Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
In ricordo di Luca Galeotti, lo sfortunato collega vittima di un incidente stradale sabato a Verona.


Polizia Penitenziaria - In ricordo di Luca Galeotti,  lo sfortunato collega vittima di un incidente stradale sabato a Verona.

Notizia del 20/09/2010

in Memoria del Corpo

(Letto 6376 volte)

Scritto da: Cesare Cantelli

 Stampa questo articolo


 

Era vicesegretario provinciale del Sappe. Venerdì pomeriggio aveva salutato il direttore in ufficio
Fullone: «Sul lavoro, aveva numerosi progetti» Era a Montorio dal 1994. Ieri una veglia in ricordo.
Una veglia per pregare, per ricordare. Ieri sera nella chiesa di fondo Frugose don Maurizio, il cappellano della polizia penitenziaria ha riunito i suoi «ragazzi» per ricordare Luca che a Verona era arrivato il 29 luglio 1994 dopo essersi arruolato l'11 marzo dello stesso anno.
«Questo di Verona era il suo primo incarico», ricordava ieri mattina il direttore Antonio Fullone, che è stato tra gli ultimi a vedere Galeotti vivo, venerdì.
«Mi ero preso il fine settimana di ferie», diceva il direttore, sono stato chiamato di notte per la tragedia. Avevo salutato Galeotti venerdì, uscendo dall'istituto. Lui aveva un incarico in segreteria, quindi lavoravamo gomito a gomito fin da quando sono arrivato qui. Era una persona molto positiva», ricorda il direttore, «anche nello svolgere il suo ruolo di sindacalista era sempre propositivo con una professionalità e una maturità non comuni. Spesso si avverte il sindacato come parte avversa, invece con Galeotti c'è sempre stata collaborazione, aveva tanti progetti, li sottoponeva, si valutavano. Era molto rappresentativo in carcere e il suo sindacato è quello con più iscritti. Faccio fatica a parlare di lui, perchè questa morte è difficile da affrontare», ha concluso il direttore, «proprio per il tipo di persona che era Luca, per il modo che aveva di proporsi alla gente, ai colleghi».
Nell'auto guidata da Galeotti, oltre al civile Trisolini, c'erano altri colleghi: il sovrintendente Volpe, lui a Montorio gestisce il bar dell'istituto e ha compiti di sorveglianza generale.
A Verona era arrivato nel maggio 1996 e s'era arruolato nel novembre dello stesso anno. E poi c'è l'assistente capo Sticca, le cui condizioni ieri hanno dato timidi segnali di ripresa, e s'è svegliato dal coma farmacologico e respira autonomamente. Sticca è arrivato a Verona a giugno 1993 e s'è arruolato a novembre dello stesso anno.
Sabato notte il tam tam dell'incidente ha raggiunto e svegliato molti colleghi e sono stati tanti quelli che si sono precipitati sul luogo della tragedia o all'ospedale, come Gerardo Notarfrancesco, segretario provinciale del Sappe che di Luca è anche amico da 17 anni: «L'esperienza del sindacato l'abbiamo iniziata 15 anni fa, ma noi siamo, eravamo soprattutto amici. Luca era una persona speciale, sempre pronto a dare una mano. Sto aspettando la madre e la sorella», ha detto ieri, «Luca con la mamma aveva un bellissimo rapporto, molto stretto. Lei veniva da lui e restava anche un paio di mesi a fila. Era vedova. Parlo di Luca e mi pare che ci sia ancora invece è morto», continua Notarfrancesco, «non abbiamo potuto vederlo, la salma è sotto sequestro cautelativo, giustamente. E non averlo visto rende tutto irreale. Noi preghiamo per lui e preghiamo affinché gli altri due ce la facciano. C'è rimasta solo la preghiera». E sulla dinamica dell'incidente aggiunge: «Non sappiamo perchè avesse deciso di guidare Luca. Lui era astemio, non beveva, ma neanche gli altri che io sappia, spero che ce lo potranno raccontare loro».
Ieri pomeriggio sono arrivati i parenti anche dei colleghi feriti. Nessuno di loro era nato a Verona e quindi è stato necessario arrivare da altre regioni partendo all'alba.
 
tratto da www.larena.it  a firma di A.V.

Scritto da: Cesare Cantelli
(Leggi tutti gli articoli di Cesare Cantelli)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone
Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti
Giornata della legalità: nel carcere di Arienzo i detenuti leggono i nomi di tutte le vittime di mafia e minuto di raccoglimento per Don Peppino Diana
Detenuto girava video dal carcere: arrestato con arsenale in casa, torna ai domiciliari con il braccialetto elettronico
Delega al Governo per dare Skype anche ai mafiosi? Insorge l''Associazione Vittime del Dovere
Tentata evasione dal carcere di Ivrea: detenuto fermato prima che arrivasse al muro di cinta
Detenuto ricoverato, esponente di spicco di un clan di Messina, libero di girare per l''ospedale di Parma
Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori
Nessun commento trovato.



Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.197.159.173


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente della Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza in casa davanti ai familiari

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

4 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

5 Riordino vuol dire mettere ordine

6 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

7 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

8 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?

9 Cos''è e come funziona la Banca dati nazionale del Dna

10 Il ruolo della Polizia Penitenziaria tra la scommessa delle misure alternative e la banca dati DNA





Tutti gli Articoli
1 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

2 Agente penitenziario suicida: non riusciva a mantenere i tre figli disoccupati

3 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

4 Consiglio dei Ministri: Santi consolo NON confermato nel ruolo di Capo DAP?

5 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

6 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

7 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

8 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

9 Evasione da Sollicciano: probabile rimozione Direttore e Comandante, ma il Sappe chiama in causa il DAP e Gennaro Migliore

10 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone


  Cerca per Regione