Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
La legge è uguale per tutti?


Polizia Penitenziaria - La legge è uguale per tutti?

Notizia del 17/10/2011

in Mondo Penitenziario

(Letto 3131 volte)

Scritto da: Araba Fenice

 Stampa questo articolo


Grazie al bestseller “Gomorra” di Roberto Saviano e al successivo film di Matteo Garrone è stato squarciato il velo che copriva l’enorme attività illecita legata al traffico ed allo smaltimento irregolare di rifiuti tossici, posta in essere dal binomio industria –camorra.

L’inchiesta nata nel 2003 e denominata “Operazione Cassiopea” ha portato, dopo quattro anni di indagini, al rinvio a giudizio di 95 persone.

L’ipotesi investigativa era che dal Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Toscana partivano almeno quaranta tir ogni settimana carichi di veleni e diretti al Sud, proprio nelle campagne del casertano e del napoletano, ove venivano seppelliti e poi smaltiti da emissari dei clan camorristici a prezzi irrisori, trasformando interi ettari di terreno coltivati ad ortaggi e usati per il pascolo, in terre putride e maleodoranti con effetti nocivi per la salute degli abitanti.

Eppure, a causa dell’intercedere di una serie di provvedimenti sulla competenza territoriale e per materia, che hanno allungato a dismisura i tempi delle indagini e dei processi, la prescrizione, sempre in agguato, si è manifestata in tutto il suo splendore graziando tutti i novantacinque imputati; anche perché le accuse più gravi, disastro ambientale e avvenelenamento delle acque (reati che non si erano ancora prescritti), sono cadute nel processo non avendo superato il vaglio dei periti: della cui bontà è ragionevole dubitare!!    

Parimenti, è notizia di qualche giorno or sono quella della liberazione di nove persone, scarcerate per decorrenza dei termini di custodia cautelare, pur essendo state condannate in primo grado con pene comprese tra i tre e i quattro anni, per associazione mafiosa, estorsione e detenzione di armi, in quanto affiliati al clan Laudani di Catania.

Il tutto è potuto accadere perché il GIP del Tribunale penale di Catania, che li aveva giudicati con rito abbreviato, non ha depositato le motivazioni in tempo utile: il Ministro della Giustizia ha naturalmente inviato gli ispettori per una indagine i cui esiti dovranno fare i conti con la giustizia domestica della sezione disciplinare del C.S.M..

Il Presidente aggiunto dei GIP di Catania di cui sopra ha ammesso che la scarcerazione degli imputati è da addebitare a una sua mancanza: "c’è un problema di sostenibilità di lavoro, miracoli non se ne possono fare e io alterno disperazione a serenità assoluta; è stata una defaillance, ma è la prima in quarantanni di carriera. Ho quasi 70 anni e non riesco più a fare sempre nottate come un tempo".

L’accorata giustificazione non può che rassicurare i responsabili e i preposti agli Uffici matricola soprattutto delle Case circondariali, infatti se per errore dovuto all’ingente mole di lavoro, scarcererete fino ad massimo di nove detenuti, sarete passibili tutt’al più di sanzione disciplinare specie se avete una notevole anzianità di servizio.

P.S. Dimenticavo che la legge non è uguale per tutti, pertanto, comuni mortali non commettete l’errore di scarcerare alcun detenuto o di non scarcerarlo pur dovendolo fare, perché la Procura locale non avrà pietà di voi, configurando ogni tipo di reato, a differenza del GIP che, nella peggiore delle ipotesi, pur nella ricorrenza della medesima condotta, se la caverà con un eventuale procedimento disciplinare, per non parlare del clamore mediatico che verrebbe puntualmente irradiato per chi, nella ipotesi prospettata, torna subito ad essere un aguzzino-secondino. 

Con viva considerazione la vostra Araba Fenice.


Scritto da: Araba Fenice
(Leggi tutti gli articoli di Araba Fenice)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Poliziotto penitenziario assolto definitivamente: era accusato di associazione mafiosa ad una cosca di Lamezia Terme
Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere
Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage
Detenuto in alta sicurezza aggredisce Poliziotto penitenziario dopo colloquio con i familiari nel carcere di Siracusa
Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza
Il carcere di Sala Consilina rimarrà chiuso: il Consiglio di Stato ha accolto provvisoriamente il ricorso del Ministero contro il TAR
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. Arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori
Nessun commento trovato.



Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.166.48.3


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

2 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

3 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

4 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

5 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

6 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

7 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

8 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP

9 Qualcuno ci aiuti a fermare la strage!

10 Dal servizio di sentinella al sistema di videosorveglianza. Ma la tecnologia, da sola, non basta





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage

3 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

4 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

5 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere

8 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

9 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

10 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico


  Cerca per Regione