Dicembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2016  
  Archivio riviste    
La difficile gestione degli eventi “improvvisi” in carcere: sorveglianza a vista, visite immediate al pronto soccorso e piantonamenti


Polizia Penitenziaria - La difficile gestione degli eventi “improvvisi” in carcere: sorveglianza a vista, visite immediate al pronto soccorso e piantonamenti

Notizia del 04/08/2015

in Dalle Segreterie

(Letto 3767 volte)

Scritto da: Rita Argento

 Stampa questo articolo


Chi conosce la realtà del carcere, in poco tempo comprende, quanto sia una realtà estremamente delicata e mutabile in pochi attimi.

Talvolta accade, che, se pur con difficoltà, ciascun posto di servizio riesce ad essere coperto dall’unità di Polizia Penitenziaria prevista; il sopravvenire di eventi improvvisi, fa si, che diventa problematico, mantenere intatta la copertura di quanto detto.

E quali sono questi eventi improvvisi, che spesso creano difficoltà nell’ottimizzazione delle risorse umane a disposizione?

Gli esempi, possono essere svariati: pensiamo ad un detenuto sottoposto al regime di sorveglianza a vista, dove un agente viene assegnato per il controllo dello stesso 24 ore su 24.

Pertanto, ipotizzando un poliziotto, impiegato nell’arco di una giornata, su quattro quadranti di sei ore, sono ben quattro unità distolte dal quotidiano servizio a turno nei reparti.

Il servizio di sorveglianza a vista, è piuttosto delicato, ove principalmente, il detenuto viene ubicato da solo, in una cella, priva di ogni suppellettile che possa mettere in pericolo la sua incolumità.

Al suo controllo costante, 24 ore su 24, viene assegnata una unità di Polizia Penitenziaria, eppure, proprio in questi casi, soprattutto la Polizia Penitenziaria, non è quanto di più indicata per un detenuto, che, in quel momento, preso da forte tensione psichica, avrebbe invece necessità di essere ubicato in un reparto idoneo, con una costante presenza di personale specializzato: psichiatri, psicologi, infermieri, nonché un maggiore contatto con figure quali educatori, assistenti sociali ecc., capaci di fornire un trattamento di sostegno continuo, volto ad interrompere quanto prima gli istinti di suicidio o di violenza, per il successivo reinserimento con gli altri detenuti nella vita comune.

Un altro esempio, si riscontra nell’invio immediato di un detenuto al Pronto Soccorso, dove, sono previsti due agenti di scorta, un autista ed un caposcorta, per un totale di quattro unità.

Purtroppo poi, ben si sa che un invio immediato quasi sempre tende a tramutarsi in un ricovero ospedaliero ed un piantonamento, di conseguenza, comporta in una giornata articolata su quattro quadranti di sei ore, l’impiego di ben otto unità.

A tal proposito, perché non realizzare all’interno delle strutture ospedaliere pubbliche, locali appositi per i detenuti che necessitano di assistenza sanitaria, affinché, possa essere prevista un’aliquota di personale di Polizia Penitenziaria, quale addetta alla vigilanza dei suddetti spazi.

In tal modo, il personale in servizio nel carcere, verrebbe impiegato, soltanto al momento dell’invio in ospedale, e le successive competenze potrebbero essere affidate al personale di Polizia Penitenziaria in servizio nelle strutture di cui sopra.

Se pur la realtà del carcere è estremamente variegata, bisognerebbe analizzare con maggior incidenza, quelle situazioni che, il più delle volte, tendono a destabilizzare il quotidiano, al fine di intervenire per cercare, di ridurre il forte impatto degli eventi “improvvisi”: eventi, che inevitabilmente, aggravano ancor di più sul lavoro in carcere del Poliziotto Penitenziario.

 


Scritto da: Rita Argento
(Leggi tutti gli articoli di Rita Argento)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Mafiosi convertiti all''islam durante la permanenza in carcere: il caso del boss che vuole convertire anche il figlio
Carcere di Orvieto di nuovo casa di reclusione? La protesta dei Poliziotti: a rischio la chiusura del carcere
Il DAP affida in esclusiva all''Ucoii la scelta degli imam nelle carceri: pericolo di predominanza salafita
Motovedetta della Polizia Penitenziaria in soccorso di otto ricercatori bloccati sull''isola di Pianosa
Nuovo carcere di Brescia? Pronto non prima di sei o sette anni
Rapporto segreto del DAP: gli imam nelle carceri? Assasini, rapinatori, stupratori
Due minorenni tentano l''evasione da Nisida approfittando della lezione di teatro
Poliziotto penitenziario colpito al volto con pugni da detenuto 18enne al carcere minorile di Roma


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori
Nessun commento trovato.



Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.158.166.0


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria arresta estremista islamico. Prima operazione antiterrorismo dentro un penitenziario eseguita dal Nucleo Investigativo Centrale in collaborazione con la Digos

2 I suicidi nella Polizia Penitenziaria sono il doppio rispetto alle altre forze dell’Ordine e il triplo rispetto alla società civile

3 Como: poliziotto penitenziario muore stroncato da infarto in servizio

4 Polizia Penitenziaria: serve un’efficace comunicazione per non alimentare una costante disinformazione

5 Parte male il docente di islamismo per la Polizia Penitenziaria: "insegnerò ai secondini..."

6 La sentenza Torreggiani (o meglio la sua sciagurata applicazione) ha distrutto le carceri italiane

7 Carceri e web sono la prima linea nella lotta al terrorismo islamico: noi della Polizia Penitenziaria siamo pronti?

8 Operazione Onda Blu: NIC Polizia Penitenziaria arresta a Crotone due evasi da Voghera

9 Ente di Assistenza: a chi serve?

10 La Stampa: la radicalizzazione nelle carceri italiane passa attraverso telefonini, sopravvitto e preghiera





Tutti gli Articoli
1 Chiusa la sala internet del carcere di Bolzano: detenuti cercavano contatti con l''isis

2 Polizia Penitenziaria di Palermo consegna doni e giocattoli per i bambini con malattie metaboliche e rare

3 Fabio Perrone aggredisce due Poliziotti penitenziari. Un anno fa venne arrestato per l''evasione con sparatoria dall''ospedale

4 Ruba auto a Poliziotto penitenziario ma rimane bloccato dal passaggio a livello e viene arrestato

5 Rientro dei distaccati dal carcere di Alessandria San Michele: prevista anche sorveglianza dinamica e automazione cancelli

6 Poliziotto assolto da accusa di violenza sessuale: nei guai invece finisce il medico per evasione della detenuta

7 Chi è Hmidi Saber l''estremista islamico arrestato oggi e tutte le sue vicende nelle carceri italiane

8 Poliziotto penitenziario colpito al volto con pugni da detenuto 18enne al carcere minorile di Roma

9 Carcere di Rossano a rischio sicurezza: 36 Agenti penitenziari servono solo per controllare il muro di cinta

10 Detenuti decapitati e lanciati fuori dalle finestre: è di 60 morti il bilancio della rivolta nel carcere brasiliano


  Cerca per Regione