Dicembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2016  
  Archivio riviste    
Intitolata all’ass. capo Giuseppe Montalto l’aula bunker della casa circondariale di Trapani


Polizia Penitenziaria - Intitolata all’ass. capo Giuseppe Montalto l’aula bunker della casa circondariale di Trapani

Notizia del 22/03/2013

in Memoria del Corpo

(Letto 2158 volte)

Scritto da: Giuseppe Romano

 Stampa questo articolo


Si è svolta stamane la cerimonia di intitolazione dell’aula bunker della Casa Circondariale di Trapani al nostro compianto collega Giuseppe Montalto, ucciso dalla mafia nel 1995 nella frazione trapanese di Palma. L’evento ha coinciso con la celebrazione della 18ª Giornata della Memoria, dedicata al ricordo delle vittime di tutte le mafie, organizzata dall’Associazione Libera. 

Presenti le massime Autorità Militari provinciali, scarsa la presenza dei politici a parte il combattivo Sindaco di Erice Giacomo Tranchida (comune su cui ricade la C.C. Trapani) e qualche altra figura di secondo piano; assente il Sindaco di Trapani, ex Generale dei Carabinieri, la cui assenza è stata perfino stigmatizzata pubblicamente dalla vedova Montalto, signora Liliana Riccobene.

Per l’Amministrazione Penitenziaria, presenti il Provveditore Regionale per la Sicilia dott. Maurizio Veneziano, il Direttore della C.C. Trapani dott. Renato Persico e lo scrivente Comandante della Polizia Penitenziaria Trapanese.

Del processo per l’uccisione di Giuseppe Montalto ha parlato il giudice Piero Grillo che ha sottolineato come il potere mafioso sia caratterizzato da “ferocia e viltà” perchè sceglie il sistema dell’agguato per colpire servitori dello Stato che fanno il loro dovere. “Quanta responsabilità abbiamo, come società civile, nella morte di Giuseppe Montalto?” ha chiesto il giudice che ha proseguito: “Ogni volta che qualcuno di noi non ha fatto il proprio dovere ha contribuito ad isolare quelle che poi sono diventate vittime della mafia”.

Commovente l’intervento di Liliana Riccobene, vedova di Giuseppe Montalto, che ha ringraziato per la solidarietà mostrata dopo la morte del marito i colleghi della Polizia Penitenziaria. “Lui conosceva i rischi che correva ma ha deciso di stare dalla parte giusta”, ha detto Riccobene.

Particolarmente intenso è stato anche l’intervento del sostituto procuratore di Trapani Andrea Tarondo, che, insieme a Ignazio De Francisci, rappresentò la pubblica accusa nel processo per l’omicidio di Giuseppe Montalto. “Ci vuole tempo prima che le vittime di mafia vengano riconosciute come tali – ha commentato – e si sviluppi una consapevolezza civile. Sono contento che questo sia avvenuto anche per Giuseppe Montalto”.

Dopo la sobria cerimonia di scopertura della targa, da parte della figlia Ylenia e della moglie di Peppe Montalto, l’incontro è continuato con la lettura dei nomi delle mille vittime della mafia, dal 1893 ad oggi.

L’intitolazione dell’Aula Bunker annessa alla Casa Circondariale di Trapani, è un importante riconoscimento per la memoria del collega ucciso.

L’aula Bunker fu costruita circa 15 anni fa per ospitare il primo maxi processo alle cosche mafiose trapanesi (processo OMEGA) ma visto che l’utilizzo processuale è andato via via scemando nel tempo, il Sindaco Tranchida ha auspicato un suo utilizzo anche per manifestazioni di vario genere, convegni, dibattiti ecc. in modo da sfruttare razionalmente e preservarne l’abbandono questa magnifica opera che da oggi porterà per sempre il nome del nostro collega Montalto.

Fonte: www.trapanioggi.it

Scritto da: Giuseppe Romano
(Leggi tutti gli articoli di Giuseppe Romano)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Infame spia degli sbirri: così è iniziato il tentativo di rivolta al carcere minorile di Milano
Ripetute proteste nella stessa giornata nel carcere minorile Beccaria di Milano
Maltempo in Sardegna: 20 Poliziotti Penitenziari e 150 detenuti bloccati nella colonia agricola di Mamone
Caso Cucchi: Carabinieri accusati di omicidio preterintenzionale e di aver accusato la Polizia Penitenziaria
Mafiosi convertiti all''islam durante la permanenza in carcere: il caso del boss che vuole convertire anche il figlio
Carcere di Orvieto di nuovo casa di reclusione? La protesta dei Poliziotti: a rischio la chiusura del carcere
Il DAP affida in esclusiva all''Ucoii la scelta degli imam nelle carceri: pericolo di predominanza salafita
Motovedetta della Polizia Penitenziaria in soccorso di otto ricercatori bloccati sull''isola di Pianosa


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori
Nessun commento trovato.



Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.147.244.157


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria arresta estremista islamico. Prima operazione antiterrorismo dentro un penitenziario eseguita dal Nucleo Investigativo Centrale in collaborazione con la Digos

2 I suicidi nella Polizia Penitenziaria sono il doppio rispetto alle altre forze dell’Ordine e il triplo rispetto alla società civile

3 Como: poliziotto penitenziario muore stroncato da infarto in servizio

4 Polizia Penitenziaria: serve un’efficace comunicazione per non alimentare una costante disinformazione

5 Parte male il docente di islamismo per la Polizia Penitenziaria: "insegnerò ai secondini..."

6 La sentenza Torreggiani (o meglio la sua sciagurata applicazione) ha distrutto le carceri italiane

7 Carceri e web sono la prima linea nella lotta al terrorismo islamico: noi della Polizia Penitenziaria siamo pronti?

8 Operazione Onda Blu: NIC Polizia Penitenziaria arresta a Crotone due evasi da Voghera

9 La Stampa: la radicalizzazione nelle carceri italiane passa attraverso telefonini, sopravvitto e preghiera

10 Modificare l’art. 4 bis? Vanificare il sacrificio di tanti





Tutti gli Articoli
1 Chiusa la sala internet del carcere di Bolzano: detenuti cercavano contatti con l''isis

2 Polizia Penitenziaria di Palermo consegna doni e giocattoli per i bambini con malattie metaboliche e rare

3 Fabio Perrone aggredisce due Poliziotti penitenziari. Un anno fa venne arrestato per l''evasione con sparatoria dall''ospedale

4 Caso Cucchi: Carabinieri accusati di omicidio preterintenzionale e di aver accusato la Polizia Penitenziaria

5 Ruba auto a Poliziotto penitenziario ma rimane bloccato dal passaggio a livello e viene arrestato

6 Rientro dei distaccati dal carcere di Alessandria San Michele: prevista anche sorveglianza dinamica e automazione cancelli

7 Chi è Hmidi Saber l''estremista islamico arrestato oggi e tutte le sue vicende nelle carceri italiane

8 Poliziotto penitenziario colpito al volto con pugni da detenuto 18enne al carcere minorile di Roma

9 Maltempo in Sardegna: 20 Poliziotti Penitenziari e 150 detenuti bloccati nella colonia agricola di Mamone

10 Carcere di Rossano a rischio sicurezza: 36 Agenti penitenziari servono solo per controllare il muro di cinta


  Cerca per Regione