Gennaio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2017  
  Archivio riviste    
La grande professionalità del personale di Polizia Penitenziaria che presta servizio nelle sezioni detentive


Polizia Penitenziaria - La grande professionalità del personale di Polizia Penitenziaria che presta servizio nelle sezioni detentive

Notizia del 23/06/2016

in Le Opinioni

(Letto 4302 volte)

Scritto da: Agente Sara

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


In ogni carcere il cuore pulsante è proprio la sezione detentiva dove, ogni giorno, il personale di Polizia Penitenziaria svolge un lavoro di grande rilievo che, spesso e volentieri, viene ad essere più criticato che altro, probabilmente proprio da chi non lo conosce, come invece dovrebbe, prima di potersi esprimere al meglio in ogni aspetto. Eppure se davvero ci si cala nel ruolo dei Poliziotti Penitenziari che lavorano nelle sezioni detentive si riesce a comprendere la loro grande professionalità che va ben oltre l'aprire e chiudere una cella!

Un Poliziotto Penitenziario riesce a mantenere l'ordine e la sicurezza all'interno di una sezione detentiva anche quando si ritrova ad essere in numero inferiore rispetto alla popolazione detenuta; ad evitare una rissa quando nell'aria già si avverte  l'odore dell'agitazione ovvero a placarla nel caso in cui sia scoppiata silenziosamente; a dissuadere il ristretto dal commettere gesti violenti verso sé o altri nonostante lo stesso detenuto si sia preventivamente munito di qualche oggetto tagliente/contundente ricavato, ad esempio, da un piatto rotto o da un manico della scopa spezzato; nell'abilità di sventare un suicidio; nel ritrovamento di oggetti non consentiti durante la perquisizione di una cella; nel correre il rischio di pungersi o tagliarsi con qualche oggetto infetto durante la perquisizione di primo ingresso di un detenuto il quale non bene ricordasse cosa effettivamente aveva con sé al momento dell'arresto; alla possibilità di trovarsi vittima di aggressioni, a volte davvero efferate, ma comunque sempre per futili motivi; a dover adottare tutte le precauzioni necessarie nel caso in cui si rileva la presenza di un detenuto affetto da malattie infettive contagiose come la legionella, la tubercolosi, la scabbia e quant'altro.

Si potrebbe continuare ad oltranza perché nel tenere in mano le chiavi di una sezione, nell'aver prestato servizio in un turno qualsiasi, ciascuno di noi, conserva nella memoria episodi che sono rimasti impressi e che portano a dire a quanto davvero prima di parlare della Polizia Penitenziaria, bisognerebbe indossare l'uniforme e toccare con mano la realtà del carcere, il più delle volte, protagonista di eventi che meritano la massima attenzione.

Non è semplice lavorare all'interno di una sezione detentiva e soprattutto per questo motivo le assunzioni nel Corpo costituiscono un aspetto di rilevante importanza al fine, appunto, di allentare le tensioni di chi presta il proprio servizio da diversi anni.

Si pensi ad esempio a come negli istituti centro-meridionali, l'Assistente Capo si ritrova a svolgere il suo stesso ruolo come se fosse sempre ai primi anni di arruolamento considerato appunto il numero irrisorio, se non addirittura assente, di personale con la qualifica di Agente.

L'auspicio è quello che al più presto vi sia un concreto sblocco delle assunzioni di personale nel Ruolo Agenti-Assistenti, anche perché un rallentamento in tal senso contribuisce ad aggravare il servizio di tutti i giorni; ancor di più per il personale che lavora nelle sezioni e che, inevitabilmente, svolge un lavoro di grande disagio, sempre in prima linea.

Gli uomini e le donne del Corpo sono persone dotate di una grande professionalità che meritano di essere considerate al meglio, proprio per quante criticità si ritrovano a dover fronteggiare ogni giorno, mostrando sempre il massimo zelo ed impegno...

 

 


Scritto da: Agente Sara
(Leggi tutti gli articoli di Agente Sara)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Tre detenuti evadono dal carcere di Firenze Sollicciano, Sappe: la responsabilità è dei colletti bianchi, evasione annunciata
Due Poliziotti feriti nel carcere di Regina Coeli: aggrediti da detenuti magrebini infastiditi dalle perquisizioni
Agente Penitenziario sorprende i ladri in casa che lo aggrediscono: ricoverato al pronto soccorso
Tre Poliziotti penitenziari feriti da un detenuto con forbici affilate appositamente
Carceri italiane ed edilizia penitenziaria: al massimo si da una ritinteggiata
Nuovo carcere a Nola: in scadenza il bando per la realizzazione
Chiso l''OPG di Montelupo Fiorentino: consiglieri comunali accusano sprechi e disagi
Furgone della Polizia Penitenziaria con ergastolano a bordo si blocca per guasto al motore: interviene la Polstrada


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 6


Sono d'accordo con te Sara. Gli agenti assistenti sono la prima linea che svolge un servizio importante. Il malessere che si avverte e' proprio perché il più delle volte la polizia penitenziaria viene poco considerata quando al contrario siamo di grande valore.

Di  ciccio  (inviato il 27/06/2016 @ 10:30:12)


n. 5


Proppngo di raccogliere gli articolo dell'Agente Sara e farne un libricino da sottoporre durante i corsi formazione degli Agenti. Dirigenti e direttori sarebbero contenti... sembrano proprio le loro stesse parole utilizzate durante i loro discorsi ufficiali: praticamente il nulla ...

Di  Agente Serio  (inviato il 24/06/2016 @ 09:29:14)


n. 4


Agente Sara, fermati a cliccare se no rischi la causa di servizio

Di  Anonimo  (inviato il 24/06/2016 @ 08:32:11)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.158.100.26


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Celebrazioni 200 anni di storia del Corpo di Polizia Penitenziaria: autorizzata l’emissione della moneta d’argento da 5 euro

2 Catturato dalla Polizia Penitenziaria uno degli evasi dal carcere di Rebibbia: indagini in corso sui complici della latitanza

3 A chi danno fastidio i servizi di polizia stradale della Polizia Penitenziaria?

4 Riordino, organici dirigenziali: tra eccessi e sottodimensionamenti dei dirigenti della Polizia Penitenziaria

5 Le foto dei tre detenuti evasi dal carcere di Firenze Sollicciano

6 Foibe, il martirio degli Agenti di Custodia

7 La sospensione delle ordinarie regole di trattamento penitenziario (art. 41-bis)

8 Ufficiali medici nel Corpo di Polizia Penitenziaria?

9 Rapporto Eurispes: la Polizia Penitenziaria sgradita a un italiano su due

10 Il Ministro Orlando dichiara cessata l''emergenza sovraffollamento delle carceri, ma i dati lo smentiscono





Tutti gli Articoli
1 Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria

2 Blitz della Polizia Penitenziaria: tre arresti per spaccio di droga a Napoli nelle prime ore della mattinata

3 Detenuto cinese violenta la figlia: compagno di cella marocchino lo sodomizza per un mese nel carcere di Prato

4 Poliziotto penitenziario travolto da auto mentre era in moto: è ricoverato in gravi condizioni

5 La latitanza dorata del detenuto evaso da Rebibbia catturato dal NIC della Polizia Penitenziaria

6 Agente Penitenziario sorprende i ladri in casa che lo aggrediscono: ricoverato al pronto soccorso

7 Ex scuola della Polizia Penitenziaria di Moastir pronta ad accogliere i migranti: quasi ultimati i lavori

8 Detenuto sorpreso ad aggiornare il proprio profilo Facebook dal carcere di Marassi

9 Bidognetti, il capoclan dei Casalesi, comunicava dal 41-bis con messaggi nascosti

10 Furgone della Polizia Penitenziaria con ergastolano a bordo si blocca per guasto al motore: interviene la Polstrada


  Cerca per Regione