Gennaio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2017  
  Archivio riviste    
In ricordo dell’assistente capo Pietro La Pica.


Polizia Penitenziaria - In ricordo dell’assistente capo Pietro La Pica.

Notizia del 08/11/2010

in Memoria del Corpo

(Letto 4405 volte)

Scritto da: Giuseppe Romano

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


 

Oggi, 8 novembre 2010, sono stato al funerale di un caro collega, Pietro La Pica, scomparso prematuramente alle soglie dei cinquant’anni, distrutto da un’orribile malattia che lo aveva fatto soffrire per cinque lunghi anni.
   
    Da tempo non assistevo ad un funerale così partecipato e commosso, con la chiesa stracolma di gente, tra cui numerosissimi colleghi e pensionati del Corpo, con un’omelia toccante come solo il cappellano delle carceri di Trapani, monsignor Gaspare Gruppuso, profondo conoscitore dell’ambiente, poteva fare, con il “silenzio” suonato all’uscita della chiesa da un trombettiere mentre tutti i colleghi erano ritti sull’attenti nell’ultimo omaggio alla salma.
   
     L’assistente capo Pietro La Pica, prima di ammalarsi, prestava servizio all’NTP di Trapani ed era un ragazzo gioviale e benvoluto da tutti. Abile calciatore, non mancava di dare il suo grande contributo a centrocampo in tutte le compagini della Polizia Penitenziaria presenti in tutti i tornei di calcio amatoriale.
   
     Lo ricordo soprattutto come uno dei trascinatori della protesta sindacale che, nel novembre 1996, portò la polizia penitenziaria di trapani su tutte le prime pagine dei giornali per quei mitici nove giorni di auto consegna in istituto per protestare per la carenza di personale e condizioni lavorative migliori.
   
     Pietro ha lasciato moglie e tre figli, ai quali la polizia penitenziaria di Trapani e Marsala è stata, e sarà anche nel futuro, particolarmente e concretamente vicina per qualsiasi bisogno.
   
     Un amico comune, l’assistente capo Pietro Calega, autista navigato dell’NTP mi aveva consegnato un biglietto d’addio da poter far leggere a qualcuno in chiesa ma nessuno ha avuto la forza di leggerlo in quanto eravamo sopraffatti dall’emozione; però voglio trascriverlo ed è come se lo avessimo letto alla presenza di tutti i colleghi della polizia penitenziaria:
 
Caro Pietro, oggi Dio ti ha voluto lassù nel cielo al suo fianco, togliendoti la sofferenza e dandoti la serenità. Molti di noi ti abbiamo conosciuto come una persona semplice, sempre pronto a regalare un sorriso, sempre pronto a tendere la mano a chi ne aveva bisogno, sempre pronto a proteggere i più deboli. Da lassù continuerai a proteggere ed amare i tuoi figli, tua moglie e tutti coloro che hai amato in terra. Chi non ti ha conosciuto non può sapere che angelo speciale sei; un angelo che molti vorremmo avere durante il nostro cammino della vita. Ciao caro Pietro, sei e sempre sarai nei nostri cuori.”
 
Giuseppe Romano
 
 
 
 

Scritto da: Giuseppe Romano
(Leggi tutti gli articoli di Giuseppe Romano)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Tre detenuti evadono dal carcere di Firenze Sollicciano, Sappe: la responsabilità è dei colletti bianchi, evasione annunciata
Due Poliziotti feriti nel carcere di Regina Coeli: aggrediti da detenuti magrebini infastiditi dalle perquisizioni
Agente Penitenziario sorprende i ladri in casa che lo aggrediscono: ricoverato al pronto soccorso
Tre Poliziotti penitenziari feriti da un detenuto con forbici affilate appositamente
Carceri italiane ed edilizia penitenziaria: al massimo si da una ritinteggiata
Nuovo carcere a Nola: in scadenza il bando per la realizzazione
Chiso l''OPG di Montelupo Fiorentino: consiglieri comunali accusano sprechi e disagi
Furgone della Polizia Penitenziaria con ergastolano a bordo si blocca per guasto al motore: interviene la Polstrada


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 6


Caro Pietro, solo oggi mi accorgo della tua perdita, entrando su facebook su un link pubblicato da Gerardi, anche tu ai sofferto tantissimo, come mia moglie che ci ha' lasciato 15 giorni prima di te,capisco tua moglie e i tuoi figl, perche' anch'io vivo la stessa cosa, mi ricorderò di TE sempre come un ragazzo sempre allegro e disponibile. Bellissime le giornate passate insieme a Trapani. Ti ricorderò sempre come un caro AMICO e COLLEGA. CIAO PIETRO.

Di  Pietro Ferro  (inviato il 03/12/2010 @ 13:06:30)


n. 5


Quando una persona ci lascia,quando non è più qui e nn possiamo più toccarla o sentire la sua voce sembra scomparsa per sempre.Ma un affetto sincero nn morirà mai. Il ricordo di PIETRO una persona cara vivrà per sempre nei nostri cuori più forte di qualsiasi abbraccio,piu importante di quasiasi parola. CIAO PIETRO.

Di  VALENTINA LOMBARDO  (inviato il 10/11/2010 @ 22:45:47)


n. 4


UN BRAVA PERSONA E' SALITA IN CIELO, LASCERA' UN GRANDE VUOTO NELLA SUA FAMIGLIA, NEI COLLEGHI, E NEGLI AMICI CHE LO FREQUENTAVANO.
MANCHERA' TANTISSIMO PRINCIPALMENTE QUANDO NON SARA' PRESENTE NELLE OCCASIONI IMPORTANTI CHE COINVOLGERANNO I PROPRI FIGLI, NEI MATRIMONI, BATESIMI DEI NIPOTI ETC...
ADDIO PIETRO, GUARDACI TUTTI DA LASSU...

Di  siciliano  (inviato il 10/11/2010 @ 12:31:52)


n. 3


Pietro Calega ha descritto chi era Pietro La Pica.......Ciao Petru meo......

Di  Gioacchino VENEZIANO  (inviato il 09/11/2010 @ 21:26:21)


n. 2


pietro ti ricordo per la tua allegria , per il tuo altruismo , per la tua onestà, per essere stato un bravo marito e padre esemplare dei tuoi figli , ti dovremmo chiamare tutti pietro il grande ,per la tua forza che hai dimostrato in questa lunga sofferenza . pietro sei e sarai sempre uno di noi . ciao pietro riposa con serenita sicuramente sarai a fianco di nostro signore ciaoooooooo

Di  bonaroti angelo  (inviato il 09/11/2010 @ 16:57:21)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.166.80.147


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Celebrazioni 200 anni di storia del Corpo di Polizia Penitenziaria: autorizzata l’emissione della moneta d’argento da 5 euro

2 Catturato dalla Polizia Penitenziaria uno degli evasi dal carcere di Rebibbia: indagini in corso sui complici della latitanza

3 A chi danno fastidio i servizi di polizia stradale della Polizia Penitenziaria?

4 Riordino, organici dirigenziali: tra eccessi e sottodimensionamenti dei dirigenti della Polizia Penitenziaria

5 Foibe, il martirio degli Agenti di Custodia

6 La sospensione delle ordinarie regole di trattamento penitenziario (art. 41-bis)

7 Ufficiali medici nel Corpo di Polizia Penitenziaria?

8 Rapporto Eurispes: la Polizia Penitenziaria sgradita a un italiano su due

9 Il Ministro Orlando dichiara cessata l''emergenza sovraffollamento delle carceri, ma i dati lo smentiscono

10 Anche i mafiosi hanno fame





Tutti gli Articoli
1 Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria

2 Blitz della Polizia Penitenziaria: tre arresti per spaccio di droga a Napoli nelle prime ore della mattinata

3 Detenuto cinese violenta la figlia: compagno di cella marocchino lo sodomizza per un mese nel carcere di Prato

4 Poliziotto penitenziario travolto da auto mentre era in moto: è ricoverato in gravi condizioni

5 La latitanza dorata del detenuto evaso da Rebibbia catturato dal NIC della Polizia Penitenziaria

6 Agente Penitenziario sorprende i ladri in casa che lo aggrediscono: ricoverato al pronto soccorso

7 Ex scuola della Polizia Penitenziaria di Moastir pronta ad accogliere i migranti: quasi ultimati i lavori

8 Detenuto sorpreso ad aggiornare il proprio profilo Facebook dal carcere di Marassi

9 Bidognetti, il capoclan dei Casalesi, comunicava dal 41-bis con messaggi nascosti

10 Furgone della Polizia Penitenziaria con ergastolano a bordo si blocca per guasto al motore: interviene la Polstrada


  Cerca per Regione