10 Nuovi particolari su evasione da Frosinone: i complici sono saliti sul muro di cinta con una scala


  Cerca per Regione