Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
La Cucchi da amministratrice di condominio ad inviata di RAI3: anche Radio Carcere si pone degli interrogativi


Polizia Penitenziaria - La Cucchi da amministratrice di condominio ad inviata di RAI3: anche Radio Carcere si pone degli interrogativi

Notizia del 26/11/2014

in I Mulini a Vento

(Letto 3036 volte)

Scritto da: Redazione

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


"L'Italia è un paese in cui Ilaria Cucchi, di professione amministratrice di condominio, ora diventa inviata di Raitre". Lo ha scritto qualche giorno fa Filippo Facci su Twitter. Un'affermazione che fotografa una grave anomalia del nostro Paese. Uno strano Paese che, grazie a un'informazione capace di manipolare conoscenza e convincimenti, assomiglia sempre di più a un magic circus.

Ovvero a un circo magico, dove si confonde realtà con mere ipotesi. Un circo magico che trasforma il semplice sospetto, mai approfondito ma ben manipolato dai media e cavalcato dalla politica, in dato fattuale. Un circo magico in cui, senza avere alcuna certezza, si grida allo scandalo, quando lo scandalo potrebbe non esserci e si immola a "vittima dello Stato" chi vittima potrebbe non essere.

Esattamente ciò che è accaduto con il processo Cucchi e con le relative conseguenze sulla vita della sorella, Ilaria. Fortunate conseguenze. Non a caso, grazie a questo circo magico, nel comune sentire Stefano Cucchi viene visto come una vittima del sistema.

Eppure, non abbiamo certezze. Non sappiamo ancora se Cucchi sia stato una vittima oppure no. Non è detto che sia morto per colpa dello Stato, come non è escluso che il suo decesso fosse inevitabile. Un'incertezza confermata, non solo dalle sentenze, ma anche dalla realtà, visto che può accadere (e accade) che si muoia negli ospedali, senza per questo essere delle "vittime del sistema". Insomma, senza dati certi, sul c.d. caso Cucchi regna una gran confusione.

Una confusione generata da un'informazione che in questi anni ha manipolato il comune convincimento, senza operare alcun approfondimento. Una manipolazione fatta di superficialità, di foto impressionanti, di facile sdegno, ma dove nessuno si è letto le carte per capire e far capire davvero dove sia la ragione o il torto. Una manipolazione che ha anche influito sulle indagini e sulle determinazioni dei Pubblici Ministeri.

Un fenomeno questo, comune a tanti altri casi, dove la mala informazione genera mala giustizia. Un ruolo patologico dei media che rischia di creare "casi", che casi non sono o di immolare a vittima chi non lo è. Ed è in questo circo magico che Ilaria Cucchi diventa una vittima. Vittima a prescindere dalla realtà e da ciò che afferma la giustizia. Vittima comunque, sia che abbia torto o ragione. Ilaria Cucchi è una vittima, anche se viene intascato un risarcimento record da a un milione e trecentoquaranta mila euro.

Risarcimento sproporzionato che nessun "giornalista" si è preso la briga di analizzare per capire come si è giunti a una cifra tanto elevata. Ilaria Cucchi è una vittima, anche se hanno assolto i medici quando lei accusava solo gli agenti della Polizia Penitenziaria.

Ed infine, grazie a questo circo magico, Ilaria Cucchi si consacra definitivamente vittima proprio grazie alla recente assoluzione. Ci si chiede: se il processo di appello fosse terminato con una condanna, chi avrebbe più parlato di lei? Chi l'avrebbe immolata a "vittima del sistema"? Sta di fatto che Ilaria Cucchi conquista una notevole notorietà mediatica, trasformandosi in un'attrazione politica e istituzionale. Viene ricevuta dal Procuratore capo di Roma e anche dal Presidente del Senato.

Una vittima che fa audience e che per questo fa gola a tanti. Soprattutto a un certo ambiente ipocrita della vecchia sinistra. Un ambiente ipocrita a cui non interessa l'imprenditore accusato ingiustamente, ma la vittima popolare, anche se non si è sicuri che lo sia veramente.

Un ambiente ipocrita della vecchia sinistra che assume Ilaria Cucchi come inviata per la trasmissione "Questioni di famiglia" in onda su Rai 3. Ora, visto come vanno le cose in questo circo magico, non mi stupirei se un domani Ilaria Cucchi fosse eletta in Parlamento.

Riccardo Arena, conduttore di Radio Carcere di Radio Radicale - Il Post 25 novembre 2014


Scritto da: Redazione
(Leggi tutti gli articoli di Redazione)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie
In arrivo un bando di gara per la fornitura di circa diecimila braccialetti elettronici
Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini
Comune di Catanzaro denuncia il DAP per 242 mila euro di risarcimento
Intimidazione ad Agente penitenziario: incendiata la sua auto a Rosolini
Andrea Orlando: il carcere di Sassari migliore della media nazionale, un carcere di qualità
Tre detenuti devastano una cella di Orvieto e feriscono un Poliziotto penitenziario
Porta hashish al figlio nel carcere di Viterbo ma viene scoperta dai cinofili della Polizia Penitenziaria


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 6


Il caso Cucchi ha degli aspetti ancora poco chiari e personalmente spero che la Giustizia faccia piena luce anche su questo triste episodio. Certo, l'attacco mediatico non ha giovato all'immagine del Corpo, anzi. Il clou lo si é raggiunto con le manifestazioni dei colleghi indagati alla lettura della sentenza che li scagionava. Capisco la pressione che gli stessi hanno subito per diverso tempo, ma non dobbiamo dimenticare che indossiamo una divisa che l'opinione pubblica stenta a riconoscerla tale ma nelle situazioni come questa la considera alla stregua di chi è al di là delle sbarre. Infine solo due parole per la sorella del Cucchi: sta sfruttando la tragedia del fratello per i suoi fini il resto "lascia il tempo che trova"

Di  Nello Colopi  (inviato il 03/12/2014 @ 16:44:39)


n. 5


ITALIETTA MIA CHE FINE e questo non e niente adda' passa' a nuttat : no non passera sara' buio totale questo è merito di politici e dirigenti da quatro soldi.

Di  tataumpete  (inviato il 27/11/2014 @ 09:20:46)


n. 4


ti meravigli che ilaria cucchi possa un giorno essere eletta al parlamento? ma dai!!!!!! Il Parlamento italiano è un luogo che
ormai accoglie di tutto e di più (prostitute, indagati, condannati,
delinquenti vari, etc.,etc.). Ciò che invece mi meraviglia un po'
sono quelle poche persone per bene (penso che ce ne sarà ancora qualcuna) che riescono ancora a starci nel parlamento insieme
ad un esercito di marmaglie.
Quindi che ci vada pure Ilaria Cucchi in quel Parlamento, è il posto
ideale anche per lei. (una in più, una in meno, non scandalizza nessuno)
Pare proprio che questa signora più che giustizia cerchi tutti i modi possibili per trarre
profitto e popolarità dalla morte del fratello. E ci sta pure riuscendo.

Di  Carlo  (inviato il 27/11/2014 @ 09:07:05)


n. 3


Il signor arena ha fotografato una situazione in cui la polizia penitenziaria e' stata mediaticamente massacrata e la signora Ilaria cucchi avendo preso coscienza del fatto che i vertici del DAP non hanno speso nemmeno una parola a difesa del corpo e dei colleghi cinvolti Si è prima buttata in politica con un nostro collega e capo di un sindacato non riuscendoci grazie a Dio. Ora ce la ritroviamo come giornalista Sulla tv di Stato. Mi viene il volta stomaco.

Di  RobErto  (inviato il 26/11/2014 @ 19:05:37)


n. 2


E se lo dice qualcuno da radioradicale...
Per l'elezione al parlamento però si sono dimeticati che era in lista ma non ce l'ha fatta...

Di  alessandro  (inviato il 26/11/2014 @ 14:42:01)


n. 1


Ora anche Radio Radicale sara' attaccata dagli anonymous per queste affermazioni? ah ah ah

Di  Assistente Capo  (inviato il 26/11/2014 @ 14:22:47)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.147.212.136


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 In ricordo di Roberto Pelati, ex atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre colpito da una grave malattia e scomparso prematuramente

3 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

4 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

5 Poliziotti penitenziari che lavorano negli uffici: pochi, troppi o adeguati?

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

8 La protesta dei poliziotti di Rebibbia e gli starnuti del RE

9 Razionalizzazione del personale: pure quello informatico però

10 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario





Tutti gli Articoli
1 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

2 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

3 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

4 Polizia Penitenziaria e Carabinieri arrestano due persone pronti a sparare e con targhe contraffatte

5 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

8 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali

9 Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini

10 Cinque posti da procuratore DNA a Roma: concorrono anche Alfonso Sabella, Francesco Cascini e Calogero Piscitello


  Cerca per Regione