Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
La circolare sui saluti gerarchici con stretta di mano: della serie "arrivano i Turchi, anzi no, i Bizantini"


Polizia Penitenziaria - La circolare sui saluti gerarchici con stretta di mano: della serie

Notizia del 09/03/2011

in Houston abbiamo un problema

(Letto 14524 volte)

Scritto da: Enzima

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Come nella migliore tradizione di ogni società/organizzazione in decadenza, quale è la nostra (nostra?) Amministrazione penitenziaria, proprio quando si sta per toccare il fondo, quando ormai la situazione è al collasso, invece di cercare soluzioni per sfruttare l’eventuale rimbalzo, ecco che emergono le vere attitudini e capacità dei nostri (nostri?) dirigenti.

Leggo oggi che il 3 marzo scorso, il Direttore Generale del personale e della formazione, colui il quale (come istituzione, non come persona fisica) è responsabile in ampia parte della decadenza di cui siamo circondati nel settore penitenziario, ha avuto un sussulto di interventismo e ha diramato una lettera circolare in cui richiama i direttori generali e i provveditori, a sollecitare il personale di propria competenza ad ottemperare alle disposizioni previste in materia di saluti verso i superiori gerarchici.

Inutile dire che la circolare non è presente nel sito intranet del DAP (questa è un’altra storia), ma la potete leggere seguendo il link in fondo alla pagina.

In particolare nella circolare si sottolinea che al dipendente (poliziotto penitenziario o personale ad ordinamento civile), corre l’obbligo di attendere che il superiore, a sua discrezione, porga la mano in segno di saluto e solo in quel caso il dipendente potrà avvicinare la sua di mano e stringere quella del suo superiore gerarchico (nella circolare non sono specificate le modalità, i tempi e i dettagli della stretta di mano che saranno forse oggetto di una prossima circolare).

Il richiamo, così come espresso nella stessa circolare, si è reso necessario da un’emergenza segnalata dalle Autorità (termine empireo di Fantozziana memoria) in visita negli Istituti penitenziari, forse alludendo ai pellegrinaggi che il Ministro della Giustizia e il Capo del Dipartimento stanno effettuando proprio in queste settimane e di cui possiamo avere ampia rassegna sul sito ufficiale della Polizia Penitenziaria.

Sta di fatto che le Autorità hanno ravveduto un comportamento, diffuso quanto deprecabile, del personale di ogni ordine e grado che (testuali parole): “ignora il proprio dovere di salutare nelle forme prescritte i superiori gerarchici. Il continuo non ottemperare a tale obbligo ha indotto un habitus che si avverte anche nella attitudine del personale a porgere la mano senza neppure accennare alla rettificazione della posizione ed al saluto dovuto al superiore; il personale mostra così di ignorare la regola (valida anche per il personale civile) per la quale è il superiore a porgere la mano”.

E’ evidente a tutti che siamo di fronte ad una vera è propria emergenza istituzionale e non faccio fatica a credere ed auspicare che, non appena il nostro Capo del Dipartimento Franco Ionta, nonché Commissario delegato all’emergenza carceri, rientri nei ranghi della magistratura, persegua ed intervenga con tutta la sua esperienza di magistrato anti terrorismo accumulata fino ad ora, per debellare questo comportamento sovversivo e deleterio per la Nazione tutta.

Il richiamo di per sé è giusto, corretto, ineccepibile, se non fosse per il fatto che è l’unica iniziativa rivolta al personale negli ultimi anni. Può darsi che ne esistano, ma non mi sembra ci siano altre iniziative da parte della nostra Amministrazione che s’interessino dello stato in cui si svolgono le attività lavorative della Polizia Penitenziaria. Non mi pare ci siano altre circolari che fanno cenno ad un’altra circolare che qualche anno fa parlava di benessere del personale. E poi la terminologia usata nella circolare, i destinatari, il richiamo a certe norme di educazione e prassi nonché di regolamenti scritti, mi fanno pensare a quei riti diventati un tratto peculiare dell'impero bizantino e del suo complicatissimo cerimoniale, divenuti sempre più arzigogolati tanto più era prossima la decadenza dell’Impero Bizantino: ancora oggi, infatti, il termine bizantinismo come sinonimo di astrusità, cavillosità, pedanteria, tortuosità è utilizzato quasi esclusivamente in riferimento alla burocrazia ed alle sue procedure e questo mi pare proprio il caso di pedanteria applicata al servizio pubblico.

Ripeto che il richiamo di per sé è giusto, corretto, ineccepibile. Nessuno mette in dubbio che certe formalità vanno mantenute e disciplinate, ma mi chiedo: queste Autorità che hanno fatto visita agli Istituti penitenziari, queste Autorità che hanno sentito il bisogno di lamentarsi con il Direttore Generale del personale e della formazione, che a sua volta ha sentito il bisogno di esternare e diramare il suo richiamo a tutti i suoi sottoposti, hanno ravvisato anche qualche altro “problemuccio” durante le Loro visite agli Istituti penitenziari?

Mi vengono in mente tante altre domande tipo questa: ma queste Autorità, non si sentono lusingate e rincuorate che al mondo esistano ancora persone/dipendenti in grado di strngere Loro la mano, nonostante Loro stesse (le Autorità) sono responsabili dello sfacelo un cui loro (le persone/dipendenti) sono costrette a lavorare? Ma invece di ringraziare che Vi si porge ancora la mano invece di ricoprirvi di improperi, protestate pure?

Per ora cari colleghi poliziotti, non possiamo far altro che ottemperare alle disposizioni come da regolamento, reprimere il nostro istinto di salutare con una stretta di mano un superiore gerarchico e rimanere in attesa di altre eventuali circolari: nel frattempo, rinnoviamo ed esterniamo la nostra deferenza alle Autorità dicendo all'unisono: “la nostra faccia sotto i vostri piedi”.

 

Circolare sulle norme del saluto tra poliziotti: Regolamento di servizio Polizia Penitenziaria


Scritto da: Enzima
(Leggi tutti gli articoli di Enzima)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza
Il carcere di Sala Consilina rimarrà chiuso: il Consiglio di Stato ha accolto provvisoriamente il ricorso del Ministero contro il TAR
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. Arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata
Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma
Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni
Indagini nel carcere di Padova per capire chi ne ha disposto il declassamento da detenuti alta sicurezza a detenuti comuni
La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 5


La vicenda appare appare meglio comprensibile se si legge un comunicato della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 24 marzo 2011:
Il resoconto fornito da alcune agenzie di stampa in merito alla cena di ieri sera del Presidente Berlusconi con il gruppo dei Responsabili è ricco di fantasie e imprecisioni. In particolare, il Presidente non ha cantato alcuna canzone.
Leggi la notizia sul sito della Presidenza del Consiglio.
Evidentemente il DAP si è semplicemente allineato con il clima di "precisazioni" utili al Paese.

Di  Enzima  (inviato il 28/03/2011 @ 11:50:41)


n. 4


seguiranno disposizioni per definire "l'angolo" di inclinazione da assumersi nel porgere la mano, sempre che l'Autorità per primo la porga...


Di  pochahontas  (inviato il 16/03/2011 @ 15:36:42)


n. 3


vorremmo sapere per le mancate retribuzioni deglli assegni di fuonzione dellae promozioni di gradi per l'imminenza assunzione dei 1800 persone che ancora non c'è la copertura finanziaria.
Per il mancato interpello ordinario, per i luoghi di lavoro fatiscenti, eccc.ecc.ecc.ecc.

Di  carmine  (inviato il 13/03/2011 @ 17:44:51)


n. 2


E' evidente che i lumi del DAP quando escono dai loro UFFICI e vanno in periferia .......qualche volta però mica sempre....... notano che i collleghi ormai alla frutta per demotivazione, scoramento dell'attività operativa di cui adempiono con orgoglio e abnegazione , non salutano anzi ignorano completamente tali soggetti.
Mi sorge spontaneo dire una cosa ?? Certo il saluto è un dovere soprattutto morale ed etico ancorchè imposto dal Regolamento di servizo, ulteriormente ribadito attraverso una circolare ( che lascia il tempo che trova ), ma i carichi di lavoro, lo stress accumulato, gli evidenti e marcati accenni di boun out che si registrano tra i colleghi e anche tra i rispettivi nuclei familiari......ed altro.........( QUESTI SIGNORI COSA FANNO??? SI APSETTANO IL SALTUTO ????)
NOI POLIZIOTTI PENITENZIARI, ASPETTIAMO DA TEMPO CAMBIAMENTI IN MEGLIO E NON ASSISTERE AD UN ULTERIORE SCHIACCIAMENTO DI GERARCHIZZAZIONE ( VEDI IL SALUTO, MANCANZA DI SOLDI, SENZA STRAORDINARIO, SENZA TUTELA IN MOLTE REALTà, POSIZIONI DI COMODO E TANTO ALTRO ) , POICHè estremizzare la gerarchizzazione sapete a cosa porta : Collega da oggi segue .......collega sono ammalato 20 giorni a far data dal...... collega 7 giorni, collega 30 giorni ecc.........
Ciò specialmente per quei colleghi che non hanno nulla da perdere ( 28-30 anni di servizio con annesse cause di servizio ) il corpo inteso come risoorse umane di qualdsiasi grado ha un età media NAZIONALE prossima al ventennio , quindi ma chi se ne frega di talune osservazioni formali , quando manca la SOSTANZA ?
Della serie spostaimo la polvere sotto al tappeto e facciamo vedere che il nostro ambiente è pulito........e simili altre circostanze che non elenco ....
Infine ......la strardinarietà o l'emergenza penitenziaria in ITALIA è diventata ordinarietà, quotidianità alla faccia dell'impegno , del senso di responsabilità dei nostri colleghi di periferia, dei nuclei ntp, uffici amministrativi........ che SCEMPIO......... SENZA SOLDI NON SI CANTANO MESSE ........ INVECE NEI PALAZZI DI POTERE LO STRAORDINARIO è SEMPRE PRESENTE, STUFE A TUTTA FORZA, CONFORT ALTRETTANTO , COMPUTER, RISME DI CARTA A TUTTA FORZA, TONER PER STAMPANTE, FOTOCOPIATRICI ECC.....
Ma che bella Amministrazione : molte volte ho l'impressione che la mano destra non sa ciò che fa la mano sinistra e viceversa........ma queste mani appartengono alla stessa AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA ?????
LO CHIEDO A TUTTI VOI DEL BLOG.............
OGNI RIFERIMENTO è PURAMENTE INDICATIVO E CASUALE..............BUONA GIORNATA.............. il cinico


Di  IL CINICO  (inviato il 12/03/2011 @ 07:24:42)


n. 1


Bene, ora ci attendiamo una lettera circolare dove saranno indicati i tempi e le modalità dei pagamenti dei servizi di missione riferiti a tutto il 2010, dello straordinario non retribuito anni 2008,2009,2010. Inoltre le iniziative da intraprendere a sostegno del benesere del personale, la tutela dei lavoratori non fumatori costretti ad inalare decine di sigarette al giorno grazie al fumo passivo, il costante monitoraggio del personale esposto a possibili infezioni in primis la T.B.C., la salubrità dei luoghi di lavoro ( mi chiedo: come saranno i loro uffici ? ). E' ancora aspettiamo di conoscere il persiero di costoro sul lavoro straordinario espletato tutti igiorni nelle sezioni detentive, divenuti veri campi di battaglia, e ai N.T.P.. Ancora una volta si facessero dieci muniti di vergogna.... W il sappe, W la Polizia Penitenziaria.

Di  antonio  (inviato il 11/03/2011 @ 11:58:49)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.87.119.171


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

3 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

4 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

5 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

6 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

7 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

8 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

9 La protesta dei poliziotti di Rebibbia e gli starnuti del RE

10 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

4 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

5 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

9 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

10 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali


  Cerca per Regione