Gennaio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2017  
  Archivio riviste    
Intervista al testimone storico della storia raccontata nel Film "Prima Linea"


Polizia Penitenziaria - Intervista al testimone storico della storia raccontata nel Film

Notizia del 16/12/2009

in Anppe

(Letto 4516 volte)

Scritto da: Lionello Pascone

 Stampa questo articolo


Mercoledi 18 novembre 2009, a Rovigo, c’e’ stata la presentazione del film La Prima Linea (recensito sullo scorso numero della Rivista), pellicola che porta sul grande schermo la storia del terrorista Sergio Segio, autore del libro Miccia Corta. Il film narra l’assalto al Carcere di Rovigo del 3 gennaio 1982, dove Segio (interpretato dall’attore Riccardo Scamarcio) libera la sua fidanzata Susanna Ronconi (interpretata da Giovanna Mezzogiorno), assaltando con un’auto bomba l’ala ovest del carcere provocando un vortice di violenza e sangue che segnerà per sempre una triste data da ricordare per la città di Rovigo.

Marino Siviero attualmente socio ANPPe della Sezione, c’era, e le pallottole che fischiarono a pochi centimetri da lui non erano una finzione scenica. Il ricordo di Siviero, ex agente di Custodia è ancora vivo.

Il 3 gennaio 1982, giorno dell’assalto al carcere di Rovigo da parte di un commando di Prima Linea, lui era sul muro di cinta, pro- t a g o n i s t a , quindi, di una delle azioni militari più c l amo r o s e degli anni di piombo.

«Allora - dice - il muro di cinta non aveva le protezioni trasparenti di adesso. Io ero nella garitta in cemento, vidi avvicinarsi al muro delle persone. Poi mi spararono contro, un vera grandinata di colpi, mi venne d’istinto gettarmi a terra poi provai a far fuoco col mio mitra d’ordinanza, ma l’arma si inceppò. Provai ancora a rialzarmi ma le raffiche erano intense. Poi l’esplosione, come un terremoto. Pezzi dell’A112 che conteneva l’esplosivo schizzarono dappertutto, il tetto addirittura dentro al carcere. Sergio Segio entrò nel carcere dalla breccia per liberare Susanna Ronconi e le altre tre detenute. Poi uscirono mentre le armi continuavano a crepitare. L’azione durò una decina di minuti, il mio collega che intervenne era a pochi metri, sul muro di cinta ma dall’altra parte. Pensò che fossi rimasto ucciso. All’inizio non pensai che l’obiettivo dell’attentato fosse l’evasione, ero in servizio al carcere da una ventina di giorni, facevo il servizio di leva.

Quando mi spararono contro ritenni che l’obiettivo fossimo noi agenti. In quel periodo non erano rari episodi di attentati contro le Forze dell’Ordine. Poi quando fu chiaro che erano evase quattro detenute la responsabilità di Prima Linea fu quasi automatica. Dopo un anno mi sono congedato, ma oggi mi sono iscritto all’ANPPe che da un paio di anni si è costituita anche a Rovigo e io sono orgoglioso di farne parte».


Scritto da: Lionello Pascone
(Leggi tutti gli articoli di Lionello Pascone)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
I familiari delle vittime della Uno Bianca: loro hanno ucciso i nostri cari, che muoiano in carcere
Agenti penitenziari perquisiscono la sua cella e il detenuto rompe lo sgabello e ferisce due Poliziotti del carcere di Udine
Sospesi dal servizio i tre Carabinieri accusati della morte di Stefano Cucchi
Va a trovare il marito nel carcere di Torino con droga di ogni tipo nelle zone intime
Alberto Savi della Uno Bianca esce dal carcere in permesso premio per la prima volta
La RAI pagherà 8mila euro al boss mafioso Graviano per le riprese tv: le fece senza il suo consenso
Il Consiglio dei Ministri approva il Decreto Legislativo del Riordino delle Carriere
Poliziotti e detenuti ripareranno insieme le auto della Polizia Penitenziaria


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori
Nessun commento trovato.



Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.159.209.32


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Circolare del GOM: togliete le foto da Facebook, è in atto una schedatura dei Poliziotti

2 Le foto dei tre detenuti evasi dal carcere di Firenze Sollicciano

3 Ufficiali medici nel Corpo di Polizia Penitenziaria?

4 La sospensione delle ordinarie regole di trattamento penitenziario (art. 41-bis)

5 Diventa anche tu Capo del DAP!

6 Clamorosa evasione dall''istituto … dal carcere ... insomma quello lì, come si chiama?

7 Il Ministro Orlando dichiara cessata l''emergenza sovraffollamento delle carceri, ma i dati lo smentiscono

8 C’era una volta la sentinella

9 Orlando e Consolo: pubblicate i dati reali del sovraffollamento

10 Italicum, Porcellum, Mattarellum e Consultellum





Tutti gli Articoli
1 Il Consiglio dei Ministri approva il Decreto Legislativo del Riordino delle Carriere

2 Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria

3 Caso Cucchi: Poliziotti penitenziari chiederanno risarcimenti milionari ai Carabinieri

4 Detenuti di Poggioreale rifiutano le celle aperte: vissute come una minaccia alla propria incolumità

5 Tre detenuti evadono dal carcere di Firenze Sollicciano, Sappe: la responsabilità è dei colletti bianchi, evasione annunciata

6 Bonus 80 euro: quando e come saranno stanziati dopo ennesimo slittamento

7 Agente Penitenziario sorprende i ladri in casa che lo aggrediscono: ricoverato al pronto soccorso

8 La latitanza dorata del detenuto evaso da Rebibbia catturato dal NIC della Polizia Penitenziaria

9 Poliziotti e detenuti ripareranno insieme le auto della Polizia Penitenziaria

10 Due Poliziotti feriti nel carcere di Regina Coeli: aggrediti da detenuti magrebini infastiditi dalle perquisizioni


  Cerca per Regione