Gennaio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2017  
  Archivio riviste    
Interrogazione parlamentare Nadia Ginetti (PD): accorpare il Dipartimento giustizia minorile al DAP


Polizia Penitenziaria - Interrogazione parlamentare Nadia Ginetti (PD): accorpare il Dipartimento giustizia minorile al DAP

Notizia del 17/11/2014

in Interrogazioni parlamentari

(Letto 3057 volte)

Scritto da: Redazione

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


GINETTI - Al Ministro della giustizia. Premesso che:

è in discussione una proposta di riorganizzazione del Dipartimento della amministrazione penitenziaria del Ministro della giustizia, di razionalizzazione delle funzioni della Polizia Penitenziaria e di sottrazione delle direzioni degli istituti penitenziari ed attribuzione del controllo delle stesse al Ministero dell'Interno;

considerato che tra le raccomandazioni di numerose organizzazioni internazionali vi è quella di non consentire la direzione delle carceri ai ministeri di polizia per evitare improprie sovrapposizioni ed il rischio di abusi nella gestione del sistema carcerario;

a questo riguardo è opportuno evidenziare che anche nei Paesi in cui si è inteso privatizzare, in parte, il sistema penitenziario, come gli Stati Uniti e la Gran Bretagna, il controllo e la gestione degli istituti di pena è rimasto riservato ai ministeri della Giustizia;

a partire dalla riforma carceraria del 1986 (legge n. 663 del 1986) incentrata su 2 principi fondamentali ed imprescindibili in attuazione del dettato costituzionale dell'art. 27, che la pena deve tendere alla rieducazione del condannato e che essa non deve consistere in trattamenti contrari al senso di umanità, il sistema penitenziario si è evoluto maturando da parte di tutti i suoi operatori (dai direttori, ai poliziotti, al personale ausiliario) una gestione democratica ed aperta al territorio che costituisce, a tutti gli effetti, un patrimonio culturale e tecnico accumulato nel tempo che rischia di venire meno se non valorizzato;

l'intervento legislativo, predisposto in osservanza dell'art. 2, comma 10-ter, del decreto-legge 6 luglio 2012, n. 95, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 135 del 2012, e successive modifiche, dovrebbe operare una riorganizzare il Ministero della giustizia mediante riduzione degli uffici dirigenziali e delle dotazioni organiche per ridurre i costi migliorando o lasciando inalterata l'azione del ministero;

dalla cognizione dello schema di decreto del Presidente del Consiglio dei ministri recante "Regolamento di organizzazione del Ministero della Giustizia e riduzione degli Uffici dirigenziali e delle dotazioni organiche del Ministero della Giustizia" e dalla relazione illustrativa allegata non sembra, tuttavia, che le proposte formulate possano semplificare ed efficientare l'organizzazione, considerando sempre che il sistema penitenziario costituisce nel suo insieme una struttura dello Stato deputata a contribuire al mantenimento della sicurezza pubblica ed è, quindi, parte integrante delle strutture di sicurezza e di giustizia per la gestione della esecuzione della pena e come tale dovrebbe essere riorganizzato e non meramente ridotto con tagli generalizzati, bensì selettivi, per agire in presenza di duplicazioni di funzioni ed inefficienze;

tra le altre disposizioni che, allo stato, suscitano forti perplessità vi è quella prevista dall'art. 7, comma 2, lettera b), con la quale lo schema di regolamento citato trasferisce la direzione generale dell'Esecuzione penale esterna del Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria al dipartimento della Giustizia minorile che si ritiene non abbia l'organizzazione adeguata in considerazione anche del rapporto tra i circa 300 detenuti di minore età a fronte degli oltre 26.000 detenuti in esecuzione penale esterna;

il collocamento dell'esecuzione penale esterna per adulti presso il Dipartimento per la giustizia minorile rischia di determinare, pertanto, gravi problemi di inefficienza ed inefficacia dell'azione amministrativa per la mancanza di riferimenti comuni, allo stato attuale costituiti dal Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria e dai Provveditorati regionali dell'amministrazione penitenziaria nella relazione con gli istituti penitenziari con i quali gli Uffici di esecuzione penale esterna condividono importanti decisioni e percorsi, anche in considerazione dell'aumento stimato del numero dei casi di condanna in esecuzione esterna per effetto dei provvedimenti legislativi adottati dal Parlamento verso un sistema di probation e di funzione "riparativa" della pena;

posto che l'esecuzione penale deve rimanere sotto la direzione del Ministero della giustizia si propone, al contrario, di valutare se non sia più opportuno che il dipartimento della Giustizia minorile venga accorpato al Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria;

secondo tale ultimo disegno, in attuazione di una razionalizzazione della struttura dipartimentale, si potrebbe creare un capo dipartimento, 3 direzioni generali e 3 macro aree per il Nord, il Centro e le isole ed il Sud, delle strutture territoriali regionali, con complessivi soli 7 posti con funzione di dirigenza generale, rispetto agli attuali 25, lasciando gli uffici della Esecuzione penale esterna e gli istituti penitenziari nel complessivo attuale numero di 293 e ciò permetterebbe un notevole risparmio di risorse rispetto al numero di livelli di dirigenza generale e di strutture organizzative parificate,

si chiede di sapere quali siano nell'ambito della riforma del Ministero della giustizia, le modifiche e le integrazioni da apportare in sede di emanazione del regolamento di organizzazione del Ministero per rendere più incisivi i risparmi di risorse senza far venir meno la funzione essenziale dell'amministrazione penitenziaria nell'ambito dell'esecuzione penale del Ministero della giustizia.

Atto n. 2-00219

Pubblicato il 11 novembre 2014, nella seduta SENATO n. 348
 


Scritto da: Redazione
(Leggi tutti gli articoli di Redazione)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Agente Penitenziario sorprende i ladri in casa che lo aggrediscono: ricoverato al pronto soccorso
Tre Poliziotti penitenziari feriti da un detenuto con forbici affilate appositamente
Carceri italiane ed edilizia penitenziaria: al massimo si da una ritinteggiata
Nuovo carcere a Nola: in scadenza il bando per la realizzazione
Chiso l''OPG di Montelupo Fiorentino: consiglieri comunali accusano sprechi e disagi
Furgone della Polizia Penitenziaria con ergastolano a bordo si blocca per guasto al motore: interviene la Polstrada
Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria
15 febbraio 1977, 40 anni fa l''arresto di Renato Vallanzasca


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 4


Ovviamente, si tratta di un sonetto di TRILUSSA, che nonostante siano trascorsi più di 60 anni dal decesso, è incredibilmente attuale.

Di  PASQUINO  (inviato il 17/11/2014 @ 13:27:02)


n. 3


Onorevole GINETTI, ma l'aliquota Pol.Pen. Nella D.I.A. che fine ha fatto? Se non erro era stata fatta un'integrazione al decreto, con tanto di pubblicazione in gazzetta ufficiale.

Di  Pino  (inviato il 17/11/2014 @ 11:29:13)


n. 2


Il riallineamento delle carriere dei Commissari del Corpo, con le altre Forze di Polizia? è l'unica cosa che davvero interessa a questo politico di turno che purtroppo ci rappresenta al Senato.
Dell’omogeneizzazione delle carriere degli ispettori, anch’essi con gli omologhi della Polizia di Stato? Niente.
Dell’omogeneizzazione delle carriere dei Sovrintendenti, a partire dall’equiparazione della decorrenza giuridica del grado tra i vari corsi? Zero.
Del ruolo unico Agenti, Assistenti e Sovrintendenti? Nulla, zero, niente!!!
E per favore...non chiamatela collega, credo non si sia mai sporcata le mani con una chiave e non abbia nemmeno annusato l'odore sublime del mattino delle celle in occasione della conta numerica. E' stato "sindoco" per ben due volte, in aspettativa per il suo mandato Istituzionale ed aggiungo anche ben retribuita...non cambierà mai nulla.
Semu a mari picciotti!!!

Di  Tindaro Rosario  (inviato il 17/11/2014 @ 10:54:27)


n. 1


E' inutile cercare risposte a domande di cui già si conosce l'origine.

L' ELEZZIONE DER PRESIDENTE


Un giorno tutti quanti l'animali sottomessi ar lavoro,

decisero d'elegge 'un Presidente che je guardasse l'interessi loro.

C'era la Società de li Majali, la Società der Toro, er Circolo der Basto e de la Soma, la Lega indipendente fra li Somari residenti a Roma;

C'era la Fratellanza de li Gatti Soriani, de li Cani, de li Cavalli senza vetturini, la Lega fra le Vacche, Bovi e affini...

Tutti pijorno parte a l'adunanza.

Un Somarello, che pe' l'ambizzione de fasse elegge' s'era messo addosso la pelle d'un leone, disse:

«Bestie elettore, io so' commosso: la civirtà, la libertà, er progresso... Ecco er vero programma che ciò io, ch'è l'istesso der popolo! Per cui voterete compatti er nome mio...».

Defatti venne eletto proprio lui.

Er Somaro contento, fece un rajo.

E allora solo er popolo bestione s'accorse de lo sbajo.

D'avè' pijato un ciuccio p'un leone!

Miffarolo!... Imbrojone!... Buvattaro!...

«Ho pijato possesso - disse allora er Somaro - e nu' la pianto nemmanco si morite d'accidente;

Peggio pe' voi che me ciavete messo!

Silenzio! E rispettate er Presidente!».



Di  PASQUINO  (inviato il 17/11/2014 @ 08:52:22)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.167.159.180


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Celebrazioni 200 anni di storia del Corpo di Polizia Penitenziaria: autorizzata l’emissione della moneta d’argento da 5 euro

2 Catturato dalla Polizia Penitenziaria uno degli evasi dal carcere di Rebibbia: indagini in corso sui complici della latitanza

3 A chi danno fastidio i servizi di polizia stradale della Polizia Penitenziaria?

4 Riordino, organici dirigenziali: tra eccessi e sottodimensionamenti dei dirigenti della Polizia Penitenziaria

5 Foibe, il martirio degli Agenti di Custodia

6 La sospensione delle ordinarie regole di trattamento penitenziario (art. 41-bis)

7 Ufficiali medici nel Corpo di Polizia Penitenziaria?

8 Rapporto Eurispes: la Polizia Penitenziaria sgradita a un italiano su due

9 Il Ministro Orlando dichiara cessata l''emergenza sovraffollamento delle carceri, ma i dati lo smentiscono

10 Anche i mafiosi hanno fame





Tutti gli Articoli
1 Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria

2 Blitz della Polizia Penitenziaria: tre arresti per spaccio di droga a Napoli nelle prime ore della mattinata

3 Detenuto cinese violenta la figlia: compagno di cella marocchino lo sodomizza per un mese nel carcere di Prato

4 Poliziotto penitenziario travolto da auto mentre era in moto: è ricoverato in gravi condizioni

5 La latitanza dorata del detenuto evaso da Rebibbia catturato dal NIC della Polizia Penitenziaria

6 Ex scuola della Polizia Penitenziaria di Moastir pronta ad accogliere i migranti: quasi ultimati i lavori

7 Detenuto sorpreso ad aggiornare il proprio profilo Facebook dal carcere di Marassi

8 Bidognetti, il capoclan dei Casalesi, comunicava dal 41-bis con messaggi nascosti

9 Furgone della Polizia Penitenziaria con ergastolano a bordo si blocca per guasto al motore: interviene la Polstrada

10 Danneggiò le auto dei Poliziotti nel parcheggio del carcere di Ancona: individuato grazie alle telecamere


  Cerca per Regione