Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
La difficile gestione degli eventi “improvvisi” in carcere: sorveglianza a vista, visite immediate al pronto soccorso e piantonamenti


Polizia Penitenziaria - La difficile gestione degli eventi “improvvisi” in carcere: sorveglianza a vista, visite immediate al pronto soccorso e piantonamenti

Notizia del 04/08/2015

in Dalle Segreterie

(Letto 3680 volte)

Scritto da: Rita Argento

 Stampa questo articolo


Chi conosce la realtà del carcere, in poco tempo comprende, quanto sia una realtà estremamente delicata e mutabile in pochi attimi.

Talvolta accade, che, se pur con difficoltà, ciascun posto di servizio riesce ad essere coperto dall’unità di Polizia Penitenziaria prevista; il sopravvenire di eventi improvvisi, fa si, che diventa problematico, mantenere intatta la copertura di quanto detto.

E quali sono questi eventi improvvisi, che spesso creano difficoltà nell’ottimizzazione delle risorse umane a disposizione?

Gli esempi, possono essere svariati: pensiamo ad un detenuto sottoposto al regime di sorveglianza a vista, dove un agente viene assegnato per il controllo dello stesso 24 ore su 24.

Pertanto, ipotizzando un poliziotto, impiegato nell’arco di una giornata, su quattro quadranti di sei ore, sono ben quattro unità distolte dal quotidiano servizio a turno nei reparti.

Il servizio di sorveglianza a vista, è piuttosto delicato, ove principalmente, il detenuto viene ubicato da solo, in una cella, priva di ogni suppellettile che possa mettere in pericolo la sua incolumità.

Al suo controllo costante, 24 ore su 24, viene assegnata una unità di Polizia Penitenziaria, eppure, proprio in questi casi, soprattutto la Polizia Penitenziaria, non è quanto di più indicata per un detenuto, che, in quel momento, preso da forte tensione psichica, avrebbe invece necessità di essere ubicato in un reparto idoneo, con una costante presenza di personale specializzato: psichiatri, psicologi, infermieri, nonché un maggiore contatto con figure quali educatori, assistenti sociali ecc., capaci di fornire un trattamento di sostegno continuo, volto ad interrompere quanto prima gli istinti di suicidio o di violenza, per il successivo reinserimento con gli altri detenuti nella vita comune.

Un altro esempio, si riscontra nell’invio immediato di un detenuto al Pronto Soccorso, dove, sono previsti due agenti di scorta, un autista ed un caposcorta, per un totale di quattro unità.

Purtroppo poi, ben si sa che un invio immediato quasi sempre tende a tramutarsi in un ricovero ospedaliero ed un piantonamento, di conseguenza, comporta in una giornata articolata su quattro quadranti di sei ore, l’impiego di ben otto unità.

A tal proposito, perché non realizzare all’interno delle strutture ospedaliere pubbliche, locali appositi per i detenuti che necessitano di assistenza sanitaria, affinché, possa essere prevista un’aliquota di personale di Polizia Penitenziaria, quale addetta alla vigilanza dei suddetti spazi.

In tal modo, il personale in servizio nel carcere, verrebbe impiegato, soltanto al momento dell’invio in ospedale, e le successive competenze potrebbero essere affidate al personale di Polizia Penitenziaria in servizio nelle strutture di cui sopra.

Se pur la realtà del carcere è estremamente variegata, bisognerebbe analizzare con maggior incidenza, quelle situazioni che, il più delle volte, tendono a destabilizzare il quotidiano, al fine di intervenire per cercare, di ridurre il forte impatto degli eventi “improvvisi”: eventi, che inevitabilmente, aggravano ancor di più sul lavoro in carcere del Poliziotto Penitenziario.

 


Scritto da: Rita Argento
(Leggi tutti gli articoli di Rita Argento)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata
Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma
Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni
Indagini nel carcere di Padova per capire chi ne ha disposto il declassamento da detenuti alta sicurezza a detenuti comuni
La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie
In arrivo un bando di gara per la fornitura di circa diecimila braccialetti elettronici
Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini
Comune di Catanzaro denuncia il DAP per 242 mila euro di risarcimento


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori
Nessun commento trovato.



Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.161.157.73


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 In ricordo di Roberto Pelati, ex atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre colpito da una grave malattia e scomparso prematuramente

3 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

4 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

5 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Poliziotti penitenziari che lavorano negli uffici: pochi, troppi o adeguati?

8 La protesta dei poliziotti di Rebibbia e gli starnuti del RE

9 Razionalizzazione del personale: pure quello informatico però

10 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

4 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

5 Polizia Penitenziaria e Carabinieri arrestano due persone pronti a sparare e con targhe contraffatte

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

9 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali

10 Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini


  Cerca per Regione