Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Io non tocco Caino, ma sto dalla parte di Abele …


Polizia Penitenziaria - Io non tocco Caino, ma sto dalla parte di Abele …

Notizia del 20/08/2016

in Accadde al penitenziario

(Letto 3093 volte)

Scritto da: Commissario Incazzato

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Sono rimasto letteralmente sconvolto dall’apprendere che un’associazione che lotta per i diritti dei detenuti abbia potuto inoltrare al DAP una richiesta ufficiale al fine  di valutare la  possibilità che una quarantina di ergastolani potessero partecipare al primo congresso del Partito Radicale post-Pannella. Una quarantina di ergastolani da tradurre, a spese dello Stato, (quindi a nostre spese, a spese dei contribuenti) per soddisfare un’esigenza personale del tutto effimera ovvero quella di partecipare e magari intervenire in un congresso politico, solo per il fatto di essere iscritto a quel partito.

Sarebbe stato davvero il colmo e una vera sconfitta per le istituzioni democratiche, un oltraggio per le vittime di questi fior fiore di delinquenti e comunque uno scandalo dalle proporzioni mondiali, se il DAP o il Ministro in persona avessero aderito alla richiesta di un’associazione per i diritti umani (che sta dimostrando,  sul piano politico, di avere più considerazione di tutti i sindacati di Polizia Penitenziaria messi insieme).

Fortunatamente, il Ministro Orlando, pur avendo concesso grandi onori a Rita Bernardini (inserendola negli Stati Generali) e pur avendo dato tanta considerazione all’associazione “Nessuno tocchi Caino”,  facendosi guidare dal buon senso, ha detto NO.

Chissà … forse potrebbe aver saputo che non troviamo i soldi per autorizzare le rappresentanze della Polizia Penitenziaria a partecipare a cerimonie fuori comune (tipo a 20 km di distanza dal carcere), o che non sono stati autorizzati poliziotti penitenziari a partecipare al funerale di un loro collega suicida, solo perché la cerimonia si è celebrata in una città distante da quella dove prestava servizio o, ancora, che mandiamo in missione in pullman e con vitto dell’amministrazione perfino i dirigenti penitenziari …

Sapendo questo, forse, ha considerato difficile da digerire il dover tradurre (con costi elevatissimi) gli ergastolani a Rebibbia, dal nord Italia, per fare un favore a chi poi? A Rita Bernardini? O per compiacere l’Associazione Nessuno Tocchi Caino?

E mentre i parenti di Abele non si sono mai rassegnati alla perdita di una persona cara dovuta a mani assassine …

Da Commissario di  Polizia Penitenziaria, posso solo esprimere soddisfazione per la risposta sensata del Ministro (anche se, come tutti i miei colleghi, aspetto ancora il riallineamento promesso mille volte dallo stesso Orlando, inserito nella legge di stabilità ma che ancora, misteriosamente, dopo otto mesi, non viene alla luce ).

Di contro, in caso di insensata risposta positiva, oltre al danno erariale causato alla casse dello Stato  (non si sarebbe trattato di assicurare il diritto alla difesa del detenuto, ma di una sorta di “diritto alla passerella” non previsto da alcuna legge né da alcun regolamento), si sarebbe creato un così grave danno d’immagine per l’Amministrazione Penitenziaria, che le associazioni a tutela dei consumatori, quelle a tutela delle vittime della criminalità e i sindacati della Polizia Penitenziaria avrebbero sicuramente chiesto a gran voce le dimissioni di Consolo e del Ministro Orlando.

Spero infine che questi siano piccoli segnali di attenzione verso la Polizia Penitenziaria e che si valutino nella giusta ottica, d’ora in poi, le richieste aggressive di queste associazioni (che talvolta sembrano essere i primi nemici della Polizia Penitenziaria) e le interrogazioni presentate dai parlamentari che, quando sono in visita negli Istituti,  si bevono qualsiasi cosa esca dalla bocca dei detenuti.

Io non voglio "toccare Caino", ma starò sempre dalla parte di Abele ...

 

 


Scritto da: Commissario Incazzato
(Leggi tutti gli articoli di Commissario Incazzato)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Riordino Polizia Penitenziaria: nuove qualifiche e nuovi errori
Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione
Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone
Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti
Giornata della legalità: nel carcere di Arienzo i detenuti leggono i nomi di tutte le vittime di mafia e minuto di raccoglimento per Don Peppino Diana
Detenuto girava video dal carcere: arrestato con arsenale in casa, torna ai domiciliari con il braccialetto elettronico
Delega al Governo per dare Skype anche ai mafiosi? Insorge l''Associazione Vittime del Dovere
Tentata evasione dal carcere di Ivrea: detenuto fermato prima che arrivasse al muro di cinta


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 5


Anvedi un commissario !!!!!!!!!!

Di  Anonimo  (inviato il 23/08/2016 @ 23:05:14)


n. 4


Io sono Abele, pronto in ogni momento a rompere il cu... a caino

Di  Piermattia  (inviato il 22/08/2016 @ 11:48:39)


n. 3


Alla signora Bernardini. La invito a far visita ai parenti delle vittime di quei mostri
responsabili di atroci delitti. Parli anche con loro, e se possibile non gli faccia mancare nulla

Di  Anonimo  (inviato il 20/08/2016 @ 15:29:35)


n. 2


Un'unica risposta. IO STO' CON ABELE!

Di  Frank  (inviato il 20/08/2016 @ 13:59:29)


n. 1


(Nessuno toccherà Caino), stia tranquilla signora Bernardini, lei e tutti i suoi amici state sereni.
Nessuno è la parola più ricorrente.
[Nessuno autorizza una rappresentanza di colleghi a partecipare alle esequie di un uomo che si è tolto la vita].
Nessuno si rende conto che i vertici dovrebbero trascorrere il fine settimana in istituto.
Nessuno vuol toccare più con mano situazioni incandescenti.

Ma è possibile che NESSUNO si renda conto?
Alcuni signori si riconoscono lontano cento piedi. Ti guardano e scrutano il tuo umore, ti osservano con un accenno di sorriso ammiccante e compassionevole sembrano aver capito i tuoi disagi. Nulla più.
Noi (e solo noi) siamo stati abituati al marciume, agli arredi riciclati del personale civile, alla muffa, al buio, alle notti fredde di sentinella, alle sezioni umide e ghiacciate o roventi. Ai rimproveri più duri senza motivi rilevanti, alla prepotenza, alla arroganza, al caldo terribile sui mezzi blindati senza condizionatore, a partire in traduzione senza un quattrino di anticipo missione, a dormire in caserme anguste e sporche (ma qualcuno ha mai visto le bellezze e la pulizia delle nostre case?). A sedare risse, a contenere i più violenti e facinorosi, a frenare la paura e difendere i più deboli, a sventare suicidi, a toccare con le mani e l'anima la morte di un collega o di un detenuto. A toccare con mano tutti i giorni le cose più brutte e terribili che la società nemmeno immagina lontanamente. A vedere schizzare sangue da tutte le parti, assistere alla cucitura con il filo di seta della pelle di un detenuto che si è spaccato la pelle con una lametta e per questo ha accumulato 170 punti in tre giorni. A sentire l'odore acre delle celle la mattina.
Si sentono solo slogan stupidi e puerili.

Viene il giorno in cui ti guardi allo specchio la mattina mentre ti radi la barba prima di andare al lavoro e pensi...devo cambiare questo specchio?...(non mi riconosco più!). Mi sono reso conto che il mio aspetto esterno non è più una buona immagine riflessa del mio aspetto interno.


Di  Gennaro  (inviato il 20/08/2016 @ 11:03:34)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.205.172.57


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente della Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza in casa davanti ai familiari

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

4 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

5 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

6 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

7 Riordino vuol dire mettere ordine

8 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

9 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

10 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?





Tutti gli Articoli
1 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

2 Agente penitenziario suicida: non riusciva a mantenere i tre figli disoccupati

3 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

4 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

5 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

6 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

7 Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione

8 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

9 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone

10 Detenuto evade dal carcere di Alessandria: era addetto alla pulizia delle aree esterne del penitenziario


  Cerca per Regione