Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Interrogazione parlamentare chiusura Casa Circondariale di Macomer


Polizia Penitenziaria - Interrogazione parlamentare chiusura Casa Circondariale di Macomer

Notizia del 30/07/2014

in Interrogazioni parlamentari

(Letto 1642 volte)

Scritto da: Redazione

 Stampa questo articolo


Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-03267
presentato da
PIRAS Michele
testo di
Lunedì 21 luglio 2014, seduta n. 268
PIRAS. — Al Ministro della giustizia. — Per sapere – premesso che:
con decreto del Ministro della giustizia 28 maggio 2014 si dispone la soppressione della casa circondariale di Macomer (Nu);
le motivazioni addotte sono relative all'inefficienza della struttura di Macomer, all'economizzazione delle risorse complessive, ritenute più efficacemente ed efficientemente utilizzabili nelle nuove strutture regionali (nuovi complessi penitenziari di Tempio, Oristano, Sassari e Cagliari), e alla coerenza con la linea politica del Ministero orientata alla razionalizzazione ed ottimizzazione delle risorse finanziarie, umane e materiali;
a sostegno della tesi dell'inefficienza della casa circondariale oggetto del decreto sopra citato vengono indicate: la modesta dimensione della struttura (46 posti letto), l'assenza del muro di cinta, l'assenza di una caserma agenti, gravi carenze strutturali e di sicurezza che la renderebbero inadeguata alle disposizioni di cui al regolamento sull'ordinamento penitenziario (decreto del Presidente della Repubblica 230 del 2000);
la segreteria regionale della FNS-CISL (comunicato del 16 luglio 2014), l'amministrazione comunale di Macomer, l'unione dei comuni del Marghine, i dipendenti della struttura detentiva (mediante lettera inoltrata all'interrogante) hanno contestato tale decisione, ritenendola infondata nelle medesime motivazioni addotte nel decreto ministeriale;
in numero di 46 – infatti – non si conterebbero i posti letto, bensì le stanze doppie, relativamente ampie e rifinite, dotate di angolo cottura, per una capienza complessiva stabilità in 92 posti letto, così come da capienza complessiva definita a suo tempo dal Ministero della giustizia;
in ragione del fatto che solamente pochi anni orsono il dipartimento dell'amministrazione penitenziaria (DAP) ebbe in progetto la trasformazione della struttura in carcere di alta sicurezza 41-bis (e i sopralluoghi definirono idonea la struttura) e constatato che – fino a poche settimane fa (ancora nel primo semestre 2014) – la casa circondariale di Macomer ospitava detenuti legati alle vicende dell'estremismo di matrice islamica (classificati AS2 ad alta sicurezza), appare quantomeno contraddittorio il riferimento alle gravi carenze strutturali e di sicurezza operato dal decreto ministeriale in questione, così come non corrisponde a verità la notizia secondo la quale sarebbe assente il muro di cinta;
detto muro di cinta, esistente e costruito in cemento armato, presenta una altezza minima di 9 metri nel punto più basso, è dotato di sistema antiscavalcamento ed anti intrusione installato solamente sei anni orsono ed è dotato di 50 telecamere a monitoraggio interno ed esterno la cinta muraria;
nella struttura ha inoltre sede il nucleo regionale cinofili antidroga della polizia penitenziari, ivi collocata sulla base di un ragionamento funzionale che privilegiò la centralità geografica del comune di Macomer, quindi poiché si ritenne questa sede di più agevole riferimento per le altre sedi operative;
nella struttura opera inoltre una fitta rete di associazioni di volontariato;
la decisione di chiudere la casa circondariale di Macomer costituirebbe, inoltre, un ulteriore impoverimento per un territorio già duramente colpito dai processi di deindustrializzazione, dalla chiusura o dal ridimensionamento di numerose attività della pubblica amministrazione e dei servizi resi dallo Stato, dalla crisi economica e – conseguentemente – da tassi di disoccupazione e spopolamento elevatissimi –:
se non ritenga, alla luce di quanto esposto, di sospendere la decisione e valutare – anche mediante un preventivo sopralluogo – la revisione della decisione assunta con decreto ministeriale 28 maggio 2014.


Scritto da: Redazione
(Leggi tutti gli articoli di Redazione)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Arrestato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone da una settimana
Riordino Polizia Penitenziaria: nuove qualifiche e nuovi errori
Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione
Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone
Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti
Giornata della legalità: nel carcere di Arienzo i detenuti leggono i nomi di tutte le vittime di mafia e minuto di raccoglimento per Don Peppino Diana
Detenuto girava video dal carcere: arrestato con arsenale in casa, torna ai domiciliari con il braccialetto elettronico
Delega al Governo per dare Skype anche ai mafiosi? Insorge l''Associazione Vittime del Dovere


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori
Nessun commento trovato.



Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.211.11.57


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente della Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza in casa davanti ai familiari

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

4 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

5 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

6 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

7 Riordino vuol dire mettere ordine

8 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

9 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

10 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?





Tutti gli Articoli
1 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

2 Agente penitenziario suicida: non riusciva a mantenere i tre figli disoccupati

3 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

4 Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione

5 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

6 Arrestato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone da una settimana

7 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

8 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

9 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

10 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone


  Cerca per Regione